[1] [Totoelezioni 2018] Harry Potter e il Male Minore
scotto::1768691

l'altro giorno ho incrociato un negro, passeggiava con una bambina, immagino la figlia, ed aveva l'aria contenta. qualche minuto dopo tornando indietro l'ho visto sul balcone di una casa che salutava qualcuno per strada, sempre molto contento. ho notato per l'ennesima volta che ormai diverse vecchie case ospitano questi negri. i vecchi proprietari devono essere morti o forse si sono trasferiti altrove. probabilmente nel giro di una ventina d'anni resteranno solo negri. tutti i vecchi paesi dove abitano solo persone anziane e gente che non è riuscita ad andarsene diventeranno paesi di negri, e sarà curioso vederli mentre passeggiano davanti ai circoli, alle chiese, nei vecchi giardini pubblici intitolati al re o a garibaldi, mentre ripitturano le vecchie case coi loro colori negri, verde e giallo, o cambiano le insegne con altre in arabo o in qualche loro lingua gutturale, misteriosa e diabolica. il passante, di fronte allo spettacolo, potrà notare che case ed abitanti non hanno nulla in comune e magari penserà a qualche epidemia che abbia sterminato la vecchia razza, o al passaggio di uno strano pifferaio, che si è portato via la gente lasciando i topi.
né pro né contro, la realtà è che molto probabilmente non si accorgerà di un cazzo. perché c'è (in tutti) questa ostinata convinzione che i luoghi parlino una lingua così univoca e le tracce del nostro passaggio non siano ambigue. ove e se ci sono davvero.
DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)