il latino apre la mente - ma non quanto apre il culo!
riapro una mia personalissima ciclicita', pur sapendo che questo thread fara' piangere lo Squallido master (che ci lurka dall'alto dei cieli) per almeno un paio di ragioni.

l'opinione che "il latino formi la mente" e' molto diffusa nella societa' (forse di piu' nella generazione dei miei genitori, che infatti ce l'hanno ancora come dogma e quando discutiamo dell'argomento sono molto piu' sgomenti della mia opinione su questo tema che non quando fingo di essere un omosessuale satanista).
secondo me invece se davvero a chi si cura dell'educazione dei giovani interessasse che si aprisse la mente, si investirebbe tutto quel tempo nell'insegnamento della matematica, o della programmazione, o si istituirebbero ore di Giuoco degli Scacchi (o del Go, o quant'altro; o meglio ancora di Ludica Logica in generale) del tutto analoghe a quelle di educazione fisica.
la verita' e' che il latino lo si insegna per un altro motivo, nobilissimo peraltro, che e' quello delle radici culturali. ma si vede che questo argomento non era abbastanza convincente per giustificare l'abnorme prestigio che si da' ancora alla materia a scuola.

Leonardo la pensa come me:
http://leonardo.blogspot.com/2007/01/tabula-rasa.html

(...) sfata la leggenda che il latino ci aiuti a raffinare le nostre capacità logiche. È una sciocchezza. Quale sarebbe esattamente il contenuto ‘logico’ del latino? Le regole di morfologia e sintassi sono costruzioni a posteriori, piene di eccezioni e casi particolari. Al massimo si può dire che il latino sia molto complesso. Ma non più complesso della fisica quantistica o del cinese. Chi sostiene che l’apprendimento del latino renda più ‘elastici’ di una qualsiasi lingua straniera, di solito non ha studiato bene nessuna lingua straniera oltre al latino: insomma, è tutt’altro che un’intelligenza ‘elastica’.

(...)

Eppure chi si diploma al classico con buoni voti se la cava bene in qualsiasi facoltà.

Magari è anche vero. Ma non perché abbia studiato latino; semplicemente perché è una persona intelligente. In una buona percentuale è anche un ragazzo benestante, che gode nella sua famiglia di un’offerta culturale molto superiore a quella che gli offre la scuola. Nelle sua casa ci sono mensole piene di libri, canali satellitari di approfondimento, Internet, quotidiani già sfogliati, parenti laureati con i quali può scambiarsi opinioni. Gente così di solito va a scuola più per intrecciare relazioni che per approfondire conoscenze: se si trattasse solo di questo, potrebbe studiare in casa con molto più profitto.

Da soli? In casa?

Hai colto il problema: non si può. Per questi studenti cosiddetti ‘brillanti’, il liceo è soprattutto un parcheggio. E per un parcheggio quinquennale il latino è la materia ideale: non serve a nulla, ma occupa un sacco di tempo, e impararlo (approssimativamente) dà una certa soddisfazione. Ma non è che il latino ci renda più intelligenti: semplicemente, abbiamo deciso che gli alunni più intelligenti debbano sorbirsi cinque anni di latino. Se un giorno decidessimo di farli giocare per cinque anni a Yu-Gi-Oh, probabilmente il loro rendimento all'università sarebbe simile. Invece storicamente abbiamo scelto il latino, e continuiamo a insegnarglielo. Se almeno lo imparassero davvero.

Non lo imparano?

Una volta lo imparavano, forse. Ma prova a dare in mano l’Eneide a un qualunque diplomato della mia età. Chiedi di leggerlo e tradurtelo all’impronta. Non ce la farà. Ha studiato latino per cinque anni, ma senza vocabolario è un analfabeta. L’ottanta per cento, all’indomani dalla maturità, non riuscirà a decifrarti una banalissima lapide di chiesa.

Perché è una lingua molto difficile.

Forse. Oppure perché gli insegnanti del liceo non sono bravi. Oppure sono bravissimi, ma il metodo è tutto sbagliato. In ogni caso c’è qualcosa che non va. Dedichiamo al latino come minimo cinque anni della nostra vita, eppure nessuno lo sa, nessuno lo parla. Com'è possibile? Se l'insegnamento del latino fosse così efficace, dovremmo sfornare torme di latinisti. Non solo. Com’è che noi italiani abbiamo delle scuole elementari fantastiche e una percentuale di laureati da terzo mondo? Tra l’istruzione elementare e quella accademica c’è un dislivello pauroso: qualcosa in mezzo evidentemente non funziona, e nessuno ci ha ancora spiegato cos’è.

Magari è la Scuola media inferiore.

Magari sì. Però potrebbe anche essere il modello del Liceo, dove si continua a dare tanta importanza a una materia come il latino che – ammesso serva a qualcosa – comunque nessuno riesce a imparare come si deve.

(...)


[psycho::post]L’ottanta per cento, all’indomani dalla maturità, non riuscirà a decifrarti una banalissima lapide di chiesa.

Io alzerei la media. Però un ragionamento simile (ossia che la maggior parte delle conoscenze che si dovrebbero apprendere al liceo vengono o dimenticate oppure non sono mai state assimilate dalla stragrante maggioranza) per quasi tutte le materie.

Venn ist das nunstuck git und slotermeyer? Ja! Beyerhund das oder de flippervaldt gesphurt!


[psycho::post]



mi pare ragionevole

eh già, culo spanato... eeeh già!


io lo dico da tempi non sospetti che il sistema scolastico italiano e' una merda vereconda ed e' una delle cose peggiori introdotte dal fascismo.


[psycho::post]Quale sarebbe esattamente il contenuto ‘logico’ del latino?

Centurie di pedites romani battono ritmicamente il giavellotto contro lo scudo scandendo in codice morse le lettere "QCQ".
residuo fisso 76 mg/L


psycho, il tuo spunto di riflessione mi ha fatto precipitare in grigio sconforto. Quello sconforto che prende quando qualcuno dice quello che il tuo cervello ha sempre cercato di nascondere... e solo a quel punto ti rendi conto che è vero e che non lo puoi più nascondere.
Andrò a tradurmi qualche passo del De Bello Gallico come pegno d'addio, inumidendolo delle mie ultime, calde lagrime.
Lo sapevate che Einstein,
prima di formulare la teoria della relatività
ha inventato quattro nuove bestemmie?


noi italiani abbiamo delle scuole elementari fantastiche


eeeeeh?
prima volta che sento dire qualcosa del genere. sta scherzando, vero?

quanto al resto, sono piuttosto d'accordo. dal punto di vista intellettivo ovviamente il latino non è meglio del russo o del giapponese. purtuttavia non mi spiacerebbe venisse tenuto -assieme al greco, che rimpiango di non aver studiato-, se solo venisse insegnato come una lingua viva. per le lingue vive si fanno (giustamente) esercizi di scrittura e conversazione. il motivo è sì che l'inglese serve anche saperlo parlare e scrivere, ma il side-effect è che gli esseri umani sono fatti per imparare le lingue (e anche il resto) usandole.

per latino e greco si fanno solo grammatica e traduzione, seguendo una didattica a dir poco fatiscente. non si fa usare mai il latino, non si pensa mai in latino, quindi non lo si impara mai davvero. quasi nessuno sa il latino: al massimo sanno tradurre.

" "ciao, io vado a vivere in un appartamento un po' grande e volevo un animale da compagnia: cosa mi consigli?""ti consiglio....l'unicorno!""ma l'unicorno non esiste""non avevi specificato che doveva essere un animale esistente" " (maranza)

ho deciso che vincono le piramidi LOL


[brullo nulla::post]prima volta che sento dire qualcosa del genere. sta scherzando, vero?

boh. ha stupito anche me, ma non ho elementi per giudicare(*).


(*) non ho fatto le elementari perche' sono stato bocciato all'asilo.


[psycho::post]L’ottanta per cento, all’indomani dalla maturità, non riuscirà a decifrarti una banalissima lapide di chiesa.


Ma non diciamo stronzate, mi sono diplomato al classico 12 anni fa ormai, non apro un libro di latino da allora ma riesco ancora a tradurre tutte le cazzo di lapidi che vuoi.

Poi, che sul latino che apre la mente si dicano un sacco di stronzate è sicuramente vero, ma non è fornendo ipotesi sbagliate che Leonardo riuscirà a convincermi della sua giusta tesi.
Ma che disperazione
Nasce da una distrazione


[psycho::post]
Leonardo la pensa come me

ci avrei giurato. quando ho letto il suo post ho pensato: "questa è proprio una psychata".

(in ogni caso Andrea Rocchetto è un fake, no?)
Non saprei, con la nostra ammirazione per l'antichità, che cosa possa proteggere dal suicidio un aspirante filosofo, se non il fatto che Platone e Aristotele non portavano i calzoni [...] (R. M.)


Complimenti, una notevole congerie di idiozie da perditempo.


[LePendu::post]Ma non diciamo stronzate, mi sono diplomato al classico 12 anni fa ormai, non apro un libro di latino da allora ma riesco ancora a tradurre tutte le cazzo di lapidi che vuoi.

Strano, a scuola insegnano tutto tranne che lo stile e le abbreviazioni che sono impiegate per le epigrafi.
residuo fisso 76 mg/L


[Addrush::post]
Andrò a tradurmi qualche passo del De Bello Gallico come pegno d'addio, inumidendolo delle mie ultime, calde lagrime.
ah-ah, ance tu perchè è il libro più facile?
[LePendu::post]
Poi, che sul latino che apre la mente si dicano un sacco di stronzate è sicuramente vero, ma non è fornendo ipotesi sbagliate che Leonardo riuscirà a convincermi della sua giusta tesi.
ecco, stavo scrivendo la stessa cosa prima che un tasto sconosciuto mi portasse alla pagine precedente (firefox di merda).

Ma io proporrei anche la tesi opposta: il latino serve. Primo: ti fornisce basi del linguaggio che ti permettono di sfruttare al meglio le potenzialità della lingua, che sembra una banalità, ma non lo è. Ok, non ti aiuterà a trovare fica, non ti farà vincere a monopoli nè ti aiuterà nella VitaVera, ma ti dà soddisfazione*.

Il discorso che fa Leo è utilitarista, se non serve, è inutile. Quello che invece mi hanno insegnato ore di filosofia e di latino e di greco e di storia dell'arte, è che non si può fare a meno degli insegnamenti inutili. Certo, gli insegnamenti utili** hanno il loro evidente perchè, ma quelli "inutili" servono all'individuo che li assimila per migliorare la sua vita, ed è un qualcosa che, purtroppo, non si può ntendere se non si vive.

[psycho::post]Ma non perché abbia studiato latino; semplicemente perché è una persona intelligente. In una buona percentuale è anche un ragazzo benestante, che gode nella sua famiglia di un’offerta culturale molto superiore a quella che gli offre la scuola. Nelle sua casa ci sono mensole piene di libri, canali satellitari di approfondimento, Internet, quotidiani già sfogliati, parenti laureati con i quali può scambiarsi opinioni. Gente così di solito va a scuola più per intrecciare relazioni che per approfondire conoscenze: se si trattasse solo di questo, potrebbe studiare in casa con molto più profitto.
questa è un caterpiller di luoghi comuni, neh

*cosa che io ho provato di più grazie agli insegnamenti di lingua italiana e di greco, piuttosto che da quelli del freddo latino, ma sono convinto che non sia per tutti così.
**quali? il 90% dei laureati che ha trovato lavoro del mio collegio sostiene che nessun corso universitario ti prepara a quello che sarà il tuo lavoro. Medici esclusi.
Sono uno psicopatico, getto le ragazze in piscina per salvarle.


[Niten::post]
Strano, a scuola insegnano tutto tranne che lo stile e le abbreviazioni che sono impiegate per le epigrafi.
beh, si imparano con l'intuito.
Sono uno psicopatico, getto le ragazze in piscina per salvarle.


[Louis::post]ah-ah, anche tu perchè è il libro più facile?

Era quello che mi dava più soddisfazione: si capiva tutto e subito. Lo traducevo senza dizionario (e poi ricontrollavo con il caro IL, che non si sa mai).
Lo sapevate che Einstein,
prima di formulare la teoria della relatività
ha inventato quattro nuove bestemmie?


[Louis::post]Il discorso che fa Leo è utilitarista, se non serve, è inutile.


guarda che lui insegna italiano e latino a scuola.
lui qui fa una cosa che mi piace molto, ovvero si mette nella stessa logica (apparente) di qualcuno e dimostra come nella sua stessa logica cio' che dice non ha senso.
infatti per me l'utilita' del latino e':
[psycho::post]il latino lo si insegna per un altro motivo, nobilissimo peraltro, che e' quello delle radici culturali

e su questo mi pare che sei d'accordo.

ma i difensori del latino la mettono proprio sull'utilitarismo (cioe': apre la mente, quelli che studiano latino statisticamente poi hanno stipendi piu' alti da grandi, ecc. ecc.), e lui entra nel loro stesso campo e li massacra.

[Louis::post]questa è un caterpiller di luoghi comuni, neh


sono luoghi comuni VERI. per me quanto dice qui e' semplicemente l'ABC dell'ovvio. o meglio di quel tipo di ovvio che a quanto pare appare ovvio solo a me, per qualche motivo.


[psycho::post]secondo me invece se davvero a chi si cura dell'educazione dei giovani interessasse che si aprisse la mente, si investirebbe tutto quel tempo nel sesso più sfrenato, nel rock 'n' roll, nella consultazione del "corriere del maranza"


"non sono sarcastico. sono disperato"


[psycho::post]
[Louis::post]Il discorso che fa Leo è utilitarista, se non serve, è inutile.




guarda che lui insegna italiano e latino a scuola.

ma non insegna alle medie?
Non saprei, con la nostra ammirazione per l'antichità, che cosa possa proteggere dal suicidio un aspirante filosofo, se non il fatto che Platone e Aristotele non portavano i calzoni [...] (R. M.)


[LePendu::post]riesco ancora a tradurre tutte le cazzo di lapidi che vuoi.


beh, fino a R.I.P ci riesco anch'io.

troppo metal!

[brullo nulla::post]rimpiango di non aver studiato-, se solo venisse insegnato come una lingua viva.


era una cosa che era venuta in mente anche a me, ma il latino "Lingua viva" può servire solo come gioco divertente.
il latino insegnato a scuola serve a leggere gli autori latini in originale, e siccome quegli stronzi pezzi di merda scrivevano in maniera incomprensibile, ti tocca alllenarti a tradurre l'incomprensibile senza poterti allenare con il comprensibile.
(è un po' quello che succede per quasi tutti i corsi universitari: ti fanno studiare delle tecniche raffinatissime di calcolo applicate a dei fenomeni a te del tutto ignoti. come se invece di dirti "la gravità=una palla che cade per terra" partissero subito con la relatività generale e la deformazione dello spaziotempo)

il discorso della "forma mentis" vale forse forse per il primo anno, quando studi le declinazioni (il che eventualmente torna utile se studi tedesco o un'altra di quelle lingue bastarde con le declinazioni).

ringraziamo il cielo che almeno adesso l'inglese lo si studia un po' ovunque, e che non ci saranno più i disperati come me e i miei compagni di classe che arriveranno nel mondo del lavoro con un'eccellente conoscenza del francese e del latino ed un enorme buco nero alla voce "inglese".


[Addrush::post]
Era quello che mi dava più soddisfazione: si capiva tutto e subito. Lo traducevo senza dizionario (e poi ricontrollavo con il caro IL, che non si sa mai).
beh, eraun'opera di propaganda, la doveva capire anche il caciottaro... sì, ti sto dando velatamente del caciottaro
[psycho::post]
guarda che lui insegna italiano e latino a scuola.
lui qui fa una cosa che mi piace molto, ovvero si mette nella stessa logica (apparente) di qualcuno e dimostra come nella sua stessa logica cio' che dice non ha senso.
infatti per me l'utilita' del latino e':

[psycho::post]il latino lo si insegna per un altro motivo, nobilissimo peraltro, che e' quello delle radici culturali


e su questo mi pare che sei d'accordo.

ma i difensori del latino la mettono proprio sull'utilitarismo (cioe': apre la mente, quelli che studiano latino statisticamente poi hanno stipendi piu' alti da grandi, ecc. ecc.), e lui entra nel loro stesso campo e li massacra.
ah ecco, mi era sfuggito il senso. Il sangue al cervello ha fatto il resto.
[psycho::post]

sono luoghi comuni VERI. per me quanto dice qui e' semplicemente l'ABC dell'ovvio. o meglio di quel tipo di ovvio che a quanto pare appare ovvio solo a me, per qualche motivo.
allora, o io ho frequentato il Liceo Classico anomalo, o qui c'è qualcosa che non va: ora, è ovvio che se ad un bimbo di 14 anni viene consigliato il Classico, 9 su 10 questo bimbo ha già a priori una testolina che lo farà andare bene a scuola. E con questo spieghiamo il Mistero della Bravura Insita.

Ma che chi va al Classico abbia sempre una famiglia che lo sostiene nello studio con l'esempio, è una cazzata che la semplice statistica attenta potrebbe sfatare.
Sebbene molti che frequentano il Classico vengano da famiglie agiate, e spesso da genitori laureati*, ciò non significa che abbiano un background di cultura assicurato. Anzi, spesso e volentieri è proprio l'opposto.

Purtroppo posso portar solo esempi a mio aiuto, e sarebbe aneddotica. Ma ho ragione io.



*io invece sono il primo laureando (da ieri è ufficiale) della famiglia, evvai.
Sono uno psicopatico, getto le ragazze in piscina per salvarle.


[Louis::post]Sebbene moli che frequentano il classico vengano da famiglie agiate, e spesso da genitori laureati*, ciò non significa che abbiano un background di cultura assicurato.


in compenso però mi pare sia molto raro trovare figli di persone di elevatissima cultura che abbandonano la scuola dopo le medie o che fanno gli istituti professionali ecc ecc.

mi sa che hai guardato la statistica dal lato sbagliato, un po' come fa psycho quando si parla di rumeni e di criminalità.


[maranza::post]

in compenso però mi pare sia molto raro trovare figli di persone di elevatissima cultura che abbandonano la scuola dopo le medie o che fanno gli istituti professionali ecc ecc.
beh, sarebbe spiegabile con l'obbligo da parte di questi figli di frequentare Licei e completare gli studi, per poi ottenere l'agognata laurea in Scienze del Turismo.

Btw, non voglio dimostrare che la famiglia non ha un peso, solo che questo peso non è dato dalla cultura che si dovrebbe respirare in casa come sostiene Leo. Ehi, io mi dovrei intendere di partita doppia, se fosse così!
Sono uno psicopatico, getto le ragazze in piscina per salvarle.


[Louis::post]non voglio dimostrare che la famiglia non ha un peso




"non sono sarcastico. sono disperato"


[maranza::post]me e i miei compagni di classe che arriveranno nel mondo del lavoro con un'eccellente conoscenza del francese e del latino ed un enorme buco nero alla voce "inglese".

Ti dirò, io ti invidio. Sto sudando sangue per imparare il francese [e stando in un paese di madrelingua diversa dalla mia non è semplicissimo], e pagherei per aver studiato il francese al liceo. L'inglese è una lingua che si impara in una settimana, il francese è un po' più cazzuto, mi pare.
Com’è che noi italiani abbiamo delle scuole elementari fantastiche e una percentuale di laureati da terzo mondo?

Ma piantiamola di lamentarci, che con tutti i nuovi corsi di laurea* tempo dieci anni e in Italia saremo tutti** dottori***.

* Un giorno mi piacerebbe scoprire perché tutti i corsi professionali post-diploma sono stati trasformati in lauree, dando così l'impressione a centinaia di migliaia di stimabilissimi professionisti - meglio, futuri tali - l'impressione di contare qualcosa accademicamente [l'«ha fatto l'Università» conta ancora moltissimo nei paesi, e in Italia il numero di persone che vive ancora in paese - o che ci torna a vivere dopo l'università - è mostruosamente grande].
** tutti dottori = nessun dottore. Ma, andando al punto 3,
*** mi chiedo spesso perché in Italia abbiamo il cazzo di titolo di dottore, nel resto del mondo riservato ai PhD. E ci metto in mezzo anche l'ing., geom., rag., avv. etc.
Cioé, in studio ricevo lettere di avvocati con i controcoglioni, con titoli di tutto rispetto e professionalità riconosciuta a livello internazionale, e questi si firmano con nome e cognome. Poi arriva la letterina dell'avvocato cagliaritano che ha passato l'esame di Stato l'altro ieri e c'è il suo nome nella carta intestata****, il tono è tanto formale da farmi sciogliere i coglioni mentre lo leggo e immancabilmente si firma "avvocato Pinco Pallino". Nemmeno avv., scrivono tutti "avvocato" per esteso.
**** per dire, nella carta intestata del mio studio c'è pure il mio nome. E sono solo un praticante, per di più in trasferta. Però qui smetto se no tutti i miei propositi di tornare in Italia vanno a farsi fottere e inizio ad apprezzare 'sto paese dimmerda nel quale mi trovo costretto a stagionare.

You know you're this close to becoming a human condom when Paris Hilton is showing more sense than you


[Louis::post]Il discorso che fa Leo è utilitarista, se non serve, è inutile. Quello che invece mi hanno insegnato ore di filosofia e di latino e di greco e di storia dell'arte, è che non si può fare a meno degli insegnamenti inutili.


e su questo, per carità, d'accordissimo.
infatti io voglio tenerlo il latino.

[Louis::post]Primo: ti fornisce basi del linguaggio che ti permettono di sfruttare al meglio le potenzialità della lingua, che sembra una banalità, ma non lo è.


questo non è una banalità: semplicemente, non vuol dire nulla.
in che senso il latino ti fornisce basi dell'italiano? ok, sono lingue parenti, ma non è che imparando l'una impari l'altra.

[maranza::post]
il latino insegnato a scuola serve a leggere gli autori latini in originale, e siccome quegli stronzi pezzi di merda scrivevano in maniera incomprensibile, ti tocca alllenarti a tradurre l'incomprensibile senza poterti allenare con il comprensibile.


non è vero che scrivevano in modo incomprensibile. credo che per i lettori dell'epoca la scrittura di un buon numero di autori letterari fosse piuttosto piana. magari non equivalente a quella parlata, ma ben più leggibile di quello che è, che so, Petrarca (ma anche Gadda) per noi.
insomma, "exegi monumentum aere perennius" o "gallia est omnis divisa in partes tres" non sono frasi particolarmente contorte.

in ogni caso, avere una conoscenza del latino viva e non libresca sicuramente aiuta poi a fare anche traduzioni da testi faticosi.
ti voglio vedere a tradurre Shakespeare senza neanche saper dire "the cat is under the table", pure è quello che fanno a scuola.

" "ciao, io vado a vivere in un appartamento un po' grande e volevo un animale da compagnia: cosa mi consigli?""ti consiglio....l'unicorno!""ma l'unicorno non esiste""non avevi specificato che doveva essere un animale esistente" " (maranza)

ho deciso che vincono le piramidi LOL


[brullo nulla::post] se solo venisse insegnato come una lingua viva.
Per ovvie ragioni non è possibile ma credo di essere d'accordo. Diciamo che dovrebbe essere studiato come si studiano nei corsi più avanzati le lingue straniere, anche se morte (sanscrito ecc.). Non proprio per chiacchierarci, ma almeno in maniera finalizzata a inquadrare più o meno qualsiasi fonte. Per come si insegna oggi probabilmente se ne potrebbe fare a meno.
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al <br />
corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)





DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS


liceali ed ex-liceali (dimmerda) fuori da qui!
cerca in questo sito con google.
Perdo tempo su asphalto da
  + | last | shuffle
(NB: trovi che qualcosa non vada nella mia sign e vuoi rendermene edotto? Grazie! Però scrivimi una merda di email invece di postarlo su asphalto.)


[psycho::post]ma i difensori del latino la mettono proprio sull'utilitarismo (cioe': apre la mente, quelli che studiano latino statisticamente poi hanno stipendi piu' alti da grandi, ecc. ecc.), e lui entra nel loro stesso campo e li massacra.


Ma dai, io e Louis stiamo difendendo il latino e stiamo proprio dicendo il contrario. I difensori del latino che puoi pwnare alla grande tirano fuori il suo utilitarismo. Quelli che ragionano no.

L'utilita` principale del latino e` quella di farti parlare meglio l'italiano, secondo me, e nessun altra. Ma dimmi poco!
Ma che disperazione
Nasce da una distrazione


[brullo nulla::post]in che senso il latino ti fornisce basi dell'italiano? ok, sono lingue parenti, ma non è che imparando l'una impari l'altra.

la mia professoressa di spagnolo all'università sosteneva (e dubito fosse farina del suo sacco) che per uno spagnolo che conosca il latino, imparare l'italiano sia facilissimo.
questo perché in una ideale "linea evolutiva" lo spagnolo è più distante dal latino di quanto lo sia l'italiano. insomma, se conosci il latino e lo spagnolo, ricavi l'italiano per interpolazione.*

* lo so, anche a me sembra una cazzata, ma la tipa era credibile. o forse ero io un po' credulone.
... I feel I must be wrong.


[psycho::post]


Mmm. In parte d'accordo, ma ci sono dei presupposti sbagliati, secondo me (oppure ho avuto la fortuna di fare una scuola decente…).
Riflessione preliminare:
Ho fatto, latino, greco e inglese tutti e cinque gli anni. Il greco mi è servito moltissimo per studiare il tedesco, il latino (al pari del greco) introduce la questione dei casi (senza i quali non impari nessuna lingua germanica), ma l'assenza di articolo mi ha abituato subito al russo, di cui mastico qualcosa (mi sono fermato per mancanza di tempo, non perché mi sia concettualmente inarrivabile: infatti, ha strutture retoriche e morfologiche tipiche del latino, o così mi sembra). Greco e latino, poi, mi hanno abituato la mente a quel periodare un po' strambo tipico della letteratura antica, utilissimo per ebraico e aramaico. L'inglese, va da se'…

Quindi:
1. il latino (ben studiato) "apre la mente" al pari di qualsiasi altra lingua
2. però da accesso a una letteratura immensa che è la base della cultura occidentale (infatti, puoi studiare con la medesima passione l'olandese, solo che l'olandese non serve a un cazzo, nemmeno a rimorchiare gnocca locale perché ti parlano sempre in inglese, se sei straniero)
3. stando così le cose, è il miglior accesso per la diversità culturale, visto che si leggono testi di dumila anni fa… Certo non impari la diversità culturale leggendoti emenem in inglese (che pure amo)
4. tuttavia, l'inglese dovrebbe diventare di fatto una seconda lingua ufficiale accanto all'italiano. Non so se avete mai sentito un nordico parlare in inglese, c'è da vergognarsi e non aprire mai più bocca. Il latino rimane comunque per l'élite.
5. il francese è facile, cazzo.
"Non c'è giudice e non c'è giustizia" (Talmud, Avodà Zarà, 25a)


[Rabbi Acher::post]5. il francese è facile, cazzo.


No dai, il francese non e` facile. Il francese e` facile per un italiano.

(Ti ricordo che zio Brady e` sardo, non metterlo in imbarazzo)
Ma che disperazione
Nasce da una distrazione


[Louis::post]
Il discorso che fa Leo è utilitarista, se non serve, è inutile. Quello che invece mi hanno insegnato ore di filosofia e di latino e di greco e di storia dell'arte, è che non si può fare a meno degli insegnamenti inutili

e guardacaso, te l'ha insegnato chi da quelli insegnamenti inutili ci cava un utilissimo stipendio.
possiamo vivere senza una leva obbligatoria di massa, stile 15/18, possiamo vivere senza l'insegnamento massivo del latino.
nessuna buona azione è mai rimasta impunita


Sostenere che imparare qualcosa, anche desueto, aiuta nella vita, è SEMPRE giusto. Che quella cosa sia il latino, oppure il greco, bè questo lo lascio a voi.
Le persone che parlano più di 2 lingue tipo gli Svizzeri oppure gli Slavi( sloveni, croati etc) ma anche qui da noi con le minoranze, hanno in comune solo l'uso di internet e manco quello in certi casi.
Ovviamente la scuola ed io ( specialmente in italy) non ci siamo frequentati a lungo e quindi invidio tutti quelli che di mestiere campano sulla ignoranza di altri. Veramente no, ma nessuno è perfetto.
"Conformarsi a ciò che si è, è dharma" ("Svalaksana dharanad dharmah").


[maxdanno::post]possiamo vivere senza una leva obbligatoria di massa, stile 15/18, possiamo vivere senza l'insegnamento massivo del latino.


Possiamo anche vivere senza la ruota, per dire.
Ma che disperazione
Nasce da una distrazione


[LePendu::post]Possiamo anche vivere senza la ruota, per dire.

senza la ruota il mondo sarebbe diverso. senza lo studio massivo del latino, luis avrebbe una mente meno aperta. Scegli te.
nessuna buona azione è mai rimasta impunita


[rodolfo::post]Per ovvie ragioni non è possibile


uh? perchè?
in realtà esiste gente che si riunisce e chiacchiera in latino, ricordo che la mia ex-morosa filologa me ne parlava spesso.

[LePendu::post]
L'utilita` principale del latino e` quella di farti parlare meglio l'italiano, secondo me


BASTA CON QUESTE STRONZATE PORCODIO

[Rabbi Acher::post]tuttavia, l'inglese dovrebbe diventare di fatto una seconda lingua ufficiale accanto all'italiano.


quotissimo.

" "ciao, io vado a vivere in un appartamento un po' grande e volevo un animale da compagnia: cosa mi consigli?""ti consiglio....l'unicorno!""ma l'unicorno non esiste""non avevi specificato che doveva essere un animale esistente" " (maranza)

ho deciso che vincono le piramidi LOL


Posso testimoniare come in Danimarca, Svezia e Norvegia il rapporto lingua locale/inglese sia molto buono: uno straniero troverà facilmente in ogni cittadina un buon 80% di abitanti che parlino inglese, con il danese/svedese/norvegese limitato alle conversazioni tra indigeni e tra anziani / abitanti di palafitte.

Sulla questione del Latino: l'ho fatto tre anni al Classico assieme al Greco e 2 due al Magistrale. Concordo che contribuisca alla comprensione dei casi e che sia uno strumento utile per comprendere meglio l'italiano e le le materie storiche; sull'apertura della mente invece credo sia sopravvalutato.

A Servbot appears as a playable character in Marvel vs. Capcom 2 as only a cute, useless joke character. However, because of his diminutive size, he is incredibly hard to hit, and some attacks will miss him completely.


[brullo nulla::post]in realtà esiste gente che si riunisce e chiacchiera in latino
sì ma la loro pronuncia è solo ipotetica e, per dire, di solito finiscono sempre col litigare tra chi pronuncia "vae victis" e chi invece "vé victis".
cerca in questo sito con google.
Perdo tempo su asphalto da
  + | last | shuffle
(NB: trovi che qualcosa non vada nella mia sign e vuoi rendermene edotto? Grazie! Però scrivimi una merda di email invece di postarlo su asphalto.)


[irishzebo::post] [psycho::post]L’ottanta per cento, all’indomani dalla maturità, non riuscirà a decifrarti una banalissima lapide di chiesa.

beh io non ho superato il biennio, però non ho grossi problemi a tradurne l'80%.

sono gay friendly. nel senso che se sei frocio non ti do fuoco. contento?


potete tirare fuori tutte le ragioni possibili e immaginabili per le quali studiare il latino è ok.
Ma vi dimenticate quali sono i "competitori" del latino. Al posto del latino si potrebbe studiare più storia, biologia, diritto. Di fronte a questi giganti il latino crolla con tutti i suoi difensori.
E non ditemi che l'insegnamento della storia o della biologia nei licei, oggi, è "sufficiente". Esce gente che non sa cos'è il DNA, o la rivoluzione in Cina. Questo è giustificabile, per poter leggere qualche lapide o parlare "leggerissimamente" (forse) meglio l'italiano?


gente che non sa cos'è il dna non sa nemmeno leggere le lapidi, e trarrebbe ben poco beneficio dal passare più ore ignorando una materia piuttosto che l'altra.

della rivoluzione in cina chissenefutte, scusa.
cerca in questo sito con google.
Perdo tempo su asphalto da
  + | last | shuffle
(NB: trovi che qualcosa non vada nella mia sign e vuoi rendermene edotto? Grazie! Però scrivimi una merda di email invece di postarlo su asphalto.)


[brullo nulla::post]BASTA CON QUESTE STRONZATE


Ma non sono stronzate, la consecutio temporum non la impari bene solo con l'italiano. Mi pare evidente che tu prediliga l'insegnamento scientifico a quello umanistico, ma sappi che le verita` insite nel tuo cervello non sono assolute.
Ma che disperazione
Nasce da una distrazione


[Lord H.::post]
gente che non sa cos'è il dna non sa nemmeno leggere le lapidi, e trarrebbe ben poco beneficio dal passare più ore ignorando una materia piuttosto che l'altra.
della rivoluzione in cina chissenefutte, scusa.

Eh no, non puoi buttarla sull'auto-apprendimento. Che cazzo. Non è mica facile imparare da autodidatta cos'è il DNA e come funziona. Non basta mica guardare superquark.
E sulla storia della cina direi che ce ne fotte un po' a tutti quanti, e non farmi dire banalità sull'importanza della cina perfavore.
(Tra l'altro ho tirato fuori l'esempio della cina, ma potrei parlare anche di storia contemporanea europea, americana, ecc. Ti pare accettabile studiare bene la storia fino agli anni 50, e lasciare tutto il resto agli ultimi due o tre giorni del quinto anno??)


[LePendu::post]
Ma non sono stronzate, la consecutio temporum non la impari bene solo con l'italiano. Mi pare evidente che tu prediliga l'insegnamento scientifico a quello umanistico, ma sappi che le verita` insite nel tuo cervello non sono assolute.

ok, conoscere bene la consecutio temporum è più importante di sapere cos'è l'inflazione, o il costo del denaro o i tassi d'interesse? O la proteina del DNA? O cos'è successo in vietnam negli anni 60?


[idiot savant::post]ok, conoscere bene la consecutio temporum è più importante di sapere cos'è l'inflazione, o il costo del denaro o i tassi d'interesse?


Secondo me se non conosci bene l'italiano non riesci a leggere bene i libri che ti spiegano i tassi di interesse, per dire.

[idiot savant::post]O cos'è successo in vietnam negli anni 60?


Cazzo me ne frega, io mica vivo in vietnam negli anni '60.
Ma che disperazione
Nasce da una distrazione


[idiot savant::post]conoscere bene la consecutio temporum è più importante di sapere cos'è l'inflazione, o il costo del denaro o i tassi d'interesse? O la proteina del DNA? O cos'è successo in vietnam negli anni 60?

no, ma siccome la scuola fino all'università [ambiente che ho respinto e che mi ha respinto], in particolare in italia, al massimo può ambire ad insegnare a studiare piuttosto che a formare completamente le persone [o a formare persone complete, non so, dovrei pensarci e non mi va] diventa irrilevante l'oggetto su cui ti forma, tanto se vuoi capirne qualcosa dovrai mettertici da te. l'insegnamento del latino credo sia molto utile ad insegnare a studiare.

cmq il mio recordo fu uno meno meno, con compito in classe letto pubblicamente con conseguente gogna.
sono gay friendly. nel senso che se sei frocio non ti do fuoco. contento?


[idiot savant::post]Eh no, non puoi buttarla sull'auto-apprendimento.
no ma infatti (due link a casaccio presi da una frettolosa ricerca nella rete. in effetti non ricordo quando abbiano parlato di dna a me. di certo non mi hanno mai fatto sperimentare il dna fingerprinting, mannaggia a loro).

Sulla storia contemporanea ("rivoluzione della cina" mi suonava un po' vago, insomma, mi veniva in mente più mao che non i casini attuali) sono invece d'accordissimo.
cerca in questo sito con google.
Perdo tempo su asphalto da
  + | last | shuffle
(NB: trovi che qualcosa non vada nella mia sign e vuoi rendermene edotto? Grazie! Però scrivimi una merda di email invece di postarlo su asphalto.)


[LePendu::post]
e l'italiano non riesci a leggere bene i libri che ti spiegano i tassi di interesse, per dire.

AHAH ma dimmi che scherzi ti prego.
Guardacaso, io NON HO studiato il latino. Nonostante questo, riesco a leggere davvero bene.

Cazzo me ne frega, io mica vivo in vietnam negli anni '60.

E di sapere cos'è la guerra fredda, o la caduta del muro, non te ne frega niente?
Beh me ne frega a me, perchè ogni tot anni tu e tutti gli altri preparatissimi latinisti* andate a votare, senza conoscere la storia contemporanea, l'economia, il diritto, la biologia... e i risultati si vedono.

*te escluso, che sarai sicuramente autodidatta, eh


[brullo nulla::post]
questo non è una banalità: semplicemente, non vuol dire nulla.
in che senso il latino ti fornisce basi dell'italiano? ok, sono lingue parenti, ma non è che imparando l'una impari l'altra.

giacchè lo studio serio della grammatica e della sintassi nelle scuole superiori è (forse giustamente) raro, lo studio del latino spesso fa soffermare e riflettere, cogliendo più a fondo, su come la nostra sintassi è stata derivata (vedi consecutio temporum e i periodi ipotetici col congiuntivo che tutti sbagliano - e che sono, al contrario parecchio importanti come valore espressivo)


[LePendu::post]
Mi pare evidente che tu prediliga l'insegnamento scientifico a quello umanistico, ma sappi che le verita` insite nel tuo cervello non sono assolute.


non ha torto.


"non sono sarcastico. sono disperato"


[golem::post]
no, ma siccome la scuola fino all'università [ambiente che ho respinto e che mi ha respinto], in particolare in italia, al massimo può ambire ad insegnare a studiare piuttosto che a formare completamente le persone

è vero solo in parte
Io ho fatto lo scientifico senza il latino. A dire il vero avevo in generale più ore di scuola, ma fatto sta che ho studiato più biologia, chimica, anche economia e diritto.
Le lezioni di economia mi sono state utilissime, mi hanno fatto comprendere concetti che sentivo tutti i giorni al telegiornale e che servono per farsi un'idea del mondo. Idem per diritto. E mi ricordo benissimo anche molte cose importanti di biologia e chimica. Certo non mi ricordo il ciclo di Kreb, o tutte le fasi della meiosi, ma almeno so cosa sono, no?


[idiot savant::post]"competitori"

competitor = concorrente, per dio!
nessuna buona azione è mai rimasta impunita


[maxdanno::post]
competitor = concorrente, per dio!

perchè, competitore non esiste in italiano?


[golem::post]la scuola fino all'università al massimo può ambire ad insegnare a studiare piuttosto che a formare completamente le persone


Non è poco…

Ricordo con ilarità e orrore insieme, l'incapacità di una donna ai primissimi mesi di studio del tedesco, in Germania, che non era in grado di distinguere tra er e ihn, ovvero, secondo un italiano desueto, tra egli e lui, ovvero tra nominativo e accusativo. Se avesse fatto un minimo di latino, non dico che mi sarebbe uscita con un "ah, si, come is ed eum in latino", ma almeno alla parola accusativo non avrebbe sgranato gli occhi come se stesse contemplando il monilite nero su Giove.

Che poi le facoltà umanistiche siano un parcheggio di fancazzisti è risaputo e vero, perché purtroppo non si fanno esami tagliagambe come nelle facoltà scientifiche. Poi, potete pure dirmi che è "più utile" (cosa ambiguissima e poco chiara) studiare biologia e non filosofia, però vi assicuro che se vi metto alle strette ad un esame, pochi di voi sono in grado di spiegarmi in modo decente e chiaro l'onomatologia della qabbalah di Gerona e affini.

Tutto è difficile. Il problema è il discrimine o la disciplina: "a la virtù latina o nulla manca o sol la disciplina", per dire (Tasso).
"Non c'è giudice e non c'è giustizia" (Talmud, Avodà Zarà, 25a)


[brullo nulla::post] uh? perchè?
in realtà esiste gente che si riunisce e chiacchiera in latino, ricordo che la mia ex-morosa filologa me ne parlava spesso.
in estrema sintesi, tutti gli espedienti utilizzabili per fare questo non trasformano il latino da lingua morta a lingua viva.
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al <br />
corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)





DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS


[Rabbi Acher::post]
Poi, potete pure dirmi che è "più utile" (cosa ambiguissima e poco chiara) studiare biologia e non filosofia

se è poco chiara ti faccio un esempio
accade in italia che ci sia un referendum su cellule staminali, fecondazione assistita ecc e la stragrande maggioranza della popolazione esclami "OMG! cos'è sta roba? staminali, dna... non sono in grado di decidere sull'argomento!!" e tutti noi ce la prendiamo nel culo.
Esempi analoghi si possono fare su cibi transgenici, nucleare, e tutto ciò che riguarda l'ecologia (o l'ambientalismo)


[Rabbi Acher::post] Se avesse fatto un minimo di latino, non dico che mi sarebbe uscita con un "ah, si, come is ed eum in latino", ma almeno alla parola accusativo non avrebbe sgranato gli occhi come se stesse contemplando il monilite nero su Giove.

capirai, avrà impiegato qualche ora in più per capire cos'è l'accusativo, non mi sembra grave


[idiot savant::post]competitore non esiste in italiano?

non se parli di rivali o concorrenti.

altre traduzioni horride suggerite:

pretendente per pretender, fissare per to fix, varie ed eventuali.
nessuna buona azione è mai rimasta impunita


[Rabbi Acher::post]se vi metto alle strette ad un esame, pochi di voi sono in grado di spiegarmi in modo decente e chiaro l'onomatologia della qabbalah di Gerona e affini.
infatti, sempre di piu' nei supermercati, si trovano le casse superveloci e prioritarie per coloro che recitano la qabbalah in latino, purtoppo io ho dovuto fare mezz'ora di coda in piu' alla cassa normale, ed e' in momenti come questi che la mia ignoranza mi svantaggia pesantemente nella societa' moderna.
strok
Immagino un mondo senza guerra, un mondo senza odio.
E immagino noi che lo attacchiamo, perche' non se l'aspetterranno. (J. Handey)


[Rabbi Acher::post]Ricordo con ilarità e orrore insieme, l'incapacità di una donna ai primissimi mesi di studio del tedesco, in Germania, che non era in grado di distinguere tra er e ihn, ovvero, secondo un italiano desueto, tra egli e lui, ovvero tra nominativo e accusativo. Se avesse fatto un minimo di latino, non dico che mi sarebbe uscita con un "ah, si, come is ed eum in latino", ma almeno alla parola accusativo non avrebbe sgranato gli occhi come se stesse contemplando il monilite nero su Giove.

io infatti trovo sia utile (non necessario ma ma comunque utile) studiare il latino prima di dedicarsi a una lingua+letteratura europee. Però farlo al liceo non mi sembra necessario, mi sembra più sensato confinarlo all'università.
cesare_codio: "no davvero tranquillizzi"
cesare_codio: "cioè nel senso tranquillizzi però non tipo Ave Ninchi per dire"


[Rabbi Acher::post]Non è poco…

no, è tanto. è più che qualcosa.

[idiot savant::post]ma almeno so cosa sono, no?

certo. quello che volevo dire è che a mio giudizio il latino comporta la necessità di un metodo di studio più che non altre materie. ma comunque in genere le lingue sono così, non solo il latino.

fermo restando che per dire una cazzata, io se devo dire un'ave maria o un pater noster li dico in latino, perchè è molto più bellissimo.
sono gay friendly. nel senso che se sei frocio non ti do fuoco. contento?


[idiot savant::post]AHAH ma dimmi che scherzi ti prego.

Si`, scherzavo.
[idiot savant::post]E di sapere cos'è la guerra fredda, o la caduta del muro, non te ne frega niente?

Veramente usavo il tuo stesso metodo per disprezzare la storia contemporanea. Il crollo del muro di Berlino o la storia della cina moderna hanno a che fare in modo diretto col mio lavoro? No, quindi sapere cosa e` successo non mi e` minimamente utile.
[idiot savant::post]accade in italia che ci sia un referendum su cellule staminali, fecondazione assistita ecc e la stragrande maggioranza della popolazione esclami "OMG! cos'è sta roba? staminali, dna... non sono in grado di decidere sull'argomento!!" e tutti noi ce la prendiamo nel culo.

Mi sa che dovresti prendertela prima di tutto con chi fa referendum su argomenti sui quali dovrebbe esprimersi un team di esperti, e non "l'uomo della strada". In secondo luogo la risposta e` la stessa che tu dai riguardo l'uso dell'accusativo: se uno vuole informarsi sulle cellule staminali, basta un quarto d'ora di spiegazioni. Il problema e` che delle cellule staminali alla maggior parte della popolazione non gliene frega un cazzo.

Il vantaggio del latino rispetto alla biologia come materia di studio e` che per capire il primo ci vuole elasticita` mentale*, per capire la seconda solo memoria e nozionismo.

*la stessa elasticita` mentale che ci vorrebbe per imparare il tedesco o il sanscrito, per dire. Ma il latino ha anche il pregio di costituire la base della lingua che oggi parliamo.
Ma che disperazione
Nasce da una distrazione


[idiot savant::post]
[Rabbi Acher::post]

Poi, potete pure dirmi che è "più utile" (cosa ambiguissima e poco chiara) studiare biologia e non filosofia


se è poco chiara ti faccio un esempio

accade in italia che ci sia un referendum su cellule staminali, fecondazione assistita ecc e la stragrande maggioranza della popolazione esclami "OMG! cos'è sta roba? staminali, dna... non sono in grado di decidere sull'argomento!!" e tutti noi ce la prendiamo nel culo


Breve, che poi devo uscire.
1. che si faccia un referndum sulle staminali è già un problema. Mica posso pigliarmi una laurea in biologia per rispondere a un referendum. Che ci pensino i cari nostri parlamentari, oltre che a pippare, rubare e corrompere. Hai presente il concetto di delega? Su determinate cose è necessario
2. come rispondi alle puttanate leghiste dell'esistenza della padania – visto che hanno l'effetto di produrre una politica reazionaria (vedi Bossi-Fini?). Su quali basi difendi il diritto di un finocchio a insegnare alla scuola, anche se il ducino Fini e suo marito Donatella non sono d'accordo? Come vedi, per ogni competenza c'è una questione e per ogni questione è necessaria una determinata competenza.

Poi:

[idiot savant::post] capirai, avrà impiegato qualche ora in più per capire cos'è l'accusativo, non mi sembra grave


Tu la sai la differenza? Sai perché determinate preposizioni in tedesco possono reggere sia l'accusativo sia il dativo? Se non poi contare sulla cosiddetta competenza intuitiva del parlante madrelingua, è opportuno perlomeno sapere e capire quello che dovresti dire in una lingua straniera. Sennò son cazzi, ripeti a pappagallo e forse impari

[squeakthemouse::post]infatti, sempre di piu' nei supermercati, si trovano le casse superveloci e prioritarie per coloro che recitano la qabbalah in latino, purtoppo io ho dovuto fare mezz'ora di coda in piu' alla cassa normale, ed e' in momenti come questi che la mia ignoranza mi svantaggia pesantemente nella societa' moderna


A parte il fatto, che la qabbalah è in ebraico (e aramaico), non è che se sei il più grande esperto di superstringe al mondo, non fai la cassa al supermercato. Magari ti malmenano pure perché sei tardo a pagare. Scusa, ma che cazzo di osservazioni fai…
"Non c'è giudice e non c'è giustizia" (Talmud, Avodà Zarà, 25a)


[LePendu::post]Mi sa che dovresti prendertela prima di tutto con chi fa referendum su argomenti sui quali dovrebbe esprimersi un team di esperti,

non concordo.

[LePendu::post]Il vantaggio del latino rispetto alla biologia come materia di studio e` che per capire il primo ci vuole elasticita` mentale*, per capire la seconda solo memoria e nozionismo.

concordo.
sono gay friendly. nel senso che se sei frocio non ti do fuoco. contento?


[maxdanno::post]
non se parli di rivali o concorrenti.

anche tu maestrina dalla penna rossa, eh?
competizione --> competitore
anche il mio dizionario di italiano lo accetta come sinonimo di concorrente.
Il fatto che si tratti di un neologismo (se lo è) non significa che non lo possa usare. La lingua è in evoluzione, no?
Se ti dà fastidio, fatti una camomilla.


[golem::post][LePendu::post]Il vantaggio del latino rispetto alla biologia come materia di studio e` che per capire il primo ci vuole elasticita` mentale*, per capire la seconda solo memoria e nozionismo.
[golem::post]concordo.


assolutamente no, se si parla di "capire"


"non sono sarcastico. sono disperato"


[falena::post]
io infatti trovo sia utile (non necessario ma ma comunque utile) studiare il latino prima di dedicarsi a una lingua+letteratura europee.

ho imparato senza francese alle medie, prima di conoscere il latino.
semplicemente nominativo e accusativo li chiamavo soggetto e complemento oggetto.

raga, qui il problema non è se studiare il latino serve o meno. tutto ciò che si impara serve.

il problema è se ha senso dedicarci n ore la settimana per 5 anni, trascurando storia moderna, in alcuni casi matematica, informatica, qualche principio di diritto e organizzazione aziendale, una lingua straniera. Il problema è che il latino (che ormai è pura erudizione) toglie spazio a cose ben più utili per la sopravvivenza italiana. E siccome su 60 milioni di italiani, gli eruditi non possono essere che una piccola percentuale (più gg), sarebbe più utile insegnare qualcosa più al passo coi tempi.

Il metro di giudizio non è l'utile? allora sarebbe più nobile insegnare araldica o bon ton, o danza, che fanno fare più bella figura in società. Come dire, il superfluo è il benvenuto, ma prima il necessario

comunque, vi ricordo che il giorno del giudizio universale non vi servirà l'inglese.
nessuna buona azione è mai rimasta impunita


[idiosincrasia::post]assolutamente no, se si parla di "capire"


Io l'unica cosa che ho capito della biologia e` che le professoresse di scienze sono quelle che la danno via piu` facile (cfr. Woody Allen - Tutto quello che avreste etc etc)
Ma che disperazione
Nasce da una distrazione


[LePendu::post]
Mi sa che dovresti prendertela prima di tutto con chi fa referendum su argomenti sui quali dovrebbe esprimersi un team di esperti, e non "l'uomo della strada". In secondo luogo la risposta e` la stessa che tu dai riguardo l'uso dell'accusativo: se uno vuole informarsi sulle cellule staminali, basta un quarto d'ora di spiegazioni. Il problema e` che delle cellule staminali alla maggior parte della popolazione non gliene frega un cazzo.

un quarto d'ora di spiegazione? non direi proprio, eh.
Che non gliene freghi un cazzo è chiaro. Per questo è importante che arrivino già preparati.
(sull'opportunità del referendum non rispondo perchè presumo sia una ciclicità)

Il vantaggio del latino rispetto alla biologia come materia di studio e` che per capire il primo ci vuole elasticita` mentale*, per capire la seconda solo memoria e nozionismo.

falserrimo.
hai una strana idea della biologia, tu. Per capire come lavora il DNA serve mooolta elasticità mentale. E non solo per quello.


[idiot savant::post] La lingua è in evoluzione, no?
Se ti dà fastidio, fatti una camomilla.


ma torna a personalizzarti la Smemoranda.
nessuna buona azione è mai rimasta impunita


[Zio Brady::post]L'inglese è una lingua che si impara in una settimana, il francese è un po' più cazzuto, mi pare.


guarda che l'inglese e' qualcosa di piu' fisting | anal | facial.

Il francese non e' semplice ma, sintatticamente e' molto piu' simile all'italiano
di quanto non lo sia l'inglese.

Rassegnati sei troppo etero per imparare velocemente il francese


[Rabbi Acher::post]
1. che si faccia un referndum sulle staminali è già un problema. Mica posso pigliarmi una laurea in biologia per rispondere a un referendum. Che ci pensino i cari nostri parlamentari, oltre che a pippare, rubare e corrompere. Hai presente il concetto di delega? Su determinate cose è necessario

I parlamentari ne sanno meno di te, caro mio. Sarà perchè hanno fatto il classico.

2. come rispondi alle puttanate leghiste dell'esistenza della padania – visto che hanno l'effetto di produrre una politica reazionaria (vedi Bossi-Fini?). Su quali basi difendi il diritto di un finocchio a insegnare alla scuola,

perchè devo giustificarle? Se Fini avesse studiato l'evoluzione, capirebbe che l'omosessualità è del tutto naturale negli animali, e quindi anche nell'uomo. Ma mi sa che ha studiato dai preti.

Tu la sai la differenza? Sai perché determinate preposizioni in tedesco possono reggere sia l'accusativo sia il dativo? Se non poi contare sulla cosiddetta competenza intuitiva del parlante madrelingua, è opportuno perlomeno sapere e capire quello che dovresti dire in una lingua straniera. Sennò son cazzi, ripeti a pappagallo e forse impari

Oh merda ma allora nessuno in europa imparerà mai il tedesco!! Tranne noi italiani, s'intende, che abbiamo studiato il latino.


[Rabbi Acher::post]A parte il fatto, che la qabbalah è in ebraico (e aramaico), non è che se sei il più grande esperto di superstringe al mondo, non fai la cassa al supermercato. Magari ti malmenano pure perché sei tardo a pagare. Scusa, ma che cazzo di osservazioni fai…
era una (verdissima) provocazione, in risposta alla tua di poter pwnare chi non conosce
[Rabbi Acher::post]l'onomatologia della qabbalah di Gerona
ad ogni modo, il supermercato in questione voleva la qabbalah IN LATINO, che ti posso dire, sono molto esigenti.
strok
Immagino un mondo senza guerra, un mondo senza odio.
E immagino noi che lo attacchiamo, perche' non se l'aspetterranno. (J. Handey)


[maxdanno::post]
ma torna a personalizzarti la Smemoranda.

non mi hai ancora dimostrato che competitore deriva dall'inglese e non dal latino. Il dizionario etimologico mi dà ragione, tra l'altro.
E stai attento come parli, non vorrei mai che "personalizzare" sia un adattamento di "personalize"! Sarebbe un vero dramma.


[idiot savant::post]E stai attento come parli, non vorrei mai che "personalizzare" sia un adattamento di "personalize"! Sarebbe un vero dramma.


idiot savant ti prego, taci per il tuo bene. ci sono cose dell'inglese che potresti NON VOLER SAPERE


"non sono sarcastico. sono disperato"


L'inglese è una lingua primitiva (cioé più semplice).
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al <br />
corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)





DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS


[idiot savant::post]non mi hai ancora dimostrato che competitore deriva dall'inglese e non dal latino. Il dizionario etimologico mi dà ragione, tra l'altro.
E stai attento come parli, non vorrei mai che "personalizzare" sia un adattamento di "personalize"! Sarebbe un vero dramma.






ahha hscusate ho targettato la persona sbagliata


"non sono sarcastico. sono disperato"


[idiosincrasia::post]
idiot savant ti prego, taci per il tuo bene. ci sono cose dell'inglese che potresti NON VOLER SAPERE

tipo che personalize deriva dal latino? Lo so, ciò non toglie che personalizzare sia un neologismo che viene dall'inglese prima che dal latino.


[idiot savant::post]hai una strana idea della biologia, tu. Per capire come lavora il DNA serve mooolta elasticità mentale. E non solo per quello.


Ho l'idea che mi hanno lasciato 5 anni di medie superiori. Per studiare latino dovevo ragionare, per studiare biologia imparare a memoria.

Ah, ma forse tu intendi dire che a scuola bisognerebbe insegnare biologia "come la intendi tu" e non latino "come lo intendi tu". Ah, vabbe`. Poi pero` non venirmi a dirre che sono i latinisti quelli che si fanno seghe mentali su cose inutili nella vita pratica, eh.

Scrivere su asphalto e` inutile alla tua vita, smetti immediatamente!
Ma che disperazione
Nasce da una distrazione


[idiot savant::post]
tipo che personalize deriva dal latino? Lo so, ciò non toglie che personalizzare sia un neologismo che viene dall'inglese prima che dal latino.


di questo non me ne frega assolutamente nulla.pensavo stessi sostenendo che non avevano alcun legame con l'italiano ed il latino, il resto è questione di forma.

(benchè io preferisca customize edit: lo preferisco perchè come significato è meno ampio di personalize )


"non sono sarcastico. sono disperato"


[LePendu::post]
Ho l'idea che mi hanno lasciato 5 anni di medie superiori. Per studiare latino dovevo ragionare, per studiare biologia imparare a memoria.


ma no, io ricordo benissimo come ho studiato biologia.
Non so che cazzo hai studiato tu. Hai studiato il processo di formazione delle proteine? DNA, RNA... ti sembra una cosa talmente chiara, semplice che basta mandarla a memoria? A me non sembra, eh. Io ci ho messo un po' per capire bene il meccanismo. Idem per l'ereditarietà, la riproduzione, ecc ecc


[idiot savant::post]ma no, io ricordo benissimo come ho studiato biologia.
Non so che cazzo hai studiato tu. Hai studiato il processo di formazione delle proteine? DNA, RNA... ti sembra una cosa talmente chiara, semplice che basta mandarla a memoria? A me non sembra, eh. Io ci ho messo un po' per capire bene il meccanismo. Idem per l'ereditarietà, la riproduzione, ecc ecc


io in biologia ho sempre avuto ottimi voti (tipo che non sono mai sceso sotto l'8 con una professoressa con cui la maggior parte della classe aveva "grossi problemi" e non riusciva ad arrivare al 7 1/2, anche chi solitamente andava meglio del sottoscritto ) senza mai studiare granché. tra l'altro non ho mai studiato granché proprio in generale e negli ultimi due anni di superiori la mia media è calata precipitosamente avendo perso anche l'interesse nel rendimento scolastico, cosa che mi faceva almeno leggiucchiare velocemente le cose (solitamente andavo ad intuito nei compiti in molte materie.).

Ad ogni modo li ho sempre avuti ottimi poichè sono perlopiù meccanismi da afferrare (o perlomeno a quanto mi ricordo dei due anni di biologia spicciola delle superiori -tenendo conto che ho fatto lo scientifico ed avevo la stessa prof dello sperimentale) e poi c'è la terminologia. la terminologia però è una cosa che viene spontaneo imparare quando devi spiegare qualcosa e chiamarlo col suo nome


"non sono sarcastico. sono disperato"


[idiot savant::post]ti sembra una cosa talmente chiara, semplice che basta mandarla a memoria?


Forse ad apprenderla bene no, non bastava la memoria. Per rimediare un 8 bastava saper dire "acido deossiribonucleico" e adenina-citosina-guanina-timina*. E poi ribadisco, mi devi ancora spiegare a cosa mi serve oggi e nel mio lavoro sapere cos'e` il DNA o cosa e` avvenuto in Vietnam nel '60.
Ricordo un racconto di Sherlock Holmes in cui lui diceva di non sapere che la terra gira intorno al sole, e che avrebbe rimosso al piu` presto quella nozione dalla sua mente, visto che occupava spazio che sarebbe stato piu` utile impiegare in modo differente.

E in effetti, a cosa ti serve sapere che la terra gira intorno al sole piuttosto che il contrario?

*naturalmente ho googlato. A dimostrazione che con una wikipedia davanti al naso saprei prendere 8 a tutte le interrogazioni di biologia del liceo. Ah, naturalmente il discorso e` diverso per la chimica: di chimica non ho mai capito un cazzo. Per fortuna la chimica non serve a nulla nella mia vita e mi spiace che me l'abbiano fatta studiare al liceo invece che occupare quelle poche ore con cose molto piu` utili tipo come riconoscere una vergine annusandole le ascelle.
Ma che disperazione
Nasce da una distrazione


[idiot savant::post]la riproduzione, ecc ecc
il tuo discorso viene completamente inficiato dal fatto che chiunque riesce a farsene una ragione di massima gia' in giovane eta' comprandosi un paio di giornaletti su cui fantasticare al cesso
hei asphaltita, dai un'occhiata anche tu al mio sito!


[LePendu::post]
E in effetti, a cosa ti serve sapere che la terra gira intorno al sole piuttosto che il contrario?

ti ho già risposto ampliamente a questa obiezione, potrei ripetermi ma adesso che hai tirato fuori questo esempio mi viene il sospetto che sto parlando con un perfetto deficiente.


[LePendu::post]E poi ribadisco, mi devi ancora spiegare a cosa mi serve oggi e nel mio lavoro sapere cos'e` il DNA o cosa e` avvenuto in Vietnam nel '60.
serve a renderti una persona che vive nel proprio secolo
[LePendu::post]Ricordo un racconto di Sherlock Holmes in cui lui diceva di non sapere che la terra gira intorno al sole, e che avrebbe rimosso al piu` presto quella nozione dalla sua mente, visto che occupava spazio che sarebbe stato piu` utile impiegare in modo differente.
finche non salta fuori una situazione in cui serve sapere che la terra gira intorno al sole e lui si ritrova pwnato dalla trappola mortale del dr. Moriarty.
strok
Immagino un mondo senza guerra, un mondo senza odio.
E immagino noi che lo attacchiamo, perche' non se l'aspetterranno. (J. Handey)


[idiot savant::post]ti ho già risposto ampliamente a questa obiezione


Ho ricontrollato, l unico esempio che tiri fuori e` quello del referendum sulle staminali. E vabbe`, ma io al liceo mica potevo sapere su quale argomento avrebbero richiesto un referendum 10 anni dopo, sai. Magari fra 10 anni faranno un referendum per abolire il congiuntivo e tu ora saresti qui a dire "ah, se avrebbi studiato piu` latino!".
Ribadisco: al liceo non sai cosa ti sara` utile e cosa no nella vita*, e cosi` a priori non trovo che la biologia o la storia moderna sia piu` utile del latino. Forse tu hai idee piu` chiare di me su come formare "l uomo del domani", ma non so quanto le tue idee siano piu` giuste delle mie.


[idiot savant::post]mi viene il sospetto che sto parlando con un perfetto deficiente.


A me invece viene il sospetto che se tu avessi studiato latino ai tempi ora avresti maggiori capacita` dialettiche e riusciresti a spiegarti meglio. *inserire qui faccina stupida*

*per fare un esempio, io a 14 anni quando mi iscrissi al classico avrei voluto fare il professore di lettere. La vita mi ha portato a essere un programmatore. Ora il latino non mi serve a nulla, ma durante il liceo ho studiato pensando a cosa mi sarebbe stato utile nella professione futura.
Ma che disperazione
Nasce da una distrazione


[LePendu::post]*naturalmente ho googlato. A dimostrazione che con una wikipedia davanti al naso saprei prendere 8 a tutte le interrogazioni di biologia del liceo. Ah, naturalmente il discorso e` diverso per la chimica: di chimica non ho mai capito un cazzo. Per fortuna la chimica non serve a nulla nella mia vita e mi spiace che me l'abbiano fatta studiare al liceo invece che occupare quelle poche ore con cose molto piu` utili tipo come riconoscere una vergine annusandole le ascelle.
[LePendu::post]
Forse ad apprenderla bene no, non bastava la memoria. Per rimediare un 8 bastava saper dire "acido deossiribonucleico" e adenina-citosina-guanina-timina*.



minchia, mi spiace tu abbia avuto una professoressa così. Per me è stato proprio il contrario (la chimica che fanno fare alle superiori è perlopiù una cosa acquisibile tramite esercizio -ed infatti presi 9 l'unica volta che feci esercizi. poi finii l'anno col debito).
Se andavi li e proferivi termini a caso senza avere la minima idea di dove fossero collocati ti prendeva a calci in culo e un 2 (se non meno, per certe cose era veramente infida)


"non sono sarcastico. sono disperato"


[LePendu::post]
[squeakthemouse::post]serve a renderti una persona che vive nel proprio secolo


Ma, intendiamoci, il fatto che i programmi del liceo si fermino alla seconda guerra mondiale io lo trovo atroce, eh. E naturalmente qualcosina sul Vietnam da autodidatta la so anche io.

Solo penso che, almeno in Europa, se parli di Vietnam un buon 80% di persone pensa a "Vietnam=Rambo=Musi gialli. FIICO!" e costoro non appartenfono al XXI secolo meno di me.
Ma che disperazione
Nasce da una distrazione


[LePendu::post]
Ho ricontrollato, l unico esempio che tiri fuori e` quello del referendum sulle staminali. E vabbe`, ma io al liceo mica potevo sapere su quale argomento avrebbero richiesto un referendum 10 anni dopo, sai. Magari fra 10 anni faranno un referendum per abolire il congiuntivo e tu ora saresti qui a dire "ah, se avrebbi studiato piu` latino!".

lasciamo da parte il ridicolo esempio dell'abolizione del congiuntivo: io non ho parlato solo di referendum. Quello era un esempio pratico. Ho parlato prima di tutto di vita politica. La vita politica è importante, ha ricadute pratiche sulla vita di tutti noi. Tu, oggi, se sei sterile, non puoi ricorrere alla fecondazione assistita perchè qualche prete, in parlamento, ha approfittato dell'ignoranza della popolazione italiana in biologia per fare una legge che va a nostro sfavore. Potrei fare mille altri esempi, anche in tema d'ambiente. Se poi allargassimo il discorso all'economia, al diritto e alla storia...

Vuoi esempi ancora più pratici? Bene, mi sembra difficile negare che chi ha una preparazione scientifica è meno incline alla superstizione (più del 90% dei biologi è ateo, per dire). Questo non incide sulla vita di tutti i giorni? Che fine farebbero i cartomanti o gli oroscopi in un paese ad alta alfabetizzazione scientifica? Ce ne sarebbero sicuramente di meno, non credi?
E potrei andare avanti...


[LePendu::post]Ma, intendiamoci, il fatto che i programmi del liceo si fermino alla seconda guerra mondiale io lo trovo atroce, eh. E naturalmente qualcosina sul Vietnam da autodidatta la so anche io.
non era tanto per criticare i programmi scolastici, quanto per puntualizzare sul quanto 'serva' una determinata conoscenza, e credo che si possa misurare nel numero di volte che e' necessario accedervi, il latino e' ok per fare le citazioni fiche alle feste o per leggere (se proprio se ne sente la necessita') le iscrizioni sulle chiese, ma che conoscere il dna, la guerra del vietnam o che il sole gira intorno alla terra sicuramente 'servano' di piu' del latino, credo che non sia in discussione.
strok
Immagino un mondo senza guerra, un mondo senza odio.
E immagino noi che lo attacchiamo, perche' non se l'aspetterranno. (J. Handey)


[LePendu::post]
Ho ricontrollato, l unico esempio che tiri fuori e` quello del referendum sulle staminali. E vabbe`, ma io al liceo mica potevo sapere su quale argomento avrebbero richiesto un referendum 10 anni dopo, sai.


non fare lo sciocchino, caro il mio lependuto.

mi pare che per una persona che voglia conoscere "chi sonod a dove vengo", una spolverata di biologia sia almeno altrettanto utile di un giretto di Latino.
con la differenza che biologia è una cosa messa lì per ridere, dura un anno e ne fai 2 ore alla settimana, mentre il latino è il mostro cattivo che spezza le ossa degli studenti.

vogliamo lasciare il latino perché fa chic?
ok, 1-2 ore alla settimana, materia burla come ginnastica e religione, e siamo tutti felici e contenti.

sul fatto che il latino bisogna capirlo e la biologia invece no mi sento di smentirti in maniera decisa e perentoria.
la mia esperienza è del tutto diversa.


ah, e comunque credo che sarebbe meglio imparare il tedesco che il latino.

che una volta che sai il tedesco, impari il latino con facilità, e in un paio di settimane impari anche l'inglese (che, come tutti sanno, è una versione for dummies del tedesco)


Ho perso tutti i quote ancora una volta e si vede che doveva andare così, ma come al solito vi state perdendo in un mare di argomentazioni che guardano al millesimo anziché alla visione generale. Fatto sta che si perde una quantità di tempo, di energia e di stima di se stessi per studiare il latino. Scoraggiando così gente che magari al classico o comunque al liceo avrebbe dovuto restarci, avendo una capa che magari valeva sette delle cape di chi ha "imparato a studiare" (leggi: imparare a dire le cose come le vogliono i professori, magari a memoria che è meglio).
Molta di quella gente è ora ferma e catturata in un lavoro tedioso, senza stimolo e senza interessi verso il resto del mondo che non sia pagarsi il mutuo.
Viviamo invece in un mondo che molto più di prima è fatto di interattività, ci cooperazione, di consapevolezza di tutto il pianeta e non solo del proprio paesucolo dove c'è bisogno dell'avvocatuccio locale. La scuola deve per forza cambiare, per aprire davvero le menti agli studenti, inglobando più materia attuali (che siano umanistiche o scientifiche, ce ne sarebbero tra cui scegliere!) e meno materie-muffa.

Ah, e le lapidi a Roma me le traducevo anch'io quando ci andavo in vacanza millenni fa, anche prima di studiare il latino. Di certo la grammatica non sarà stata esatta, ma ne capivo il senso quanto bastava per cogliere il fascino di qualcosa scritto molto tempo fa.

Il latino dovrebbe essere una di quelle materie che si studiano all'Università se e quando lo scegli oppure al liceo come materia non-obbligatoria e magari, come diceva Brullo, possibilmente studiata con più,...verve!
prrmao


[idiot savant::post]Potrei fare mille altri esempi, anche in tema d'ambiente. Se poi allargassimo il discorso all'economia, al diritto e alla storia...


...arriveresti ad elencare come "indispensabili" tante di quelle conoscenze che non basterebbe una vita intera per imparare.

[maranza::post]sul fatto che il latino bisogna capirlo e la biologia invece no mi sento di smentirti in maniera decisa e perentoria.


Ma certo, mai detto che la biologia non serva.
Anzi, ti diro` di piu`: il latino lo lascerei solo al liceo classico e lo leverei, o diminuirei di molto le ore, allo scientifico.

Solo dire che non serve perche` la maggior parte degli asphaltiti ha un'educazione scinetifica e ritiene gli umanisti dei cazzoni mi pare un po' eccessivo.
Ripeto che a 14 anni quando ho scelto il classico nella vita volevo insegnare italiano, e ditemi che non serve il latino a un insegnante di italiano!
Ma che disperazione
Nasce da una distrazione


lingua morta
[ruby tuesday::post]verve
strok
Immagino un mondo senza guerra, un mondo senza odio.
E immagino noi che lo attacchiamo, perche' non se l'aspetterranno. (J. Handey)


[ruby tuesday::post]le lapidi a Roma me le traducevo anch'io quando ci andavo in vacanza millenni fa, anche prima di studiare il latino.


ruby, dopo che ci hai raccontanto del fatto che pensavi di essere morta e che il tuo amico era un vampiro, non so se possiamo fidarci dell'attendibilità delle tue traduzioni.


[LePendu::post]a 14 anni quando ho scelto il classico nella vita volevo insegnare italiano, e ditemi che non serve il latino a un insegnante di italiano!


si, ma perché lo devi imporre anche a me che voglio fare l'ingegnere chimico?

al Liceo si mettono le cose più o meno fondamentali, quelle che se non le sai tutti ti fanno buuuh buuuh.
storia, geografia, letteratura, arte (poi chissà perché neanche un po' di musica, tranne quelle due cagate alle medie), scienze.
poi ti specializzi in quello che vuoi.
al liceo non ti fanno fare la chimica "quella vera", e quindi non capisco perché io debba studiare il latino per farmi i ghirigori sull'italiano.

ah, sulla cultura "generale" inutile ma imprescindibile: non trovate allucinante che non si studino gli autori stranieri?
uno esce dal liceo e se ha fatto inglese ignora tutta la letteratura francese, spagnola, tedesca e russa (tanto per restare in europa).
io che ho fatto francese non ho mai sfiorato Shakespeare (però Manzoni come se piovesse, per non parlare di Foscolo e di Torquato Tasso).


[maranza::post]si, ma perché lo devi imporre anche a me che voglio fare l'ingegnere chimico?


Nel mio mondo ideale tu faresti lo scientifico e ti fermeresti alle declinazioni.

[maranza::post]non trovate allucinante che non si studino gli autori stranieri?


Ti quoto con trasporto.
Ma che disperazione
Nasce da una distrazione


[maranza::post]sul fatto che il latino bisogna capirlo e la biologia invece no mi sento di smentirti in maniera decisa


quoto mostruosmanete (anche se non ho fatto biologia

[maranza::post]ah, e comunque credo che sarebbe meglio imparare il tedesco che il latino.

che una volta che sai il tedesco, impari il latino con facilità, e in un paio di settimane impari anche l'inglese (che, come tutti sanno, è una versione for dummies del tedesco)


come teoria funziona ma volendo essere un attimo piu' applicativi:

inglese come prima ligua straniera, poi ne scegli una secodna in base a semplici criteri:

Lo studente indichi la preferenza tra


  1. anale passivo

  2. anale attivo con scat

  3. anale attivo (etero)

  4. anale (qualsiasi purche' con cyborg)



a seconda di cosa scegli ti becchi


  1. francese

  2. tedesco

  3. spagnolo

  4. giapponese



inglese arabo e cinese dovrebbero essere le tre lingue che si insegnano in tutte le scuole dell'obbligo.
strok
Immagino un mondo senza guerra, un mondo senza odio.
E immagino noi che lo attacchiamo, perche' non se l'aspetterranno. (J. Handey)


[LePendu::post]
Solo dire che non serve perche` la maggior parte degli asphaltiti ha un'educazione scinetifica e ritiene gli umanisti dei cazzoni mi pare un po' eccessivo.


guarda che l'egemonia della gerontocrazia umanista avrebbe cominciato la guerra prima degli asphaltiti.

comunque i miei 2 cent : metterei economia e diritto obbligatorie in tutte le scuole.


[squeakthemouse::post]inglese arabo e cinese dovrebbero essere le tre lingue che si insegnano in tutte le scuole dell'obbligo.


dopo i bambini che sghignazzano tutto il tempo perche' leggono i tatuaggi che gli adulti si son fatti fare in gioventù


[maranza::post] [ruby tuesday::post]le lapidi a Roma me le traducevo anch'io quando ci andavo in vacanza millenni fa, anche prima di studiare il latino.



ruby, dopo che ci hai raccontato del fatto che pensavi di essere morta e che il tuo amico era un vampiro, non so se possiamo fidarci dell'attendibilità delle tue traduzioni.


che c'entra. quando lavoro sono sempre lucidissima e a dieci-undici anni non mi drogavo ancora.


[squeakthemouse::post] lingua morta

[ruby tuesday::post]verve

strok


ok ho dimenticato le virgolette, che diamine!
prrmao


[vision-x::post]comunque i miei 2 centimetri li metterei ovunque fosse possibile
strok
Immagino un mondo senza guerra, un mondo senza odio.
E immagino noi che lo attacchiamo, perche' non se l'aspetterranno. (J. Handey)


[squeakthemouse::post][vision-x::post]comunque i miei 2 centimetri li metterei ovunque fosse possibile


preferibilmente in un coinop di powerstone in buona compagnia per fare sontuosi doppi.


[ruby tuesday::post]ok ho dimenticato le virgolette, che diamine!
la tua sign fa si che tutto ti venga perrrrrrrrdonato
strok
Immagino un mondo senza guerra, un mondo senza odio.
E immagino noi che lo attacchiamo, perche' non se l'aspetterranno. (J. Handey)


[squeakthemouse::post] [ruby tuesday::post]ok ho dimenticato le virgolette, che diamine!

la tua sign fa si che tutto ti venga perrrrrrrrdonato


gh

prrmao


[golem::post] [LePendu::post]Il vantaggio del latino rispetto alla biologia come materia di studio e` che per capire il primo ci vuole elasticita` mentale*, per capire la seconda solo memoria e nozionismo.


concordo.


voi siete completamente pazzi.
ti voglio vedere a spiegarmi come funziona la replicazione del DNA a nozionismo.

io ho una pessima memoria e sono del tutto incapace di imparare in modo nozionistico, pure ho una laurea con lode in biotecnologie. ok che gli standard universitari sono bassi, però.

[rodolfo::post]L'inglese è una lingua primitiva (cioé più semplice).


ahahahahahahahahaah ma come le lingue non sono tutte prive di complessità inutili e quindi non è stupido dire che una è più semplice dell'altra?

[LePendu::post]Per fortuna la chimica non serve a nulla nella mia vita e mi spiace che me l'abbiano fatta studiare al liceo


tu sai che tutte le argomentazioni che stai tirando fuori per il latino valgono anche per la chimica, vero?

[idiot savant::post]
Vuoi esempi ancora più pratici? Bene, mi sembra difficile negare che chi ha una preparazione scientifica è meno incline alla superstizione (più del 90% dei biologi è ateo, per dire). Questo non incide sulla vita di tutti i giorni? Che fine farebbero i cartomanti o gli oroscopi in un paese ad alta alfabetizzazione scientifica? Ce ne sarebbero sicuramente di meno, non credi?
E potrei andare avanti...


APPLAUSI.

[maranza::post]ah, e comunque credo che sarebbe meglio imparare il tedesco che il latino.


QCQ al piatto.

[ruby tuesday::post]Scoraggiando così gente che magari al classico o comunque al liceo avrebbe dovuto restarci, avendo una capa che magari valeva sette delle cape di chi ha "imparato a studiare" (leggi: imparare a dire le cose come le vogliono i professori, magari a memoria che è meglio).
Molta di quella gente è ora ferma e catturata in un lavoro tedioso, senza stimolo e senza interessi verso il resto del mondo che non sia pagarsi il mutuo.


beh, questo è giusto.
nel senso, non è il latino o la chimica che scoraggiano la gente. in fondo, se uno è un minimo intelligente capisce che gli conviene studiare latino e andare avanti, oppure che gli conviene trovarsi subito un lavoro.
se uno è così tonto da non riuscire a tradurre una versioncina E da non trovarsi neanche un lavoro congeniale, tanto vale che mi lavi le gomme incrostate di merda all'autolavaggio.

[LePendu::post]
Solo dire che non serve perche` la maggior parte degli asphaltiti ha un'educazione scinetifica e ritiene gli umanisti dei cazzoni mi pare un po' eccessivo.


io ho un'educazione scientifica, ma non ritengo che le discipline umanistiche siano merda (gli umanisti spesso -non sempre- sono dei cazzoni, ma è un altro discorso). e io non sto dicendo che non serve. ma non per i motivi che dici tu.

ora, in qualche modo mi ha perso i quote, ma i motivi per cui dici che il latino serve sono ridicoli nella migliore delle ipotesi. per "capire" la consecutio temporum non ti serve il latino, ti basta imparare bene l'italiano. anche perchè, cosa capisci studiando latino? capisci solo che c'è la stessa regola anche in un'altra lingua, non è che trovi una spiegazione "razionale".

idem per la storiella dell'accusativo e del tedesco. insegna direttamente tedesco (come suggerisce giustamente marry) e bella lì, hai imparato una lingua viva, utile, nobile, e con l'accusativo.
anche perchè se non sgrani gli occhi alla parola accusativo nello studio del tedesco, li avrai sgranati quando te ne hanno parlato studiando latino. sposti solo il problema, mica lo elimini.

dire che il latino serve a imparare l'italiano è una colossale stronzata, perchè per imparare l'italiano serve studiare e applicare correttamente l'italiano. non è che gli inglesi studiano germanico antico per imparare la loro lingua.

detto questo, io alla fine terrei latino, ma per ben altro motivo: ovvero, è un patrimonio culturale che sarebbe triste vedere perduto. non c'è bisogno di dichiararlo "utile" per volerlo tenere.

anche se rimpiango di non aver studiato economia al liceo, per esempio.

[maranza::post]
ah, sulla cultura "generale" inutile ma imprescindibile: non trovate allucinante che non si studino gli autori stranieri?
[...]
io che ho fatto francese non ho mai sfiorato Shakespeare (però Manzoni come se piovesse, per non parlare di Foscolo e di Torquato Tasso).


ti quoto volentieri, ma se manzoni fa un po' onco, sono contento invece di saper dire chi è Pietro Bembo o Giambattista Marino (anche se è invero assurdo che si studi Marino ma non Gòngora).

" "ciao, io vado a vivere in un appartamento un po' grande e volevo un animale da compagnia: cosa mi consigli?""ti consiglio....l'unicorno!""ma l'unicorno non esiste""non avevi specificato che doveva essere un animale esistente" " (maranza)

ho deciso che vincono le piramidi LOL


[maranza::post]ok, 1-2 ore alla settimana, materia burla come ginnastica e religione, e siamo tutti felici e contenti.

se, per contraltare, lo fai fare ad ogni indirizzo scolastico per me affare fatto. e penso anche di averci guadagnato.
sono gay friendly. nel senso che se sei frocio non ti do fuoco. contento?


[brullo nulla::post]tu sai che tutte le argomentazioni che stai tirando fuori per il latino valgono anche per la chimica, vero?


Ma certamente!
Ma che disperazione
Nasce da una distrazione


[maranza::post]



al Liceo si mettono le cose più o meno fondamentali, quelle che se non le sai tutti ti fanno buuuh buuuh.
storia, geografia, letteratura, arte (poi chissà perché neanche un po' di musica, tranne quelle due cagate alle medie), scienze.


io non ho fatto nè geografia nè arte nè latino

Comunque prima di insegnare latino (allo scientifico, al classico facciano quel cazzo che gli pare) insegnerei molto più inglese che, come hanno fatto notare, in Italia è abbastanza scadente.
E anche nei licei dove già non c'è il latino, come il tecnologico, toglierei un po' di filosofia. Tutta quella filosofia classica, che uno può studiarsela per conto suo o all'università o all'umanistico l'archè e l'iperuranio e il mito della caverna o che cos'è l'uomo. Terrei la filosofia dell'etica e della morale, che servono un po' più.


[Pacciani::post]io non ho fatto nè geografia nè arte nè latino


e infatti tutti ti fanno buuuh buhhh, soprattutto guardando le tue sign.

[brullo nulla::post]per "capire" la consecutio temporum non ti serve il latino, ti basta imparare bene l'italiano.


no, perché in italiano vai "a naso", quindi ci azzecchi ma senza imparare la regola.
in latino, devi essere certo del funzionamento del meccanismo, altrimenti fai cilecca.
più che per la consecutio vale per la comprensione dell'analisi logica: il latino ti fissa in testa certe cose con una violenza inusitata proprio perché ha le declinazioni e quindi "andiamo al mare" è diverso da "veniamo dal mare" o "siamo al mare".
però appunto, sono esercizi simpatici, palestre mentali.
un po' come recitare le poesie a memoria e poi a memoria al contrario.
se impari a dirle al contrario, sei più saldo nel dirle anche diritto.
però è uno sbattimento un po' sadico, secondo me.


[Rabbi Acher::post]Ricordo con ilarità e orrore insieme, l'incapacità di una donna ai primissimi mesi di studio del tedesco
[Rabbi Acher::post]contemplando il monilite nero su Giove.

Aspe' raccontala bene la storia della donna e il monolite.

[idiot savant::post]Vuoi esempi ancora più pratici? Bene, mi sembra difficile negare che chi ha una preparazione scientifica è meno incline alla superstizione (più del 90% dei biologi è ateo, per dire).

questo secondo me non dipende dalla preparazione ma dallo spirito. insomma io invertirei cause e conseguenze (cioe' e' piu' facile che la stessa persona tenda a diventare ateo e scienziato). Ad ogni modo e' un dato statistico che per me non ha molta importanza e se vai a vedere le analisi di Leuba del 14 e quelle nuove del 98, scoprirari che sono fatte male.

[ruby tuesday::post]leggi: imparare a dire le cose come le vogliono i professori, magari a memoria che è meglio
brava ruby. Purtroppo gli studenti itlaiani tendono ad identificare il "professore" con la "conoscenza". In pratica cio' che il professore dice e' verita' e ti basti per capire dell'argomento. In realta' io sono dell'idea che il professore, per come esiste adesso, e' del tutto superfluo. Il sistema scolastico e', a mio avviso, basato su fondamenta sbagliate.
Faccio un esempio banale: a scuola, come all'universita', il professore spiega la robina e poi rimanda al libro. Io credo che dovrebbe essere il contrario: prima si studia sul libro e poi il professore spiega. Fare domande, essere attenti, interagire mentre qualcuno parla di qualcosa che sai gia' e' piu' divertente perche' ti insegna ad approfondire che e' la cosa piu' importante che si dovrebbe imparare nella vita.
La scuola dovrebbe insegnarti ad approfondire di modo che anche a distanza di 10-20 anni, lontano dai banchi tu possa trovare spontaneo andare a spulciare un qualsiasi argomento che ti capiti a tiro. Invece la scuola e' vista come un bagaglio che si riempie piu' o meno proficuamente fino ai 20 anni e che viene utilizzato, come il cibo per per uno scalatore, per il resto dei giorni.

Il problema e' che la scuola, soprattutto italiana, da troppa troppa importanza al nozionismo e pochissima importanza alla creativita', all'intraprendenza, al pensiero laterale.
Di tanto in tanto qualche povero professore ci prova ad uscire dalle righe ma e' difficile farlo in questo modo perche' qualsiasi attivita' che devi dal tran tran quotidiano viene vista come ridicola e scatena la belva che c'e' nell'alunno. Mi ricordo che alle medie un professore di musica ci diede come compito a casa quello di registrare dei suoni su una cassetta per poi riprodurli in classe tutti assieme e cercare di analizzarli. In principio un'idea interessante ma di fatto quasi la totalita' dei suoni si ridusse in sciacquoni del cesso, rutti e scorregge.


[idiot savant::post][maxdanno::post]
ma torna a personalizzarti la Smemoranda.

non mi hai ancora dimostrato che competitore deriva dall'inglese e non dal latino. Il dizionario etimologico mi dà ragione, tra l'altro.

non sono il maranza e non provo piacere nel dare del cretinetti in giro. Cretinetti che non sei altro.
il tuo post dimostra che ignori il concetto di sfumatura semantica.
Competitor ha la sfumatura semantica del rivale, mentre in italiano competitore è chi partecipa a una competizione. Hanno la stessa radice ma hanno preso direzioni diverse, compris? come pretender che significa imbroglione, anche se ha la stessa etimologia di pretendente.
La lingua italiana è in evoluzione, ma questo non giustifica ciascuno a inventarsi una lingua propria. a quanto vedo, te in particolare.
[idiot savant::post]
E stai attento come parli

ok, ti mando i padrini. Io scelgo sonnybboy e golem. a te la scelta dell'arma: maria o fumo.
nessuna buona azione è mai rimasta impunita


[maranza::post]
[Pacciani::post]io non ho fatto nè geografia nè arte nè latino


e infatti tutti ti fanno buuuh buhhh, soprattutto guardando le tue sign.

fanno buuh a tutti quelli che hanno fatto il mio indirizzo


[Pacciani::post]
fanno buuh a tutti quelli che hanno fatto il mio indirizzo


"Via Lemani dal culo, Vergate sul Membro (MI)"?


[maxdanno::post]ok, ti mando i padrini. Io scelgo sonnybboy e golem. a te la scelta dell'arma: maria o fumo.

ma che il padrino deve portare le armi sul luogo dello scontro? perchè se è per me rischi di arrivare e ritrovarti disarmato, max.
sono gay friendly. nel senso che se sei frocio non ti do fuoco. contento?


[Pacciani::post]
E anche nei licei dove già non c'è il latino, come il tecnologico, toglierei un po' di filosofia. Tutta quella filosofia classica, che uno può studiarsela per conto suo o all'università o all'umanistico l'archè e l'iperuranio e il mito della caverna o che cos'è l'uomo. Terrei la filosofia dell'etica e della morale, che servono un po' più.


ah, esattamente il contrario della filosofia che farei io! dipendesse da me il quinto anno si farebbe quasi solo la scuola di vienna.

comunque non puoi fare filosofia moderna senza fare quella antica, caro Coso.

[maranza::post]
no, perché in italiano vai "a naso", quindi ci azzecchi ma senza imparare la regola.
in latino, devi essere certo del funzionamento del meccanismo, altrimenti fai cilecca.


a naso? cilecca? mah.

[gg::post]
questo secondo me non dipende dalla preparazione ma dallo spirito. insomma io invertirei cause e conseguenze (cioe' e' piu' facile che la stessa persona tenda a diventare ateo e scienziato).


questa è in effetti un'argomentazione interessante, e meriterebbe approfondimento.
resta il fatto che se hai un'idea dettagliata dell'evoluzione e dei suoi prodotti l'ipotesi di essere ad immagine e somiglianza di dio ti lascia quantomeno perplesso. su Dio, come minimo.

il genetista j.b.s. haldane, quando un prete gli chiese cosa gli avesse insegnato la biologia sul Creatore, rispose: "tutto quello che so è che Dio ha una smodata passione per i coleotteri" (il 50% delle specie animali viventi sulla Terra sono coleotteri.)

[gg::post]a scuola, come all'universita', il professore spiega la robina e poi rimanda al libro. Io credo che dovrebbe essere il contrario: prima si studia sul libro e poi il professore spiega. Fare domande, essere attenti, interagire mentre qualcuno parla di qualcosa che sai gia' e' piu' divertente perche' ti insegna ad approfondire che e' la cosa piu' importante che si dovrebbe imparare nella vita.


sono abbastanza d'accordo, ma spesso il professore ne sa molto meno del libro. quindi è il libro l'approfondimento, mentre il professore recita una specie di comodo bignami.
anche all'università è spesso così.

[gg::post]
Il problema e' che la scuola, soprattutto italiana, da troppa troppa importanza al nozionismo e pochissima importanza alla creativita', all'intraprendenza, al pensiero laterale.


calma. questo luogo comune è in parte vero, ma è anche vero che creatività e intraprendenza senza nozioni su cui basarsi non vanno da nessuna parte.

[maranza::post]
"Via Lemani dal culo, Vergate sul Membro (MI)"?


non si può almeno variare 'sta gag?

" "ciao, io vado a vivere in un appartamento un po' grande e volevo un animale da compagnia: cosa mi consigli?""ti consiglio....l'unicorno!""ma l'unicorno non esiste""non avevi specificato che doveva essere un animale esistente" " (maranza)

ho deciso che vincono le piramidi LOL


[brullo nulla::post]resta il fatto che se hai un'idea dettagliata dell'evoluzione e dei suoi prodotti l'ipotesi di essere ad immagine e somiglianza di dio ti lascia quantomeno perplesso. su Dio, come minimo.
certo. ma una cosa e' credere in Dio, un'altra nelle scritture un'altra cosa studiare le scritture.
[brullo nulla::post]sono abbastanza d'accordo, ma spesso il professore ne sa molto meno del libro. quindi è il libro l'approfondimento, mentre il professore recita una specie di comodo bignami.
anche all'università è spesso così.
e' vero pero' che se le lezioni fossero diverse sarebbe anche uno stimolo (e una selezione naturale) ad avere professori piu' preparati.
[brullo nulla::post]
calma. questo luogo comune è in parte vero, ma è anche vero che creatività e intraprendenza senza nozioni su cui basarsi non vanno da nessuna parte.
certo ma le nozioni, quando c'e' la passione, si apprendono in 5 minuti.


[brullo nulla::post]comunque non puoi fare filosofia moderna senza fare quella antica, caro Coso


ma si, farla velocissimamente, dare qualche base.
Non due anni su tre.


BTW, ottimo pensatore questo leonardo. ho aggiunto il blog a netvibes.


[brullo nulla::post] ahahahahahahahahaah ma come le lingue non sono tutte prive di complessità inutili e quindi non è stupido dire che una è più semplice dell'altra?
Considera che io non amo neanche dire "è verde" ma, cazzo, questa volta è di una verdezza che mi sta soffocando.
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al <br />
corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)





DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS


[rodolfo::post]Considera che io non amo neanche dire "è verde" ma, cazzo, questa volta è di una verdezza che mi sta soffocando.


mi pareva. però era buttata lì con ottima nonchalance. congratulazioni+me pwned.

" "ciao, io vado a vivere in un appartamento un po' grande e volevo un animale da compagnia: cosa mi consigli?""ti consiglio....l'unicorno!""ma l'unicorno non esiste""non avevi specificato che doveva essere un animale esistente" " (maranza)

ho deciso che vincono le piramidi LOL


[brullo nulla::post]a naso? cilecca? mah.


perché, secondo te tutti quelli che azzeccano una consecutio sono coscenti dell'esistenza di regole precise?

nella tua lingua madre vai ad orecchio, dicono tutti così e anche tu dici così.

i bambini usano i tempi e le coniugazioni molto prima di studiare la grammatica (e probabilmente i modi e i tempi sono stati inventati PRIMA che a qualcuno venisse in mente di etichettarli e di insegnarli).


[gg::post]Il problema e' che la scuola, soprattutto italiana, da troppa troppa importanza al nozionismo e pochissima importanza alla creativita', all'intraprendenza, al pensiero laterale.
ma per fortuna, dio ci scampi dai disadattati fricchettoni che verrebbero fuori altrimenti!
cerca in questo sito con google.
Perdo tempo su asphalto da
  + | last | shuffle
(NB: trovi che qualcosa non vada nella mia sign e vuoi rendermene edotto? Grazie! Però scrivimi una merda di email invece di postarlo su asphalto.)


[psycho::post]potrebbe studiare in casa con molto più profitto
[Lord H.::post]Il problema e' che la scuola, soprattutto italiana, da troppa troppa importanza al nozionismo e pochissima importanza alla creativita', all'intraprendenza, al pensiero laterale.

Vi ricordo che lo scopo della scuola, almeno fino alle medie, non è tanto insegnare quanto togliere dalle palle i figli ai genitori, in modo che siano produttivi sul lavoro.
nessuna buona azione è mai rimasta impunita


max quota meglio (btw il "come funziona" è piuttosto banale eh, non avermene. Qui si cerca il sugo dell'apprendimento massimizzato, mica un compromesso).
cerca in questo sito con google.
Perdo tempo su asphalto da
  + | last | shuffle
(NB: trovi che qualcosa non vada nella mia sign e vuoi rendermene edotto? Grazie! Però scrivimi una merda di email invece di postarlo su asphalto.)


[quella checca isterica di Lord H.::post]max quota meglio

meglio?
nessuna buona azione è mai rimasta impunita


ussignur...
cerca in questo sito con google.
Perdo tempo su asphalto da
  + | last | shuffle
(NB: trovi che qualcosa non vada nella mia sign e vuoi rendermene edotto? Grazie! Però scrivimi una merda di email invece di postarlo su asphalto.)


[maranza::post]
perché, secondo te tutti quelli che azzeccano una consecutio sono coscenti dell'esistenza di regole precise?

nella tua lingua madre vai ad orecchio, dicono tutti così e anche tu dici così.


beh, certo: embè?

[maxdanno::post] [quella checca isterica di Lord H.::post]max quota meglio

meglio?


giuro che anch'io non ho capito cosa lordacca voglia dire.

" "ciao, io vado a vivere in un appartamento un po' grande e volevo un animale da compagnia: cosa mi consigli?""ti consiglio....l'unicorno!""ma l'unicorno non esiste""non avevi specificato che doveva essere un animale esistente" " (maranza)

ho deciso che vincono le piramidi LOL


che il bambino creativo, intraprendente e lateropensante lo butterei nel fiume. poi c'era ironia.
cerca in questo sito con google.
Perdo tempo su asphalto da
  + | last | shuffle
(NB: trovi che qualcosa non vada nella mia sign e vuoi rendermene edotto? Grazie! Però scrivimi una merda di email invece di postarlo su asphalto.)


[brullo nulla::post]non ho capito cosa lordacca voglia dire

credo non voglia vedersi attribuire una frase di gg. o che sia un rompicazzo.
nessuna buona azione è mai rimasta impunita


sono stato via e ho dovuto saltare per praticita' gli ultimi 111 messaggi. pero' ho letto l'ultima pagina e mi compiaccio di vedere che questo thread e' ancora in topic!
(il che da un lato vuol dire che l'argomento e' stato giudicato appassionante, dall'altro che e' il classico argomento in cui si continua a giocare a ping pong tra due blocchi di opinioni per una settimana fino a quando un nuovo thread su nudita' o fluidi corporei distrae sufficientemente l'attenzione.)


segnalo questo:
http://www.mauriziopistone.it/testi/discussioni/classici_analisi_logica.html
(stesso autore linkato da un altra parte) sui motivi per cui il latino è stato tanto sponsorizzato:

La terminologia che viene utilizzata per l'analisi logica non è nata nell'antichità, ma fra il XVII e il XVIII secolo sulla scia del grammaticalismo razionale fiorito a Port Royal, quando, sotto l'impulso del razionalismo tipico dell'età illuministica, si cercò di mettere a punto una « grammatica universale e ragionata », sulla base della convinzione (già cara ai Modistae medievali) che le lingue avessero tutte la medesima « sostanza »
..
la grammatica per eccellenza, sulla base della quale vennero elaborate quella di tutte le altre lingue (anche non indoeuropee!) fu la grammatica latina, una grammatica « razionale », costruita secondo un rigoroso schema cartesiano e sulla base di « regole » ben definite

Il latino, a questo punto, cessa di essere una lingua come tutte le altre per diventare LA lingua « razionale », « logica », « rigorosa », « affine alla matematica », capace, quindi « di quadrare la mente » e di « insegnare a ragionare ».
nessuna buona azione è mai rimasta impunita


ottima segnalatio.


anzi: optima segnalatio.


*crunch crunch crunch*


tnks

a quanto ne so, l'ossessione dei francesi per il latino risale ai monaci del medioevo, che si impuntarono nel trascrivere una lingua creola secondo la sintassi latina.
Questo da origine a una serie di trascrizioni assurde: uomo (om) si scrive homme, con grande spreco di vocali e consonanti mute, l'accento circonflesso non cambia il valore delle vocali ma "ricorda" dove in latino c'era una s, caduta nell'uso parlato etc.
'nzomma, ognuno ci ha i suoi problemi.
nessuna buona azione è mai rimasta impunita


io non capisco la foga con cui volete che sia studiato a scuola (e quindi imposto) qualcosa di diverso dall'alfabetizzazione base e poco altro quando è palese che tutto il resto che serve nella vita si impara stando 10 minuti affacciati alla finestra.

Tenuto conto poi che per le esigenze particolari c'è google.
Ciò Skype anch'io!!!1!!! Però senza cuffie.


[Menesturello::post] per le esigenze particolari c'è google.

mene, io sono contro lo studio del latino (che ho studiato) perché lo ritengo uno studio per specialisti, che non ha senso a imporre alle masse.
qui il mio prof di disegno avrebbe detto: "qui c'è scritto liceo, e liceo vuol dire latino", come dire che le masse possono andare affanculo.
ma questa posizione è un po' anacronistica: visto che l'alternativa sono solo scuole più o meno professionali, chi vuole fare una scuola genericista deve fare giocoforza il liceo.
non credo che la scuola debba insegnare solo l'alfabetizzazione di base: è vero che c'è google, ma la scuola è l'unica che può fornire un insegnamento sistematico (e non saltabeccando da ottaviano augusto all'omosessualità a supermaz come su wikipedia).
la cosa allucinante è che all'alba del 2000 i prof vogliano insegnare ancora tutto e solo quello che hanno imparato loro, latino incluso.
nessuna buona azione è mai rimasta impunita


[idiot savant::post]potete tirare fuori tutte le ragioni possibili e immaginabili per le quali studiare il latino è ok.
Ma vi dimenticate quali sono i "competitori" del latino. Al posto del latino si potrebbe studiare più storia, biologia, diritto. Di fronte a questi giganti il latino crolla con tutti i suoi difensori.
E non ditemi che l'insegnamento della storia o della biologia nei licei, oggi, è "sufficiente". Esce gente che non sa cos'è il DNA, o la rivoluzione in Cina. Questo è giustificabile, per poter leggere qualche lapide o parlare "leggerissimamente" (forse) meglio l'italiano?
ahahahahahahahahah AL LICEO IMPARI QUALCOSA!!! AHAHHAHAAH*

*ps, al liceo imparai Storia molto bene ed un po' di DNA lo mastico. Sono un genio?
[maxdanno::post]io sono contro lo studio del latino (che ho studiato) perché lo ritengo uno studio per specialisti, che non ha senso a imporre alle masse.
stronzata. L'unica alternativa al latino è la storia della filosofia.

MA poi, vi ricordo che gli adolescenti non studiano e copiano le versioni, al 90%. Quindi vi state spaccando per una minoranza che apprezza comunque anche il latino.
Sono uno psicopatico, getto le ragazze in piscina per salvarle.


[maxdanno::post]la cosa allucinante è che all'alba del 2000 i prof vogliano insegnare ancora tutto e solo quello che hanno imparato loro, latino incluso.


eh, è proprio questo che mi fa dire che non serve, se tanto poi nella RL impari altro.

Se ci fosse una scuola impostata come google io direi ok, ma così com'è boh, io personalmente ho sempre pensato che mi hanno (anche) fatto perdere un sacco di tempo con nozionistiche stronzate.
Ciò Skype anch'io!!!1!!! Però senza cuffie.


[Menesturello::post]io non capisco la foga con cui volete che sia studiato a scuola (e quindi imposto) qualcosa di diverso dall'alfabetizzazione base e poco altro quando è palese che tutto il resto che serve nella vita si impara stando 10 minuti affacciati alla finestra.


è inutile che rosichi, il fatto che tu sia rimasto all'alfabetizzazione base si vede benissimo, ma non è giusto condannare i giovani al tuo stesso livello di ignoranza.

" "ciao, io vado a vivere in un appartamento un po' grande e volevo un animale da compagnia: cosa mi consigli?""ti consiglio....l'unicorno!""ma l'unicorno non esiste""non avevi specificato che doveva essere un animale esistente" " (maranza)

ho deciso che vincono le piramidi LOL


[brullo nulla::post]è inutile che rosichi, il fatto che tu sia rimasto all'alfabetizzazione base si vede benissimo, ma non è giusto condannare i giovani al tuo stesso livello di ignoranza.


in realtà è tutto un piano a lungo termine per avere un bacino di donne ignoranti che si bagnano tra le gambe al solo sentirmi nominare parole come "perplesso" o "antropomorfo", per poi strapparsi via le mutande con foga appena dico "contestualizzato"
Ciò Skype anch'io!!!1!!! Però senza cuffie.


[maxdanno::post]"come dire che le masse possono andare affanculo.


che pero' e' vero.
c'e' tanto bisogno di manodopera non specializzata, mica devono per forza studiare tutti.
*SIGLA* rock is dead, long live paper and scissor


[Louis::post]stronzata. L'unica alternativa al latino è la storia della filosofia.

lascia stare la filosofia vah, che due anni a studiare le stronzate di platone e presocratici tolgono qualsiasi voglia di conoscere la storia del pensiero. dopo il liceo sono stato disgustato dalla filosofia per almeno 15 anni.

la faccio ancora più semplice: una volta sfatato che il latino sia una "superlingua che apre la mente", chiarito che è una lingua come le altre (ma morta), il latino è utile nella vita moderna? no
ci sono altre cose più utili? sì
allora perché sopravvive? per abitudine e prassi. e perché ci sono in giro più prof che sanno il latino di quati prof sappiano usare google.

non dico che debba essere dimenticato, ma di sicuro non inflitto a 1/3 della popolazione studiante, che con quella fatica potrebbe imparare cose ben più importanti (scienze, lingue, storia, politica, economia e quant'altro).
nessuna buona azione è mai rimasta impunita


la scuola piu' figa e' il turistico
al turistico non c'e' latino


[il bruko::post]
che pero' e' vero.
c'e' tanto bisogno di manodopera non specializzata, mica devono per forza studiare tutti.

tra poco ci sarà l'obbligo fino a 18 anni, quindi sì, devono studiare tutti. quindi fateli studiare qualcosa che gli serva.
nel momento in cui un terzo degli studenti fa il liceo, il liceo non è più una scuola d'elite.
se vuoi una scuola d'elite (cosa buona e giusta) va ricreata da zero.
nessuna buona azione è mai rimasta impunita


[maxdanno::post]
segnalo questo:
http://www.mauriziopistone.it/testi/discussioni/classici_analisi_logica.html
(stesso autore linkato da un altra parte) sui motivi per cui il latino è stato tanto sponsorizzato:

La terminologia che viene utilizzata per l'analisi logica non è nata nell'antichità, ma fra il XVII e il XVIII secolo sulla scia del grammaticalismo razionale fiorito a Port Royal, quando, sotto l'impulso del razionalismo tipico dell'età illuministica, si cercò di mettere a punto una « grammatica universale e ragionata », sulla base della convinzione (già cara ai Modistae medievali) che le lingue avessero tutte la medesima « sostanza »
..
la grammatica per eccellenza, sulla base della quale vennero elaborate quella di tutte le altre lingue (anche non indoeuropee!) fu la grammatica latina, una grammatica « razionale », costruita secondo un rigoroso schema cartesiano e sulla base di « regole » ben definite

Il latino, a questo punto, cessa di essere una lingua come tutte le altre per diventare LA lingua « razionale », « logica », « rigorosa », « affine alla matematica », capace, quindi « di quadrare la mente » e di « insegnare a ragionare ».
Bisogna però anche riconoscere che questa prospettiva eurocentrica, certamente arbitraria e puramente teorica in principio, ha fatto comunque presa dopo secoli di colonialismo. Il risultato è che una lingua profondamente estranea al latino quale il giapponese non usa proprio le stesse categorie ma uno schema concettuale e terminologico che da queste categorie deriva. Ci sono stati naturalmente degli adattamenti necessari e molto intelligenti, ma le categorie grammaticali principali portano ancora (e porteranno per sempre) nomi come "passivo", volitivo" oppure "verbo" o "aggettivo" nella forma tradotta letteralmente dalle categorie grammaticali postclassiche.
[vision-x::post] al turistico non c'e' latino
Anche all'artistico non c'è(ra).
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al <br />
corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)





DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS


[rodolfo::post]Bisogna però anche riconoscere che questa prospettiva eurocentrica, certamente arbitraria e puramente teorica in principio, ha fatto comunque presa dopo secoli di colonialismo. Il risultato è che una lingua profondamente estranea al latino quale il giapponese non usa proprio le stesse categorie ma uno schema concettuale e terminologico che da queste categorie deriva. Ci sono stati naturalmente degli adattamenti necessari e molto intelligenti, ma le categorie grammaticali principali portano ancora (e porteranno per sempre) nomi come "passivo", volitivo" oppure "verbo" o "aggettivo" nella forma tradotta letteralmente dalle categorie grammaticali postclassiche.

sì, e allora?
nessuna buona azione è mai rimasta impunita


E allora è una griglia divenuta giocoforza utile, per cui anche se sono d'accordo che il latino non serve più a molto, facilita l'approccio a metà delle lingue del mondo e alla lingustica stessa. Naturalmente per chi è interessato eh.
Rimane il fatto che il latino conserva un utilità leggeremente superiore alla possibilità di leggere le poesie erotiche di Catullo.
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al <br />
corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)





DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS


guarda che contesto l'insegnamento massivo del latino, non della grammatica
nessuna buona azione è mai rimasta impunita


Ma va benissimo. Il concetto è che il latino è un calderone dal quale non è uscita solo la grammatica italiana ma un tot di altre cose.
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al <br />
corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)





DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS


[rodolfo::post]Il concetto è che il latino è un calderone dal quale non è uscita solo la grammatica italiana ma un tot di altre cose.

questo è evidente, ma tutte queste cose, non bisogna sapere il latino per saperle usare.

es: computer viene dal latino computare. ma questo non mi aiuta a scrivere in word.

rudy, il mio discorso è terra terra (parlo da uno che è stato presentato alla matura con 8 in latino): siamo nel 2000, il latino non viene più parlato neanche al vaticano. per tutto il medioevo è stata la lingua di trasmissione della cultura, come il greco in epoca latina e l'inglese oggi, ma quei tempi sono finiti.
ha senso imporre che il 20% del tempo di insegnamento di un liceale sia occupato dal latino? imho no.

altro esempio: io ero in una classe di francese. abbiamo studiato latino e francese. se non fosse stato per quella santa donna di mamma e le lezioni private, oggi sarei come i miei compagni che soffrivano di incomunicabilità in qualsiasi paese non fosse la francia e faticavano a leggere tutti i manuali universitari dell'ultimo anno.

mi pare evidente che qualcosa non va.
nessuna buona azione è mai rimasta impunita


[maxdanno::post] rudy, il mio discorso è terra terra (parlo da uno che è stato presentato alla matura con 8 in latino): siamo nel 2000, il latino non viene più parlato neanche al vaticano. per tutto il medioevo è stata la lingua di trasmissione della cultura, come il greco in epoca latina e l'inglese oggi, ma quei tempi sono finiti.
ha senso imporre che il 20% del tempo di insegnamento di un liceale sia occupato dal latino? imho no.
Ti ripeto, sono d'accordo.
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al <br />
corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)





DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS


ok, ora che siamo d'accordo, ammazziamo luis e la discussione si può chiudere.
nessuna buona azione è mai rimasta impunita


[maxdanno::post]lascia stare la filosofia vah, che due anni a studiare le stronzate di platone e presocratici tolgono qualsiasi voglia di conoscere la storia del pensiero.


mentecatto.

[maxdanno::post]tra poco ci sarà l'obbligo fino a 18 anni, quindi sì, devono studiare tutti.


sob. povera agricoltura.

[maxdanno::post]quindi fateli studiare qualcosa che gli serva.


si, ma "serva" a cosa?
oh, sono in linea di massima d'accordo con te. ma secondo me il fatto che la popolazione sia generalmente consapevole del fatto che i costruttori del Colosseo non parlavano romanesco "serve", nel senso che è memoria storica (nel senso reale, non nel senso puttanesco in cui ne parlano le associazioni di ex-partigiani) collettiva.

io sarei per la proposta del maranza: 2 ore alla settimana nei licei, e basta, con introduzione della letteratura classica nel programma di italiano.

[maxdanno::post]se vuoi una scuola d'elite (cosa buona e giusta) va ricreata da zero.


e sarebbe il caso di farlo.

" "ciao, io vado a vivere in un appartamento un po' grande e volevo un animale da compagnia: cosa mi consigli?""ti consiglio....l'unicorno!""ma l'unicorno non esiste""non avevi specificato che doveva essere un animale esistente" " (maranza)

ho deciso che vincono le piramidi LOL


una scuola d'elite (dio come odio questa parola) in italia non esiste e non e' mai esistita.
Riguardatevi Ovosodo, la scena dell'appello, per capire come il concetto di elite della scuola italiana sia' tutto tranne che meritocratico.

Lo ripeto, e' inutile stare a fare le pulci al latino o al greco o a salcazzo materia quanto TUTTO il sistema scolastico e' da prendere, buttare nel cesso e ricostruire.


[brullo nulla::post][maxdanno::post]lascia stare la filosofia vah, che due anni a studiare le stronzate di platone e presocratici tolgono qualsiasi voglia di conoscere la storia del pensiero.

mentecatto.

mah. il fatto è che a me la filosofia l'hanno insegnata malissimo. mi stupisco ancora che l'europa sia arrivata a tanto partendo da stronzate come i 4 elementi o la teoria dell'impetus.
se ti piace immaginarti legato in una caverna fai.
[brullo nulla::post]il fatto che la popolazione sia generalmente consapevole del fatto che i costruttori del Colosseo non parlavano romanesco "serve"

questo spiegalo a golem.
[brullo nulla::post][maxdanno::post]quindi fateli studiare qualcosa che gli serva.


si, ma "serva" a cosa?

viviamo in una delle società più burocratiche d'europa, e ci arriviamo completamente impreparati.
scienza, informatica, diritto, storia, geografia, economia, organizzazione aziendale, scrittura, retorica se vuoi (quanta gente non sa parlare?)
direi che di cose ce ne sono.
nessuna buona azione è mai rimasta impunita


[maxdanno::post]viviamo in una delle società più burocratiche d'europa, e ci arriviamo completamente impreparati.
scienza, informatica, diritto, storia, geografia, economia, organizzazione aziendale, scrittura, retorica se vuoi (quanta gente non sa parlare?)
se vogliamo giocare al gioco delle materie che meritano piu' attenzione io catapulterei in primissima fila economia domestica come c'era una volta. Magari senza fare piu' la distinzione tra i sessi: sarebbe anche ora che i giovani imparassero a cucinarsi due manicaretti, a fare qualche lavoro di idraulica, a usare un voltmetro e un saldatore.
E sono serissimo.


[gg::post]se vogliamo giocare al gioco delle materie che meritano piu' attenzione io catapulterei in primissima fila economia domestica come c'era una volta. Magari senza fare piu' la distinzione tra i sessi: sarebbe anche ora che i giovani imparassero a cucinarsi due manicaretti, a fare qualche lavoro di idraulica, a usare un voltmetro e un saldatore.
E sono serissimo.


noi alle medie lo facevamo.
e in piu' avevamo il laboratorio "cultura veneta", in cui abbiamo fatto il vino, imparato a spannocchiare e tirare su gli asparagi e ci hanno portato a vedere come "se fa su el mas-cio", da cui sono diventata vegetariana.
*SIGLA* rock is dead, long live paper and scissor


[il bruko::post]noi alle medie lo facevamo.
mi risulta che lo facciano in mezza europa.
[il bruko::post]e in piu' avevamo il laboratorio "cultura veneta", in cui abbiamo fatto il vino, imparato a spannocchiare e tirare su gli asparagi e ci hanno portato a vedere come "se fa su el mas-cio"
ricordiamo che il problema e' che il bruko ha fatto le medie in calabria.


[LePendu::post] [psycho::post]L’ottanta per cento, all’indomani dalla maturità, non riuscirà a decifrarti una banalissima lapide di chiesa.



Ma non diciamo stronzate, mi sono diplomato al classico 12 anni fa ormai, non apro un libro di latino da allora ma riesco ancora a tradurre tutte le cazzo di lapidi che vuoi.
lependu non hai studiato statistica eh?
Fallen sword - MMORPG ultr4n3rd via browser - gilda: asphaltanzaIl mio mulo sta portandomi: NUDIST COLONY OF DEAD.
Dunque, parliamone: una colonia di nudisti viene cacciata da una spiaggia da un gruppo religioso; allora, gli sfigatelli con le palle e le tette al vento si suicidano in massa e tornano a far vendetta...come zombi, ovviamente.


Asphalto ChillEx


[brullo nulla::post] letteratura classica nel programma di italiano.

certo, così poi al massimo si arriva al romantisicmo, e se ne va a puttane tutta la letteratura del novecento


[brullo nulla::post]questa è in effetti un'argomentazione interessante, e meriterebbe approfondimento.
resta il fatto che se hai un'idea dettagliata dell'evoluzione e dei suoi prodotti l'ipotesi di essere ad immagine e somiglianza di dio ti lascia quantomeno perplesso. su Dio, come minimo.

il genetista j.b.s. haldane, quando un prete gli chiese cosa gli avesse insegnato la biologia sul Creatore, rispose: "tutto quello che so è che Dio ha una smodata passione per i coleotteri" (il 50% delle specie animali viventi sulla Terra sono coleotteri.)


Arrivato all'Università di Cambridge, a Maxwell fu spiegata l'esistenza di una funzione religiosa alle 6 del mattino. Maxwell si tormentò la barba e rispose lentamente, nella sua cadenza scozzese: "Va bene, penso di poter stare sveglio fino a quell'ora".


Arrivato all'Università di Cambridge, a Maxwell fu spiegata l'esistenza di una funzione religiosa alle 6 del mattino. Maxwell si tormentò la barba e rispose lentamente, nella sua cadenza scozzese: "Va bene, penso di poter stare sveglio fino a quell'ora".


maxwell = antesignano di quelli che invertono il giorno e la notte solo per poter spedire le flotte a razziare quando tutti dormono


[il bruko::post]ci hanno portato a vedere come "se fa su el mas-cio",


YUM!!!!

comunque no, dai, a dei ragazzini delle medie! azzurdo.


[maxdanno::post]
mah. il fatto è che a me la filosofia l'hanno insegnata malissimo. mi stupisco ancora che l'europa sia arrivata a tanto partendo da stronzate come i 4 elementi o la teoria dell'impetus.
se ti piace immaginarti legato in una caverna fai.


coglioncello, è ovvio che nell'A.D.2007 queste cose appaiono ovviamente ingenue, per essere cortesi.
ma 2500 anni fa era tutt'altro paio di maniche.
i filosofi greci sono i primi a fare, appunto, "filosofia". ovvero a porsi delle domande (almeno all'epoca) sensate sul mondo e a cercarne la risposta in modo più o meno razionale. spero tu ti renda conto che il resto dei popoli della Terra* all'epoca rispondeva a tali domande affidandosi alle mitologie.

dire che leggere i greci è inutile e fuffoso è come dire a uno studente di fisica "cazzo studi quel cretino di newton, guarda che ora c'è la relatività generale e la gravità quantistica".

*rodolfo ti chiedo sinceramente di pwnarmi con qualche filosofo orientale contemporaneo ai presocratici, anche se a quanto ne so le direzioni prese dalle due filosofie siano parecchio diverse, specie dal punto di vista dell'oggetto studiato, quindi non so quanto siano comparabili.

[gg::post]se vogliamo giocare al gioco delle materie che meritano piu' attenzione io catapulterei in primissima fila economia domestica come c'era una volta. Magari senza fare piu' la distinzione tra i sessi: sarebbe anche ora che i giovani imparassero a cucinarsi due manicaretti, a fare qualche lavoro di idraulica, a usare un voltmetro e un saldatore.
E sono serissimo.


ti quoto senza timore.
più che a cucinare, appunto a fare un po' di lavori di casa. elettricismo spicciolo etc. io (e non solo io) mi sento seriamente handicappato in questo senso.

comunque l'appoggio a chi dice che bisognerebbe introdurre economia nelle scuole superiori. anche se odio studiare economia, eh, però è sicuramente fondamentale.

[Pacciani::post]
certo, così poi al massimo si arriva al romantisicmo, e se ne va a puttane tutta la letteratura del novecento


il che, ti dirò, non sarebbe un male.
prima di tutto per una questione di importanza storica: le letterature classiche coprono una parte consistente della storia passata dell'umanità (diciamo dall'800 a.C. all'800 d.C. - 1600 annetti), mentre il '900 è, appunto, il '900. trovo che abbia più senso scegliere 16 secoli piuttosto che 1.

in secondo luogo, qualunque studente a cui interessi un po' la letteratura si andrà a leggere classici del '900 per i fatti suoi. mentre è più difficile che lo stesso studente si metta a leggere le Rime boscherecce del Marino o L'Italia liberata dai Goti di Trissino per i fatti suoi.
è giusto che la scuola si focalizzi su quelle cose che molto probabilmente una persona non avrà più voglia e tempo di approfondire nella vita.

terzo, basterebbe iniziare storia della letteratura nel biennio, troncando l'ossessione per i Promessi Sposi (questa sì, un assurdo postrisorgimentale) e al limite anche riducendo lo spazio dedicato alla Divina Commedia (che è LA principale opera letteraria dell'umanità, ma non si può perdere metà del tempo del programma di italiano a seviziarla).

[il bruko::post]come "se fa su el mas-cio


che sarebbe?

" "ciao, io vado a vivere in un appartamento un po' grande e volevo un animale da compagnia: cosa mi consigli?""ti consiglio....l'unicorno!""ma l'unicorno non esiste""non avevi specificato che doveva essere un animale esistente" " (maranza)

ho deciso che vincono le piramidi LOL


come si ammazza e poi si macella il maiale.


[brullo nulla::post]il che, ti dirò, non sarebbe un male.
prima di tutto per una questione di importanza storica: le letterature classiche coprono una parte consistente della storia passata dell'umanità (diciamo dall'800 a.C. all'800 d.C. - 1600 annetti), mentre il '900 è, appunto, il '900. trovo che abbia più senso scegliere 16 secoli piuttosto che 1.

in secondo luogo, qualunque studente a cui interessi un po' la letteratura si andrà a leggere classici del '900 per i fatti suoi. mentre è più difficile che lo stesso studente si metta a leggere le Rime boscherecce del Marino o L'Italia liberata dai Goti di Trissino per i fatti suoi.
è giusto che la scuola si focalizzi su quelle cose che molto probabilmente una persona non avrà più voglia e tempo di approfondire nella vita.

terzo, basterebbe iniziare storia della letteratura nel biennio, troncando l'ossessione per i Promessi Sposi (questa sì, un assurdo postrisorgimentale) e al limite anche riducendo lo spazio dedicato alla Divina Commedia (che è LA principale opera letteraria dell'umanità, ma non si può perdere metà del tempo del programma di italiano a seviziarla

allora lo stesso discorso si può fare con la storia: perchè fare di sfuggita 3000 anni di egizi e dedicare un anno intero al novecento (neanche tutto, fino al secondo dopoguerra)?
la risposta è che si fa così perchè è più importante per la formazione di uno studente la storia moderna
allo stesso modo sarà più utile studiare movimenti letterari più vicini a noi, che fanno comprendere meglio l'epoca in cui sono collocati


[gg::post]ricordiamo che il problema e' che il bruko ha fatto le medie in calabria.
mais non, mais non. Son venuta su a grappa e polenta nel ridente triveneto.
[Elvis Ramone::post]comunque no, dai, a dei ragazzini delle medie! azzurdo.
beh, mica tanto. Quelli che vivevano abbastanza in campagna lo vedevano da quando erano piccolissimi e comunque era parte del discorso sull'educazione alimentare in cui volevano che noi imparassimo da dove viene il cibo che mangiamo ecc ecc. E se sei grande abbastanza per mangiare un panino al prosciutoo sei anche grande abbastanza per sapere da dove viene.
Sto parlando di posti dove ci sono bambini che mangiano a colazione sopressa e vino rosso, eh.
[brullo nulla::post]che sarebbe?
dice bene Elvis. Esce Babe, maialino coraggioso e dopo ci sono due mezzi Babe appesi ad un gancio e poi ci sono un sacco di insaccati
*SIGLA* rock is dead, long live paper and scissor


quoto di fretta il brullo sui promessi sposi.
Sono uno psicopatico, getto le ragazze in piscina per salvarle.


[Lord H.::post]la loro pronuncia è solo ipotetica
questa cosa del latino mi ha sempre fatto incazzare.
[il bruko::post]
e in piu' avevamo il laboratorio "cultura veneta", in cui abbiamo fatto il vino, imparato a spannocchiare
aspè, per "spannocchiare" mi vengono in mente cose poco lusinghiere per bruko-regazzina

Non è obbligatorio essere Cristiani,
così come non è obbligatorio essere vivi.

- San Scrotobaldo da Pellagra, Conversore dei Turchi


[brullo nulla::post]i filosofi greci sono i primi a fare, appunto, "filosofia".

[brullo nulla::post]le letterature classiche coprono una parte consistente della storia passata dell'umanità

[brullo nulla::post]la Divina Commedia (che è LA principale opera letteraria dell'umanità [...])

brullo, ti devo dare una notizia che ti sconvolgerà. il mondo non finisce alle colonne d'ercole.
... I feel I must be wrong.


[Q.::post]aspè, per "spannocchiare" mi vengono in mente cose poco lusinghiere per bruko-regazzina
ero un ragnetto immondo e nessuno ha mai voluto farsi spannocchiare da me fino a quando non ho compiuto 17 anni.
Ma ho rivisto le mie tre compagne tettone delle medie che limonavano durante le assemblee d'istituto con quelli che piacevano (segretamente) a me e sono sfatte dai figli e dalla vita, per cui non mi lamento, perche' Dio c'e' e mi ascolta. e' solo un po' diesel.
*SIGLA* rock is dead, long live paper and scissor


[il bruko::post]e sono sfatte dai figli e dalla vita,


pero' loro, almeno, dei figli li hanno.
e tu?


io invece continuo a essere l'immondo protonerd del liceo, ma grazie al tuo fulgido esempio so che prima o poi anche io!

Non è obbligatorio essere Cristiani,
così come non è obbligatorio essere vivi.

- San Scrotobaldo da Pellagra, Conversore dei Turchi


[psycho::post]
pero' loro, almeno, dei figli li hanno.
e tu?


e aspetta sti 8 mesi dai cazzo, non essere impaziente...
(battuta che funzionerebbe meglio se il matrimonio fosse programmato ancora in la nel tempo)


[brullo nulla::post] *rodolfo ti chiedo sinceramente di pwnarmi con qualche filosofo orientale contemporaneo ai presocratici, anche se a quanto ne so le direzioni prese dalle due filosofie siano parecchio diverse, specie dal punto di vista dell'oggetto studiato, quindi non so quanto siano comparabili.
No non ti pwno, esistono comunque filoni del pensiero indiano (a loro volta influenzati da modelli non necessariamente indiani) che sembrano aver superato la fase "mitologica" in tempi anteriori a socrate (es.: i materialisti, il samkhya) comunque esiste un primato "sistematico" nella filosofia greca che riconosco e - personalmente - non ho mai messo in discussione. La fregatura è che questa forza della filosofia greca è stata anche una tara del pensiero europeo superata, a fatica, forse solo dopo Hegel. Secondo me.
Ma comunque è opinabile quindi non è necessario ragionare in termini di pwn.
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al <br />
corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)





DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS


[psycho::post]pero' loro, almeno, dei figli li hanno.
e tu?

dormo il sabato mattina.
[vision-x::post]battuta che funzionerebbe meglio se il matrimonio fosse programmato ancora in la nel tempo
e' in la'issimo nel tempo. Tipo che e' troppo tardi per potersi sposare in primavera 2007, quindi finiamo all'anno dopo.
Se rimango incinta nel frattempo lo tiri su tu, il bambino, menagramo che non sei altro!
*SIGLA* rock is dead, long live paper and scissor


[gg::post]se vogliamo giocare al gioco delle materie che meritano piu' attenzione io catapulterei in primissima fila economia domestica come c'era una volta. Magari senza fare piu' la distinzione tra i sessi: sarebbe anche ora che i giovani imparassero a cucinarsi due manicaretti, a fare qualche lavoro di idraulica, a usare un voltmetro e un saldatore.
E sono serissimo.

ti quoto un sacco
cesare_codio: "no davvero tranquillizzi"
cesare_codio: "cioè nel senso tranquillizzi però non tipo Ave Ninchi per dire"


Anche io abbastanza. Ma comunque un bel corso base di economia/educazione civica SERIA ci vuole assolutamente. Questi arrivano a 18 e devono pure votare, capito.
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al <br />
corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)





DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS


(editato)

lasciate perdere: non voglio avere niente a che fare con questa discussione da gainatt.
e veramente.


Cosa avevi scritto puzzone?
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al <br />
corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)





DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS


(editato)

ma no, ma no, insistete pure.


[rodolfo::post]La fregatura è che questa forza della filosofia greca è stata anche una tara del pensiero europeo superata, a fatica, forse solo dopo Hegel.

direi che bisogna aspettare jung per iniziare a ragionare di superamento del pensiero greco.
[rodolfo::post]Ma comunque un bel corso base di economia/educazione civica SERIA ci vuole assolutamente. Questi arrivano a 18 e devono pure votare, capito.

da anni sostengo che il diritto di voto dovrebbe essere condizionato ad un esame di educazione civica.

[edit]
Utenti online: Wile e 5 idioti anonimi

me la sono e me la canto.
... I feel I must be wrong.


[brullo nulla::post]
coglioncello, è ovvio che nell'A.D.2007 queste cose appaiono ovviamente ingenue, per essere cortesi.
ma 2500 anni fa era tutt'altro paio di maniche.
i filosofi greci sono i primi a fare, appunto, "filosofia". ovvero a porsi delle domande (almeno all'epoca) sensate sul mondo e a cercarne la risposta in modo più o meno razionale. spero tu ti renda conto che il resto dei popoli della Terra* all'epoca rispondeva a tali domande affidandosi alle mitologie.

dire che leggere i greci è inutile e fuffoso è come dire a uno studente di fisica "cazzo studi quel cretino di newton, guarda che ora c'è la relatività generale e la gravità quantistica".

non solo sei più stupido di quanto pensassi ma non capisci niente di fisica.
nessuna buona azione è mai rimasta impunita


a quanto sembra basta un po' di odore di sangue per bumpare un thread.

visto che sei stupido, mi prendo pure la briga di spiegarmi. se non capisci, posso scrivere più lentamente.

la fisica di newton E' applicabile anche oggi. Meccanica quantistica e relatività ne hanno ristretto il campo di applicazione (velocità basse rispetto alla luce, dimensioni maggiori di quella atomica). Però le formule che si usano oggi sono le stesse concepite da Newton 4 secoli fa, e in questo sta la sua grandezza.

Ha senso invece spendere un anno di vita sui deliri dei presocratici? è come se uno studente di medicina dovesse studiare l'equilibrio degli umori e i salassi, o un chimico dovesse inseguire per anni la pietra filosofale prima di passare alle teorie attuali. Sono perfettamente cosciente che Platone prima e Aristotele poi hanno monopolizzato la filosofia fino almeno fino al 1600, ma la stessa cosa si può dire per la medicina greca o l'alchimia.

Qual'è la differenza? che in filosofia al contrario che nelle scienze la teoria di un uomo non annulla necessariamente quella del suo predecessore. Ma di nuovo, perché dobbiamo scornarci su Zenone e non sapre neanche chi fosse il Marx filosofo o Popper?

Poi, il fallimento della mia prof di filosofia è stato presentarci il pensiero di ogni autore come se fosse vero e sensato. Ogni autore era a modo suo nel giusto, ogni autore un genio indipendentemente dalle cazzate che diceva. Ci avesse detto: ragazzi, era gente da poco uscita dall'età della pietra che iniziava a porsi domande tipo di cosa fosse fatta la materia, qual'era la società migliore etc., nei limiti del loro contesto storico, avrebbe avuto senso. Altrimenti, cambia mestiere.
nessuna buona azione è mai rimasta impunita


Bellissimo, ora mancano solo le formazioni della nazionale e i moduli di gioco.
Mi piace un sacco quando leggo le incursioni sulla vita agreste, tipo quella del bruko, e del mas-scio ( che però è senza palle sin da piccolo, ma lo sapete bene.)
Ho colto l'aporia sulle scuole d'elite, infatti trovare un idraulico è più difficile che un psicanalista e ritengo che nella società della domanda-offerta questo aumenti il valore aggiunto.
Quindi via al corso per sgranare il mais, per rocchiare la lana e per sorchiare.
In che fase lunare vanno potate e legate le viti? Si possono innestare tipi diversi di agrumi nella stessa pianta?
Mi ricordo la prima volta che da bambino mi misero con un secchio di latta a raccogliere il sangue del maiale urlante mentre lo scannavano e spruzzava a fiotti in una giornata uggiosa di dicembre. ma questa è un'altra vita, un'altro mondo.






"Conformarsi a ciò che si è, è dharma" ("Svalaksana dharanad dharmah").


[maxdanno::post]Marx filosofo
un cagapalle.
[maxdanno::post]Popper
cazzo, il filosofo più studiato di tutti i Licei Classici e Scientifici.

Scientifico si scrive con la i? me lo dimentico sempre, è incredibile.
[teabowl::post]
Mi ricordo la prima volta che da bambino mi misero con un secchio di latta a raccogliere il sangue del maiale urlante mentre lo scannavano e spruzzava a fiotti in una giornata uggiosa di dicembre
ci sono gli estremi per una denuncia.
Sono uno psicopatico, getto le ragazze in piscina per salvarle.


[Louis::post]ci sono gli estremi per una denuncia.

Tranquillo, il maiale ha avuto il fatto suo.
"Conformarsi a ciò che si è, è dharma" ("Svalaksana dharanad dharmah").


slurp!!
Fallen sword - MMORPG ultr4n3rd via browser - gilda: asphaltanzaIl mio mulo sta portandomi: NUDIST COLONY OF DEAD.
Dunque, parliamone: una colonia di nudisti viene cacciata da una spiaggia da un gruppo religioso; allora, gli sfigatelli con le palle e le tette al vento si suicidano in massa e tornano a far vendetta...come zombi, ovviamente.


Asphalto ChillEx


ffffff avrei un sacco di cose da dire ma non me la sento di formularle tutte.
comunque che bello leggervi tutti.
Continuate.
Inane profundum


No aspetta maxdanny l'insegnamento della filosofia il suo bel senso ce l'ha, non ti pare di buttare troppa roba nel calderone? Non mi pare poi che rubi troppo tempo al resto, almeno allo stato attuale.
[maxdanno::post] Ma di nuovo, perché dobbiamo scornarci su Zenone e non sapre neanche chi fosse il Marx filosofo o Popper?
Su questo sono d'accordo anche se forse non per le stesse ragioni.
[maxdanno::post] Poi, il fallimento della mia prof di filosofia è stato presentarci il pensiero di ogni autore come se fosse vero e sensato. Ogni autore era a modo suo nel giusto, ogni autore un genio indipendentemente dalle cazzate che diceva. Ci avesse detto: ragazzi, era gente da poco uscita dall'età della pietra che iniziava a porsi domande tipo di cosa fosse fatta la materia, qual'era la società migliore etc., nei limiti del loro contesto storico, avrebbe avuto senso.
Probabilmente la tua prof ha fallito davvero, ma le argomentazioni che porti non mi sembrano quelle giuste. Dici tu stesso che in filosofia il pensiero di un tizio non annulla necessariamente quello del suo predecessore, il che è vero tecnicamente ma in pratica esiste sempre una dialettica storica che accantona un modello per adottarne un altro (ovviamente esistono anche filoni paralleli e coesistenti). Questo non per contraddire ciò che sostieni, ma per farti notare che si parla di *storia* della filosofia. In ogni tempo è davvero importante capire come era organizzata la conoscenza del mondo, anche se quella conoscenza non rappresenta più un'eredità pragmaticamente utile nel presente. Questo vale per qualsiasi studio storico, però.
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al <br />
corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)





DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS


[maxdanno::post]Platone prima e Aristotele poi hanno monopolizzato la filosofia fino almeno fino al 1600


Platone e il mito della caverna sono ancora oggi studiatissimi in certi ambienti.
Ma che disperazione
Nasce da una distrazione


No vabbé ma sono studiatissimi anche i trilobiti e la numismatica in certi ambienti, dai.
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al <br />
corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)





DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS


dico la mia:
(warining: ottica prondamente lavorativa/aziendale)

il problema è a mio priapico avviso di mancanza di obiettivi chiari della scuola:
la domanda da porsi è la seguente:
questo preciso indirizzo scolastico (che sia liceo scint, classico, itis o la gran fava nera che vi sollazza) che finalità deve avere, cioè che figura deve contribuire a creare?
attualmente soprattutto nei licei si insegna un po' di tutto, in base a retaggi storici (deve fare cultura), vaghi propositi genralisti e confusione appunto di finalità.
devrebbero IMBDO esserci differenziazioni più nette nell escuole superioiri: ad esmpio, vuoi fare il liceo scintifico? allora andrai all'università, e molto difficilmente farai filosofia o lettere antiche, ma probabilmente qualcosa (ingegneria, informatica, economia ecc) che ti porteranno nel mondo aziendale, con possibilità di accedere a livelli dirigenziali: posto che la formazione post laurea dovrà esserci, cosa ti renderà più facile il percorso? appunto come diceva l'omosessuale li sopra nozioni di economia, getione aiendale, informtica ecc. il latino è utile come tutto quello che fa cultura, ma non ti renderà competitivo verso "concorrenti" globalizzati.
pensi a te come insegnante, professore, giornalista o simili? al liceo classico dovrebbero darti le basi giuste.
il problema della scuola è che prepara senza obiettivo: non avete penso idea di come è difficile per esempio assumere una neodiplomata in rgionieria.
devi capire che le donne al mondo sono molte, ed io ho un solo membro. quindi devo sbrigarmi. w gli umori!


[il papero::post] non avete penso idea di come è difficile per esempio assumere una neodiplomata in rgionieria.
Si vede che sei molto esigente durante il colloquio.
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al <br />
corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)





DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS


[rodolfo::post]Si vede che sei molto esigente durante il colloquio.

io non faccio colloqui al personale, solo a comemrciali-responsabili.
arrivano col il cicles in bocca, non sanno prendere una telfonata, hanno una confusione mentale notevole sui loro obiettivi, sul loro futuro, su come ci si relaziona con un cliente. l'abbigliamento è improponibile, e la competenza specifica molto bassa.
questo nella media di diplomati con buoni voti, ovviamente ci sono le eccezioni.
devi capire che le donne al mondo sono molte, ed io ho un solo membro. quindi devo sbrigarmi. w gli umori!


è verde, banano.
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al <br />
corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)





DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS


[il papero::post]che sia liceo sith
Fallen sword - MMORPG ultr4n3rd via browser - gilda: asphaltanza
Il mio mulo sta portandomi: NUDIST COLONY OF DEAD.
Dunque, parliamone: una colonia di nudisti viene cacciata da una spiaggia da un gruppo religioso; allora, gli sfigatelli con le palle e le tette al vento si suicidano in massa e tornano a far vendetta...come zombi, ovviamente.


Asphalto ChillEx


[il papero::post]vuoi fare il liceo scintifico? allora andrai all'università, e molto difficilmente farai filosofia o lettere antiche, ma probabilmente qualcosa (ingegneria, informatica, economia ecc)

perché difficilmente? A me sembra che sia ed è giusto che continui ad essere facile invece. Non si può e non si deve pretendere da un quattordicenne privo di istruzione superiore che sappia già che da grande vuole pasticciare con gli atomi o dirigere una banca. La cosa buona del liceo è che ti presenta un sacco di discipline sia umanistiche che scientifiche e che tu puoi decidere alla fine quali vuoi approfondire ai fini di un possibile lavoro (il fatto che poi magari ti laurei e ti ritrovi a fare tutt'altro è un altro discorso), quali dimenticare con abile rimozione e quali coltivare come interesse.
cesare_codio: "no davvero tranquillizzi"
cesare_codio: "cioè nel senso tranquillizzi però non tipo Ave Ninchi per dire"


[falena::post]La cosa buona del liceo è che ti presenta un sacco di discipline sia umanistiche che scientifiche e che tu puoi decidere alla fine quali vuoi approfondire ai fini di un possibile lavoro (il fatto che poi magari ti laurei e ti ritrovi a fare tutt'altro è un altro discorso), quali dimenticare con abile rimozione e quali coltivare come interesse.
chi altro la pensa così?!?!?
Fallen sword - MMORPG ultr4n3rd via browser - gilda: asphaltanza
Il mio mulo sta portandomi: NUDIST COLONY OF DEAD.
Dunque, parliamone: una colonia di nudisti viene cacciata da una spiaggia da un gruppo religioso; allora, gli sfigatelli con le palle e le tette al vento si suicidano in massa e tornano a far vendetta...come zombi, ovviamente.


Asphalto ChillEx


[supermaz::post]chi altro la pensa così?!?!?

scemo lo so che è ovvio ma se fanno riformare la scuola al papero ci ritroviamo nei casini! Anche perché 16 ore di educazione sessuale con laboratorio alla settimana sono troppe, a mio avviso.
cesare_codio: "no davvero tranquillizzi"
cesare_codio: "cioè nel senso tranquillizzi però non tipo Ave Ninchi per dire"


no veramente io pensavo che il maggior pregio del liceo è che c'è figa
Fallen sword - MMORPG ultr4n3rd via browser - gilda: asphaltanza
Il mio mulo sta portandomi: NUDIST COLONY OF DEAD.
Dunque, parliamone: una colonia di nudisti viene cacciata da una spiaggia da un gruppo religioso; allora, gli sfigatelli con le palle e le tette al vento si suicidano in massa e tornano a far vendetta...come zombi, ovviamente.


Asphalto ChillEx


dipende

Non è obbligatorio essere Cristiani,
così come non è obbligatorio essere vivi.

- San Scrotobaldo da Pellagra, Conversore dei Turchi


E allora perché non l'hai fatto supermarx?
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al <br />
corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)





DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS


perchè ai tempi io ero concentrato maggiormente sulla mia crescita culturale!
Fallen sword - MMORPG ultr4n3rd via browser - gilda: asphaltanza
Il mio mulo sta portandomi: NUDIST COLONY OF DEAD.
Dunque, parliamone: una colonia di nudisti viene cacciata da una spiaggia da un gruppo religioso; allora, gli sfigatelli con le palle e le tette al vento si suicidano in massa e tornano a far vendetta...come zombi, ovviamente.


Asphalto ChillEx


[Wile::post] bisogna aspettare jung per iniziare a ragionare di superamento del pensiero greco.
Comunque non sono mica d'accordo eh, cioè non mi pare. Anzi.
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al <br />
corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)





DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS


[supermaz::post]perchè ai tempi io ero concentrato maggiormente sulla mia crescita culturale!

quindi devo supporre che la trovasti comunque altrove, a quel tempo
cesare_codio: "no davvero tranquillizzi"
cesare_codio: "cioè nel senso tranquillizzi però non tipo Ave Ninchi per dire"


[supermaz::post]La cosa buona del liceo è che ti presenta un sacco di discipline sia umanistiche che scientifiche e che tu puoi decidere alla fine quali vuoi approfondire ai fini di un possibile lavoro

la cosa cattiva è che ti da poco di tutto, e questo secondo me è superato.
altra cosa cattiva è che il mondo è spietato, e per travare lavoro bisogna avere una marcia in più.
[falena::post]Anche perché 16 ore di educazione sessuale con laboratorio alla settimana sono troppe, a mio avviso.

ma scherzi? sai quante sottodisipline esistono?
[rodolfo::post]è verde, banano.

tsk.
baciami sto quadrivio.
[supermaz::post]io pensavo che il maggior pregio del liceo è che c'è figa
[rodolfo::post]E allora perché non l'hai fatto supermarx?
[supermaz::post]perchè ai tempi io ero concentrato maggiormente sulla mia crescita culturale!

la figa gli fa schifo, capisci?
devi capire che le donne al mondo sono molte, ed io ho un solo membro. quindi devo sbrigarmi. w gli umori!


[il papero::post]
altra cosa cattiva è che il mondo è spietato, e per travare lavoro bisogna avere una marcia in più.
porca troia maraaaanzaaaaaaaaaaaaaaa
Fallen sword - MMORPG ultr4n3rd via browser - gilda: asphaltanza
Il mio mulo sta portandomi: NUDIST COLONY OF DEAD.
Dunque, parliamone: una colonia di nudisti viene cacciata da una spiaggia da un gruppo religioso; allora, gli sfigatelli con le palle e le tette al vento si suicidano in massa e tornano a far vendetta...come zombi, ovviamente.


Asphalto ChillEx


[il papero::post]la cosa cattiva è che ti da poco di tutto, e questo secondo me è superato.

secondo me invece il principio è giusto ma sono completamente sbagliati i criteri del cosa proporre e come.
[il papero::post]ma scherzi? sai quante sottodisipline esistono?

senti io sarò all'antica ma l'arte del pompino zigrinato preferisco comunque impararla dopo la scuola
cesare_codio: "no davvero tranquillizzi"
cesare_codio: "cioè nel senso tranquillizzi però non tipo Ave Ninchi per dire"


[supermaz::post]porca troia maraaaanzaaaaaaaaaaaaaaa

dai, non è bello usare il nome di marry per imprecare.
devi capire che le donne al mondo sono molte, ed io ho un solo membro. quindi devo sbrigarmi. w gli umori!


[falena::post]senti io sarò all'antica ma l'arte del pompino zigrinato preferisco comunque impararla dopo la scuola

ok, a che ora finisci?
devi capire che le donne al mondo sono molte, ed io ho un solo membro. quindi devo sbrigarmi. w gli umori!


[il papero::post]ok, a che ora finisci?

dieci anni fa. Ci vediamo all'uscita.
cesare_codio: "no davvero tranquillizzi"
cesare_codio: "cioè nel senso tranquillizzi però non tipo Ave Ninchi per dire"


cazzo come posso ritrovare la foto dove c'era la tipa che si ficcava il cambio in culo stando in macchina??!
Fallen sword - MMORPG ultr4n3rd via browser - gilda: asphaltanza
Il mio mulo sta portandomi: NUDIST COLONY OF DEAD.
Dunque, parliamone: una colonia di nudisti viene cacciata da una spiaggia da un gruppo religioso; allora, gli sfigatelli con le palle e le tette al vento si suicidano in massa e tornano a far vendetta...come zombi, ovviamente.


Asphalto ChillEx


beh, se vuoi tu fai la tipa e io ti fotografo.
[falena::post]Ci vediamo all'uscita.

sono quello con la rosa all'occhiello, ed il pacco rigonfio.
devi capire che le donne al mondo sono molte, ed io ho un solo membro. quindi devo sbrigarmi. w gli umori!


[il papero::post]ed il pacco rigonfio.

scusate l'off topic ma mi hai fatto ricordare purtroppo che ieri sera continuavo a guardare allibita un tipo credo maghrebino sull'autobus, con la faccia un po' da "vi stupro tutti entro le prossime due fermate, prima donne vecchi e bambini, e poi mingo sui vostri documenti", perché aveva un pacco spropositato e avrei voluto capire se l'aveva imbottito o no.
cesare_codio: "no davvero tranquillizzi"
cesare_codio: "cioè nel senso tranquillizzi però non tipo Ave Ninchi per dire"


Bella, credevi fossi un'invenzione di pgcd?


beh, te l'avrebbe fatto capire volentieir penso.
devi capire che le donne al mondo sono molte, ed io ho un solo membro. quindi devo sbrigarmi. w gli umori!


[DrBrunvand::post]gainatt


cos'è un gainatt?
prrmao
Menesturello: io non capisco la foga con cui volete che sia studiato a scuola (e quindi imposto) qualcosa di diverso dall'alfabetizzazione base e poco altro quando è palese che tutto il resto che serve nella vita si impara stando 10 minuti affacciati alla finestra.

Tenuto conto poi che per le esigenze particolari c'è google.


[maxdanno::post]
Qual'è la differenza? che in filosofia al contrario che nelle scienze la teoria di un uomo non annulla necessariamente quella del suo predecessore. Ma di nuovo, perché dobbiamo scornarci su Zenone e non sapre neanche chi fosse il Marx filosofo o Popper?
Guarda ha risposto bene rodolfo in una riga. Non ha senso studiare la filosofia per se, si studia la storia della filosofia. Io capisco il tuo ragionamento perche' e' lo stesso in cui ero chiuso anche io ai tempi del liceo. Tutti osannavano democrito perche' ci aveva preso in pieno con la teoria degli atomi e quindi doveva essere il piu' grande senza considerare la possibilita' che sparando nel mucchio avesse semplicemente avut piu' culo. La prima volta che lessi una storia della filosofia occidentale fatta bene, pero', cioe' quella di Russell, capii che non avevo capito un cazzo.
La regoletta del nove per capire la filosofia, che ovviamente nessuno ti insegna, secondo me e' la seguente: se io fossi nato a quei tempi, come avrei pensato? Sarei quello che sono adesso? Ovviamente e' una domanda senza risposta ma ha aiutato, almeno me, ad apprezzare il pensiero dei filosofi (e ad imparare che almeno in filosofia sei tanto piu' importante tanto piu' ti distacchi dal pensiero mainstream).
[il papero::post]io non faccio colloqui al personale, solo a comemrciali-responsabili.
arrivano col il cicles in bocca, non sanno prendere una telfonata, hanno una confusione mentale notevole sui loro obiettivi, sul loro futuro, su come ci si relaziona con un cliente. l'abbigliamento è improponibile, e la competenza specifica molto bassa.
questo nella media di diplomati con buoni voti, ovviamente ci sono le eccezioni.

papero quelli sono i tamarri, la scuola non puo' farci piu' niente da quando hanno abolito i grembiuli e le bacchettate sulle nocche.


[gg::post]papero quelli sono i tamarri,

se fosse stato per torino te l'avrei appoggiata fino a farti vedere le stelle, ed anche le striscie.
ma a cuneo credi che veri tamarri ce ne sono pochi.
parliamo di ragazze di 19 annni, con buoni voti, famiglia tradizionale.
per una centralinista hanno visto circa 20 persone.
devi capire che le donne al mondo sono molte, ed io ho un solo membro. quindi devo sbrigarmi. w gli umori!


Non ha senso studiare la filosofia per se, si studia la storia della filosofia

no, aspetta, il fatto che da sempre nei licei italiani la materia 'filosofia' sia 'storia della filosofia' non vuol mica dire che questo sia l'unico approccio possibile o sensato.
Non saprei, con la nostra ammirazione per l'antichità, che cosa possa proteggere dal suicidio un aspirante filosofo, se non il fatto che Platone e Aristotele non portavano i calzoni [...] (R. M.)


peraltro il paradigma degli atomi è una delle più perniciose cazzate per la fisica recente, eh
cerca in questo sito con google.
Perdo tempo su asphalto da
  + | last | shuffle
(NB: trovi che qualcosa non vada nella mia sign e vuoi rendermene edotto? Grazie! Però scrivimi una merda di email invece di postarlo su asphalto.)


[maxdanno::post]a quanto sembra basta un po' di odore di sangue per bumpare un thread.

visto che sei stupido, mi prendo pure la briga di spiegarmi. se non capisci, posso scrivere più lentamente.

la fisica di newton E' applicabile anche oggi. Meccanica quantistica e relatività ne hanno ristretto il campo di applicazione (velocità basse rispetto alla luce, dimensioni maggiori di quella atomica). Però le formule che si usano oggi sono le stesse concepite da Newton 4 secoli fa, e in questo sta la sua grandezza.

Ha senso invece spendere un anno di vita sui deliri dei presocratici? è come se uno studente di medicina dovesse studiare l'equilibrio degli umori e i salassi, o un chimico dovesse inseguire per anni la pietra filosofale prima di passare alle teorie attuali. Sono perfettamente cosciente che Platone prima e Aristotele poi hanno monopolizzato la filosofia fino almeno fino al 1600, ma la stessa cosa si può dire per la medicina greca o l'alchimia.

Qual'è la differenza? che in filosofia al contrario che nelle scienze la teoria di un uomo non annulla necessariamente quella del suo predecessore. Ma di nuovo, perché dobbiamo scornarci su Zenone e non sapre neanche chi fosse il Marx filosofo o Popper?

Poi, il fallimento della mia prof di filosofia è stato presentarci il pensiero di ogni autore come se fosse vero e sensato. Ogni autore era a modo suo nel giusto, ogni autore un genio indipendentemente dalle cazzate che diceva. Ci avesse detto: ragazzi, era gente da poco uscita dall'età della pietra che iniziava a porsi domande tipo di cosa fosse fatta la materia, qual'era la società migliore etc., nei limiti del loro contesto storico, avrebbe avuto senso. Altrimenti, cambia mestiere.

quoto in toto


[gg::post](e ad imparare che almeno in filosofia sei tanto piu' importante tanto piu' ti distacchi dal pensiero mainstream).
sostituiamo filosofia con fisica e... ilduca torna non siamo stati giusti con te!
Fallen sword - MMORPG ultr4n3rd via browser - gilda: asphaltanza
Il mio mulo sta portandomi: NUDIST COLONY OF DEAD.
Dunque, parliamone: una colonia di nudisti viene cacciata da una spiaggia da un gruppo religioso; allora, gli sfigatelli con le palle e le tette al vento si suicidano in massa e tornano a far vendetta...come zombi, ovviamente.


Asphalto ChillEx


[gg::post]La regoletta del nove per capire la filosofia, che ovviamente nessuno ti insegna, secondo me e' la seguente: se io fossi nato a quei tempi, come avrei pensato? Sarei quello che sono adesso? Ovviamente e' una domanda senza risposta ma ha aiutato, almeno me, ad apprezzare il pensiero dei filosofi

ovvio quotone. Sia in prospettiva storica, perché capisci in che modo (per assorbimento e per distacco) l'ingegno individuale si potesse confrontare con i caratteri della propria epoca, sia in senso metodologico, perché comunque intravedi o apprendi tanti modi di esercitare il pensiero al di là del valore intrinseco dei risultati raggiunti da altri in passato.
cesare_codio: "no davvero tranquillizzi"
cesare_codio: "cioè nel senso tranquillizzi però non tipo Ave Ninchi per dire"


[Le deuxième sexe::post]
no, aspetta, il fatto che da sempre nei licei italiani la materia 'filosofia' sia 'storia della filosofia' non vuol mica dire che questo sia l'unico approccio possibile o sensato.
lo e' per chi ci si avvicina per la prima volta, a scuola. un po' come la Storia. Prima si da una visione di insieme e poi si approfondisce.

Che poi anche quest' ultima secondo me viene insegnata male perche' piu' che la Storia si insegna la storiella, cioe' il susseguirsi dei fatti, gli eventi, le date... in realta' la Storia e' ben diversa. Intanto c'e' la storiografia, di cui poco si parla ma che meriterebbe tutta l'attenzione. Il concetto che le verita' storiche non esistono lo si impara troppo avanti e di solito dalla storia contemporanea.
Per fare un esempio di cui si e' accennato qualche giorno fa: piuttosto che limitarsi a parlare delle imprese di giulio cesare sarebbe molto piu' utile discutere sul fatto di quanto sia difficile, se non impossibile, raccontare le sue stesse imprese in maniera verosimile.


[falena::post]La cosa buona del liceo è che ti presenta un sacco di discipline sia umanistiche che scientifiche e che tu puoi decidere alla fine quali vuoi approfondire ai fini di un possibile lavoro
QCQ
Sono uno psicopatico, getto le ragazze in piscina per salvarle.


[rodolfo::post]
[Wile::post] bisogna aspettare jung per iniziare a ragionare di superamento del pensiero greco.
Comunque non sono mica d'accordo eh, cioè non mi pare. Anzi.

ti aspettavo al varco, infatti.
... I feel I must be wrong.


adesso debbo uscire, a poi.
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al <br />
corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)





DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS


posso venire?

Non è obbligatorio essere Cristiani,
così come non è obbligatorio essere vivi.

- San Scrotobaldo da Pellagra, Conversore dei Turchi


[il bruko::post]Se rimango incinta nel frattempo lo tiri su tu, il bambino, menagramo che non sei altro!


tanto son abituato a fare lo zio


[vision-x::post]tanto son abituato a farmi lo zio

Smentisco energicamente.

You know you're this close to becoming a human condom when Paris Hilton is showing more sense than you


che senso ha dirtyquotare un testo al fine di sembrare frozio?
Sono uno psicopatico, getto le ragazze in piscina per salvarle.


[Louis::post]che senso ha dirtyquotare un testo al fine di sembrare frozio?

Avevo quattro minuti liberi e l'asphalto era in un momento di fiacca. E poi io metto lo spettacolo prima dei risultati.

You know you're this close to becoming a human condom when Paris Hilton is showing more sense than you


ho studiato latino per 5 anni e adesso quando vado a Latina mi faccio capire.


[Portatore sano di ignoranza]


[supermaz::post]porca troia maraaaanzaaaaaaaaaaaaaaa


[il papero::post]non è bello usare il nome di marry per imprecare.


no, infatti.
poi non ho capito cosa c'entro io con tutto ciò.

parlando del papero e della sua mentalità businnes-oriented: se resti a Cuneo magari non ha senso studiare tutte le cose inutili e perniciose come il latino e la filosofia, ma se devi mercanteggiare con il mondo intiero ti rendi conto di come la "cultura generale" ti serva a capire o almeno ad intuire i comportamenti delle persone di altri luoghi lontani dal Piemonte.
i dettagli tecnici cambiano troppo in fretta perché abbia davvero senso insegnarli a scuola (perché quello che impari bene lo impari a scuola: per i successivi 60 anni della tua vita annaspi accumulando informazioni che però vengono assimilate sulla base di quello che hai imparato sui banchi).
da una parte è frustrante uscire di scuola e non sapere nulla del mondo reale, dall'altra parte è anche inutile spendere del tempo per imparare il DOS al liceo e poi uscire dall'Università che c'è già windows XP con le finestrelline colorate.

segnalo inoltre: Severgnini lurka Asphalto

Maturità, tocca al latino. Ma non sarebbe meglio il cinese?

Dunque sarà latino, la seconda prova scritta della maturità classica. Per consolare i ragazzi che dovranno studiarlo molto, e incuriosire i lettori che l'hanno studiato poco (o nulla), proviamo a ragionare sull'utilità di quella che non è una lingua morta. A meno che decidiamo di ucciderla, togliendola dalle scuole.
Vi aspettate, a questo punto, dotte considerazioni sull'importanza della cultura classica? Scordatevele. Certe cose si capiscono da soli, quando i diciott'anni si sono compiuti già tre volte (almeno). Se un ragazzo del liceo s'innamora perdutamente di Catullo, preoccupatevi. Meglio che scelga una bella fanciulla del ginnasio, e usi Catullo come arma tattica (a piccole dosi, funziona).

Dunque: a cosa serve, oggi, il latino? A quattro cose, sicuramente.
A DISCUTERE. Ieri il "Guardian", qualche giorno fa il "Financial Times". Il primo dice che il latino non è solo utile, ma resta "un grande livellatore sociale" (tutti possono impararlo, se s'impegnano). Il secondo sostiene che occorre mollare la lingua di Cicerone ("sempre più sfoggio di erudizione e dimostrazione di una gioventù sprecata"), in favore del cinese, "che consente di parlare anche con qualcuno che non sia il Papa". Un particolare curioso: lo spunto al quotidiano inglese l'ha fornito un quindicenne di Roma, Andrea Rocchetto, evidentemente stufo di leggere Livio che racconta di Lucrezia molestata da Tarquinius Sex. (che non vuol dire "sesso", ma "sesto". "Tace, Lucretia: Sextus Tarquinius sum; ferrum in manu est; moriere, si emiseris vocem.").

A CAPIRE QUELLO CHE DICIAMO - Come molti sanno - e tutti dovrebbero sapere - le lingue classiche non stanno solo alla base della lingua italiana, ma hanno costruito il sistema di riferimenti nel quale ci muoviamo. Se dico "Sei nell'olimpo della tua professione", sto citando la mitologia greca. Se uso "quantum", "medium" e "plenum" - giusto per stare ai neutri - sto parlando latino. Lo so che lo sapete. Però è il caso di ricordarlo in pubblico, ogni tanto.

A CAPIRE COME FUNZIONA LA MACCHINA - Il latino è una lingua logica. Chi oggi sa scovare un ablativo assoluto, o capire una perifrastica, domani saprà leggere testi difficilissimi (codici tributari, libretti d'istruzioni, scatole di medicinali). Tradurre vuol dire immaginare diverse soluzioni possibili, metterle alla prova e scartarle. Come nel sudoku, solo che è più divertente.

A GIOCARE L'ing. Flavio Fontana è un dirigente dei Pirelli Labs e si occupa di "implicazioni teoriche e sperimentali del potenziale vettore alla luce dell'effetto Bohm Aranov". Per distrarsi, ha scritto tre poemi epico-calcistici sull'Inter, firmandoli Musandro. Il primo s'intitolava, profeticamente, "De Reditu Ronaldi" (il ritorno di Ronaldo); l'ultimo, appena uscito, "De Primo Consulatu Hadriani". Non c'è bisogno di scalare queste vette (né di essere interisti, anche se aiuta). Basta divertirsi. Per esempio, giocando con le traduzioni. Inizio io: Aula magna (Mensa), Brevi manu (Non è rigore, l'ho solo sfiorata!), Carpe diem (Venerdì, pesce), Ex abrupto (Digestione difficile), Homo homini lupus (A ognuno il suo pastore tedesco), Memento mori (Bei tempi, quando non dovevo tingermi), Ora pro nobis (Adesso tocca a noi), Stabat mater (Stasera niente baby-sitter), Sursum cordam (Le ultime parole di Saddam).

NOTA PER I MATURANDI: Trattasi di giochi di parole; e in un motto latino c'è un errore (trovatelo). Aggiungo: evitate di usare queste traduzioni durante la prova d'esame. Se lo fate, auguratevi d'avere dei commissari spiritosi.


[maranza::post]businnes


l'ho pure scritto sbagliato per sottolineare la provincialità del papero che usa le parole straniere per farsi bello.


[maranza::post]se resti a Cuneo magari non ha senso studiare tutte le cose inutili e perniciose come il latino e la filosofia, ma se devi mercanteggiare con il mondo intiero ti rendi conto di come la "cultura generale" ti serva a capire o almeno ad intuire i comportamenti delle persone di altri luoghi lontani dal Piemonte.

ehi, tamarro, la mia azienda è nazionale, arrivando fino in toscana, ed internazionale, dato che arriva fino alla sicilia saudita.
[maranza::post]l'ho pure scritto sbagliato per sottolineare la provincialità del papero che usa le parole straniere per farsi bello.

io sono già molto ma molto bello.
tsk, uno che va a 56k prende per il culo i cuneesi.
devi capire che le donne al mondo sono molte, ed io ho un solo membro. quindi devo sbrigarmi. w gli umori!


[il papero::post]uno che va a 56k prende per il culo i cuneesi.


eh, però ieri ero ad Edinburgo a controllare un serbatoio da spedire in Pakistan, quindi ciucciamelo tu e tutta la tua ADSL.


[maranza::post]ADSL

tsk.
col notebook vado a umts.
oh, scusa, c'è una presa del telefono laggiù, ti serve un cavetto lungo 74metri per connettere il tuo 386 con diplay 8" monocromatico?
devi capire che le donne al mondo sono molte, ed io ho un solo membro. quindi devo sbrigarmi. w gli umori!


[il papero::post]col notebook vado a umts.
oh, scusa, c'è una presa del telefono laggiù, ti serve un cavetto lungo 74metri per connettere il tuo 386 con diplay 8" monocromatico?


ti ricordo che l'esibizione tecnologica è NOTORIAMENTE un compensativo fallico.


[maranza::post]Severgnini lurka Asphalto


[maranza::post]Ieri il "Guardian", qualche giorno fa il "Financial Times"


Secondo me sono il Guardian e il Financial Times a lurkare.


[Pacciani::post]
allora lo stesso discorso si può fare con la storia: perchè fare di sfuggita 3000 anni di egizi e dedicare un anno intero al novecento (neanche tutto, fino al secondo dopoguerra)?
la risposta è che si fa così perchè è più importante per la formazione di uno studente la storia moderna


ma di nuovo, la storia non è il genere di cosa che ti impari dettagliatamente per i fatti tuoi, di norma, mentre tutti i liceali hanno letto kafka e montale a 16 anni.

comunque sono abbastanza d'accordo, la storia antica meriterebbe più attenzione e rispetto.

[Pacciani::post]allo stesso modo sarà più utile studiare movimenti letterari più vicini a noi, che fanno comprendere meglio l'epoca in cui sono collocati


diobestia, leggere non è un'attività che fai perchè è utile a capire un'epoca. il fatto che sia così è un byproduct, non è il motivo per cui si studia la letteratura.
maledetto marxismo.

[il bruko::post]Esce Babe, maialino coraggioso e dopo ci sono due mezzi Babe appesi ad un gancio e poi ci sono un sacco di insaccati


oddio che bello!

[Wile::post]
brullo, ti devo dare una notizia che ti sconvolgerà. il mondo non finisce alle colonne d'ercole.


certo che no, ma ciò non inficia quello che ho detto.
avevo dei dubbi sull'oriente, che mi ha prontamente eliminato (in parte) il rodolfo.
per il resto, i maya hanno iniziato a scrivere un po' dopo di noi.

[rodolfo::post]è stata anche una tara del pensiero europeo superata, a fatica, forse solo dopo Hegel.


trovo terribile che oggi esista ancora qualcuno che prende sul serio hegel.
hegel. l'uomo che ha trasformato la filosofia in fuffa.

[maxdanno::post]
Ha senso invece spendere un anno di vita sui deliri dei presocratici? è come se uno studente di medicina dovesse studiare l'equilibrio degli umori e i salassi, o un chimico dovesse inseguire per anni la pietra filosofale prima di passare alle teorie attuali. Sono perfettamente cosciente che Platone prima e Aristotele poi hanno monopolizzato la filosofia fino almeno fino al 1600, ma la stessa cosa si può dire per la medicina greca o l'alchimia.

Qual'è la differenza? che in filosofia al contrario che nelle scienze la teoria di un uomo non annulla necessariamente quella del suo predecessore. Ma di nuovo, perché dobbiamo scornarci su Zenone e non sapre neanche chi fosse il Marx filosofo o Popper?


maxdanno, sei un povero idiota.
riguardo al tuo discorso della fisica, che qui non ho quotato: così come applichi le equazioni di Newton a fini pratici, benchè tali equazioni siano un'approssimazione, così molti ragionamenti standard della filosofia sono quelli di Platone, Aristotele, sofisti e compagnia bella, in prima approssimazione. in ogni caso, parti da lì.

quelli dei presocratici sembrano deliri a te che hai una mente ottusa. il mondo è un fluire costante e irriducibile e molteplice oppure è l'emanazione solo apparentemente mutevole di un principio immutabile e razionale? guarda un po', i protagonisti di questa diatriba si chiamano Eraclito e Parmenide.

[gg::post]Il concetto che le verita' storiche non esistono


LOL questa me la devi spiegare.
(che poi tali verità ci possano essere inaccessibili, come nel caso di giulio cesare, è un altro discorso)

" "ciao, io vado a vivere in un appartamento un po' grande e volevo un animale da compagnia: cosa mi consigli?""ti consiglio....l'unicorno!""ma l'unicorno non esiste""non avevi specificato che doveva essere un animale esistente" " (maranza)

ho deciso che vincono le piramidi LOL


[brullo nulla::post]LOL questa me la devi spiegare.


lo spiega bene il saggio maestro dei 5 picchi quasi al termine della battaglia di Sirio nella casa di Cancer, se ti ricordi, e direi che come fonte è abbastanza autorevole
Bambini il mondo non è come ve lo descrivono


A parte che Severnigni è solo un paio di braccia rubate all'agricoltura…
Dunque:
1. a scuola non si fa "filosofia", ma "storia della filosofia". Tranne qualche luminosa eccezione,un coacervo di nozioni inutili, dispersive e indigeribili, studiate con la medesima vivacità mentale di quelle sceme di 18 anni che fanno giurisprudenza per lavorare nello studio del papi.

2. filosofia andrebbe insegnata così:
a) si studiano solo i grandi classici: Platone, Aristotele, Agostino ecc…
b) li si studia leggendo i loro testi, non il manuale di qualche idiota
c) si affrontano in modo guidato alcuni problemi della quotidianità e si cerca di risolverli filosoficamente: esempio, sei per l'eutanasia o contro l'eutanasia? su quale base difendo il concetto di democrazia? ecc ecc

3. brullo nulla, che cosa studi?
"Non c'è giudice e non c'è giustizia" (Talmud, Avodà Zarà, 25a)


[Rabbi Acher::post]su quale base difendo il concetto di democrazia?
ma scusa, perché dovremmo difendere il concetto di democrazia?

Non è obbligatorio essere Cristiani,
così come non è obbligatorio essere vivi.

- San Scrotobaldo da Pellagra, Conversore dei Turchi


[Rabbi Acher::post]b) li si studia leggendo i loro testi


ovviamente in lingua originale, che in traduzione ci perdono un sacco.

opzionalmente, si va a scuola con i sandali e la tunica e ce lo si fa buttare al culo dal docente cospargendosi di olio d'oliva.


[Rabbi Acher::post]si studiano solo i grandi classici: Platone, Aristotele, Agostino ecc…


no

[Rabbi Acher::post]li si studia leggendo i loro testi, non il manuale di qualche idiota


si

[Rabbi Acher::post]si affrontano in modo guidato alcuni problemi della quotidianità e si cerca di risolverli filosoficamente: esempio, sei per l'eutanasia o contro l'eutanasia? su quale base difendo il concetto di democrazia? ecc ecc


bella idea, ma la si può applicare solo dopo aver fatto tutto, no?

[Rabbi Acher::post]brullo nulla, che cosa studi?


non studio. sono dottorando in biofisica delle proteine.

" "ciao, io vado a vivere in un appartamento un po' grande e volevo un animale da compagnia: cosa mi consigli?""ti consiglio....l'unicorno!""ma l'unicorno non esiste""non avevi specificato che doveva essere un animale esistente" " (maranza)

ho deciso che vincono le piramidi LOL


[brullo nulla::post]sono dottorando

E per questo non studi?

You know you're this close to becoming a human condom when Paris Hilton is showing more sense than you


pwned

Non è obbligatorio essere Cristiani,
così come non è obbligatorio essere vivi.

- San Scrotobaldo da Pellagra, Conversore dei Turchi


[brullo nulla::post]diobestia, leggere non è un'attività che fai perchè è utile a capire un'epoca. il fatto che sia così è un byproduct, non è il motivo per cui si studia la letteratura.
maledetto marxismo

si ma a me allora che cazzo mi frega di leggere d'annunzio per conto mio con tutta la bella roba che fanno adesso?


[Zio Brady::post]
E per questo non studi?


certo che no. non nel senso classico, almeno. (poi il mio lavoro richiede di leggere tonnellate di letteratura specialistica, quindi in realtà "studio" parecchio,ma così fanno anche i miei colleghi di 40 anni).

ti informo che almeno in italia i dottorandi fanno attività di ricerca e vengono pagati (pochissimo), non vanno a lezione. al massimo c'è qualche seminario una volta al mese (mi sono perso quello sul gene overlap nei metazoi, accidenti).

[Pacciani::post]tutta la bella roba che fanno adesso?


che libri indispensabili hanno scritto dopo il 1970?

" "ciao, io vado a vivere in un appartamento un po' grande e volevo un animale da compagnia: cosa mi consigli?""ti consiglio....l'unicorno!""ma l'unicorno non esiste""non avevi specificato che doveva essere un animale esistente" " (maranza)

ho deciso che vincono le piramidi LOL


ma sì brullo, credo lo sapesse. l'ironia era rivolta al ministero, per il quale il dottorando è uno studente e basta.

Non è obbligatorio essere Cristiani,
così come non è obbligatorio essere vivi.

- San Scrotobaldo da Pellagra, Conversore dei Turchi


[brullo nulla::post]
[Pacciani::post]tutta la bella roba che fanno adesso?


che libri indispensabili hanno scritto dopo il 1970?


definisci "indispensabili", corredando con alcuni esempi


[brullo nulla::post]certo che no. non nel senso classico, almeno. (poi il mio lavoro richiede di leggere tonnellate di letteratura specialistica, quindi in realtà "studio" parecchio,ma così fanno anche i miei colleghi di 40 anni).

ti informo che almeno in italia i dottorandi fanno attività di ricerca e vengono pagati (pochissimo), non vanno a lezione. al massimo c'è qualche seminario una volta al mese (mi sono perso quello sul gene overlap nei metazoi, accidenti).


Brullo, a) facevo dell'ironia che mi aspettavo cogliessi, e b) all'estero i dottorandi fanno attività di ricerca e vengono pure pagati meglio [almeno, i miei colleghi sono sui 1200 euri mensili ma ho conosciuto un dottorando che prende pure di più, però a Oxford].

[Q.::post]ma sì brullo, credo lo sapesse. l'ironia era rivolta al ministero, per il quale il dottorando è uno studente e basta.

Più che col ministero, dal quale non mi aspetto molto altro, ironizzavo su CERTI collegi* [non scrivo quali perché anche i muri hanno orecchie].

* da intendersi come plurale di "collegio", non come errore di battitura nello scrivere "colleghi"

You know you're this close to becoming a human condom when Paris Hilton is showing more sense than you


ma che muro? asphalto!


[Zio Brady::post]b) all'estero i dottorandi fanno attività di ricerca e vengono pure pagati meglio [almeno, i miei colleghi sono sui 1200 euri mensili ma ho conosciuto un dottorando che prende pure di più, però a Oxford].
all'estero = europa? dipende dai posti. le universita' non pagano molto neanche nel resto europa, fatta eccezione per i posti veramente buoni. Io prendevo 1700 euro al mese netti.


[gg::post]le universita' non pagano molto neanche nel resto europa
minimo minimo il 50% in più se non il doppio. che poi non sia molto in assoluto, è solo un aggravante

Non è obbligatorio essere Cristiani,
così come non è obbligatorio essere vivi.

- San Scrotobaldo da Pellagra, Conversore dei Turchi


[brullo nulla::post]che libri indispensabili hanno scritto dopo il 1970?


tutti quelli di Dav Pilkey?


la vita interiore di moravia, mi fa un sacco ridere che quello la sgrilletta in macchina o l'altro cerca di inchiappettarla ma soffre di precox e le sburra sulle chiappe
il bello è che cercano di farla passare per cultura.
devi capire che le donne al mondo sono molte, ed io ho un solo membro. quindi devo sbrigarmi. w gli umori!


[gg::post]all'estero = europa?

In inghilterra di sicuro. In spagna un dottorando prende sui 1100 netti al mese.
[gg::post]Io prendevo 1700 euro al mese netti.

Come dottorando o come ricercatore? [in entrambi i casi è uno stipendio di tutto rispetto paragonato alla situazione italiana]

You know you're this close to becoming a human condom when Paris Hilton is showing more sense than you


[Zio Brady::post]Come dottorando o come ricercatore?
come dottorando ma era sicuramente uno dei posti in cui pagavano meglio.


[gg::post]come dottorando ma era sicuramente uno dei posti in cui pagavano meglio.

Spero che ti renda conto che è circa il 110% in più che in Italia, eh. Dimmi che è poco!

You know you're this close to becoming a human condom when Paris Hilton is showing more sense than you


dov'e' che mi sarei lamentato?


[gg::post]dov'e' che mi sarei lamentato?

Da nessuna parte, e dov'è che avrei avuto un intento polemico? Vuoi litigare? Ti aspetto fuori con due amici*.


* E uno sarà rodolfo, quindi prega.

You know you're this close to becoming a human condom when Paris Hilton is showing more sense than you


Mi fate passare per quello che non sono.
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al <br />
corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)





DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS


[rodolfo::post]Mi fate passare per quello che non sono.

Non sei il campione europeo 2004 di birra&salsicce?

You know you're this close to becoming a human condom when Paris Hilton is showing more sense than you


[Rabbi Acher::post]b) li si studia leggendo i loro testi, non il manuale di qualche idiota

Caro Rabbi, ti leggo sempre con piacere e blablabla...
Ti quoto con moderazione e non senza qualche perplessità che sicuramente verrà appianata ponendo (ed eventualmente discutendo) alcuni distinguo.

Limitiamo innanzitutto la portata del discorso alla Storia della Filosofia: quello che auspichi ha senso ma fino ad un certo punto.
I vantaggi offerti dall'approccio filologico non riuscirebbero a colmare quella distanza che per forza di cose si frappone tra un Classico e uno studente delle superiori che deve sorbirselo sic stantibus.
I licei di oggi non devono formare Filosofi, è sufficiente nella mia modesta visione che il liceale abbia arricchito il proprio bagaglio terminologico e acquisito (mediante nozioni storiografiche) la consapevolezza dell'evoluzione del pensiero occidentale quale è stato fino ad oggi, ossia una speculazione progressiva che si costruisce su se stessa e da se stessa.
Questa consapevolezza un buon manuale (Cambiano, Mori, Adorno...) se studiato con passione te la da.

La seconda "critica" al Rabbi-pensiero si colloca in quella terra di nessuno che è rappresentata dalle Facoltà di Filosofia. Dove si dovrebbe studiare la Filosofia.
L'approccio al testo originale è d'obbligo e ove possibile a quanto mi risulta così viene fatto.
La mia esperienza personale mi fa però propendere alla Via Mista che vede lo studio del Classico affiancato dalla fruizione di un commentario monografico ( quanto più recente possibile che garantisca il supporto di uno studioso serio a chi per esempio è a digiuno di greco. Mi vengono in mente gli ottimi lavori di Mario Vegetti su Platone e l'imprescindibile Berti per chi approfondisce Aristotele).

Voglio infine lanciare una provocazione bella e buona qualora le tesi del buon rabbi sui classici avessero voluto avere una portata maggiore di quella che onestamente gli si sta attribuendo (e mi rendo ben conto che così non è).
Un testo non è mai un "classico" o un "fondamentale" per definizione ma lo diventa piuttosto grazie a quella candidatura collettiva che riceve per aver passato indenne la prova del tempo. E' un classico oggi ciò che ieri non lo era.
Restringendo ai soli classici l'approfondimento filosofico si esclude la contemporaneità.
I nostri ragazzi studiano la contemporaneità che fu ai tempi dei greci, degli empiristi inglesi o degli innovatori tedeschi.
Chi (e soprattutto quando si) studierà la nostra contemporaneità cosa potrà farsene se non fare ciò che abbiamo fatto noi con quella di chi ci ha preceduto?
Hum, mi sono infilato in un bel tunnel di merda, meglio interrompersi. Se avete letto fino a qui siete degli stolti.

[brullo nulla::post]trovo terribile che oggi esista ancora qualcuno che prende sul serio hegel.
hegel. l'uomo che ha trasformato la filosofia in fuffa.
Pat pat, amico mio, pat pat.
In primis, lasciamo perdere la sostanza e badiamo alla forma, dimmi un solo filosofo che sia stato capace di esprimersi nella maniera tanto elegante e dotta e poetica che era il marchio di fabbrica anche solo delle scureggie di Sieg Hegel.
Poi tornando alla sostanza, mica è colpa di Hegel se tu sei nato in quell'italia di Croce
che ha profondamente attinto dalla più fragile delle fonti hegeliane (quella dello Spirito). La dialettica hegeliana, per quel poco che ho potuto/dovuto studiare rappresenta la summa mai espressa in oltre venti secoli di storia (Se vogliamo partire da Platone) e francamente non riesco a liquidarla come "fuffa" con tanta semplicità. Dialettica + Hegel? I care.

Sulle opere post '70: poca roba ma assolutamente tutto Goldblatt (se non l'hai letto ti consiglio Logics of Time and Computation)

Ah Wile, perchè Jung?


[escape_from_la_palma::post]le Facoltà di Filosofia. Dove si dovrebbe zappare la nuda terra con la sola forza degli sfinteri



[escape_from_la_palma::post]Se avete letto fino a qui siete degli stolti.
sigh.

Non è obbligatorio essere Cristiani,
così come non è obbligatorio essere vivi.

- San Scrotobaldo da Pellagra, Conversore dei Turchi


Dite al Seve che avra' anche studiato il latino, ma bastava guglare (guglo, -es, tuli, latum, guglare) per scoprire che e' l'effetto Bohm-Aharonov.

Latino 1 - Scienza 0
Severgnini 85' (A)


[escape_from_la_palma::post] Poi tornando alla sostanza, mica è colpa di Hegel se tu sei nato in quell'italia di Croce
che ha profondamente attinto dalla più fragile delle fonti hegeliane (quella dello Spirito). La dialettica hegeliana, per quel poco che ho potuto/dovuto studiare rappresenta la summa mai espressa in oltre venti secoli di storia (Se vogliamo partire da Platone) e francamente non riesco a liquidarla come "fuffa" con tanta semplicità. Dialettica + Hegel? I care.
Questa è una delle cose di cui volevo parlare ma ho ritenuto più opportuno soprassedere. Io non credo che brullo volesse buttare nel cesso Hegel anche perchè, banalissimamente, non si può. D'altra parte la formula hegeliana in senso stretto è unica, totalizzante, e può giustificare uno sfanculamento col senno di poi. Ma fai bene a rimarcare che qualsiasi indirizzo moderno, a partire da figli e nipoti del marxismo (anche pensieri di destra, eh!) fino ad arrivare ai filoni positivistici (per quanto antimetafisici!) risentono di quell'idea di traccia razionale che si dovrebbe "rinvenire" nella realtà o nella storia, anche sostituendo la parola "spirito" con Adriano Panatta. Questa è la vera e unica "tara greca" a cui facevo riferimento, la tara che ha letteralmente impedito per secoli ai filosofi europei di occuparsi di cose fondamentali come, per fare un esempio lampante, il linguaggio o le ragioni del comportamento umano.
[escape_from_la_palma::post] Ah Wile, perchè Jung?
Credo di saperlo, ma sentiamo.
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al <br />
corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)





DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS


[Zio Brady::post]a) facevo dell'ironia che mi aspettavo cogliessi


scusa per la cecità al verde, ma moltissima gente mi fa serissimamente la tua stessa obiezione.
mi dicono "ah, fai il dottorato, quindi studi ancora". e quando gli dico che no, rimangono tutti stupefatti.

[Zio Brady::post]all'estero i dottorandi fanno attività di ricerca e vengono pure pagati meglio


si, ma spesso fanno anche dei corsi specialistici. cosa che hanno timidamente iniziato a introdurre anche qui, quest'anno. ma io ne sono fuori.

[gg::post]Io prendevo 1700 euro al mese netti.


porcodio!

[Pacciani::post]
definisci "indispensabili", corredando con alcuni esempi


quelle opere senza le quali non potresti pensare la letteratura.
posso immaginare il mondo privo di Moby Dick, dei sonetti di Gongora, della Divina Commedia, del Don Chisciotte, dell'Odissea? no, o quantomeno non sarebbe il mondo attuale.

posso immaginare lo stesso mondo privo di Houellebecq? altrochè.

[escape_from_la_palma::post]In primis, lasciamo perdere la sostanza e badiamo alla forma, dimmi un solo filosofo che sia stato capace di esprimersi nella maniera tanto elegante e dotta e poetica che era il marchio di fabbrica anche solo delle scureggie di Sieg Hegel.


la c.d. "maniera tanto elegante e dotta e poetica" è il marchio di fabbrica della pseudofilosofia fuffologica da Hegel a Heidegger ai postmoderni (come quel cretino di Derrida).
ovvero cumuli immensi di stronzate e banalità mischiate insieme e spacciate per pensieri profondissimi grazie a pomposissimo linguaggio.

e questa è la sua prima e principale responsabilità.

[escape_from_la_palma::post]La dialettica hegeliana, per quel poco che ho potuto/dovuto studiare rappresenta la summa mai espressa in oltre venti secoli di storia


si, peccato che sia la summa dei concetti sbagliati.
mentre kant codificava la metafisica pietra su pietra, hegel fa un gigantesco porcodio di tutto.

[rodolfo::post]Io non credo che brullo volesse buttare nel cesso Hegel anche perchè, banalissimamente, non si può.


oggi ormai non si può, ma si, io lo butterei nel cesso volentieri, se fossimo ancora in tempo.

[rodolfo::post]Ma fai bene a rimarcare che qualsiasi indirizzo moderno, a partire da figli e nipoti del marxismo (anche pensieri di destra, eh!) fino ad arrivare ai filoni positivistici (per quanto antimetafisici!) risentono di quell'idea di traccia razionale che si dovrebbe "rinvenire" nella realtà o nella storia


sigh. questo è vero.

[rodolfo::post]Questa è la vera e unica tara greca a cui facevo riferimento, la tara che ha letteralmente impedito per secoli ai filosofi europei di occuparsi di cose fondamentali come, per fare un esempio lampante, il linguaggio o le ragioni del comportamento umano.


questa invece non l'ho capita. me la spieghi?

" "ciao, io vado a vivere in un appartamento un po' grande e volevo un animale da compagnia: cosa mi consigli?""ti consiglio....l'unicorno!""ma l'unicorno non esiste""non avevi specificato che doveva essere un animale esistente" " (maranza)

ho deciso che vincono le piramidi LOL


Secondo voi invitare Reale è un'ideona?


[rodolfo::post]D'altra parte la formula hegeliana in senso stretto è unica, totalizzante, e può giustificare uno sfanculamento col senno di poi.
sacrosanto, è d'altronde il limite arcinoto di ogni sistema chiuso e totalizzante.
[brullo nulla::post]
la c.d. "maniera tanto elegante e dotta e poetica" è il marchio di fabbrica della pseudofilosofia fuffologica da Hegel a Heidegger ai postmoderni (come quel cretino di Derrida).
ovvero cumuli immensi di stronzate e banalità mischiate insieme e spacciate per pensieri profondissimi grazie a pomposissimo linguaggio.

e questa è la sua prima e principale responsabilità.

[brullo nulla::post]si, peccato che sia la summa dei concetti sbagliati.
mentre kant codificava la metafisica pietra su pietra, hegel fa un gigantesco porcodio di tutto.

Hegel non c'entra un cazzo con Heidegger. Nè contenuti nè forma. Punto. Evitiamo calderoni di merda.
Per quanto riguarda la pseudofilosofia fuffologica posso convenire sui fastidiosi eunuchi francesi postmoderni che vanno tanto di moda nelle facoltà di architettura ma Hegel ha scritto e BENE dei passi decisamente notevoli.

C'è chi si nutre per mezzo di un'attività economica e chi invece grazie alla propria condizione sociale, ma se quella data attività fiorisce in modo particolare, allora vi si rivolgono molti individui. Senonchè il bisogno delle merci da essa prodotte ha i suuoi limiti; d'altra parte, gli individui non riescono a vedere se essa è sovraffollata e quindi vanno a fondo.
Si può dire al riguardo: ci si accorgerà bene del sovraffollamento e allora gli individui abbandoneranno questa attività. Invece non possono farlo, poichè dispongono solo di questa capacità nella quale hanno investito il loro capitale di attitudini e denaro. La soluzione è allora che una moltitudine dedita a questa attività va a fondo, oppure si trascina nell'affanno e nella miseria. La soluzione è dunque costellata di rovine.

Attraverso la generalizzazione dell'intreccio tra gli uomini, stretto tra i loro bisogni e dai modi di preparare e produrre i mezzi per soddisfarli, si accrescono da un lato, l'accumulazione delle ricchezze - poichè per via di questa duplice generalità viene prodotto il più grande profitto; dall'altro la parcellizzazione e la limitatezza del lavoro partiicolare, e con ciò la dipendenza e la miseria della classe costretta a svolgerlo.

L'arte in quanto si occupa del vero come oggetto assoluto della coscienza, appartiene anch'essa alla sfera assoluta dello Spirito, trovandosi perciò...nel medesimo terreno della religione e della filosofia. Infatti anche la filosofia non ha altro oggetto che Dio ed è così essenzialmente teologia razionale e, in quanto al servizio della verità, culto perenne.
I tre regni dello spirito assoluto si differenziano solo per le forme in cui essi portano a conoscenza il loro oggetto, l''assoluto.
La prima forma...è un sapere immediato e proprio per ciò sensibile.
...La seconda forma è la coscienza rappresentante, la terza il pensiero libero dello spirito assoluto.


Questi tre brani li ho trascritti a manella recuperando delle sottolineature da un mio libro di testo. Sono estrapolazioni poco significative come stand alone ma esemplificano bene gli stili e i contenuti molteplici in cui si è cimentato il loro autore.
Ora come fai a imputare di fuffologia l'Hegel dei primi due brani, l'Hegel antesignano di Marx? L'Hegel che conosci tu probabilmente è quello del terzo brano (luogo tra l'altro tra i più celebri, quindi non ti biasimo).
Anche io non digerisco bene questa roba ma è altrettanto vero che in quel passo si stava cimentando con la definizione dell'Arte, campo minato da cui non è uscito bene neanche l'immenso Kant che tu mi citi in opposizione (e bella forza comunque, è come opporre alla logica di Duns Scoto i teoremi di Gœdel, ti piace vincere facile).

[Louis::post]Secondo voi invitare Reale è un'ideona?
No.
Neanche Cacciari o Severino.


[escape_from_la_palma::post]Severino.
severino gia' c'e'.


[escape_from_la_palma::post]Severino.

Escape vaffanculo!Pensavo di esserti amico.

Venn ist das nunstuck git und slotermeyer? Ja! Beyerhund das oder de flippervaldt gesphurt!


[rodolfo::post]i filoni positivistici (per quanto antimetafisici!) risentono di quell'idea di traccia razionale che si dovrebbe "rinvenire" nella realtà o nella storia, anche sostituendo la parola "spirito" con Adriano Panatta.
ahhaahhah

Non è obbligatorio essere Cristiani,
così come non è obbligatorio essere vivi.

- San Scrotobaldo da Pellagra, Conversore dei Turchi


[brullo nulla::post]posso immaginare il mondo privo di Moby Dick, dei sonetti di Gongora, della Divina Commedia, del Don Chisciotte, dell'Odissea? no, o quantomeno non sarebbe il mondo attuale.

posso immaginare lo stesso mondo privo di Houellebecq? altrochè.


ma grazie al cazzo, è come dire che duecento anni fa le querce erano molto più grosse di quelle di oggi.

tu puoi immaginare il mondo dei contemporanei di Melville senza Moby Dick?
io si, infatti all'epoca non se lo inculò nessuno.

puoi immaginare il mondo di oggi senza Houellebecq?
no, perché ne è un eccellente riassunto, nel bene come nel male.
esattamente come quell'imbarazzante accozzaglia di scempiaggini in rima che è la Divina Commedia era un eccellente riassunto delle menti malate degli italiani dell'epoca, tutti presi a scannarsi tra vicini di casa e a pensare che Dio non avesse altro da fare che prendere parte nella lite tra Pisani e Fiorentini..


mah!
natalino sapegno si interroga sulla esegesi maranziana del Sommo.
... I feel I must be wrong.


[irishzebo::post]Escape vaffanculo!Pensavo di esserti amico.
haha scusa irish, la mia avversione alla terna Severino Reale Cacciari va oltre l'amicizia.


[escape_from_la_palma::post]Ora come fai a imputare di fuffologia l'Hegel dei primi due brani, l'Hegel antesignano di Marx? L'Hegel che conosci tu probabilmente è quello del terzo brano (luogo tra l'altro tra i più celebri, quindi non ti biasimo).


concordo, mi riferivo all'hegel "del terzo brano".
poi se mi vuoi dire, come mi hai mostrato, che faceva dei discorsetti ragionevoli in fatto di economia politica, mi sta pure bene. ma come metafisico è uno scoreggione. "l'arte si occupa del vero in quanto oggetto assoluto della coscienza" - l'arte si occupa del vero? oggetto assoluto? ma vai a raccogliere patate, vai.

[escape_from_la_palma::post]ma è altrettanto vero che in quel passo si stava cimentando con la definizione dell'Arte


come diceva dj gruff (altro che hegel!):
Dice:" ma io ci provo,faccio del mio meglio"..
cosi mi han detto svariati sucker cercando di giustificarsi... idioti... è come se uno dopo avere cagato si pulisce con la mano e con quella cazzo di mano vuole stringere la mia giustificandosi col fatto che di questi tempi non si trova carta igenica ...

ecco. poteva evitare di cimentarvisi e stare zitto.

[maranza::post]
esattamente come quell'imbarazzante accozzaglia di scempiaggini in rima che è la Divina Commedia


vabbè, sei un completo mentecatto.

comunque quello che dici ha parzialmente senso, ma non hai colto quanto volevo dire. è ovvio che moby dick all'epoca non se lo inculò nessuno e che houellebecq è un riassunto del mondo moderno. quello che voglio dire è qualcosa di più impalpabile. immagina dante, melville, shakespeare e così via come stelle più brillanti di una costellazione. esistono miriadi di stelle, ma quelle danno la forma alla costellazione. il resto magari, visto al telescopio, è altrettanto bello, ma appunto ci vuole il telescopio, oppure magari un tempo fu una supernova brillantissima ma ora non è che una minuscola nana bianca.

" "ciao, io vado a vivere in un appartamento un po' grande e volevo un animale da compagnia: cosa mi consigli?""ti consiglio....l'unicorno!""ma l'unicorno non esiste""non avevi specificato che doveva essere un animale esistente" " (maranza)

ho deciso che vincono le piramidi LOL


[brullo nulla::post]sei un completo mentecatto.


no, aspetta.
la divina commedia è un capolavoro e ok, ma questo NONOSTANTE la maggior parte dei contenuti.
non dirmi che quello che ti piace di Dante sono i concetti di astrologia e le invettive contro i vicini di casa che lo trattano male e mettono i panni stesi sul balcone che gli gocciolano sulla sedia e gliela macchiano tutta.

[brullo nulla::post]immagina dante, melville, shakespeare e così via come stelle più brillanti di una costellazione. esistono miriadi di stelle, ma quelle danno la forma alla costellazione.


ottimo esempio: tu vedi una costellazione perché sei qui e ora e perché ti hanno detto che quelle stelle vanno messe insieme seguendo quelle linee immaginarie.

in realtà quelle stelle sono tutte sparpagliate qui e là per lo spazio, e quella che vedi brillante magari è uno stronzino minuscolo ma molto vicino a te.

la fama agli artisti antichi non la dà la loro bravura, ma l'impatto che hanno avuto sui loro colleghi nel corso dei secoli (che poi è il motivo per cui i Beatles sono fondamentali anche se facevano delle canzoncine carine e non delle sinfonie).

tu sei cresciuto in un ambiente artistico e culturale che PRESUPPONE l'esistenza di certi artisti, che quindi A POSTERIORI ti sembrano necessari.


Fino alla quinta pagina ho quotato cose da commentare, ho lollato, ho sbuffato, ho riso pensando che luis potesse essere più rinco di così se non avesse studiato il latino, ho pensato che tutte le lingue sono facili se devi prenotare una stanza e ordinare il pranzo, ma sono tutte difficili se le vuoi veramente conoscere (quindi signor acher non dica stronzate sul francese!).

Ma purtroppo non vi posso dare più di un quattro al cinque per lo svolgimento del 3d: nonostante abbiate quasi tutti studiato il latini siete andati fuori tema.

Citare un Don milani e la sua lettera ad una professoressa, sarebbe stato magari datato, ma vi avrebbe aiutato a capire che la scuola italiana non è ancora abbastanza matura per discutere su "latino sì, latino no".

Se poi vogliamo prendere in considerazione il fatto che continuiamo ad avere un sacco di ragazzini italiani che non vanno oltre l'italiano di maria de filippi, più un dieci per cento di stranieri, che in alcuni casi non parlano neppure una lingua romanza, bè, bè, forse un po' di latino non farebbe male.

E lo dico contro il mio interesse, visto che io non ho fatto il liceo.

E come ultima cosa: cazzo, sti poveri disgraziati vittime della pedagogia sessantottesca sono delle capre, proprio perchè nella guerra al nozionismo hanno smesso d'usare la memoria.

Le poesia a memoria, perdio!!!
ljs quaqquaraquà "Perché dovrei uscire là fuori per mostrarmi agli altri? Si sta tanto bene qui."


[Mafalda::post]
Se poi vogliamo prendere in considerazione il fatto che continuiamo ad avere un sacco di ragazzini italiani che non vanno oltre l'italiano di maria de filippi, più un dieci per cento di stranieri, che in alcuni casi non parlano neppure una lingua romanza, bè, bè, forse un po' di latino non farebbe male.
forse invece un po' d'italiano, fatto meglio

Non è obbligatorio essere Cristiani,
così come non è obbligatorio essere vivi.

- San Scrotobaldo da Pellagra, Conversore dei Turchi


Per esempio selezionando insegnanti che siano almeno fluenti.
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al <br />
corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)





DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS


[Mafalda::post]ho riso pensando che luis potesse essere più rinco di così se non avesse studiato il latino,
boh, propabilmente sarei un poser.


[Q.::post]forse invece un po' d'italiano, fatto meglio

Una cosa non elimina l'altra.

Magari più insegnanti appassionatim che insegnanti ministeriali.
Che abbiano a cuore la mente degli allievi anziche l'aumento dello stipendio e la riduzione dell'orario.
Che correggano i compiti in classe quando sono a casa, invece che assegnare un'ora ufficiale di cazzeggio agli studenti...
ljs quaqquaraquà "Perché dovrei uscire là fuori per mostrarmi agli altri? Si sta tanto bene qui."


[Mafalda::post]Una cosa non elimina l'altra.


nel mondo reale, si.

il tempo è limitato, le risorse sono limitate, il tempo degli studenti è limitato.

[Mafalda::post]Magari più insegnanti appassionati che insegnanti ministeriali.
Che abbiano a cuore la mente degli allievi anziche l'aumento dello stipendio e la riduzione dell'orario.


si, brava!
ecco la soluzione!
assumiamo delle legioni di Mary Poppins!

molto realistico.


[maranza::post]
si, brava!
ecco la soluzione!
assumiamo delle legioni di Mary Poppins!
ma no, non hai capito, bisogna far fare il lavoro più umiliante del mondo a delle persone dotate di spirito di sacrificio. certo, non siamo noi, ma da qualche parte le troveremo. Ho sentito dire di certi santoni indiani che hanno sviluppato la capacità di subire sputi in faccia senza offendersi. Loro dovrebbero essere adatti, no?


[teabowl::post]In che fase lunare vanno potate e legate le viti?


ho saltato l'ultimo centinaio di post, mi dite se qualcuno ha gia' commentato questa boiata allucinante?

[Mafalda::post]
Citare un Don milani e la sua lettera ad una professoressa, sarebbe stato magari datato,


ehi, io l'ho evocato nel recente thread grammaticale.


[maranza::post]
tu sei cresciuto in un ambiente artistico e culturale che PRESUPPONE l'esistenza di certi artisti, che quindi A POSTERIORI ti sembrano necessari.


è esattamente quello che stavo dicendo, grazie per il riassunto.

[Mafalda::post]
E come ultima cosa: cazzo, sti poveri disgraziati vittime della pedagogia sessantottesca sono delle capre, proprio perchè nella guerra al nozionismo hanno smesso d'usare la memoria.

Le poesia a memoria, perdio!!!


sposami nudaaaaaaaa!

[Mafalda::post]
Che correggano i compiti in classe quando sono a casa, invece che assegnare un'ora ufficiale di cazzeggio agli studenti...


questo nella mia classe non è mai successo, purtroppo. correggevano sempre tutto a casa.

" "ciao, io vado a vivere in un appartamento un po' grande e volevo un animale da compagnia: cosa mi consigli?""ti consiglio....l'unicorno!""ma l'unicorno non esiste""non avevi specificato che doveva essere un animale esistente" " (maranza)

ho deciso che vincono le piramidi LOL


[psycho::post]io l'ho evocato nel recente thread grammaticale


io mi ricordo di una cosa che ho letto alle medie, e credo che fosse Don Milani.
Si scagliava con forza contro gli abitanti delle città, che non sanno far nascere un vitello ma che hanno la testa piena "delle ultime novità che arrivano dall'America, fatte per rendere la vita comoda e non virile".

Mi aveva fatto impressione perché mi immaginavo Don Milani pelato, grosso, con il mento volitivo e il fez in testa.


scusate, state dicendo che fare imparare le poesie a memoria e' ok?


beh, secondo me è per lo meno fico* e, da quel che so sul cervello, dovrebbe aiutare la memoria.


*cazzo, i vecchi ingegneri che citano a memoria l'Odissea io li stimo.


[psycho::post]ho saltato l'ultimo centinaio di post, mi dite se qualcuno ha gia' commentato questa boiata allucinante?


ascolta, non voglio proteggere teabowl, ma la cosa è tragicamente vera mi sa'.

Calcola che c'è tutto un pezzo di agricoltura (credo direttamente derivata dal discorso bio) che sta da tempo ritornando ad un ciclo di coltivazione di quel tipo, cioè basato su fasi lunari e discorsi tangenti.

Ho proprio conosciuto una persona che lo segue, e me ne ha parlato una oretta e mezza dicendo che lui i risultati li vedeva eccome e le cose crescevano generalmente meglio e più forti
Bambini il mondo non è come ve lo descrivono


[Menesturello::post]Ho proprio conosciuto una persona che lo segue, e me ne ha parlato una oretta e mezza dicendo che lui i risultati li vedeva eccome e le cose crescevano generalmente meglio e più forti
menes spiace dirtelo così ma quel villico si riferiva ad un'altra forte crescita


[escape_from_la_palma::post]si riferiva ad un'altra forte crescita


boh, ma uno dei nickname che usò era cavolofiore, un altro lattuga. Credi che volesse intendere qualche altro tipo di sostanza??
Bambini il mondo non è come ve lo descrivono


[psycho::post]scusate, state dicendo che fare imparare le poesie a memoria e' ok?


si, altrochè.
solo che bisognerebbe impararle da grandi, quando le capisci anche, non da piccolo.

da piccolo dovrebbero invece insegnarti trucchi e strategie per imparare nozioni a memoria rapidamente e senza sforzo. perchè le nozioni servono, oh se servono.

quanto alle fasi lunari: pare che sia abbastanza vero, e non mi sembra del tutto improbabile.

" "ciao, io vado a vivere in un appartamento un po' grande e volevo un animale da compagnia: cosa mi consigli?""ti consiglio....l'unicorno!""ma l'unicorno non esiste""non avevi specificato che doveva essere un animale esistente" " (maranza)

ho deciso che vincono le piramidi LOL


[Louis::post]beh, secondo me è per lo meno fico*


secondo me no, ma devo ammettere che io sono di parte perche' l'esito che ha avuto su di me e' stato che:

[Louis::post]e, da quel che so sul cervello, dovrebbe aiutare la memoria.


dicevo, nel mio caso sospetto che i miei problemi di memoria siano non organici ma una forma di nevrosi, derivante proprio dal trauma del dover imparare merda a memoria nei primi anni di scuola.

[Louis::post]*cazzo, i vecchi ingegneri che citano a memoria l'Odissea io li stimo.


io li disprezzo, ma disprezzo altrettanto anche i medici che lo fanno. bizzarro come a sentirne l'esigenza siano cosi' spesso medici e ingegneri, ovvero persone che non hanno niente a che fare con la cultura classica (il primo che dice che i medici usano tanti termini latini e' un cretino, non perche' non sia vero ma perche' questo non ha niente a che fare con la cultura classica e non e' facilitato dall'avercela). la mia teoria al riguardo e' che siano dei frustrati che sentono l'esigenza di chiarire che sono persone colte NONOSTANTE siano dei vil meccanici.
apprezzo di piu' chi trova dignitoso (come io reputo) l'essere medici e ingegneri e cita roba relativa a medicina e ingegneria anziche' sboronare sui loro violoni d'Ingres classicistici.

[Menesturello::post]Ho proprio conosciuto una persona che lo segue, e me ne ha parlato una oretta e mezza dicendo che lui i risultati li vedeva eccome e le cose crescevano generalmente meglio e più forti


http://www.cicap.com/articoli/at100020.htm

Influssi sulle pratiche agricole. Questo tipo di influssi è forse quello che gode di maggior credito da parte del mondo contadino e da parte di molti orticoltori dilettanti. Molti manuali di orticoltura "fai da te" e i classici calendari lunari per agricoltori raccomandano un rigoroso rispetto delle fasi lunari per lo svolgimento di quasi tutte le pratiche agricole: semina, trapianti, potature, taglio degli alberi, imbottigliamento del vino, ecc. Tutti i consigli forniti possono essere sintetizzati in una regola generale: «Tutto ciò che deve crescere e svilupparsi deve essere fatto in Luna crescente. Tutto ciò che deve arrestarsi e morire deve essere fatto in Luna calante». Già qusta generalità e questa analogia tra fenomeni così disparati fa sorgere qualche dubbio e il sospetto che si tratti di un retaggio di antiche concezioni di "magia simpatica". Tuttavia molte di queste credenze sono state sottoposte a verifiche rigorose. In nessun caso sono emerse conferme attendibili. La luce lunare, ad esempio, pur essendo in grado di provocare tropismi, è troppo debole per influenzare in modo apprezzabile la crescita di una pianta. Inoltre, se tale influenza fosse reale, oltre alle fasi lunari, dovrebbero essere altrettanto importanti le condizioni dell’atmosfera. Queste ultime possono infatti determinare un maggiore o minore assorbimento della radiazione lunare. Non sembra neppure ragionevole pensare che abbiano un’influenza gli effetti gravitazionali della Luna. Se fosse vero, infatti, si dovrebbero riscontrare differenze di accrescimento anche in orti che si trovano a distanze diverse da colline o caseggiati. Infatti, l’effetto gravitazionale di questi ultimi è senz’altro comparabile con quello lunare. Discorso analogo vale anche per l’imbottigliamento del vino. Sembra estremamente improbabile che la gravità lunare (visto che nelle cantine la luce lunare naturalmente non arriva) possa influenzare le reazioni chimiche che determinano la qualità finale del prodotto. Sicuramente molti altri fattori, che probabilmente non vengono minimamente considerati, hanno un effetto determinante nella riuscita di certe pratiche. Le persone che credono agli influssi lunari sulle pratiche agricole, probabilmente devono le loro convinzioni al fatto che, per tradizione, sono sempre state rispettate e, in genere, i risultati ottenuti sono stati buoni. Si tratta tuttavia di una "prova" tautologica priva di ogni valore. (Tale "prova" fa venire in mente una vecchia barzelletta: un viaggiatore lanciava periodicamente palline di carta dal finestrino del treno. Un passeggero incuriosito gli chiese il perché di quella strana pratica. «Serve a tenere lontani gli elefanti» rispose il viaggiatore. Dopo che il suo compagno di viaggio gli fece notare che in quella zona non esistevano affatto elefanti, il viaggiatore replicò: «Vede che la mia tecnica funziona!»).


[psycho::post]la mia teoria al riguardo e' che siano dei frustrati che sentono l'esigenza di chiarire che sono persone colte NONOSTANTE siano dei vil meccanici.
apprezzo di piu' chi trova dignitoso (come io reputo) l'essere medici e ingegneri e cita roba relativa a medicina e ingegneria anziche' sboronare sui loro violoni d'Ingres classicistici.


secondo me invece è questione che certe cose dovrebbero essere patrimonio della memoria di ciascuno, senza bisogno di andarle a rileggere.
ma mica solo le poesie,eh. le poesie come i corpi celesti del sistema solare come mille altre cose.

[psycho::post]
http://www.cicap.com/articoli/at100020.htm


ok, mi fido. ma non mi pareva scontato che fosse farlocco.
per dire, le donne hanno un ciclo della durata di 28 giorni, perchè le piante non potrebbero avere cicli analoghi? il fatto che un tale ciclo sincronizzi con la luna (la quale comunque emette luce, e anche il cicap ammette che genera effetti sulla pianta) non mi pare impossibile.

" "ciao, io vado a vivere in un appartamento un po' grande e volevo un animale da compagnia: cosa mi consigli?""ti consiglio....l'unicorno!""ma l'unicorno non esiste""non avevi specificato che doveva essere un animale esistente" " (maranza)

ho deciso che vincono le piramidi LOL


[brullo nulla::post]secondo me invece è questione che certe cose dovrebbero essere patrimonio della memoria di ciascuno, senza bisogno di andarle a rileggere.



Montag e' tristemente d'accordo con te.


[psycho::post]
devi capire che le donne al mondo sono molte, ed io ho un solo membro. quindi devo sbrigarmi. w gli umori!


[psycho::post]psycho


io non posso entrare nel merito perchè di tecnicismi non ne so', però questo signore era un buono, faceva agricoltura da una vita e appunto mi parlava dei cambiamenti di crescita da lui riscontrati ritornando all'applicazione di queste teorie (cioè, lui prima produceva per il mercato grande e non gliene fregava un cazzo, poi si è "riconfigurato" per il mercato intorno alla zona sua (grossetano) puntando sulla qualità del prodotto, quindi sistemi bio e - appunto - sta cosa delle fasi lunari che ti giuro lui era troppo entusiasta.

Poi non lo so, io da ignorante preferisco fidarmi di più degli occhioni felici di questo signore piuttosto del cicap. Chi siamo noi per spezzare i sogni di questa gente semplice? Sarebbe un po' come andare da un cristiano e dirgli "no, ma guarda che quello che c'è scritto sul vangelo son favole, ti pare che uno moltiplica i pesci lol?"

In teoria lo riporti alla realtà, ma in pratica gli fai solo del male.
Bambini il mondo non è come ve lo descrivono


ma che cazzo è successo

dicevo psy, che il cicap può ficcarsi in culo tutte le sue dissertazioni.

io ho delle vigne gestite da vecchi contadini italiani e francesi, e contro ogni mia aspettativa FUNZIONA DAVVERO COSI.
devi capire che le donne al mondo sono molte, ed io ho un solo membro. quindi devo sbrigarmi. w gli umori!


aagiungo:
vai nelle langhe, nell'albese, e parla con i padroni delle cantine: vedrai cosa ti dicono.
devi capire che le donne al mondo sono molte, ed io ho un solo membro. quindi devo sbrigarmi. w gli umori!


[il papero::post]io ho delle vigne gestite da vecchi contadini italiani e francesi

mi adotti?



[Menesturello::post]sistemi bio e - appunto - sta cosa delle fasi lunari
attenzione: quando cambiano anche altri parametri (sistema bio) il confronto non si può più fare.

però la spiegazione del cicap mi sembra a tratti semplicistica: non è detto che la luce favorisca la crescita (supposizione smontata) ma non mi pare assurdo che in qualche modo la regoli, la ritmi, così come la luce del sole regola il ritmo circadiano.

Non è obbligatorio essere Cristiani,
così come non è obbligatorio essere vivi.

- San Scrotobaldo da Pellagra, Conversore dei Turchi


[il papero::post]vai nelle langhe, nell'albese, e parla con i padroni delle cantine: vedrai cosa ti dicono.


"fasi lunari? ah, ma lei e' amico di quel tizio li', come si chiama, ilpapero... ma allora ci ha creduto davvero lol!"


[il papero::post] vai nelle langhe, nell'albese, e parla con i padroni delle cantine: vedrai cosa ti dicono.
"Torna a casa, terrone".
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al <br />
corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)





DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS


[Q.::post]quando cambiano anche altri parametri (sistema bio) il confronto non si può più fare.


certo Q, non l'ho specificato ma lui era particolarmente contento del sistema a fasi nonostante gia' da diverso tempo prima s'era riconvertito al bio
Bambini il mondo non è come ve lo descrivono


[rodolfo::post]Torna a casa, terrone".

e questa è più probabile.

[psycho::post]fasi lunari? ah, ma lei e' amico di quel tizio li', come si chiama, ilpapero... ma allora ci ha creduto davvero lol!"

tsk.
mi amano.
secondo me comunque il cicap dovrebbe solo conoscere un po' meglio l'oggetività dei fatti, e poi compiere comunque e senza esitazioni un suicidio di massa.
devi capire che le donne al mondo sono molte, ed io ho un solo membro. quindi devo sbrigarmi. w gli umori!


Copulava anche col metodo oginosgnàus?
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al <br />
corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)





DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS


con la mia fidanzata pratichiamo parecchio salto della qualglia, e abbiamo solo una cinquantina di cani e gatti.
devi capire che le donne al mondo sono molte, ed io ho un solo membro. quindi devo sbrigarmi. w gli umori!


[il papero::post]
con la mia fidanzata pratichiamo parecchio salto della qualglia, e abbiamo solo una cinquantina di cani e gatti.
e io che ho sempre pensato che la tua fidanzata fosse umana

Non è obbligatorio essere Cristiani,
così come non è obbligatorio essere vivi.

- San Scrotobaldo da Pellagra, Conversore dei Turchi


cazzo, questa ci stava.

comunque noto che la quantità del prodotto testicolare emessa, senza filtro FAP, è diminuita rispetto alla goivrntù.
inquino meno.
devi capire che le donne al mondo sono molte, ed io ho un solo membro. quindi devo sbrigarmi. w gli umori!


papero mi spiace dirtelo ma in questo thread ti stai comportando da negro


[rodolfo::post]"Torna a casa, terrone".
ahah lol

comuqnue ho sperimentato che l'insalata piantata nella luna sbagliata fa semenza e pochissime foglie
hei asphaltita, dai un'occhiata anche tu al mio sito!


[psycho::post]Tuttavia molte di queste credenze sono state sottoposte a verifiche rigorose.

mi aspetterei che il cicap fosse un po' meno criptico su questo punto. quali verifiche, con quali metodi, dove, quando, da chi.
... I feel I must be wrong.


[psycho::post]la mia teoria al riguardo e' che siano dei frustrati che sentono l'esigenza di chiarire che sono persone colte NONOSTANTE siano dei vil meccanici.
Non conosci invero come era il Liceo Classico un tempo. A me l'hanno raccontato: era un luogo dove i più deboli diventavano facilmente dei mostri, dei pazzi, degli sconclusionati, a causa dell'assiduo studio mnemonico, che li segnava nell'adolescenza e spesso anche nell'età adulta.

Sì, mi sto tirando la zappa sui piedi.


[maxdanno::post]
il tuo post dimostra che ignori il concetto di sfumatura semantica.

Competitor ha la sfumatura semantica del rivale, mentre in italiano competitore è chi partecipa a una competizione. Hanno la stessa radice ma hanno preso direzioni diverse, compris? come pretender che significa imbroglione, anche se ha la stessa etimologia di pretendente.

La lingua italiana è in evoluzione, ma questo non giustifica ciascuno a inventarsi una lingua propria. a quanto vedo, te in particolare.

Ah. Adesso ho capito cosa mi contesti. Una sfumatura semantica. Perchè ho detto "competitori DEL latino"

Ma ficcati quella penna rossa su per il culo, perfavore. Dovevi fare la professoressa, maxdanno.
[idiot savant::post]

E stai attento come parli


ok, ti mando i padrini. Io scelgo sonnybboy e golem. a te la scelta dell'arma: maria o fumo.

mi hai quotato di merda caro mio, la mia non era una minaccia come potrebbe apparire dal tuo quote. Molto scorretto...


è vero l'espressione di Leonardo da Vinci "homo sanza lettere" significava che il latino gli faceva cagare e non gli entrava in testa? perché se fosse così avresti dalla tua ben altro ingegno che un blogger di sta minchia.
Lo Stato ebreo di Israele è l'opposto della democrazia;[...] in materia di fondamentalismo, Israele è molto in anticipo, anche sull'Iran! (Mordechaï Vanunu, ex tecnico nucleare israeliano, 2004).
San Mordechaï Vanunu, martire


aspetta, io credo che il blog lo tenga proprio quel Leonardo. o no?


[Louis::post]bisogna far fare il lavoro più umiliante del mondo a delle persone dotate di spirito di sacrificio.

Scusa, non sapevo che tu avessi studiato in un ghetto di miserabili.
Dove ho studiato io Il Professore (ma anche la mia Maestra) era uno con una professione, stimato come un avvocato, un medico o un notaio.
Se ci sono mammalucchi che come te si permettono di dire che quello del professore è il lavoro più umiliante del mondo, forse è proprio colpa dello stato di degrado in cui versa la scuola.
E non credo che si possa dubitare del fatto che ci sono lavori che, per essere svolti come si deve, necessitano di passione, e di un minimo di vocazione.
Altrimenti si può sempre fare il concorso alle poste, per dire.

[maranza::post]Si scagliava con forza contro gli abitanti delle città, che non sanno far nascere un vitello ma che hanno la testa piena "delle ultime novità che arrivano dall'America, fatte per rendere la vita comoda e non virile".

Il tuo virgolettato è sicuramente farlocco, ma anche la comprensione del pensiero non è da meno.
Può non interessarti il pensiero di Don Milani, ma almeno non sparare stronzate a caso.

[psycho::post]state dicendo che fare imparare le poesie a memoria e' ok?

Assolutamente sì!
E' un po' come saltare alla corda per un pugile: non è sufficiente per vincere un incontro, ma se non saltelli un bel po', non ci sali neppure sul ring.

Abbracciamoci, brullonulla!!!
ljs quaqquaraquà "Perché dovrei uscire là fuori per mostrarmi agli altri? Si sta tanto bene qui."


[Mafalda::post]
Dove ho studiato io Il Professore (ma anche la mia Maestra) era uno con una professione, stimato come un avvocato, un medico o un notaio.


io non so in quale borgo risorgimentale tu abbia studiato, ma ti assicuro che nel mondo civilizzato i professori delle scuole (e io sono figlio di una professoressa di liceo classico) sono considerati nella migliore delle ipotesi dei poveri impiegatucci sfigati. e non solo, lo sono effettivamente.

si dividono in:
- persone che non hanno potuto fare un lavoro migliore per cause indipendenti dalla loro volontà (mia madre per fortuna rientra in questa categoria)
- persone che non avevano il cervello per fare un lavoro migliore
- casi umani

[Mafalda::post]
Abbracciamoci, brullonulla!!!


si ma nudi!!!!!!1!!

" "ciao, io vado a vivere in un appartamento un po' grande e volevo un animale da compagnia: cosa mi consigli?""ti consiglio....l'unicorno!""ma l'unicorno non esiste""non avevi specificato che doveva essere un animale esistente" " (maranza)

ho deciso che vincono le piramidi LOL


[Mafalda::post]Il tuo virgolettato è sicuramente farlocco


io ti porgo il pene, tu adoperati a suggerlo con vigore.

e conta che citavo a memoria una roba letta alle medie, non proprio freschissima.

I miei non sanno i colori del semaforo né se un rubinetto si giri a destra o a sinistra, ma in compenso sanno tutto sulla vita del bosco coi suoi infiniti nidi, rettili, piante, col volgare delle stagioni e delle ore. Dieci anni valgon dieci anni, credi a me. Va bene che sui libri c’è una concentrazione di osservazioni che con gli occhi nostri e basta non si potrebbe raggiungere. Ma qui in compenso, nel grande libro del bosco e del campo, c’è una concretezza di osservazioni che sui libri non si raggiungerà mai.
Ma oltre al libro del bosco c’è anche quello delle famiglie. Sulle famiglie e le loro leggi e i loro rapporti sa troppo di più un ragazzo di qui che uno dei vostri. Passa un trasporto e non sapete chi è morto, come è morto, se ha lasciato dietro di sé pianto e litigi.
Cosa volete dunque saperne dunque della vita all’infuori del ristretto cerchio di casa vostra o di quello dei libri che leggete e vi ingannano perché di solito li ha scritti gente isolata nel guscio come voi?
Tutto questo discorso solo per concludere che è da presumersi a priori che per es. un boscaiolo di vent’anni sia ricco di cognizioni e d’una visione del mondo pari a quella d’un universitario di vent’anni. Non voglio dire eguale, ma equivalente si. Più ricca da una parte, più povera da un’altra. In conclusione: certo non inferiore. Anzi, se proprio dovessi dire la mia opinione sono incline a credere che Dio abbia voluto dare piuttosto qualcosa di più al diseredato che all’altro: in buon senso, equilibrio, realismo ecc.
Ebbene, ora questi due uomini che abbiamo detto certo non inferiori l’uno all’altro per ricchezza interiore, mettiamoli di fronte l’uno all’altro in discussione. Oppure di fronte ai problemi quotidiani che la vita moderna impone, e vedremo il mio figliolo cadere al primo colpo. Umiliato, battuto in mille occasioni dal primo bellimbusto di studentello cittadino. Forse che il semaforo o il rubinetto (opere di mano d’uomo) valgono più del bosco (opera di Dio)? Forse che tra le cognizioni c’è una gerarchia di valori? Alcune (quelle di città) nobili e utili; altre (quelle del bosco) ignobili e vane.
Se quella gerarchia si dovesse fare, vorrei che le cognizioni del bosco fossero innanzi a quelle del programma TV o a quella dell’ultimo ritrovato americano per far la vita comoda e non virile. Ma quella gerarchia non esiste. Il sapere è nobile sempre, quando è conoscenza del creato di Dio. Io son sicuro dunque che la differenza fra il mio figliolo e il vostro non è nella quantità né nella qualità del tesoro chiuso dentro la mente e il cuore, ma in qualcosa che è sulla soglia fra il dentro e il fuori, anzi è la soglia stessa: la Parola.


ah, il testo viene da qui

http://www.primocircolo.it/html/giornale.htm

degni di nota questi passaggi finali:

Dopo questo discorso c’è bisogno ancora che ti dica cosa penso del latino? Che ti dica la pena che m’hanno fatto le parole ciniche di quel ministro?(2). A giudicarlo da quelle si direbbe che si proponga di perpetuare anzi di fortificare ancora la cittadella ristretta dei potenti, allargare la palude in cui si dibattono gli impotenti. "Si renderebbe loro un pessimo servizio…" "Che se ne fanno del pane? Perché non mangiano delle briosce?" diceva una regina che non era cinica, ma solo leggerina e inesperta. Una infelice che non aveva saputo mettersi nei panni degli infelici. E così le accadde che gli infelici non seppero mettersi nei suoi e perdonarle una inesperienza che certo non era tutta colpa sua.
Non auguro al ministro di far la fine che fece lei. Gli offro invece quindici giorni di ospitalità casa mia. Se si saprà adattare per quei pochi giorni al lume a carburo e alla mezzina e a tante altre, cosette, io lo terrò accanto a me mentre fa scuola ai miei giovani montanari e gli prometto di aprirgli gli occhi su un orizzonte immenso che non suppone. Il ministero andrà avanti benissimo anche senza di lui e al suo ritorno potrà gloriarsi d’esser finalmente degno d’una Repubblica fondata sul lavoro. Vedrai che da quel giorno non concederà più interviste sull’abolizione del latino. C’è il caso anzi che bandisca un concorso per un testo di greco da adottarsi nelle quinte elementari. E per la riforma del programma dell’Avviamento Industriale penso che si rivolgerà a uno studioso di ebraico per non defraudare i poveri dell’incontro diretto col testo sacro. Dio lo voglia davvero. Per il bene dei poveri. Perché si facciano strada senza che scorra il sangue. E se anche il sangue dovesse scorrere un’altra volta, perché almeno non scorra invano per loro come è stato finora tutte le volte.

Lorenzo Milani

(2) Si riferisce a una conferenza stampa tenuta il 21.3.1956 dall’allora ministro della P.I. on. Paolo Rossi. Il ministro, presentando un suo progetto di riforma della scuola media, aveva annunciato che essa sarebbe stata unica ma divisa in sezioni differenziate: infatti aveva detto, “è veramente indispensabile che i futuri studenti tecnici conoscano il latino?… E’ meglio che quei giovani il latino non lo studio affatto… Si renderebbe loro un pessimo servizio…” (Cfr. i giornali del 22.3.56).


[brullo nulla::post]io non so in quale borgo risorgimentale tu abbia studiato

Sarà che sono vecchia o che almeno le scuole dell'obbligo le ho fatte in una zona di borghesia vecchia maniera (quelli che la cultura è più del denaro, per intenderci).

La mia maestra veniva da una delle antiche famiglie di nobiltà feudale genovese, e il marito era un riccho industriale, la mia prof d'inglese era la cugina di del noce, altre e altri erano palesemente ex studenti che contestavano il sistema e non si erano arresi all'idea di essere fagocitati, ma avevano scelto l'insegnamento come missione (dio mi prende una botta di nostalgia!)

Certo è che quando mi sono spostata, alle superiori in una zona più popolare la qualità dell'insegnamento è precipitata a picco, fatte salve un paio di materie.

Tra l'altro uno di quei prof che ancora adesso non ho smesso di amare è proprio il babbo del ragazzino più famoso di google.
ljs quaqquaraquà "Perché dovrei uscire là fuori per mostrarmi agli altri? Si sta tanto bene qui."


[Mafalda::post]La mia maestra veniva da una delle antiche famiglie di nobiltà feudale genovese, e il marito era un riccho industriale


La tua vecchia maestra sta rigirando la matita blu nelle sue scheletriche mani.


[Mafalda::post]
Tra l'altro uno di quei prof che ancora adesso non ho smesso di amare è proprio il babbo del ragazzino più famoso di google.


cioè?

" "ciao, io vado a vivere in un appartamento un po' grande e volevo un animale da compagnia: cosa mi consigli?""ti consiglio....l'unicorno!""ma l'unicorno non esiste""non avevi specificato che doveva essere un animale esistente" " (maranza)

ho deciso che vincono le piramidi LOL


[LePendu::post]La tua veccia maestra sta rigirando la matita blu nelle sue sceletrice mani.


così suona meglio.


[brullo nulla::post]
[Mafalda::post]
Tra l'altro uno di quei prof che ancora adesso non ho smesso di amare è proprio il babbo del ragazzino più famoso di google.


cioè?


lui


[Mafalda::post]Se ci sono mammalucchi che come te si permettono di dire che quello del professore è il lavoro più umiliante del mondo, forse è proprio colpa dello stato di degrado in cui versa la scuola.
Thank u capt. obvious!
Poi, certo, dire che il lavoro è umiliante* equivale a dire che sono effettivamente dei poveracci, vero? Tanto per spalare merda a quel bamba di luis ci vuole niente.

*un lavoro dove chi dovrebbe ascoltarti non t'ascolta e chi dovrebbe "controllare" l'uditorio ti deride non è effettivamente il più prestigioso, neh?


[Mafalda::post]
Tra l'altro uno di quei prof che ancora adesso non ho smesso di amare è proprio il babbo del ragazzino più famoso di google.
hai studiato col papa' di goatse? :|


Mi guarderò dal replicare agli "scienziati" CICAP ed a Psycho perchè se naufragassero in un isola deserta e dovessero coltivare e sopravvivere la mia risposta sarebbe utile per loro.

Adoro la selezione naturale.
"Conformarsi a ciò che si è, è dharma" ("Svalaksana dharanad dharmah").


[Mafalda::post] [psycho::post]state dicendo che fare imparare le poesie a memoria e' ok?


Assolutamente sì!
E' un po' come saltare alla corda per un pugile: non è sufficiente per vincere un incontro, ma se non saltelli un bel po', non ci sali neppure sul ring.


uno dei motivi per cui io sto avendo performance relativamente buone nel ring della mia vita e', secondo me, proprio il fatto che, essendo stato traumatizzato dallo mnemonismo della scuola e avendo degli handicap di memoria forse conseguenti anche da questo, ho sempre dovuto sviluppare delle tecniche personali per ridurre la necessita' di memorizzare.
per cui, ad esempio, non riuscendo a memorizzare le parti piu' ostiche delle tabelline (chesso', quella dell'otto o del nove) ho dovuto sviluppare degli algoritmi semplici che mi riconducessero a casi piu' facili. in questo modo ho acquisito un'alta capacita' matematica.
ovvero: se mi chiedevano a bruciapelo 8x9, non sapevo rispondere subito ma ci dovevo pensare un attimo. in quell'attimo, calcolavo 8x10 e sottraevo 8. l'impressione dall'esterno era quindi che fossi meno preparato di chi sapeva dire al volo 8x9. in realta', ero piu' bravo e sulla lunga distanza l'avrei sistematicamente stracciato (perche' non aveva mai avuto una seria necessita' di imparare come scomporre le operazioni). nella vita, questo mi ha aiutato.
per quanto riguarda i Classici: be', diceva Eco che la persona colta non e' chi si ricorda a menadito qualcosa, ma chi sa dove ritrovarla quando ne ha bisogno. si applica sia alle cose utili che alle cose che, come la letteratura, rinfrancano lo spirito tra un turno di altoforno e l'altro.

[Mafalda::post]
La mia maestra veniva da una delle antiche famiglie di nobiltà feudale genovese, e il marito era un riccho industriale, la mia prof d'inglese era la cugina di del noce,


ah ecco. cioe' erano persone ricche di loro, per cui non insegnavano per i 1000 euro mensili ma per passione.
inutile dirti che se gli insegnanti italiani sono i meno pagati d'europa non li si puo' biasimare troppo se mantenere questa passione gli diventa sempre piu' difficile.


[psycho::post]ovvero: se mi chiedevano a bruciapelo 8x9, non sapevo rispondere subito ma ci dovevo pensare un attimo. in quell'attimo, calcolavo 8x10 e sottraevo 8.

il figlio di un mio amico fa la stessa cosa. bisogna che metta in guardia il padre.
... I feel I must be wrong.


Dà una mano con le declinazioni tedesche se lo studi prima di fare tedesco. Se invece lo inizi al liceo è preferibile un 'altra lingua, magari che venga parlata da qualche parte. Che aiuta a tenere allenata la mente allo studio non è una cagata, mi sa. Proprio per i casi particolari delle coniugazioni e cazzi e mazzi aiuta a tenere allenate le funzioni mnemoniche del cervello, ma anche a questa lacuna, per chi non ha mai fatto latino, si può rimediare con la matematica, dato che sul cervello ha lo stesso stimolo, più quello logico.
Concludendo, il mio giudizio globale sul latino è: se vuoi farlo ci vai tu alla scuola del latino.
Domani mattina comprerò tutti i cd di Wagner che ci sono a New York. E un grosso martello.

Woody Allen


[wile::post]
[psycho::post]ovvero: se mi chiedevano a bruciapelo 8x9, non sapevo rispondere subito ma ci dovevo pensare un attimo. in quell'attimo, calcolavo 8x10 e sottraevo 8.


il figlio di un mio amico fa la stessa cosa. bisogna che metta in guardia il padre

No, perché invece esistono bambini che imparano le tabelline interamente a memoria?

(cmq bella la tabellina del 9, a me stava simpa perché il risultato dà sempre 9)
Non saprei, con la nostra ammirazione per l'antichità, che cosa possa proteggere dal suicidio un aspirante filosofo, se non il fatto che Platone e Aristotele non portavano i calzoni [...] (R. M.)


[Perny::post]è preferibile un 'altra lingua, magari che venga infilata da qualche parte.
'zzo vuoi?Al culmine del processo di razionalizzazione, la ragione è diventata irrazionale e stupida


[Le deuxième sexe::post](cmq bella la tabellina del 9, a me stava simpa perché il risultato dà sempre 9)
la tua tabellina finiva a 9x1?


[psycho::post]
ovvero: se mi chiedevano a bruciapelo 8x9, non sapevo rispondere subito ma ci dovevo pensare un attimo. in quell'attimo, calcolavo 8x10 e sottraevo 8. l'impressione dall'esterno era quindi che fossi meno preparato di chi sapeva dire al volo 8x9. in realta', ero piu' bravo e sulla lunga distanza l'avrei sistematicamente stracciato (perche' non aveva mai avuto una seria necessita' di imparare come scomporre le operazioni). nella vita, questo mi ha aiutato.
ehi, anche io. E ho vinto una gara di matematica alle elementari stracciando tutti. 12 punti io, 4 il secondo.


[gg::post] [Le deuxième sexe::post](cmq bella la tabellina del 9, a me stava simpa perché il risultato dà sempre 9)

la tua tabellina finiva a 9x1?


No, sta parlando della famosa prova del nove.
Il prepuzio è asceso in cielo, e ora forma gli anelli di Saturno.


[psycho::post]ovvero: se mi chiedevano a bruciapelo 8x9, non sapevo rispondere subito ma ci dovevo pensare un attimo. in quell'attimo, calcolavo 8x10 e sottraevo 8.

Io sono sempre stata convinta che tutti i bimbi le imparassero in quel modo.
Mettiamoci un quasi, però sappi che è un trucchetto che usavano quasi tutti!!!

[psycho::post]inutile dirti che se gli insegnanti italiani sono i meno pagati d'europa non li si puo' biasimare troppo se mantenere questa passione gli diventa sempre piu' difficile.

Se calcolassi la paga oraria dovresti rivedere questa affermazione.


[LePendu::post]La tua vecchia maestra sta rigirando la matita blu nelle sue scheletriche mani.

E' stato un errore di battitura. Sob, che brutta figura!

[Louis::post]dire che il lavoro è umiliante* equivale a dire che sono effettivamente dei poveracci, vero?

Umiliante è qualcosa che ti mortifica.
Insegnare, è uno dei lavori più belli che ci siano, arricchisce tutte le parti in gioco.
E non credo di dire questo solo perchè sono gramsciana, in materia, ma perchè i miei insegnanti ci hanno sempre trasmesso l'entusiasmo, la speranza che mettevano nel loro lavoro.

madonna mi sto sentendo vecchia.



Maranza lo rispondo topo.
ljs quaqquaraquà "Perché dovrei uscire là fuori per mostrarmi agli altri? Si sta tanto bene qui."


[maranza::post]dopo questo discorso c’è bisogno ancora che ti dica cosa penso del latino?


piccolo appunto, ché magari non lo sai.
All'epoca il latino non era materia dei licei, ma veniva insegnata nelle scuole dell'obbligo e il ragionamento di Don Lorenzo Milani fu poi abbracciato dallo stato stesso, che trasformò il latino in materia facoltativa, perchè a fronte di qualche Pierino, per cui la scuola dell'obbligo era concepita, c'erano molti altri ragazzini a cui le maestre erano a stento riuscite ad insegnare a leggere e far di conto.

Quello che tu riporti è un discorso che non può essere compreso se decontestualizzato dal dibattito dell'epoca, dalla condizione sociale dell'italia di quegli anni, dalle esperienze di Danilo Dolci.

E' un argomento che mi appassiona profondamente e se vuoi ne possiamo parlare.
Se invece il tuo vuole essere una semplice gara a chi ce l'ha più lungo mi tiro indietro immediatamente: ho da fare cose più importanti, come darmi lo smalto alle unghie!
ljs quaqquaraquà "Perché dovrei uscire là fuori per mostrarmi agli altri? Si sta tanto bene qui."


[Mafalda::post]Insegnare, è uno dei lavori più belli che ci siano, arricchisce tutte le parti in gioco.
sì, ok. MA la gente che ti tratta come pezza da piedi cosa arrichisce?


[Mafalda::post]
[psycho::post]ovvero: se mi chiedevano a bruciapelo 8x9, non sapevo rispondere subito ma ci dovevo pensare un attimo. in quell'attimo, calcolavo 8x10 e sottraevo 8.


Io sono sempre stata convinta che tutti i bimbi le imparassero in quel modo.
Mettiamoci un quasi, però sappi che è un trucchetto che usavano quasi tutti!!!


ah boh, allora avevo il maestro cretino io. lui valutava anche in base alla rapidita' della risposta.
d'altronde, che fosse cretino, col senno di poi, lo capisco anche da altre cose: ad esempio, che facesse imparare le poesie a memoria, come piace a te.

[Mafalda::post] [psycho::post]inutile dirti che se gli insegnanti italiani sono i meno pagati d'europa non li si puo' biasimare troppo se mantenere questa passione gli diventa sempre piu' difficile.


Se calcolassi la paga oraria dovresti rivedere questa affermazione.


ok, immagina di comparare un operaio che fa 5 ore al giorno di lavoro logorante e viene pagato, al mese, tanto quanto un operaio che fa 8 ore al giorno ma di un lavoro leggero.
il lavoro di insegnante in una scuola secondo me e' molto faticoso e logorante. e' tanto piu' logorante quanto piu' sono giovani gli alunni, per cui ad esempio ritengo vergognoso che un professore universitario guadagni di piu' di un professore di scuola. (e per giunta e' considerato certamente piu' prestigioso.)
certo, se uno li limita a considerare solo il tempo del lavoro e non la sua intensita', 18 ore settimanali di lezione (a cui vanno aggiunti tutti gli altri doveri) e tre mesi di ferie (che in realta' ultimamente sono di meno) sembrano un paradiso. eppure, ad esempio, io stesso che amo insegnare e che non ho mai fatto scelte di vita legate al denaro, rifuggo come la peste l'insegnamento nelle scuole, perche' sono certo che si tratterebbe di una vita molto piu' infame di quella che gia' faccio.


[Louis::post]MA la gente che ti tratta come pezza da piedi cosa arrichisce?

non è gente: sono ragazzini.
E tu potrai essere determinante per il loro futuro.
ljs quaqquaraquà "Perché dovrei uscire là fuori per mostrarmi agli altri? Si sta tanto bene qui."


[Le deuxième sexe::post]No, perché invece esistono bambini che imparano le tabelline interamente a memoria?

io, una trentacinquina d'anni fa.
[Mafalda::post]Io sono sempre stata convinta che tutti i bimbi le imparassero in quel modo.
Mettiamoci un quasi, però sappi che è un trucchetto che usavano quasi tutti!!!

ribadisco.
... I feel I must be wrong.


[psycho::post]la persona colta non e' chi si ricorda a menadito qualcosa, ma chi sa dove ritrovarla quando ne ha bisogno.


ma allora oggi con google siamo tutti dei sapientoni!

[psycho::post]d'altronde, che fosse cretino, col senno di poi, lo capisco anche da altre cose: ad esempio, che facesse imparare le poesie a memoria, come piace a te.


psy, io ti capisco, perchè fino a qualche anno fa la pensavo esattamente come te. poi mi sono reso conto di quante nozioni spicciole mi piacerebbe poter sapere così, naturalmente, invece di doverle spulciare su google, e soprattutto di quanto sarebbe utile (non sborronesco: utile) averle immediatamente in mente.

per utile intendo in senso lato,eh. utile a capire un libro, a interpretare un fenomeno, a fare analogie, a evitare ingenuità.

da piccolo piangevo e strepitavo per non imparare la poesiola a memoria, ed era a buon diritto solo perchè mi facevano imparare delle poesie di merda.
ma darei un braccio per sapere a memoria la Divina Commedia, o i sonetti di Petrarca, per dire.

" "ciao, io vado a vivere in un appartamento un po' grande e volevo un animale da compagnia: cosa mi consigli?""ti consiglio....l'unicorno!""ma l'unicorno non esiste""non avevi specificato che doveva essere un animale esistente" " (maranza)

ho deciso che vincono le piramidi LOL


[psycho::post]calcolavo 8x10 e sottraevo 8


si, però 8 x 10 te lo ricordavi comunque a memoria.
e probabilmente anche per 80 - 8 utilizzavi un trucco mnemonico (fosse anche ricordarti che 10 - 8 = 2 e che 8 - 1 = 7...non credo che stessi lì a fare in conto alle rovescia sulla punta delle dita).

ci si ricordano a memoria le cose che devono essere sempre pronte, e si mettono in magazzino quelle che si usano una volta ogni tanto.
esattamente come RAM e HD, per fare un esempio cretino: se ogni volta che devi usare un'informazione devi swappare avanti e indietro, finisci per perderti delle associazioni di idee che probabilmente ti avrebbero salvato le chiappe.

sapere dove andare a trovare le informazioni è ottima cosa, ma se non ti ricordi neanche della loro esistenza allora sapere dove trovarle serve anche a poco.

[Mafalda::post]Se invece il tuo vuole essere una semplice gara a chi ce l'ha più lungo mi tiro indietro immediatamente


oh, sei stata tu a cagare il cazzo sulle mie citazioni della vita comoda e non virile.
io mica volevo fare polemica sulle idee deliranti di quel prete di merda, cercavo solo di rallegrare l'atmosfera con un'esibizione di espressioni un pochettino demodé.

[Mafalda::post]Quello che tu riporti è un discorso che non può essere compreso se decontestualizzato dal dibattito dell'epoca, dalla condizione sociale dell'italia di quegli anni, dalle esperienze di Danilo Dolci.


si, buonanotte.
un cumulo di merda, per quanto contestualizzato nel suo ambiente rurale e contadino, resta sempre un cumulo di merda.
un discorso sul contadino che sa tante cose anche se non capisce come funziona un rubinetto, perché il rubinetto è opera dell'uomo mentre il bosco è opera d'Iddio è una cosa da alto medioevo.

ecco, adesso vai pure a farti la french manicure con lo sporco sotto le unghie.


[maranza::post] la french manicure con lo sporco sotto le unghie.
Hah hahah ma cosa significa esattamente?
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al <br />
corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)





DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS


[rodolfo::post]Hah hahah ma cosa significa esattamente?

io ho immaginato una cosa tipo


però con sotto lo sporco che la vita del bosco regala
cesare_codio: "no davvero tranquillizzi"
cesare_codio: "cioè nel senso tranquillizzi però non tipo Ave Ninchi per dire"


[maranza::post]si, buonanotte.
un cumulo di merda, per quanto contestualizzato nel suo ambiente rurale e contadino, resta sempre un cumulo di merda.
un discorso sul contadino che sa tante cose anche se non capisce come funziona un rubinetto, perché il rubinetto è opera dell'uomo mentre il bosco è opera d'Iddio è una cosa da alto medioevo.

Tu non sai quante stronzate stai dicendo.
Veramente, non ne hai idea.
Non hai capito un emerito cazzo di quello che hai citato.
Perchè devi sempre essere così idiota?
Cioè dal vivo sei pure una persona simpatica e piacevole.
Dovresti capire che non è che solo perchè iddio ti ha dotato della parola e sai costruire delle frasi di senso compiuto, allora puoi andare in giro ad esprimere opinioni su cose di cui non sai un cazzo.
ljs quaqquaraquà "Perché dovrei uscire là fuori per mostrarmi agli altri? Si sta tanto bene qui."


[Mafalda::post]Tu non sai quante stronzate stai dicendo.
Veramente, non ne hai idea.
Perchè devi sempre essere così idiota?
Cioè dal vivo sei pure una persona simpatica e piacevole.
Dovresti capire che non è che solo perchè iddio ti ha dotato della parola e sai costruire delle frasi di senso compiuto, allora puoi andare in giro ad esprimere opinioni su cose di cui non sai un cazzo.


vale lo specchio riflesso, o devo articolare meglio?

il testo mi sembra limpidissimo nella sua stronzeria.
se vuoi stare ad analizzare il contesto per capire come sia stato possibile prendere sul serio una tale raffica di stronzate a me va bene, ma è ritorniamo al discorso "storia della filosofia".


Maranza, Milani fece il botto in un'epoca in cui le scuole (anzi "la scuola") per i ricchi esisteva davvero, così come esisteva davvero una discriminazione spietata verso i figli di poveri e illetterati. Una cosa peraltro dura a morire, visto che ho fatto in tempo a vederne qualche esempio ancora in tempi recenti (i miei). Però Don Milani era un prete ed è morto nel '67, abbi pazienza.
[maranza::post]se vuoi stare ad analizzare il contesto per capire come sia stato possibile prendere sul serio una tale raffica di stronzate a me va bene
Non è una raffica di stronzate, è semplicemente il punto di vista di un prete educatore. Alcuni argomenti sono senza dubbio stronzate, il problema no. Nessuno ha consacrato le idee personali di Milani come il modello pedagogico definitivo, anzi dal '68 Milani ha subìto una serie di critiche radicali soprattutto dalla sinistra più sospettosa e anticlericale e comunque un po' da tutti.
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al <br />
corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)





DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS


Grazie, rod.

PS: sì lo so, che non ha scritto quotocazzoquoto, ma ha espresso un pensiero sensato.
ljs quaqquaraquà "Perché dovrei uscire là fuori per mostrarmi agli altri? Si sta tanto bene qui."


[gg::post]
[Le deuxième sexe::post](cmq bella la tabellina del 9, a me stava simpa perché il risultato dà sempre 9)
la tua tabellina finiva a 9x1?

no, mio piccolo amico, mi riferivo alla somma delle cifre del risultato di ogni moltiplicazione per 9.
Non saprei, con la nostra ammirazione per l'antichità, che cosa possa proteggere dal suicidio un aspirante filosofo, se non il fatto che Platone e Aristotele non portavano i calzoni [...] (R. M.)


[rodolfo::post]Non è una raffica di stronzate, è semplicemente il punto di vista di un prete educatore. Alcuni argomenti sono senza dubbio stronzate, il problema no.


ho capito, ma mi pare di poter ridere liberamente di uno che guarda con disprezzo gli ultimi ritrovati americani che fanno la vita "comoda e non virile", o sbaglio?

poi magari era una gran brava persona e tutto quanto, ma parlava come i Fascisti su Marte.


Sì.
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al <br />
corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)





DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS


[Le deuxième sexe::post]no, mio piccolo amico, mi riferivo alla somma delle cifre del risultato di ogni moltiplicazione per 9
"miracoli" del sistema decimale


Maranza ma non mi avevi killato?
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al <br />
corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)





DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS


[escape_from_la_palma::post]
"miracoli" del sistema decimale

minchia, sì! (e non solo di quello!)
Non saprei, con la nostra ammirazione per l'antichità, che cosa possa proteggere dal suicidio un aspirante filosofo, se non il fatto che Platone e Aristotele non portavano i calzoni [...] (R. M.)


[Le deuxième sexe::post]
no, mio piccolo amico, mi riferivo alla somma delle cifre del risultato di ogni moltiplicazione per 9.
che bello essere chiamato "mio piccolo amico"!.


[escape_from_la_palma::post]"miracoli" del sistema decimale


domanda: ma la somma delle cifre di un numero in base B che sia multiplo di B-1, danno B-1 ?

sto provando anche in ottale e pare così, suppongo esista un teorema banale che me lo dimostra, ma ho la febbre e lo spruzzone.

" "ciao, io vado a vivere in un appartamento un po' grande e volevo un animale da compagnia: cosa mi consigli?""ti consiglio....l'unicorno!""ma l'unicorno non esiste""non avevi specificato che doveva essere un animale esistente" " (maranza)

ho deciso che vincono le piramidi LOL


[brullo nulla::post]sto provando anche in ottale e pare così, suppongo esista un teorema banale che me lo dimostra, ma ho la febbre e lo spruzzone.
ahhahahah incredibile, dopo aver provato il duodecimale ero passato anch'io all'ottale.
Comunque ora provo a generalizzare, vediamo che ne esce fuori.


attendiamo con ansia il teorema di brullo/escape.
... I feel I must be wrong.


[brullo nulla::post]
[escape_from_la_palma::post]"miracoli" del sistema decimale


domanda: ma la somma delle cifre di un numero in base B che sia multiplo di B-1, danno B-1 ?

(si. non è fantastico?)

vai con l'esadecimale, escape!
Non saprei, con la nostra ammirazione per l'antichità, che cosa possa proteggere dal suicidio un aspirante filosofo, se non il fatto che Platone e Aristotele non portavano i calzoni [...] (R. M.)


[escape_from_la_palma::post]ahhahahah incredibile, dopo aver provato il duodecimale ero passato anch'io all'ottale.
Comunque ora provo a generalizzare, vediamo che ne esce fuori.
vedi come siete contorti? io ho fatto subito il binario.


If you are not familiar with congruences and modular arithmetic, consider this...

Let the number N = w + 10x + 100y + 1000z + ... (example : 574 = 4 + 7*10 + 5*100 )
Its digits are w, x, y, z, ... So the sum of the digits is w + x + y + z + ... = S, say.

So, N - S = D = (w-w) + (10x-x) + (100y-y) + (1000z -z) + ... = 9x + 99y + 999z + ... = 9 (x + 11y + 111z + ...)

So, N - S is a multiple of 9.


Now for the second part...

Consider again, N = w + 10x + 100y + 1000z + ...
We want to prove that, if the sum of its digits, S is divisible by 9, then so is the number, N, and conversely.

If S is divisible by 9, then S = 9p. Now to this, add the number D, calculated above. S + D = 9p + D. But we saw previously that D itself is a multiple of 9, so D = 9q. Hence, S + D = 9p + 9q = 9(p+q) = 9r, say. But then, S + D is nothing but N. So N = 9r, which is what we wnted to prove.

The converse is proved by starting with N = 9r and subtracting D to yield S = 9(r-q) = 9p, say.
QED


mi pare banale che il teorema sia generalizzabile per ogni base. evviva.

" "ciao, io vado a vivere in un appartamento un po' grande e volevo un animale da compagnia: cosa mi consigli?""ti consiglio....l'unicorno!""ma l'unicorno non esiste""non avevi specificato che doveva essere un animale esistente" " (maranza)

ho deciso che vincono le piramidi LOL


[gg::post]io ho fatto subito il binario.

caaaro! sarò la tua locomotiva!
... I feel I must be wrong.


[brullo nulla::post] [psycho::post]la persona colta non e' chi si ricorda a menadito qualcosa, ma chi sa dove ritrovarla quando ne ha bisogno.



ma allora oggi con google siamo tutti dei sapientoni!


ti ringrazio per avermi portato un altro esempio di cio' che dice Eco e su cui concordo:
la persona colta sa dove ritrovare l'informazione di cui ha bisogno, aka sa quali parole chiave inserire in google.
e l'utilita' di internet e dei motori di ricerca e' che adesso e' estremamente piu' facile reperire le informazioni anche a partire da una base mnemonica molto scarsa. quello che google ha fatto per la cultura e' -non scherzo- molto piu' di quanto le migliori riforme ministeriali del mondo possano mai sognarsi.

[maranza::post]si, però 8 x 10 te lo ricordavi comunque a memoria.
e probabilmente anche per 80 - 8 utilizzavi un trucco mnemonico (fosse anche ricordarti che 10 - 8 = 2 e che 8 - 1 = 7...non credo che stessi lì a fare in conto alle rovescia sulla punta delle dita).


be', ragionare serve proprio a ridurre il numero di cose da memorizzare: una volta memorizzate le tabelline del 2 e del 10, tutto il resto veniva molto facile.

[maranza::post]sapere dove andare a trovare le informazioni è ottima cosa, ma se non ti ricordi neanche della loro esistenza allora sapere dove trovarle serve anche a poco.


esatto, e ti ringrazio per avere implicitamente suggerito come mai ho straragionissima: perche' se il tempo destinato a fare imparare N poesie a memoria viene usato per limitarsi a leggere, senza memorizzare, N*10 (o anche molte di piu') poesie, di molte di esse rimarra' memoria almeno del titolo, o almeno di cosa parlano, e sara' quindi facile, per tutta la vita, ritrovarle quando le si vuole rileggere o citare.
se invece te ne fanno imparare a memoria N e non resta tempo per nessun'altra, sarai consapevole dell'esistenza solo di quelle N.


[psycho::post]la persona colta sa dove ritrovare l'informazione di cui ha bisogno, aka sa quali parole chiave inserire in google.


tra l'altro un esempio e' il maranza che anni fa era campione mondiale di googlata sportiva.
ogni volta che voleva trovare un'immagine relativa a una perversione, sapeva subito con quali parole chiave rendere piu' efficiente la ricerca e arrivava sempre prima di tutti!


psycho io te l'appoggio in tutto e per tutto ma ti anticipo che tutta questa denigrazione colta della apologia mnemonica non ti servira' a nulla il giorno in cui dimenticherai il suo primo anniversario. come sai la logica aristotelica, per quanto perfetta possa essere, non funziona con le donne.


[gg::post]non ti servira' a nulla il giorno in cui dimenticherai il suo primo anniversario.


so gia' :(


[psycho::post]ogni volta che voleva trovare un'immagine relativa a una perversione, sapeva subito con quali parole chiave rendere piu' efficiente la ricerca e arrivava sempre prima di tutti!


mi spiace pwnarti, ma in realtà ho un capientissimo archivio di immagini raccapriccianti di ogni tipo, e me le ricordo tutte a memoria.

quando in un thread c'era una frase che si abbinava bene ad una delle immagini, la proponevo come elegante illustrazione.

[psycho::post]se il tempo destinato a fare imparare N poesie a memoria viene usato per limitarsi a leggere, senza memorizzare, N*10 (o anche molte di piu') poesie, di molte di esse rimarra' memoria almeno del titolo, o almeno di cosa parlano, e sara' quindi facile, per tutta la vita, ritrovarle quando le si vuole rileggere o citare.


si, ma non ti capiterà mai di leggere una poesia nuova ed esclamare "ma questa è copiata parola per parola da quella là!"

il mondo è crudele, e non sempre ti dà la possibilità di metterti tranquillo a tavolino a cercare quello che ti serve.

metti ad esempio quelli che si ricordano benissimo tutte le facce e i nomi delle persone che hanno visto nella loro vita (io non sono tra questi).
sembra inutile, ma invece può salvarti la vita nel momento in cui vedrai entrare nel salone dei ricevimenti il noto nazi-terrorista uzbeko Islamabbad Inshallah Ataturk Alalà travestito da ragazzo della pizza.
Invece di passare la serata a pensare "quello ha una faccia nota, chissà chi è" e poi esplodere insieme agli altri invitati, potrati esclamare, "Alalà, fermo là!" e diventare un eroe.


[brullo nulla::post]mi pare banale che il teorema sia generalizzabile per ogni base. evviva.
non solo, credevo inizialmente che quella dimostrazione valesse solo in N mentre invece è estendibile anche per gli interi. doppio evviva.


[escape_from_la_palma::post]credevo inizialmente che quella dimostrazione valesse solo in N mentre invece è estendibile anche per gli interi.


cioé, tipo in base "-4"?


[maranza::post]dimostrazione

[maranza::post]cioé, tipo in base "-4"?
contrariamente a quanto accade nel tuo, nel mio mondo il termine dimostrazione non coincide con quello di teorema.


[maranza::post]
metti ad esempio quelli che si ricordano benissimo tutte le facce e i nomi delle persone che hanno visto nella loro vita (io non sono tra questi).

bell'esempio del cavolo. Quelli che ricordano benissimo tutte le facce e i nomi delle persone lo fanno senza sforzo e senza che la cosa richieda tempo né esercizio, diversamente dall'imparare a memoria le poesie.


(però ci restano sempre di cacca quando invece le altre persone non li riconoscono)
Non saprei, con la nostra ammirazione per l'antichità, che cosa possa proteggere dal suicidio un aspirante filosofo, se non il fatto che Platone e Aristotele non portavano i calzoni [...] (R. M.)


[Le deuxième sexe::post]Quelli che ricordano benissimo tutte le facce e i nomi delle persone lo fanno senza sforzo e senza che la cosa richieda tempo né esercizio, diversamente dall'imparare a memoria le poesie.


però se esistesse un esercizio che aiuta a memorizzare le facce, sarebbe saggio insegnarlo a scuola.
soprattutto se fai la scuola da agente segreto.


[escape_from_la_palma::post]nel mio mondo il termine dimostrazione non coincide con quello di teorema.




[maranza::post]però se esistesse un esercizio che aiuta a memorizzare le facce,


prova questo. (che ho potuto trovare facilmente con google perche', essendo una persona colta nel campo delle reti neurali, sapevo gia' che avrei trovato e come trovarlo).


[psycho::post]e l'utilita' di internet e dei motori di ricerca e' che adesso e' estremamente piu' facile reperire le informazioni anche a partire da una base mnemonica molto scarsa.

D'altra parte però mi rendo conto che, proprio da persona dotata di memoria straordinariamente carente, la facilità con cui so che posso reperire le informazioni, e che per una smemorata come me è una cosa fondamentale, mi conduce anche a esercitare meno la capacità di memorizzazione perché tanto so che posso averle in qualsiasi momento. E invece ovviamente più cose trattieni in mente più le usi al momento giusto per agganciare subito qualcosa di attinente e stabilire un collegamento significativo.
cesare_codio: "no davvero tranquillizzi"
cesare_codio: "cioè nel senso tranquillizzi però non tipo Ave Ninchi per dire"


[maranza::post] "Alalà, fermo là!"
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al <br />
corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)





DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS


[gg::post]il suo primo anniversario

o intendevi il primo compleanno, o è un lapsus freudiano.
... I feel I must be wrong.


ip psycho do del lei.


[gg::post]ip psycho do del lei.

O Roma O Madre...
"Er Liegt Irgendwo Hier" ~ sulla tomba di Werner Heisenberg


[psycho::post]
e l'utilita' di internet e dei motori di ricerca e' che adesso e' estremamente piu' facile reperire le informazioni anche a partire da una base mnemonica molto scarsa. quello che google ha fatto per la cultura e' -non scherzo- molto piu' di quanto le migliori riforme ministeriali del mondo possano mai sognarsi.


beh, ovviamente si.

[psycho::post]
esatto, e ti ringrazio per avere implicitamente suggerito come mai ho straragionissima: perche' se il tempo destinato a fare imparare N poesie a memoria viene usato per limitarsi a leggere, senza memorizzare, N*10 (o anche molte di piu') poesie, di molte di esse rimarra' memoria almeno del titolo, o almeno di cosa parlano, e sara' quindi facile, per tutta la vita, ritrovarle quando le si vuole rileggere o citare.
se invece te ne fanno imparare a memoria N e non resta tempo per nessun'altra, sarai consapevole dell'esistenza solo di quelle N.


vabbè, dai, non esagerare.
questo è arrampicarsi su specchi ribollenti di vaselina.

[escape_from_la_palma::post]contrariamente a quanto accade nel tuo, nel mio mondo il termine dimostrazione non coincide con quello di teorema.


eh?
come no?

" "ciao, io vado a vivere in un appartamento un po' grande e volevo un animale da compagnia: cosa mi consigli?""ti consiglio....l'unicorno!""ma l'unicorno non esiste""non avevi specificato che doveva essere un animale esistente" " (maranza)

ho deciso che vincono le piramidi LOL


[maranza::post]
cioé, tipo in base "-4"?
ma esistono le basi negative? in caso contrario non ho capito l'affermazione di esc.

Non è obbligatorio essere Cristiani,
così come non è obbligatorio essere vivi.

- San Scrotobaldo da Pellagra, Conversore dei Turchi


[brullo nulla::post]
eh?
come no?
[Q.::post]ma esistono le basi negative? in caso contrario non ho capito l'affermazione di esc.

no che non esistono, che senso avrebbero :(
rispondevo per le rime al maranza che volendo fare il precisetti ha scritto :
[maranza::post]
[escape_from_la_palma::post]credevo inizialmente che quella dimostrazione valesse solo in N mentre invece è estendibile anche per gli interi.




cioé, tipo in base "-4"?

mentre io evidentemente mi rifererivo alla dimostrazione.


[brullo nulla::post]
eh?
come no?


[Q.::post]non ho capito l'affermazione di esc.


dai, è ovvio che ci sta prendendo in giro.


mah. io sapevo che N = interi

Non è obbligatorio essere Cristiani,
così come non è obbligatorio essere vivi.

- San Scrotobaldo da Pellagra, Conversore dei Turchi


Z = interi (da Zahlen che in tedesco vuol dire numero)
N = naturali


[escape_from_la_palma::post]mentre io evidentemente mi rifererivo alla dimostrazione.


si, ma cosa ci vuoi dire, esattamente, rifererendoti alla dimostrazione?

che si può estendere dall'insieme N all'insieme degli interi?


Per cortesia Q. non peggiorare la tua situazione già piuttosto imbarazzante.
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al <br />
corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)





DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS


[escape_from_la_palma::post]Z = interi (da Zahlen che in tedesco vuol dire numero)
N = naturali


e quindi hai scoperto che la prova del nove vale anche se gli metti un "meno" davanti?


[maranza::post]

si, ma cosa ci vuoi dire, esattamente, rifererendoti alla dimostrazione?

che si può estendere dall'insieme N all'insieme degli interi?
proprio così. visto che il tizio che l'ha postata, nell'incipit faceva riferimento alle modularizzazioni e alla congruenza che sono strumenti tipici dell'aritmetica modulare (che vale principalmente in Z) ho semplicemente controllato che la sua dimostrazione valesse anche per gli interi negativi. Tutto qua.


[maranza::post]hai scoperto
io non ho scoperto nulla, sei tu che confondi magistralmente le acque


[escape_from_la_palma::post]io non ho scoperto nulla


ok, non ti daranno dei riconoscimenti internazionali, ma tu nell'intimo del tuo ego ti sei reso conto che se fai la tabellina del "-9" funziona come la tabellina del 9, e questa credo che sia una grandissima soddisfazione per te e per tutti i tuoi amici del Beato Cottolengo.


[maranza::post] Beato Cottolengo.
Ti ricordo che è Santo.
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al <br />
corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)





DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS


[maranza::post]

ok, non ti daranno dei riconoscimenti internazionali, ma tu nell'intimo del tuo ego ti sei reso conto che se fai la tabellina del "-9" funziona come la tabellina del 9, e questa credo che sia una grandissima soddisfazione per te e per tutti i tuoi amici del Beato Cottolengo.
ok!


[brullo nulla::post][psycho::post]
esatto, e ti ringrazio per avere implicitamente suggerito come mai ho straragionissima: perche' se il tempo destinato a fare imparare N poesie a memoria viene usato per limitarsi a leggere, senza memorizzare, N*10 (o anche molte di piu') poesie, di molte di esse rimarra' memoria almeno del titolo, o almeno di cosa parlano, e sara' quindi facile, per tutta la vita, ritrovarle quando le si vuole rileggere o citare.
se invece te ne fanno imparare a memoria N e non resta tempo per nessun'altra, sarai consapevole dell'esistenza solo di quelle N.


vabbè, dai, non esagerare.
questo è arrampicarsi su specchi ribollenti di vaselina.


uh, perche'?
e' esattamente quello che penso, e anzi la motivazione primaria di tutto il mio virulento odio verso la pratica di far imparare cose a memoria a scuola.
non e' solo una faccenda di "io preferisco questo a quello". per me e' una faccenda di "io ritengo che chi fa questo sta facendo qualcosa di estremamente grave e dalle conseguenze sociali serie".


[psycho::post]per me e' una faccenda di "io ritengo che chi fa questo sta facendo qualcosa di estremamente grave e dalle conseguenze sociali serie".


boh, ci sono delle cose che te le devi comunque mandare già a memoria, quindi un po' di allenamento non fa mica male.

io ricordo più facilmente tutte le cose che hanno un qualche "senso logico", mentre faccio una fatica enorme a ricordarmi delle informazioni che richiedono solo memoria allo stato puro (come i numeri di telefono e i compleanni).

un paio di volte ho fatto delle figure barbine agli esami dell'università perché il prof mi chiedeva il teorema di Pincopallo, e io non riuscivo ad associare il nome al teorema.
quindi sapevo che il quadrato dei cateti dell'ipotenusa in cinque parti uguali le rette sono parallele, ma non mi ricordavo chi l'avesse detto.


vi volevo dire una cosa importantissima sul perche' la memoria non serve a un cazzo ma me la sono dimenticata.


Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al <br />
corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)





DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS


Maranza, ricordati che devi morire



[escape_from_la_palma::post]
[brullo nulla::post]mi pare banale che il teorema sia generalizzabile per ogni base. evviva.
non solo, credevo inizialmente che quella dimostrazione valesse solo in N mentre invece è estendibile anche per gli interi. doppio evviva.

ed è tutto merito mio! escapino e brullino, mi mandate dei fiori per il mio compleanno?
Non saprei, con la nostra ammirazione per l'antichità, che cosa possa proteggere dal suicidio un aspirante filosofo, se non il fatto che Platone e Aristotele non portavano i calzoni [...] (R. M.)


[Le deuxième sexe::post]mi mandate dei fiori per il mio compleanno?
hai il pisello o la patatina?


[escape_from_la_palma::post]hai il pisello o la patatina?


ottima patatina.


le deuxieme è femmina di Alta Qualità

Non è obbligatorio essere Cristiani,
così come non è obbligatorio essere vivi.

- San Scrotobaldo da Pellagra, Conversore dei Turchi


[escape_from_la_palma::post]
[Le deuxième sexe::post]mi mandate dei fiori per il mio compleanno?
hai il pisello o la patatina?

beh, adesso stiamo andando un po' troppo sul personale, eh...

(no, ma davvero pensi che un uomo potrebbe scegliere un nickname così?)
Non saprei, con la nostra ammirazione per l'antichità, che cosa possa proteggere dal suicidio un aspirante filosofo, se non il fatto che Platone e Aristotele non portavano i calzoni [...] (R. M.)


[maranza::post]ottima patatina.
[Q.::post]le deuxieme è femmina di Alta Qualità
allora niente


questo thread fa schifo. il phoro è una merda. morite tutti (meno che uno.)

x Mafalda: qui si parlava più che altro di cosa insegnare, non di a chi o come.

il latino è un vezzo obs. brullo non ho capito se ci fa o è realmente stupido ma sono quasi convinto della seconda.
nessuna buona azione è mai rimasta impunita


[Le deuxième sexe::post]davvero pensi che un uomo potrebbe scegliere un nickname così?


io per molto tempo ho pensato che fossi un omosessuale, perché mi parevi troppo arguta e lucida per avere anche la vagina.


[maxdanno::post]morite tutti (meno che uno.)


grazie max :*


[maranza::post]io per molto tempo ho pensato che fossi un omosessuale, perché mi parevi troppo arguta e lucida per avere anche la vagina.


con spoiler inside
"Conformarsi a ciò che si è, è dharma" ("Svalaksana dharanad dharmah").


[maranza::post]io per molto tempo ho pensato che fossi un omosessuale, perché mi parevi troppo arguta e lucida per avere anche la vagina.
io lo pensavo di falena
hei asphaltita, dai un'occhiata anche tu al mio sito!


[maranza::post]
io per molto tempo ho pensato che fossi un omosessuale, perché mi parevi troppo arguta e lucida per avere anche la vagina.

ho deciso di leggerlo come un complimento, quindi grazie!
E grazie anche a Q!

[Pisodeuorrior::post]
io lo pensavo di falena

"falena miglior asphaltita da un saccone di tempo" è stato già detto da molti, vero?
(però dai, Piso, si capisce da come scrive che è femmina e non uomosessuale..)
Non saprei, con la nostra ammirazione per l'antichità, che cosa possa proteggere dal suicidio un aspirante filosofo, se non il fatto che Platone e Aristotele non portavano i calzoni [...] (R. M.)


La deuxième, parlami di te. E' imp.


è la reincarnazione di quella racchiona di simone del bovuàr
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al <br />
corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)





DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS


[escape_from_la_palma::post]
La deuxième, parlami di te. E' imp.


rodolfo (che è poi il mio biografo non ufficiale) è stato laconico ma esauriente.
Non saprei, con la nostra ammirazione per l'antichità, che cosa possa proteggere dal suicidio un aspirante filosofo, se non il fatto che Platone e Aristotele non portavano i calzoni [...] (R. M.)


O dovrei dire "il castoro"?
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al <br />
corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)





DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS


...Alice sospirò stanca. "Secondo me potreste impiegare meglio il vostro tempo - disse - invece di sprecarlo con indovinelli senza risposta".

(non ho capito chi dovrebbe castorare chi o cosa, né perché. Me lo spieghi e poi chiudiamo questo triste siparietto e torniamo a volerci bene come un tempo, vuoi?)
Non saprei, con la nostra ammirazione per l'antichità, che cosa possa proteggere dal suicidio un aspirante filosofo, se non il fatto che Platone e Aristotele non portavano i calzoni [...] (R. M.)


Cazzo, Simone era il castoro. Il castorino di Sartre, dai.
La conosci, no? Lettere al castoro ecc. ecc.
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)





DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS


[rodolfo::post]Cazzo, Simone era il castoro. Il castorino di Sartre, dai.
La conosci, no? Lettere al castoro ecc. ecc.

per caso si scrivevano in inglese?


No, ma forse lei era una rosicona.
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)





DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS


(si, ma questo doveva essere uno stuzzicantissimo flame, non ricordi? Comunque quel libro non ce l'ho, qualora - come probabilmente sarà - tu ti stessi scervellando sul regalo da farmi per il prossimo compleanno)
Non saprei, con la nostra ammirazione per l'antichità, che cosa possa proteggere dal suicidio un aspirante filosofo, se non il fatto che Platone e Aristotele non portavano i calzoni [...] (R. M.)


Ho in mente il regalo, si. Però devi comunicarmi la data del tuo compleanno via email insieme ad altri dati sensibili che ti richiederò di volta in volta.
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)





DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS


[Le deuxième sexe::post]però dai, Piso, si capisce da come scrive che è femmina e non uomosessuale..
si ma l'arguzia che la contraddistingue e' piu' tipica di colui che, difettando intrinsecamente di quell'abbondanza che ogni donna per natura trasuda, cerca di attirare la vittima alle sue spire con l'ausilio dell'ingegno e del buon parlare
hei asphaltita, dai un'occhiata anche tu al mio sito!


quando ancora c'erano donne su asphalto
giuro che il mio unico scopo nel resto dei miei anni diventera' scoprire dove abiti e piantarti un cacciavite in un occhio ('u Prufissuri)

Chi urla di piu' la vacca e' la sua

Colpa mia che mi ostino ancora a dire cose intelligenti su Internet


http://m.flcgil.it/rassegna-stampa/nazionale/qui-niente-poveri-ne-disabili-le-pubblicita-classiste-dei-licei.flc
giuro che il mio unico scopo nel resto dei miei anni diventera' scoprire dove abiti e piantarti un cacciavite in un occhio ('u Prufissuri)

Chi urla di piu' la vacca e' la sua

Colpa mia che mi ostino ancora a dire cose intelligenti su Internet


quindi scotto sarà costretto ad ammettere che anche gli insegnanti a volte sono persone oneste.
Do not argue with an idiot. He will drag you down to his level and beat you with experience.


mah, sono discorsi che si sono sempre fatti. anche gli insegnanti del mio liceo ci tenevano a dire che la loro scuola era frequentata da figli di gente a modo, la borghesia etc. tra l'altro era vero e notorio che nei licei andava la borghesia e negli istituti tecnici il proletariato. all'epoca il problema dei negri non si poneva, ma ricorda un episodio raccontato da un amico che andava al geometra: aveva in classe un tipo di colore, adottato, che tra l'altro stava in italia da piccolo e parlava perfettamente italiano. un giorno il tipo chiese di andare in bagno e il professore rispose ridendo che siccome era un negro abituato a fare dieci chilometri al giorno per andare alla toilette allora poteva tenersela un altro po'. frase che suscitò l'ilarità generale, mentre ora andresti in galera.


in realtà faceva cagare anche allora, ma negli ultimi anni ho rivisto le mie teorie sui pogrom
DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)


però la frase in dialetto faceva più ridere. vi si menzionava anche la iungla. purtroppo non ricordo la formula esatta.


La cosa ilare è che essendo questo ex studente geometra un amico di Scotto, il tutto era certamente ambientato nella provincia di Napoli o comunque lì intorno. Dove fino a dieci anni fa, e forse ancor'oggi stando a Report, i cessi a scuola manco li avevano. Pisciavano nei secchi da pittura riciclati, che poi svuotavano dalle finestre delle aule giù sul cortile melmoso, addobbato da due pali Enel rubati uniti a 2 metri da una catena rugginosa che fungeva da rete di pallavolo. E avevano il coraggio di sfottere i negri, costoro.
ASCOLTA A PEPPEGRILLE!!


vrastaldo::1770758

La cosa ilare è che essendo questo ex studente geometra un amico di Scotto, il tutto era certamente ambientato nella provincia di Napoli o comunque lì intorno. Dove fino a dieci anni fa, e forse ancor'oggi stando a Report, i cessi a scuola manco li avevano. Pisciavano nei secchi da pittura riciclati, che poi svuotavano dalle finestre delle aule giù sul cortile melmoso, addobbato da due pali Enel rubati uniti a 2 metri da una catena rugginosa che fungeva da rete di pallavolo. E avevano il coraggio di sfottere i negri, costoro.

Hahaha
giuro che il mio unico scopo nel resto dei miei anni diventera' scoprire dove abiti e piantarti un cacciavite in un occhio ('u Prufissuri)

Chi urla di piu' la vacca e' la sua

Colpa mia che mi ostino ancora a dire cose intelligenti su Internet


maxdanno::1770628

http://m.flcgil.it/rassegna-stampa/nazionale/qui-niente-poveri-ne-disabili-le-pubblicita-classiste-dei-licei.flc


nel frattempo tramite Facebook (che quindi incredibilmente per una volta è utile) ho scoperto che non è vero che sono "pubblicità" delle scuole, ma riassunti di formulari finalizzati a elencare i problemi (e quando non ci sono problemi, giustificare perché.)
in effetti mi sembravano un po' troppo onesti. probabilmente i presidi non erano neanche consapevoli che sarebbero stati messi online.
comunque, giornalisti cialtroni.
Do not argue with an idiot. He will drag you down to his level and beat you with experience.


In pratica mi confermate che non esiste nessuno studio peer-reviewed secondo cui il latino apre la mente piu di altre materie? Normalmente tutte le argomentazioni a favore del latino e anche del greco si basano su fesserie aneddotiche del tipo 'il nipote del biscugino del mio dirimpettaio ha fatto il classico e poi è diventato ingegnere, questo prova che il latino fa diventare saggi'. Peraltro da quanto ricordo le versioni di latino e di greco si dividono in quelle medio-facili (la cui traduzione non sviluppa le facoltà logiche piu di quanto non lo possa fare un abbonamento alla settimana enigmistica o il giuoco del tetris) e quelle medio-difficili (tipo Tacito o Tucidide) che sono a tratti così incasinate e con una costruzione sintattica così anomala che diverse parti si trovano già tradotte sul dizionario.


secondo me il latino può essere utile perché mostra la struttura logica dei periodi più di quanto farebbero ad es. inglese o francese. é abbastanza simile all'italiano ma abbastanza diverso da far capire qualcosa della struttura di una lingua. a parte il fatto che é la lingua della nostra storia fino a pochi secoli fa e che la letteratura latina è enorme e in vari casi eccezionale. sicuramente non è necessario studiare il latino, é una specie di lusso.


L'ho già linkato ma secondo me la risposta definitiva è questa
giuro che il mio unico scopo nel resto dei miei anni diventera' scoprire dove abiti e piantarti un cacciavite in un occhio ('u Prufissuri)

Chi urla di piu' la vacca e' la sua

Colpa mia che mi ostino ancora a dire cose intelligenti su Internet


forse il latino non apre la mente, ma la latina apre le cosce.


freakout::1770783
In pratica mi confermate che non esiste nessuno studio peer-reviewed secondo cui il latino apre la mente piu di altre materie?
il latino non apre un cazzo, mi pare pacifico. il latino serve per ragioni evidentemente sofrastrutturali e ideologiche e sociali, a parte i casi pragmatici che dice scotto.
scotto::1770784
il latino può essere utile perché mostra la struttura logica dei periodi più di quanto farebbero ad es. inglese o francese.
certo, essendone l'antenato (non di inglese e tedesco, ma almeno di una parte del loro lessico). comunque la questione mi è sempre parsa di lana caprina. è evidente che lo studio del latino è lo studio dell'interpretazione del canone. l'accesso al canone è un'attività formativa indipendentemente dalle forme linguistiche, è semplicemente la struttura su cui inerzialmente la conoscenza è a tutt'oggi organizzata. posto che esostono solo canoni al plurale, visto che il vero canone è sempre urtesto. ma come ci insegna laclau, è l'assenza formale dell'urtesto che consente l'elaborazione dei canoni stessi (ovvero anche il cartello del gabinetto, le ingiunzioni di pagamento, il diritto).
DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)


È una cosa tipo "noi ci abbiamo lu sole, noi ci abbiamo lu mare, noi ci abbiamo l'urtesto"?
giuro che il mio unico scopo nel resto dei miei anni diventera' scoprire dove abiti e piantarti un cacciavite in un occhio ('u Prufissuri)

Chi urla di piu' la vacca e' la sua

Colpa mia che mi ostino ancora a dire cose intelligenti su Internet


chi sa il latino in teoria dovrebbe sapersi esprimere anche meglio in italiano


wasd::1770843

chi sa il latino in teoria dovrebbe sapersi esprimere anche meglio in italiano
mi sembra evidente che ciò non sia vero, almeno in senso automatico. vedi il caso di eminenti avvocati meridionali che sparano brocardi impeccabili in mezzo a sproloqui tipo pasquale ametrano. il punto è sempre che si può imparare male, ma non si può farlo bene senza comunque imparare.
DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)


Ma davvero ne stiamo parlando?
giuro che il mio unico scopo nel resto dei miei anni diventera' scoprire dove abiti e piantarti un cacciavite in un occhio ('u Prufissuri)

Chi urla di piu' la vacca e' la sua

Colpa mia che mi ostino ancora a dire cose intelligenti su Internet


no max, è una memoria artificiale impiantatati da un'organizzazione il cui vertice è gi0rgi0 mastr0ta
DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)


rodolfo::1770847

wasd::1770843



chi sa il latino in teoria dovrebbe sapersi esprimere anche meglio in italiano
mi sembra evidente che ciò non sia vero, almeno in senso automatico. vedi il caso di eminenti avvocati meridionali che sparano brocardi impeccabili in mezzo a sproloqui tipo pasquale ametrano. il punto è sempre che si può imparare male, ma non si può farlo bene senza comunque imparare.


però qualora conoscessi molto bene il latino (cosa che di fatto non fa nessuno) dovresti sapere la stragrande maggioranza delle radici delle parole italiane e in generale romanze, quindi qualora ti uscisse una parola del testo di cui non sai il significato dovresti riuscire a ricostruirlo. inoltre come fatto notare da scotto col latino evidenzi maggiormente la sintassi della frase, schelling addirittura sosteneva che i tedeschi fossero superiori ai latini perchè la loro lingua aveva mantenuto una purezza originaria (in tedesco ancora ci sono i casi) mentre per un italiano o un francese è necessario prima imparare il latino per poter raggiungere lo stesso livello di purezza linguistica, ma vabbè si tratta solo di chiacchere


wasd::1770860
ma vabbè si tratta solo di chiacchere
più che altro in casi virtuosi si, ma in generale anche no.
DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)


rodolfo::1770851
gi0rgi0 mastr0ta

Ah il M'astr0ta, m'è spiaciuto che la cosa là, la ballerina, gliel'abbia troncato in culo cosí fortissimo
There's no morality in being good looking
(L'ultimo dei boia da cani)



Che poi è una cazzata, lo sanno tutti che la scuola dell'alta aristocrazia borghese è il T4ss0, mica il visconti.

psycho::718786
Non lo imparano?

Una volta lo imparavano, forse. Ma prova a dare in mano l’Eneide a un qualunque diplomato della mia età. Chiedi di leggerlo e tradurtelo all’impronta. Non ce la farà. Ha studiato latino per cinque anni, ma senza vocabolario è un analfabeta. L’ottanta per cento, all’indomani dalla maturità, non riuscirà a decifrarti una banalissima lapide di chiesa.
T0nd3ll1 dovrebbe sapere che la dimestichezza delle arti veramente belle feconda al più il dubbio e la perplessità, non già una volgare competenza da geometra. Poi il latino come lingua viva viene insegnato in laboratori ben selezionati dell'Università Vaticana, non certo al liceo classico.

Svegliatemi per l'apokatastasis


é vero che il latino si scorda in fretta ma è anche evidente, dopo il liceo quando ti capita di leggere il latino? anche il fatto di non parlarlo contribuisce a farlo sparire più rapidamente. per esempio io quel po' di francese studiato alle medie ancora me lo ricordo vagamente, mentre non sarei più capace di tradurre una frase complessa latina, forse nemmeno col vocabolario, che comunque non prenderei.
per non parlare del greco.
però conoscevo gente che al liceo traduceva il greco classico quasi al volo e riusciva anche a parlarlo e a tradurre dall'italiano in greco, che era anche più affascinante. c'era un tizio, un vero soggetto, che traduceva le canzonette in greco.


scotto::1771015
dopo il liceo quando ti capita di leggere il latino?
il problema è che la conoscenza è intrinsecamente discriminatoria. questa verità è stata - cinquanta anni fa ingenuamente (à la gramsci), da due o tre decenni colpevolmente - occultata con la filosofia della formazione quantitativa, che poi si traduce nell'idea dell'ascensore sociale come fatto oggettivo, quale evidentemente non è. pierpaole pasuline ci era arrivato con un certo anticipo, ma a parte queste cagate: non c'è verso di ottenere cultura e canoscenza senza operare su un plafond strutturato, che è essenzialmente ereditario e in ogni caso basato su pulsoni (anche nevrotiche) e bisogno. se tu non stai in fissa con i canoni, non ti posso spiegare il tutto con le parti, perché è struttura e gerarchia. io non sono un buon esempio ma mica mi ricordo tutto. mi è facile ritornare a ciò che ricordo o completare ciò che non ricordo perché ho uno schedario che mi sono costruito un po' da solo un po' me lo sono ritrovato in casa. ma questo è abbastaza pacifico (tranne per chi ultimamente si ostina ancora, in quel mondo meritorio ma farlocco che è la divulgazione, a credere che venire incontro al mentecatto faccia davvero la differenza. è utile, ma non con certe ambizioni). quello che non è pacifico è che la società deve organizzarsi attorno a queste disparità inevitabili in qualunque sistema vagamente liberale, e la "meritocrazia" (che non è una parola meglio di onestà di questi tempi) è una foglia di fico. l'unico modo per mantenere la pace sociale è l'accettazione (autentica) del mentecatto e non il suo coinvolgimento forzato in un gioco a cui non può giocare. l'accettazione significa inclusione, lo dico chiaramente.
DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)


rodolfo::1771033
essenzialmente ereditario


Ereditario?

rodolfo::1771033
l'accettazione significa inclusione


potresti elaborare un paio di righe in più? Se non hai da fare.
autostrada con le scale
avocado saponetta
tricipite basket
(allegrodemiurgo)


rodolfo::1771033
la "meritocrazia" (che non è una parola meglio di onestà di questi tempi) è una foglia di fico.

È assai peggio, a ben vedere, brandita come via e verità quando non anche come alibi. Mentre in definitiva assume i contorni del miraggio dietro al quale spesso si cela, quando va bene, della fine cacarella.
rodolfo::1771033
l'unico modo per mantenere la pace sociale è l'accettazione (autentica) del mentecatto e non il suo coinvolgimento forzato in un gioco a cui non può giocare.
concordo, ma questo comporta comunque a mio avviso dei risvolti, quali la convivenza tra inclusione/"compassione" e paternalismo, non banali.
There's no morality in being good looking
(L'ultimo dei boia da cani)


Flogisto ridai la password a rodolfo.
La cosa dello schedario mi incuriosisce, cosa intendi esattamente? Una libreria di appunti per argomento o qualcosa di più complesso?
giuro che il mio unico scopo nel resto dei miei anni diventera' scoprire dove abiti e piantarti un cacciavite in un occhio ('u Prufissuri)

Chi urla di piu' la vacca e' la sua

Colpa mia che mi ostino ancora a dire cose intelligenti su Internet


il tubone::1771036
Se non hai da fare.


sta' senza penzieri


piantala, avojas
autostrada con le scale
avocado saponetta
tricipite basket
(allegrodemiurgo)


maxdanno::1771038
o qualcosa di più complesso


autostrada con le scale
avocado saponetta
tricipite basket
(allegrodemiurgo)


lordolfo non per la prima volta mi sfugge il senso delle tue palore.


perché il vostro cuore è duro
DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)


vabbé era il primo post della giornata, avevo dei penzieri pregressi. non capisco però perché déstino scandalo alcuni termini.
va beh che siamo su asphalto, ma ereditario mica vuol dire che ti viene dal sangue, vuol dire che ti viene dall'età dell'educazione parentale, che fornisce tare ma anche vantaggi e privilegi ove sono trasmissibili. quindi si, la conoscenza richiede precoce elaborazione di metodo e strumenti e quando questi scarseggiano richiede un minimo di bisogno, necessità, ossessione per il sapere. poi se non siete al corrente del fatto che la conoscenza prevede un investimento di natura affettiva non so cosa dirvi. detto ciò, è chiaro che ci sono eccezioni, ma nessun master in economia internazionale o design industriale trasforma un deprivato in un genio, semplicemente perché il grosso è già stato fatto e quello che aggiungi, salvo la famosa struttura, scivola via. lo schedario è struttura. le nozioni non esistono, vengono sostanzialmente rielaborate in ogni circostanza in cui sono formalmente necessarie, un'attività che peraltro necessita di una certa dose di creatività e tempestività (esattamente come il linguaggio, modello di ogni rappresentazione del mondo e che non a caso si riceve). ma le nozioni hanno bisogno di un sistema di retrieving efficace, veloce, oliato, maneggevole e sperabilmente flessibile, se tenuto in allenamento. in conclusione si: buona parte dei deficienti sono irredimibili, la sociaetà deve semplicemente ridurre al minimo necessario le potenziali sperequazioni.
DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)


pasolini disse dopo la fase diciamo gramsciana: scrivo o lavoro per l'élite, precisando che *non* era l'élite in senso marxista, cioè il capitalismo. aveva ragione a metà in quella circostanza, ma la metà buona è che chi pretende di parlare con chi non capisce un cazzo perde tempo ed opera una violenza ancora più sottile perché non può essere sovvertita e si pone in una posizione arrogante a priori, che è pure peggio del buri0ni, sostanzialmente arrogante a posteriori e per vizio. la metà cattiva è che non aveva messo a fuoco il fatto che anche la sua élite culturale era capitalista in un certo modo, ma il discorso pragmaticamente fila. inoltre, se esiste un limite delle categorie marxiane (e per fortuna esiste), non c'è dubbio che chi capisce può teoricamente cambiare e comunque non esiste nessuna classe che non faccia cagare secondo gli standard morali di un gesuita-ebreo hegeliano tedesco illuminista della metà dell'ottocento.
DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)


inarrestabile rofoldo,

in effetti ho stupito anch'io dello stupore generale, visto che trattasi di meccanismi e concetti noti, bene spiegonati in tempi più recenti da bovardi3ü e dai sodali suoi, i.e. riproduzione disposizioni &bla. sfugge però come la innocua frase di scotto ti abbia invitato qui a questo plotteraggio che avrei visto meglio nel thread delle elezioni.
sito ottimizzato a 800x600 per Internet Explorer 5.0 o sup. richiede Real Audio Player


scotto ha funto da stura in ordine al famoso latino, che a suo dire dopo il liceo nessuno se lo incula. il che è vero, per i più, ma anche falso, perché lo stesso scotto se lo incula alla bisogna e con fatica infinitamente minore di altri visto che la famosa struttura del sapere opera per lo più in modo inconscio (sennò non sarebbe la struttura). poi scotto ha preso la via dello scrivere, che è un poco più rischiosa perché - sebbene valga la regola di cui sopra - è più prona a modelli estetici formali, ovverosia performativi, ma non voglio dire che è il suo caso e la cosa vale anche per il pensiero filosofico, solo che la sospesione del giudizio in quest'ultimo ambito è più rara e il vaglio più severo.
DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)


Da parte mia nessuno stupore, volevo leggere solo un minimo di elaborazione in più perchè non mi era pienamente chiaro il costrutto (i miei sbadilavano il letame per campare).
autostrada con le scale
avocado saponetta
tricipite basket
(allegrodemiurgo)


esistono un tot di circostanze che non sono davvero in deroga a quello che ho detto, comunque:
1) esistono persone sbadilanti che hanno un alto capitale di metodo, adattamento (in senso psicosociale) e in definitiva conoscenza
2) esistono eccezioni apparenti, ma deve esistere una sorgente affettiva famigliare capace di incentivare le tue scelte
3) non è il tuo caso ma mi corre obbligo di dire che esistono anche dei coglioni che credono di appartenere ai primi due casi ma invece purtroppo no
comunque non è solo unaquestione di soldi, mi pareva chiaro.
DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)


MA IO CONTINUO A NON CAPIRE


Rosolfo guarda che non siamo stupiti dal contenuto diciamo che di solito il flusso di coscienza non ti appartiene.
Da approfondire, ma beati voi che avete il tempo di farvi le seghe su pasolini. Io stamattina ho imparato a disegnare il coniglio molang e al pomeriggio festone in costume all'oratorio, oggi giornata piena.
Sappiate però che si trovano ancora caramelle sfuse, 10 per 60 cent.
giuro che il mio unico scopo nel resto dei miei anni diventera' scoprire dove abiti e piantarti un cacciavite in un occhio ('u Prufissuri)

Chi urla di piu' la vacca e' la sua

Colpa mia che mi ostino ancora a dire cose intelligenti su Internet


scotto::1771110

MA IO CONTINUO A NON CAPIRE
ma questo è ormai irrilevante, ammesso che prima lo fosse
DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)


Rodolfo sta dicendo che non ha trovato nessuno che lo paga adeguatamente per sapere il giapp0nese
giuro che il mio unico scopo nel resto dei miei anni diventera' scoprire dove abiti e piantarti un cacciavite in un occhio ('u Prufissuri)

Chi urla di piu' la vacca e' la sua

Colpa mia che mi ostino ancora a dire cose intelligenti su Internet


maxdanno::1771111
non siamo stupiti
ma parli al plurale maiestatis?
maxdanno::1771111
beati voi che avete il tempo di farvi le seghe su pasolini.
voi chi? comunque si, c'è qualcuno che ha proprio tutte le fortune, proprio.
DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)


rodolfo::1771106

esistono un tot di circostanze che non sono davvero in deroga a quello che ho detto, comunque:

1) esistono persone sbadilanti che hanno un alto capitale di metodo, adattamento (in senso psicosociale) e in definitiva conoscenza

2) esistono eccezioni apparenti, ma deve esistere una sorgente affettiva famigliare capace di incentivare le tue scelte

3) non è il tuo caso ma mi corre obbligo di dire che esistono anche dei coglioni che credono di appartenere ai primi due casi ma invece purtroppo no

comunque non è solo unaquestione di soldi, mi pareva chiaro.



La mia era una battuta e ovviamente avevo capito che non parlavi unicamente dei soldi.
Quello che hai detto mi trova d'accordo, anche se

rodolfo::1771087
buona parte dei deficienti sono irredimibili, la sociaetà deve semplicemente ridurre al minimo necessario le potenziali sperequazioni.


questo mi pare assai difficile.
autostrada con le scale
avocado saponetta
tricipite basket
(allegrodemiurgo)


ma è l'unica possibilità ed è tra l'altro il vero antifascismo del sapere. non la teoria che sei scemo ma se ti spiegole cose diventi intelligente. se te le spiego, se ci sono circostaze ideali, forse te le ricordi. la capacità di affrontare un'intera visone del mondo richiede ben altro, inclusi addentellati sociali che ti consentano eventuali twist esistenziali i quali sono, guardampò, privilegi. ed è giusto considerarli tali, pena l'ipocrisia e l'accanimento.
DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)


Sono un fautore della divulgazione che, ne convengo con te, è farlocca e paternalistica e semplificatoria e perfino mistificatoria, ma infine ne apprezzo la (poca) utilità.
L'utilità è quella pura e semplice di limitare i danni.
Quanto all'accettazione, o inclusione, dello scemo, beh, ok ma in pratica che significa
autostrada con le scale
avocado saponetta
tricipite basket
(allegrodemiurgo)


significa che a tutti gli effetti pratici questa connotazione (quella di scemo) conta meno di quel che l'intellettuale - egoisticamente tutto sommato - vorrebbe, anche perché una società vagamente funzionale e prospera deve produrre condizioni diffuse di benessere, non fare le gare di capiscioneria che, come ormai è drammaticamente evidente, producono nella migliore delle ipotesi un disastro inflattivo (vedi TDCD), nella peggiore mistificano la conoscenza stessa, in tutti i casi con grave nocumento economico che ci riporta al punto uno.
DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)


I vitelli dei romani sono belli


rodolfo::1771114

maxdanno::1771111

non siamo stupiti
ma parli al plurale maiestatis?
maxdanno::1771111

beati voi che avete il tempo di farvi le seghe su pasolini.
voi chi? comunque si, c'è qualcuno che ha proprio tutte le fortune, proprio.

Ah l'antica categoria della risposta piccata.
giuro che il mio unico scopo nel resto dei miei anni diventera' scoprire dove abiti e piantarti un cacciavite in un occhio ('u Prufissuri)

Chi urla di piu' la vacca e' la sua

Colpa mia che mi ostino ancora a dire cose intelligenti su Internet


max abbi pazienza, io non so se la tua è una consapevole operazione nostalgia ma arrivi a casa di sera, posti a raffica senza mancare di citare flogisto, la risposta piccata, e pasolini no, bumpi thread del 2004 ecc. mi domando semplicemente se ti è rimasta ibernata una metà del cervello (l'altra funziona benone, la riconosco)
DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)


Boh può darsi. Quali mirabolanti innovazioni mi son perso nel frattempo?
giuro che il mio unico scopo nel resto dei miei anni diventera' scoprire dove abiti e piantarti un cacciavite in un occhio ('u Prufissuri)

Chi urla di piu' la vacca e' la sua

Colpa mia che mi ostino ancora a dire cose intelligenti su Internet


Senti non voglio litigare. Mi mancava un po' lo spirito dell'asphalto e ho sicuremente ripreso da dove ho lasciato. Magari nel frattempo mi sono davvero perso qualcosa oppure adesso che c'è molta meno gente è cambiato il modo di interagire, non so. Comunque siam qui per divertirci (come insegnava pgcd) quindi vai tranqui.
giuro che il mio unico scopo nel resto dei miei anni diventera' scoprire dove abiti e piantarti un cacciavite in un occhio ('u Prufissuri)

Chi urla di piu' la vacca e' la sua

Colpa mia che mi ostino ancora a dire cose intelligenti su Internet


ma io non voglio assolutamente litigare, vedi bene che anche questa accesa diatriba tra negri e magnifiche sorti l'ho ignorata del tutto. si, l'asphalto è cambiato ma te ne accorgi da te con un veloce campionamento dell'utenza e dei temi preferiti.
DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)


Infatti, poi mi chiedi perché riapro thread del 2004. Me ne farò una ragione.
giuro che il mio unico scopo nel resto dei miei anni diventera' scoprire dove abiti e piantarti un cacciavite in un occhio ('u Prufissuri)

Chi urla di piu' la vacca e' la sua

Colpa mia che mi ostino ancora a dire cose intelligenti su Internet


comunque io il discorso di rofoldo l'avevo capito.
Do not argue with an idiot. He will drag you down to his level and beat you with experience.


relevant
Do not argue with an idiot. He will drag you down to his level and beat you with experience.


e questo cumulo di ovvietà in cosa sarebbe utile?


se non altro a farti perdere qualche minuto affanculo dal foro, scotto


comunque volevo dire che trovo sempre spassosa l'ignoranza degli americani, che non hanno il liceo classico. guardo spesso "affari di famiglia", il programma del banco dei pegni, e ogni tanto c'è gente convinta di avere oggetti antichi che sono palesemente recenti. per gli americani "antico" significa tutto ciò che ha più di 70-80 anni e stasera c'era un tizio convinto di avere un'acquaforte di raffaello.
in effetti non sapeva nemmeno cosa fosse un'acquaforte e diceva che era di raffaello perché c'era una firma vagamente simile.
voleva 90mila dollari, che è comunque assurdo perché se fosse stata vera sarebbe costata forse qualche milione.
il tipo diceva con la massima buona fede che era vera e che aveva almeno duecento anni. pareva non rendersi conto che raffaello é vissuto cinquecento anni fa.
allora sono andati da certi esperti d'arte perbfar valutare il capolavoro e quelli hanno pure fatto finta di guardarlo con una lente prima di dire che era una stampa del diciannovesimo secolo al massimo e che poteva valere 3-400 dollari.
il tipo, che ne voleva 98mila perché doveva sposare la figlia, ci è rimasto così male che faceva compassione. lui forse erano cinquant'anni che si diceva di avere in casa un disegno di raffaello, quel grande artista antico vissuto un paio di secoli fa.


invece un'altra volta una tizia diceva di avere un anello egizio di tremila anni fa a forma di rociuamerda, ossia di scarabeo stercorario, e l'esperto disse pure che era vero, però era un oggetto abbastanza comune e l'oro in cui era legato era di fattura moderna (il che a dir la verità avevo intuito anch'io). a detta dello scienziato l'oggetto valeva poche centinaia di dollari, cosa che mi ha un po' stupito. come mi sorprende, ma nemmeno tanto, che apparentemente gli americani non hanno una forma di prelazione statale sugli oggetti antichi.


in conclusione, pare che al banco dei pegni americano uno scarabeo egizio di tremila anni valga meno di un raro giocattolo degli anni '50 rappresentante qualche personaggio famoso (e nemmeno universalmente famoso: magari un campione di baseball che in fondo conoscono solo loro).


et volià le trilple post
DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)


scotto::1771954
guardo spesso "affari di famiglia"

A me sta piacendo di piu' "Il Banco dei Pugni" perché ci sono i negri che sclerano
W la topogigia di clio


ah, e dove lo fanno?


scotto::1771970
ah, e dove lo fanno?

Blaze
ma forse lo davano anche su qualche altro canale
W la topogigia di clio


summa --- laude
Do not argue with an idiot. He will drag you down to his level and beat you with experience.


E' stata ritrovata un'opera di Seneca Il Vecchio. Questo mi rammenta come la nostra conoscenza della letteratura classica sia molto frammentaria e incompleta perché ci è pervenuto ben poco. Noi pensiamo che Cicerone sia stato un semidio della letteratura latina ma forse i contemporanei lo consideravano una merdaccia perché c'erano altri autori molto piu quotati di lui la cui memoria non è sopravvissuta fino ai giorni nostri. Un po' come se tra duemila anni gli archeologi del futuro scaveranno tra i resti della nostra civiltà e troveranno solo pochi libri tra cui quelli di De Carlo che disgraziatamente diventerà paragone di virtù letteraria. Oppure troveranno solo Rubber Soul dei Beatles e si faranno l'idea che sia stato il loro opus magnum senza aver mai ascoltato Sgt Pepper o Abbey Road.


pensa se a sopravvivere sara' solo l'asphalto e scotto verra' celebrato come leopardi



quando il saggio indica la luna lo stolto si infila delle scolopendre nel cazzo


Franti::1776909
pensa se a sopravvivere sara' solo l'asphalto e scotto verra' celebrato come un attento osservatore del mistero dei negri, che nel frattempo si sarà dimostrato non solo fittissimo ma anche di impossibile soluzione
There's no morality in being good looking
(L'ultimo dei boia da cani)


Franti::1776909

pensa se a sopravvivere sara' solo l'asphalto e scotto verra' celebrato come leopardi
basta che abbia almeno due gobbe come il giacomino.