[1] La geometria negroide n-dimensionale nell'asphalto di oggi
Su MicroMegaz il linguista Vallaur1 sostiene un suo parere a favore dell'uso innocente. Ma è quel buon senso che è soddisfatto di produrre un bell'argomento e poco sensibile alla reale suscettività dei parlanti, sicché dire che abbiamo conosciuto una bellissma negra, un negro formidabile, amici negri simpaticissimi, ci farà passare per razzisti in deroga o, nel migliore dei casi, stupidissimi cretini (cosa che per altro siamo, pl. majest.)
Comunque è un peccato, perché negro è una bella parola in fondo, d'ora in poi c'impegnamo a usarla solo a proposito.