news :: Senza titolo, come i cretini.

Un momento diraccoglimento, per piacere: sta per finire un altro anno, almeno secondo il nostro computo del tempo.

Questa sera, una manica di deficienti riuscirà ad avere speso vari milioni per raggiungere l'ineffabile piacere di farsi saltare via qualche parte del corpo con una tetta di mascia.

Altra gente, che lo si scopra o no, tenterà il suicidio.

Altri ancora cercheranno disperatamente di scoparsi qualunque cosa sia dotata di almeno un buco perché "chi non scopa a capodanno non scopa tutto l'anno" (trascurando l'ovvia osservazione che, se effettivamente così, le possibilità di diventare non-vergini si ridurrebbero clamorosamente).

Io, personalmente, credo che mi cimenterò nella mia annuale sfida biologica - sostituire ciascuna singola molecola del mio corpo con una di alcool, in modo tale da trasformarmi in una specie di T1000 che puzza di birra. Ho qualche perplessità sull'effettiva fattibilità del progetto, visti anche i precedenti insuccessi, ma finora questo non mi ha impedito di provarci.



A questo punto volevo dire anche delle cose divertenti e piene di quell'umorismo sarcastico che tanto piace (no, non è vero) a tutti quanti. Però non ho l'ispirazione, cazzo ci volete fare. Vi posso invece annunciare che presto (in un certo senso, che però non è quello temporale) l'asphalto ospiterà un cortometraggio da downloadare. Roba artistica, di prima scelta, e che ha l'indiscutibile pregio di avere una colonna sonora firmata pgcd.



Torno a lavorare. Buon anno, cani bastardi.

news :: Sendero





e così come non conosco la strada, nemmeno mi pare di sapere perchè la percorro o quale istinto deteriore mi spinga verso dove non ho alcun interesse ad arrivare, io che sarei incline a poco marciare e ancor meno arrampicare, che ho piedi piccoli e delicati e scarsamente attrezzati a sopportare la fatica.

verrà il momento che deciderò per la sosta, o la fine della strada me la imporrà (delle due, l'ultima mi angoscia; sulla prima, poco convinto, punto gli ultimi denari).

che ci sia la luce in cui molti vorrebbero trasfigurare, o che tutto si acquieti con l'ultimo refolo di vento a spegnere le grida ed i fuochi, comunque - non avrà alcuna importanza aver corso, nè valore la lunghezza della marcia, perchè finalmente mi verrà riconosciuta l'impossibilità di vincere come conseguenza del diritto a non voler partecipare.

news :: Peculiare.

Ci deve essere qualcosa di strano in newspro. Sembra che abbia deciso di fottersene di un po' di cambi di configurazione che ha subito, e di continuare per la sua strada. Forse, ormai è stanco di tutti questi cambiamenti che gli impongo, di tutte queste piccole torture cui lo sottopongo, e si è richiuso in una specie di autismo informatico.

Sono perplesso, lo ammetto. Ma non vincerà lui. Gli spezzerò la volontà, costi quel che costi.



Apdèit:

Ho vinto. In realtà è stato più semplice del previsto, dato che è bastato collegarsi al server giusto per fare le modifiche, invece che a un server a caso.

Viste le premesse, penso che tornerò a dormire, evitando ulteriori danni.

news :: Invece di scandisk voglio vedere il tritacarne fare hamburgher delle tue dita. Va bene Bill?

Ho staccato la spina in tempo prima che il computer mi divorasse anche l'ultimo brandello di mutande. Ce l'ho fatta, però la cosa comporta qualche piccolo fastidio. Le anime pie che mi permettono di usufruire del loro computer per i miei porci comodi non sono molte, e si fa quel che si può. Nel frattempo vedrò di rimediare dal ferramenta una scheda madre abbastanza conveniente, (< 3'000 lire) che mi assicuri cioè gli adeguati danni entro la settimana successiva al nuovo assemblaggio. Mi piace da morire procurarmi guai inutili.



in altre niùs: Tutti avrete più o meno sperimentato nella vostra testa l'annosa domanda: "mi ama?".

Beh, sapete, io sono ggiovane, perciò ingenuo, però sono abbasatanza sicuro. In tempi non sospetti mi lamentavo della tortura cinematografica alla quale sono periodicamente sottoposto per i voleri di Colei che mi Guida.

Però mi sono reso conto che il vero stronzo sono io, perchè in realtà stiamo giocando da un anno a chi tortura di più facendo vedere il film che si presume rompa di più di il cazzo all'altro, e ho cominciato io.

Lei mi ama, perchè non si lamenta mai, e addirittura quando si addormenta perchè non gliene frega un cazzo dice che "sì, mi piaceva, però mi sono addormentata". Che culo che ho. Tuttavia mi lascia molto perplesso che si sia addormentata vedendo memento, piuttosto che con, chessò, Lisbon story. Questo significa che non sto giocando bene. Dopo Fuga da Alcatraz devo proporle qualcosa di più, che la obblighi ad alzarsi incazzata per dirmi con tutto il suo sdegno: "GUARDATELA TU QUESTA MERDA!.

Proverò con Passaggio a nord-ovest, che dite?

news :: Fenilchetonuria.

E' inutile: venire al lavoro mi piace molto di più quando sono in ferie. Praticamente, è come andare al ristorante, entrare in cucina, sgozzare il cuoco vietnamita e farsi un piatto di linguine ai carciofi surgelate. E poi uscire pagando il conto.

Cioè, si ha praticamente il meglio dei due mondi: da una parte, si è al lavoro, quindi si hanno i coglioni girati. D'altro canto, però, si è anche in ferie, senza un cazzo di bello da fare - e quindi ci si annoia.

La mia gioia è completa, ora.

news :: Anamnesi.

E' da tre giorni che i campanari della chiesa vicino a casa mia giocano all'altalena su quelle cazzo di corde. E' tutto molto lieto, festoso e anche un po' natalizio, chiaramente - non c'è come una bestemmia all'indirizzo di un campanaro per entrare nello spirito del Natale (e pure del capodanno).

Non tutto il male vien per nuocere, però: queste odiose musichette mi hanno riportato indietro, ai tempi delle elementari. Mi è tornato in mente quando facevamo il presepe vivente, e io vestivo con gioia e profondo spirito religioso i panni di Erode, dando fuoco al pagliericcio su cui adagiavamo il Bambin Gesù (Carletto, il figlio della maestra di religione).

Mi sono tornati in mente anche i cori che intonavamo per celebrare le feste, e con essi una domanda che pensavo avesse definitivamente abbandonato il mio cervello: dove cazzo è Doremus, e perché cazzo la gente deve andarci?

news :: Merry Transmas.

Ieri sera, per celebrare correttamente il Santo Natale e non far piangere gli angeli né Gesù Bambino, ho visto un film.

A circa un terzo della durata avrei voluto scriverne una recensione. A circa due terzi della durata ho capito che non avrei potuto rendere giustizia a un capolavoro come quello.

Alla fine del film ho deciso che la ragione migliore per non scriverne una recensione è che non posso fare a quel film più di quanto non abbia già fatto lo sceneggiatore.

Lo trovate da Blockbuster. Vi consiglio di guardarlo - in particolare se vi piacciono i film che non hanno una trama scontata. Nemmeno regalata, a essere onesti. Anzi, che non hanno proprio una trama. E se vi piacciono i film sui serial killer senza serial killer. E i film dell'orrore in cui la cosa più spaventosa è la completa e assoluta mancanza di espressività di uno dei protagonisti, roba che anche Michael Jackson sembra umano, in confronto.

E i film sulle mostruosità che circolano su Internet in cui: a) non c'è Internet, ma una robaccia tipo AOL; e b) le mostruosità che circolano su Internet sono la gente che si fa i piercing e i tatuaggi, mica i nazipedonecrofili.



Però ve lo devo confessare: la vera ragione per cui non l'ho recensito è che non ho un modo efficiente per segnalare un voto negativo.



Buon Rettale a tutti.

news :: Esclusivo!

Uno degli addetti all'Assistenza Clienti di Fastweb.
G'rr U'ah'ah, uno dei giovani macachi trovati prigionieri nel Call Center della società.
Scoperto il segreto della velocità di Fastweb!

MILANO - Dal nostro inviato

Come alcuni cittadini hanno avuto modo di scoprire negli ultimi mesi, i cavi depositati dagli operai delle squadre di Fastweb sono, in realtà, tubi di plastica vuoti. Fino a oggi, non era stata trovata alcuna spiegazione - d'altro canto, il servizio funziona egregiamente, quindi non c'era neanche motivo di lamentela.

Oggi, tuttavia, nel corso di perquisizioni collegate a un'inchiesta sulle molestie telefoniche, una squadra di agenti della Digos ha fatto irruzione nel Call Center di Fastweb di Milano, trovandosi di fronte a uno spettacolo sconvolgente.

Dozzine e dozzine di scrivanie occupate da macachi rhesus con elettrodi impiantati nel cranio, allineate in un gigantesco stanzone.

Superato lo choc iniziale, e prima di commettere errori che potessero costare la vita ai primati, gli agenti hanno fermato Gustavo Lapassera, l'unico essere umano presente nell'edificio, per chiedere spiegazioni.

L'uomo ha dichiarato di essere diventato il custode dei "Multiplexing On-demand Network Key Element/Young Simian" di Fastweb dopo la chiusura dello zoo cittadino, dato che aveva già una certa esperienza con le scimmie. Sempre stando a Lapassera, gli animali vengono trattati con tutte le cure: "mi tocca anche fargli un lavoretto di mano, di tanto in tanto," ha dichiarato il custode.

Ulteriori indagini hanno permesso di accertare che i primati vengono usati dal temibile stregone Stoppar, che ne incanala le capacità telepatiche per trasmettere dati su rete IP - proprio quella rete che gli ignari utenti erano convinti essere formata da fibre ottiche.

Inoltre, per aggiungere crudeltà a crudeltà, gli animali stessi sono costretti, durante la tortura rappresentata dalle operazioni dello stregone, anche a rispondere alle chiamate degli utenti che chiedono quando sarà collegata casa loro.

Nonostante, apparentemente, le cose siano in regola (i macachi sono stati assunti con normale contratto di formazione), i cittadini si sono già mossi per fermare questo orrore e far assumere normali studenti universitari al Call Center.

Si aspetta una risposta rapida delle autorità competenti.

P. G. CD.


In altre niùs:

SMS da Wurdalak

Sono stato attaccato da una squadriglia microsoft.

Sopravvivo a stento nascondendomi nella giungla e nutrendomi di insetti e sterco. Spero di ritrovarvi.

Auguri.


Anche a te, ramarro.

news :: Yuletide.

In filosofia, esiste da secoli una diatriba su cosa sia la felicità, come si possa definire "felice" una condizione eccetera. Cioè, credo che esista - esistono diatribe su qualunque puttanata, perché proprio su questa non dovrebbe esserci? Per fare un dispetto a me? Non credo. Quindi c'è. Magari ristretta ai filosofi curdi, per dire. Comunque c'è.

Ad ogni modo, ho trovato finalmente una soluzione: la felicità è quello stato che si può definire coincidente al ricevere in regalo il cofanetto con DVD dei Dead Can Dance. Qualunque altro genere di felicità - diventare genitori, vincere un miliardo al totocalcio, avere un'estasi mistica e prendersi un caffè con Dio eccetera - non ne è che una pallida imitazione.



Ora che ho risolto il punto della felicità posso dirvi che in questi giorni sto lavorando a un nuovo, utilissimo, servizio dell'asphalto. Alla fine, questo servizio permetterà a me di spargere il verbo (e magari anche il seme) e a voi di raggiungere uno stato di felicità vicino ai 237 milli-DVDdeiDCD. Per il momento, mi permette di far crashare tutto l'asphalto, e con esso buona parte del servizio di hosting e, apparentemente, circa il trenta per cento di tutti i siti americani. Però ho fiducia che presto risolverò il problema.



Oltre alla programnmazione, comunque, questi giorni di non-lavoro mi permettono di dedicarmi al mio hobby favorito. Anzi no, al mio secondo hobby favorito - la lettura. Questo mi ha permesso di scoprire che, per ragioni misteriose, ormai esistono solo saghe in trenta volumi e libri sopra le tremila pagine. Degli ultimi 4 Urania che ho letto tre finivano tipo "ma la guerra doveva ancora iniziare" o "i problemi erano solo cominciati", mentre una breve spiegazione a fine volume prometteva la futura pubblicazione dei rimanenti dodici capitoli.

Io non mi spiego perché della gente, che magari è buona e non farebbe del male a una mosca, si ostina a voler usare mezza foresta amazzonica per raccontare storie che potrebbero comodamente alloggiare su un taccuino. Con metà delle pagine strappate. Scritto in grande.

Credo che sia tutta colpa di Stephen King.

news :: Truffe impanate

Molti di voi si saranno imbattuti nel classico manualetto esplicativo di prezzi e svariate altre minchiate su Euro & C. Oggi sfogliandone uno mentre soddisfavo uno dei miei bisogni primari [a voi la scelta] ho scoperto che il prezzo consigliato per il pane è di circa 1,50 €/kg.

Stamattina nel panificio sotto casa mia il pane (farina acqua lievito sale) costava 5'800 lire. Non so quanto costi il pane a Milano, per esempio, o a Torino, ma a Verona in effetti sarebbe un'impresa trovarlo a meno di 5'000. Anzi, a volerla dire tutta, ingegnandosi un po' non sarebbe difficile trovare un negozio che vende un panettone a meno di un kg di pane, anche a 3 giorni da natale.



Quindi traggo due necessarie conclusioni:

1) o quello che ha scritto il manualetto è un cretino e può andare tranquillamente ad appendersi alla corda del cesso di casa mia, oppure qualcuno dalle sue parti paga il pane veramente 1,50. In questo caso, temo peraltro molto più verosimile, il suddetto individuo dovrebbe comprare una tonnellata di pane (anche scontato, eh) e mangiarselo tutto visto che fa tanto lo sbruffone. [E gli conviene pure fare in fretta perchè se diventa duro mi tocca usare le michette come supposte]



2) qualcuno mi sta prendendo per il culo, e, stavolta, non sono io. Spero che i 2 stronzi che fanno il pane di tutta la provincia passino un felice e caldo natale. Se mi volete bene però, ricordatevi di toglierli dal forno quando sono cotti, che poi puzzano.

news :: due

quando ti ho vista la prima volta eri poco più di una bambina; era d'estate, pioveva, il fiume era gonfio e premeva sugli argini. molti anni e molte piene dopo, ancora io vedo quella bambina nella donna che sei; la donna di una vita, l'antidoto al buio, il silenzio che abbiamo portato insieme incontro alla notte. insieme a te ho imparato a non combattere il male di vivere con la forza e la ragione, ma l'ho accettato come un ospite importante cui lasciare il posto migliore a tavola, vicino al camino, nella speranza che le pietanze siano di gradimento e che ne tenga conto quando viene il momento di pagare il conto.

verso di te ho guardato le volte che ritornammo prima del tramonto perchè la pesca fu abbondante e redditizia e sempre dalla tua parte ho rivolto lo sguardo quando il fiume si prese i miei compagni e quando ho capito che gli anni migliori gli appartenevano e non mi sarebbero stati restituiti.

è stata una vita lunga e piena e i tuoi occhi l'hanno resa lieve, dandole un senso e le parole, le volte che non ne ero capace e tu dicevi: "è bello sentire la tua voce."

non so cos'altro dire, adesso. è tutto qui, nei tuoi occhi e nel mio sorriso.

ti ho amata e ti amerò sempre.

news :: Fumacazzi a tradimento.

E' un momento di grande frustrazione per me, lo devo confessare. A parte che ciò i cazzi miei, sono frustrato dal mondo di Internet, per varie ragioni.

Per dirne una, mi sono un po' scassato il cazzo dello Hub - cioè, cristo, quante cazzo di volte potete scrivervi i messaggini cifrati in prima pagina senza rompervi i coglioni pure voialtri? Non so, magari c'è una gara in corso (tipo che chi decifra per primo il messaggino vince un paiolo di letame nella collottola), però per noialtri che non giochiamo tende un po' allo scassacazzo. Prevengo la vostra risposta "e allora non leggere" - infatti, non lo faccio. Una volta al mese è più che sufficiente.

Poi, sono frustrato perché ho scoperto che l'asphalto è un sito porno, nella peggiore delle accezioni. Cioè "lo guardo ma non lo dico". Porcaputtana, io so per certo che c'è gente che lavora in portali e cazzi vari che lo legge ogni fottuto giorno - però non lo nominano mai. E allora crepate pure voi.

E infine, la cosa che mi fa più incazzare in assoluto: uno non può svegliarsi con una splendida idea per lanciare merda su una simil-band di minorati transessuali (The Ones), solo per scoprire che quei tre ricchioni non hanno in rete una cazzo di foto facilmente reperibile.



Giornata di merda. Andate a fare in culo tutti.



In altre, molto migliori, niùs:

Qualcosa di buono c'è, grazie ad Allah.

news :: UnitÓ di crisi

Mi sto preoccupando: nell’ultimo mese ho comprato il bastone della pioggia e ho imparato ad usarlo; ho comprato un CD di rumori della foresta pluviale e ho preso l’abitudine, le volte che sono a casa, di maneggiare il bastone con in sottofondo il rumore del CD della pioggia amazzonica. Ecco, vorrei che qualcuno mi fermasse prima che mi venga voglia di mollare tutto al suo corso per mettermi a fare l’idraulico oppure l’urologo.



In altre niùs: a Milano ci sono un sacco di posti dove andare se si ha voglia di fare qualcosa nei giorni di festa che non sia comperare regali, riciclare regali, scartare regali, mangiare, digerire, espellere.

Sto parlando di associazioni che aiutano quelli che non se la passano propriamente bene. Ci si può dare da fare in così tanti modi che non occorre saper fare qualcosa, ma volerlo, almeno credo che sia così. Poiché l’argomento mi sta a cuore e questo non è il luogo più adatto per parlare delle cose che mi stanno veramente a cuore, se qualcuno è interessato mi può scrivere. Spero di poter dare altri dettagli in tempo. E in ogni caso a gennaio si soffre uguale, vien da dire che ci sarà tempo e modo.

C'est tout. Cercate di passare un natale sereno pieno di sogni e di vulva. Fino a che non toglieterete la “e” là in mezzo, siete ancora recuperabili.

news :: Lettere al direttore.

Da: BioMassa

Oggetto: foto monitor

ecco cosa guardiamo al lavoro...

Grande Biomassa.


--



BioMassa
Ottima scelta. Non capisco cosa sia quella merda sulla destra, però. In compenso posso dirti che, siccome ho la febbre, ho leccato il bordo di tutti i bicchieri incustoditi che ho trovato al ristorante. Spero di avere l'Ebola.

asphalto FAQ
categorie Espandi/contrai