flame news :: Per fortuna hanno postato, eh.

Dopo qualche giorno (ho perso il computo del tempo) in cui sono stato via, noto con piacere che *manco per il cazzo* qualcun altro ha "avuto tempo" per postare. Manica di fannulloni che non sono altro.

Comunque, la mia magnanimità mi permette di non infierire sui simpatici minus habens di cui mi circondo, e infierire invece sui giornalisti. Almeno, credo.

Un paio di giorni fa, infatti, mentre ero al bar ho sentito alla radio un annuncio strepitoso: "Le donne in età fertile hanno l'olfatto più sviluppato degli uomini"! Premesso che, a giudicare da quanto posso vedere attorno a me, si tratta della puttanata più puttanata degli ultimi, hm, dieci giorni, ho comunque trovato interessante raffrontare la cosa a un'altra notizia di qualche tempo fa - quella secondo cui le donne sono più intelligenti.

L'ho trovato interessante per due ragioni. Innanzitutto, mi sono chiesto "ma come cazzo è che gli annunci sono sempre sul fatto che le donne sono più questo e sanno fare meglio questo, e mai sul fatto che gli uomini sono più quest'altro e sanno fare meglio quest'altro?". Non in così tante parole, in realtà - io mi sono chiesto più una roba tipo "uh?" ma quello che volevo chiedermi era la pappardella di cui sopra.

La risposta, ahimè, è ovvia: si dà così tanto per scontato che gli uomini siano meglio in tutto, che non farebbe notizia dire "gli uomini corrono più veloce" o "gli uomini hanno più successo come compositori". Sul fatto che sia vero o meno, non mi pronuncio - tuttavia, fossi una signorina, sarei piuttosto incazzata per questo atteggiamento. E mi rifiuterei di fare pompini a chiunque legga quegli articoli.

In secondo luogo, ho notato che la "spiegazione" del perché le donne sono superiori agli uomini in qualcosa verte sempre ed esclusivamente sul fatto che sono più "istintive" (qualunque cosa voglia dire) e più "a contatto con se stesse" (che invece vuole dire che passano la giornata con le mani infilate su per la bernarda, credo).

Quindi, anche quando gli articoli dicono "le donne sono superiori" in realtà intendono dire "le donne sono degli animali e fanno meglio le cose da animali" - un po' come dire che un golden retriever è più bravo del novanta per cento degli uomini a pisciare un po' alla volta su tutti gli alberi del quartiere e mollare stronzi giganteschi sul marciapiede, ecco.

Buon divertimento, ragazze - godetevi la vostra superiorità.

news :: La casa di Hilde

Curiosamente la gente cui interessa come vivo (sintetizzo: mia madre) tende ad applicare nei miei confronti il principio, noto da tempo, “dell’incomunicabi­lità tra gli esseri umani, specialmente quelli di sesso differente”.

I vantaggi sono che fa ridere: se ascoltaste un dialogo di quelli che normalmente animano i corridoi di casa mia, sono sicuro che capireste.

Gli svantaggi di parlare due lingue diverse sono legati ai suoi lunghi periodi di assenza. Tutto quello che mi ha spiegato sul funzionamento della roba di casa sua (la mia, come alcuni sapranno, non l’ho più da mesi), me lo sono dimenticato, anzi non l’ho mai saputo, perché di solito quando mi spiega le cose mi vengono in mente dei pezzi di deliri che avrei voglia di scrivere, oppure mi prudono i testicoli fino al punto in cui resistere senza grattarsi diventa un atto di eroismo inutile. E quando mi gratto non riesco ad ascoltare. E si sappia che io non sono un eroe.

Fattostà che sono rimasto solo con gli elettrodomestici, ognuno dei quali ha una storia regressa che ne determina le modalità di funzionamento. Voglio dire che bisogna sapere come prenderli, perché sono dei fottuti essere animati, dotati di coscienza propria e, il più delle volte, è quella tipica del figlio di puttana. Questo è piuttosto vero per lo spremiagrumi, la lavatrice, la lavastoviglie e il condizionatore.

Madre: “Lo spremiagrumi ha le ventose che non attaccano più. Perciò se non lo tieni fermo con due mani succede…” - quello che è capitato a me ieri sera alle 9. Perché poi mi sia venuta sta cazzo di mania salutista per la quale una spremuta fresca fa meglio alla pelle di una scopata, questo non è dato sapere. Tra l’altro una spremuta fatta in casa costa di più di un soffocone fatto fare ad una meretrice e, a differenza di questa, se ti cade per terra t’incazzi.

Nota a margine dello spettacolo: lo spremiagrumi funziona anche da caduto per terra, schizzando fino all’ultima vitamina c sul soffitto, fino a che non gli stacchi la spina e, per qualche secondo, anche dopo. Lo fa apposta.

Madre: “La lavatrice si ferma a metà del ciclo in corrispondenza del punto G (uh?). A quel punto il lavaggio sembra finito ma non è vero, perché manca ancora il risciacquio, perciò bisogna portare la manopola avanti di una tacca, invece che…” - aprire il cestello, magari bestemmiando perché il bastardo non cede. Cede, alla fine cede, versandoti addosso ad altezza scroto almeno venti litri di broda tiepida e saponata unitamente a grumi informi di calze e mutande. Bagno allagato, ore 21,30.

Madre: “Il cucchiao di legno che usi per mescolare l’insalata va lavato a mano, perché è troppo lungo e se lo carichi in lavastoglie”… spacca il rullo rotante. Ore 22: rullo rotante spaccato, cucchiaio di legno illeso. Inutilmente, perché l’insalata è finita. Cosa ci faccio? Risposta esatta, pubblico attento eh?

Madre: “Il pinguino ha l’attaccatura del bocchettone che è mezza rotta, perciò devi evitare di stortare il tubo sennò si stacca dall’accrocchio e..” – l’aria calda che il tubo dovrebbe consentire di espellere fuori dalla finestra spara in camera un microclima tropicale del quale ti accorgi quando ormai ti senti svenire e pensi che continuando a sudare così dovrai dormire con i braccioli. Ore 23, camera mia come Miami a ferragosto, ma senza il mare e le sluts.

Quasi a mezzanotte ho finito gli elettrodomestici e mi sono messo a scrivere la nius che trovate lì sotto, ma soltanto perché la tessera pirata di Telepiù me l’hanno disattivata a metà delle prima scena di un film di cui non ricordo il titolo, ma lo spessore della recitazione della protagonista, specie quello delle labbra.

E' tutto. Stasera dovrei usare l’affettatrice, ma penso che digiunerò perché ho paura della morte.

news :: Aggiornamento redazionale.

Sempre dalla studentessa di sociologia mi è arrivata la trascrizione di una nuova risposta in merito al famoso "capitolo scomparso":

Gentile Signora,

la scelta editoriale fu imposta dal fatto che Odile Jacob - la casa

editrice francese che ci ha ceduto i diritti del libro - non è proprietaria dei diritti del capitolo 9, in quanto la versione originale di questo capitolo è stato scritto per Einaudi e pubblicato nell'"Enciclopedia Einaudi", tomo VIII, Torino 1979.

Ciò spiega anche perché lei non trova traccia di questo capitolo in altre edizioni.

Infine: l'omissione non è stata citata semplicemente perché il capitolo in questione era escluso dal contratto sin dall'inizio.

Spero che la spiegazione sia esauriente e che l'indicazione bibliografica che le ho indicato possa tornarle utile.

Un cordiale saluto,

[nome rimosso da pgcd]


Uffa. E io che speravo si trattasse di un complottone atto a nascondere chissà quali nefandezze. Uffa uffa uffa.

news :: Conflitto di indefessi.

Ma ci avete mai pensato all'ovvietà? A quanto sia efficiente l'ovvietà per farsi dare ragione? Facciamo un esempio: Francesco Alberoni, ormai da non so quanti anni, ha l'onore della prima pagina del Corriere del lunedì. Non so se abbiate mai letto quello che scrive (lui o i suoi negri, l'identificazione non è sempre certa), però nel caso l'abbiate fatto sono quasi sicuro che avrete detto "beh, cazzo, ha ragione, è proprio così".

A questo punto, non so se l'avrete riletto - però, in quel caso, avreste potuto accorgervi del fatto che quello che dice è una roba del tipo "è bello avere degli amici onesti e disinteressati", "la mamma ti vuole tanto bene", "i cattivi sono brutti e anche cattivi", "prendere un cazzo in culo controvoglia è quasi sempre spiacevole". Come cazzo si fa a dire che ha torto?

La cosa peggiore, quella che mi fa più incazzare, è che le persone di intelligenza normale sanno che Alberoni non fa altro che ripetere adagi popolari e luoghi comuni rivestendoli con paroloni e/o aforismi premasticati, però non si accorgono quando lo fanno altri.

Per esempio, ieri in televisione (forse MTV, non ricordo) c'era un famoso cantante, di cui non farò il nome ma che manderò a fare in culo sperando che inciampi immediatamente, che sosteneva con fare profondo e meditativo qualcosa tipo "i giovani hanno dei problemi importanti che vanno risolti" (non era proprio questo ma non importa). E i viggieis e gli altri mentecatti erano lì a dargli pacche sulle spalle e dirgli "minchia quanto cazzo sei profondo e meidtativo e pure intelligente".

E, nonostante tutto, continuo a vedere che la cosa si ripete - basta dire qualcosa di idiota ma comunemente accettato, per diventare immediatamente degli importanti opinionisti con diritto di sparare qualunque puttanata. Tipo, chessò, Jovanotti.

Siccome non sono stupido, però, ho deciso che non combatterò questa tendenza ma la sfrutterò a mio vantaggio, trasformandomi in un ricercato tuttologo capace di dire cose ovvie e/o comunemente ritenute vere su qualunque argomento, perché voglio andare al Maurizio Costanzo Sciò entro un anno da oggi.



In altre niùs (totalmente avulse da quanto detto finora):

Ho meditato profondamente e ho capito che di mamma ce n'è una sola, e che un amico vero vale come un tesoro, e che a stare soli si sta peggio, e che ci sono dei momenti nella vita di una persona in cui le cose che ritenevamo importanti passano in secondo piano perché cambiamo le nostre priorità.

Sig. Costanzo, la mia email è appena sotto il titolo.

news :: Cada Ves

Continuiamo pure a credere che ci abbiano riservato una parte sulla scena invece che una sedia in fondo alla sala, vicino al neon dell’uscita di sicurezza, proprio dietro a quello più alto tra i convenuti, che si muove e si agita impedendoci di vedere bene lo spettacolo.

In fondo è tutto gratis e non ci hanno chiesto di rimanere. Dopotutto, quello che non siamo riusciti a vedere, l’abbiamo immaginato ascoltando le voci e la musica e le ombre degli attori riflesse sul soffitto dall’occhio di bue. Può darsi che non valesse la pena vivere con gli occhi ciò che ci siamo riservati per goderne in penombra. Dai margini, lontani da tutto, c’è più gusto.

Mi piace pensare che non sono importante per nessuno e dirmi da me che non è vero, senza necessario bisogno d’altre conferme e di innecessarie parole.

E mi piace pensare che lo spettacolo continua.

news :: Scelte editoriali.

Ho ricevuto un interessante estratto epistolare, che ci tengo a proporre a voi, fini menti (ma anche finimenti) dell'asphalto.

Da: una studentessa di sociologia

A: alaterza@laterza.it

Oggetto: richiesta di chiarimenti su una traduzione

Data: Wed, 9 Jan 2002 21:00:36 +0100

SALVE.

sono una studentessa della facoltà di sociologia. per la preparazione di un esame ho acquistato il volume pubblicato dalla vostra casa editrice "Maschile e femminile.il pensiero della differenza" di Françoise Héritier. mi sono però accorta che manca nella vostra traduzione il capitolo 9 intitolato "il sangue di guerrieri, il sangue delle donne" presente invece nella versione

in lingua originale. volevo semplicemente sapere il perchè.

GRAZIE E ARRIVEDERCI.



P.S.questa è la seconda email che vi invio. spero sempre in una vostra risposta




Ecco l'illuminante risposta della Laterza:



Data: Date: Mon, 24 Jun 2002 14:40:04 +0200

Gentile Signora,

chiediamo scusa per il ritardo con cui rispondiamo alla sua e-mail.



Per una scelta editoriale il capitolo 9 fu omesso dalla nostra edizione.



Un cordiale saluto,



[nome censurato da pgcd]

Segreteria di Redazione





Ora, a parte i sei mesi e mezzo necessari per partorire una risposta brillante come questa, è interessante scoprire cosa dice la nostra amica studentessa a proposito del capitolo in questione:

il succo molto succo del capitolo è che la divisione tra le funzioni assegnate ai due sessi non è fondata su basi biologiche ma piuttosto sulla fondazione di miti e ideologie che legittimano in ogni gruppo umano la superiorità del maschile sul femminile. miti e ideologie che si perpetuano nella storia e che si ritrovano in ogni produzione culturale (tipo anche opere scientifiche) e nel lessico quotiano degli stereotipi.


Detto così forse non fa molto effetto (che ci volete fare, i sociologi non sanno parlare in italiano), però sospetto che ci sia qualcosa di molto interessante in mezzo.

Chessò, il fatto che un libro adottato come libro di testo all'università venga censurato, ad esempio, è già piuttosto interessante di suo. Il fatto che il capitolo censurato parli di "ideologie" (chissà quali, mi chiedo) è ancora più interessante. Il fatto che la Laterza sia una delle tre case editrici italiane storicamente militanti lo è ancora di più, ritengo.

Detto questo, traete le vostre conclusioni.

news :: fra i vostri inviati.

R. Oh, maturando.

AD. Ripetente! Qual buon vento ? O dovrei dire qual buon caldo ?

R. Taci, c'e' l'aria condizionata rotta, fa freschino qui.

AD: Dove ti trovi ? Silicon Valley ? Casablanca ? Manila ? Bangkok ?

R. Vimercate, vimercate.... Mi hanno estradato pochi giorni dopo l'incidente.

AD. Estradato-Estrada. Eh ? Mi segui ? Erik Estrada alias agente poncherello.

R. Signúr. Piuttosto. Sei fuori ? Che temperatura fa ?

AD. Quaranta, quarantacinque. Il dietologo consiglia le solite cazzate. Fede prepara uno speciale su due anziani morti disidratati nel pantigliatese.

R. Interessante che dice il dietologo ?

AD. Le solite cazzate ti dico. Molte verdure, succhi di frutta eccetera. Il programma era sponsorizzato dalla Santal, a garanzia della indipendenza della informazione.

R. Capisco. Il dermatologo lo hanno intervistato pure ? Lo sanno anche le talpe che c'e' il rischio tumore della pelle d'estate. La lancaster cerca dermatologhe-speaker da lanciare.

AD. No, il dermatologo non c'e' ancora stato. Credo ci sia prima da dare l'annuncio della avvenuta costituzione dell'esercito dei vacanzieri. A proposito fai ferie ?

R. Certo. Vimercate, bassa brianza. Ti danno un cubicolo, aria condizionata, ticket restaurant, parcheggio all'ombra ed un open space deserto.

AD. Figo. Mare ?

R. Certo, c'e' anche il mare. A duecento chilometri di distanza, sulla genova serravalle. Perche andarci pero' ? Sara' pieno di bifolchi con gli infradito.

AD. Per i bifolchi o per le infradito.

R. Eh, non so. Piuttosto, dovremmo vederci uno di sti giorni ho qui dei sigari...

AD. Aha. Adescamento sessuale ?

R. He he he.. uuh, senti questa che mi e' venuta in mente a proposito dei sigari, ho visto la seguente scena nella preview di un film porno l'altro giorno in albergo...

AD. A casa ci vai ogni tanto ?

R. Si, ma non mi piace molto, il frigobar e' sempre vuoto. Ti interessa la scena ?

AD. Dimmi, dimmi.

R. Una arrostisce delle salsicce, ed accanto ci sono due seduti. Un tipo dice all'altro, avendo cura di farsi sentire dalla tipa: "Hey, la ragazza ci sa fare con le salsicce eh?" ed ammicca. La tipa li guarda e fa con aria innocente "Parlate di me ?", e quello continua "Beh sei brava con le salsicce, e anche noi qui ne abbiamo due.".

AD. Eeeh ?

R. La tipa si avvicina dicendo "ah si, e vediamo..." e gli mette una mano *li*.

AD. Eh-eeeh. E poi ?

R. E poi finita la preview. PEr sbloccare inserire il tuo numero di stanza e premere su OK.

AD. Beh, dimmi la continuazione dopo che hai sbloccato!

R. Non ho sbloccato. Sei pazzo ? Mi esce sulla ricevuta, mi sgamano in ufficio quando consegno la nota spese.

AD. Dannazione. E quindi ?

R. Beh e quindi niente, avranno fatto dieci minuti di porcherie, noh.

AD. Beh la trama era promettente...

R. Il tempo no. Senti devo andare a cazziare uno, mi faccio sentire eh ? Nelle prossime 24ore sono un po in giro, ma mercoledi' dovrei tornare stabilmente, forse anche per tutto il weekend.

AD. Godiforte, godiforte. Mi trastullero' andando in piscina con il capo.

R. Mi raccomando, lo scherzo del costume. Glie lo sfili e glie lo pianti sul trampolino. Dopodiche esci dalla piscina e te ne vai.

news :: Prodromi dell'Apocalisse.

Noto con piacere che il fatto di vivere in una teocrazia non ci mette al riparo dai terroristi: pare infatti che l'Italia sia il bersaglio di MILIARDI DI AZIONI TERRORISTICHE OGNI ANNO! Tutte, naturalmente, sventate dai nostri efficientissimi servizi segreti, che per la splendida opera di prevenzione che stanno compiendo vedranno senz'altro aumentare il proprio budget con la prossima finanziaria.

Dato questo elemento, vorrei suggerire alle altre strutture (in cambio di un modico compenso - certamente meno dei vari miliardi dati a Prodi per le ricerche sull'Innovazione) alcuni passi da compiere per aumentare anche il loro budget:

  • Beni culturali: Fate notare come la vostra opera di prevenzione ha impedito che il Colosseo venisse trafugato - tutti sanno che i turisti americani cercano sempre di comprarlo di contrabbando, ed è solo grazie a voi che è ancora lì;

  • Prevenzione civile: Nessuno ha ancora riconosciuto l'importanza della vostra prevenzione nel campo degli incendi sui ghiacciai. Fatelo presente, e sono certo che verrete debitamente ricompensati;

  • Ministero dell'Ambiente: E' solo grazie a voi che in Italia non abbiamo avuto la temutissima invasione primaverile di locuste, sottolineatelo;

  • Ministero della Sanità: Se quest'anno la febbre malarica non ha fatto la strage che temevamo, è solo grazie ai vostri indefessi sforzi;

  • Lega Lombarda: Esclusivamente grazie ai vostri sforzi, quell'orrendo grassone psicotico di Borghezio è stato almeno parzialmente contenuto e non ha massacrato centinaia di nigeriane*;

  • Servizio meteorologico dell'Areonautica: La vostra continua opera di prevenzione ha risparmiato all'Italia l'ondata di gelo temuta per gli ultimi giorni; i coltivatori ve ne dovrebbero essere grati;

  • asphalto: Senza la nostra pronta denuncia e continua lotta, sarebbe stato impossibile per l'umanità contrastare l'invasione dei camerieri robot - ci meriteremo qualcosa anche noi, no?






* Nota: questo è veramente vero

news :: PerplessitÓ.

Devo ammetterlo: sono un uomo col marsupio. La cosa è terribile, lo riconosco, ma d'altro canto d'inverno circolo con una giacca che pesa otto chili perché le tasche sono piene di roba che, se finisse nelle tasche dei miei pantaloni quando non ho la giacca, mi renderebbe quasi sicuramente sterile e probabilmente mi inchioderebbe anche su una sedia a rotelle.

Nonostante questa ragionevolissima spiegazione e giustificazione, credo che il mio senso estetico continui a trovare il marsupio un'offesa alla decenza e probabilmente anche peggio, e si sta ribellando di nascosto - apparentemente, ieri notte ho avuto un episodio di sonnambulismo e gettato il marsupio in strada, dove è stato trovato dalla portinaia del palazzo di fianco.

Sono perplesso.

news :: dal vostro inviato

l'agente poncherello da giovane. pare fosse biondo e con gli occhi azzurri.Qui San José, libero stato della california, dove non si fuma nei locali e non si beve fuori dai locali. Sono stato piu' volte in questoameno postaccio infame e questa mattina per la vostra gioia e sopratutto per la mia, ho deciso di esplorare un lato nuovo della californiana permanenza. Nella fattispecie TAMPONARE UN ORIUNDO fermo ad un semaforo. L'esperienza si preannuncia subito delle migliori. Infatti, mentre cercavo di capire il perche ed il percome fosse successo (molto semplice basta guardare la mappa sul sedile accanto, mentre si manda un messaggio al cellulare non dotato di dizionario T9, come quella porcheria del motorola timeport che pero' e' l'unico cellulare triband in mio possesso).



L'evento come si sarebbe svolto sul territorio italiano:

Si lasciano le macchine in mezzo alla strada infischiandosene di bloccare la via principale di san jose che peraltro e' ad una corsia in quel tratto, paralizzando buona parte della silicon valley. Si scende entrambi dalle macchine e sara' a discrezione del temponato iniziare a mandarmi AFFANCULO chiedendomi come CAZZO guido e chiedendomi CHI CAZZO mi ha dato la patente. Avrei incalzato io dandogli dello STRONZO gratuitamente ed adducendo ragioni inesistenti, finendo quasi per arrivare alle mani in tutto con tutta la 1st street che ci suona. Appresso e ci da a loro volta degli stronzi. In tutto questo avremmo riempito una constatazione (per un cazzo) amichevole, rifiutandoci entrambi di firmarla perche entrambi avremmo voluto essere il veicolo A, che di norma e' quello che ha ragione. Probabilmente si sarebbe coinvolto uno dei suonatori delle prime file per il prestito di una penna, che mai piu' gli sara' restituita. Fra patenti scadute e assicurazioni inesistenti nel giro di quindici minuti ce ne saremmo andati a farci gli affari nostri per poi nel pomeriggio passare dalla assicurazione a sporgere denuncia cautelativa nei confronti dell'altro (infame).

Evento come si svolge nel libero stato della california.

Il tamponato non scende (il sottoscritto si, e non capisce) mette la freccia ed al successivo isolato svolta, ed accosta dopo qualche metro, assicurandosi di non aver intralciato il traffico. Il sottoscritto, e' tentato di scappare, tanto non ci sono danni, ma poi si ricorda l'agente poncherello e decide di seguire e chiarire la cosa da veri galantuomini. Si accosta dietro il tamponato. Si scende dalle macchine e con mio stupore per prima cosa il tipo mi chiede "are you okay ?" essicapisce che sono okay, stronzo. Dopodiche rientra in macchina e si attacca al telefono. Non sapendo cosa fare rientro anche io in macchina. Prendo il telefono per attaccarmici anche io, ma non so chi chiamare. Chiamo la national e gli chiedo cosa

fare. Mi dicono di non preoccuparmi e di chiamare la polizia. Mi dice di non fare statements su chi abbia torto o ragione, di collaborare. Ammetto di non sapere il numero di telefono della polizia. Scendo e busso al vetro dell'altro, mi dice che sta arrivando la polizia. Mi preoccupo. Sogno poncherello su una moto guzzi tutta bianca con la criniera e gli occhiali finti rayban. Dopo mezz'ora. Dico mezz'ora chiuso in macchina a non fare un cazzo, si poteva almeno litigare e riempire un CID, noh ? No. Arrivano I ghisa dopo mezz'ora. Per sicurezza arrivano due macchine ed una moto. Rispettivamente della contea di san jose' e della contea di santa clara. Fanno il doppio verbale spiegandomi che la mia macchina che e' di san francisco possono farla loro, mentre la macchina dell'omosessuale di turno, che e' di santa clara la deve fare la contea di santa clara, cosi', per sicurezza. Che in realta' non c'e' danno e non ci sarebbe nemmeno bisogno. Fanno foto. Alla mia patente. Alla mia macchina. Alla targa della mia macchina. Al mio contratto di noleggio. Al danno inesistente alla mia ed ala macchina del gheis. Ci mettono un'ora buona. Non mi fanno scendere dalla macchina. Vengono loro e mi chiedono dell'assicurazione. Per la prima volta non ho fatto la casco. Mi preoccupo, ma poncherello mi tranquillizza. E' pure un bell'uomo, se fossi omosessuale ci farei un pensierino. Cosi' son le procedure. Il tamponato torna, mi chiede se "am I ok ?" dopodiche' mi augura buona giornata e se ne va. Anche le pattuglie vanno via. Strano

posto il libero stato della california. Resto perplesso dieci minuti, io con I rapportini con anche il modulo per esprimere il mio gradimento sul trattamento da parte della polizia della contea di santa clara. Dopodiche' realizzo. Sono dei bifolchi. Volevo mandare qualcuno affanculo ed esserci mandato. LA prossima volta li tamponero' piu' forte.

news :: Conigli utili.

Indossare il casco da motociclista è, evidentemente, nocivo per la salute mentale dell'individuo. In particolare, sembrerebbe produrre delle allucinazioni altrimenti inspiegabili. Eccone un breve elenco:

  • L'individuo si convince che il suo mezzo è in grado di accelerazione infinita, i.e. crede di poter sfrecciare a cento all'ora partendo da fermo, in tempo zero;

  • L'individuo si convince che il suo mezzo ha larghezza zero, ed è quindi in grado di attraversare qualunque spazio possa esserci tra due autoveicoli qualunque;

  • L'individuo si convince che non esista una cosa chiamata "inerzia" e che, quindi, è possibile fare curve di 90 gradi stile Automan e non slittare neanche di un millimetro;

  • L'invididuo si convince che qualunque veicolo anche temporaneamente fermo sia parcheggiato e che, quindi, la corsia alla sinistra di questo sia la normale corsia - anche se è in contromano - e che chiunque gli vada addosso sia in pieno torto;

  • Infine, l'individuo ritiene di avere il diritto di muoversi in qualunque punto della sede stradale (e probabilmente di buona parte degli edifici) assumendo le caratteristiche e i diritti delle entità che vi si muovono normalmente, i.e. come le automobili in strada, come i pedoni sul marciapiede e, soprattutto, come gli stronzi sui giardinetti.

    In seguito a queste osservazioni, ci sentiamo di sconsigliare assolutamente l'uso di motoveicoli a chiunque sia intenzionato a mantenere intatta la propria visione del mondo, e possibilmente anche la propria struttura organica.
  • news :: Le Morositas hanno la consistenza della cartilagine dell'orecchio.

    Oggi voglio sbarazzarmi dell'alone di intellettualismo e serietà che mi ha così spesso soffuso ultimamente, e fare un post che faccia ridere tutti. Solo che non so come fare - non ho alle mie spalle gli anni di plagi e furti di materiale altrui che hanno siti come *issimo, né il talentuoso gruppo di redattori che hanno i siti di protesta sociopolitica con dialer come clarence.

    Quindi, ho appena deciso che non è necessario che mi liberi dell'alone eccetera, e che essere snob e anche un po' stronzi va benissimo, se non si hanno le risorse per non esserlo. E inoltre stasera vado a suonare - cosa che non si può dire della maggior parte di loro - quindi devo mantenere in caldo tutto il mio fiele e eventuali spunti creativi, perché sennò non viene bene.

    Però almeno una cosa che faccia ridere volevo scriverla, quindi eccola a voi:

    PROOOOOOOOOOOOOOT!

    news :: Cose giÓ viste

    non credo a complotti, non me ne frega un cazzo, Ŕ tutto irrilevante. Questo post non Ŕ la realtÓ, non Ŕ ironico nŔ tantomeno umoristico. Anzi, direi che mi mette una profonda tristezza. No, non perchŔ siamo usciti dai mondiali, no...Il Governo è anche in prima linea dopo l'uscita di scena dell'Italia ai mondiali di calcio. Sembra che il presidente del consiglio inviperito abbia ordinato l'immediata fucilazione di tutti gli azzurri, ma il suo fido Buonaiuti l'ha convinto a desistere, suggerendogli di assumere l'interim della presidenza della Federcalcio e della direzione tecnica della nazionale. L'idea ha solleticato immediatamente il premier che conta ora di aprire una apposita sezione CEPU per istruire i prossimi convocati sulla stipulazione di trattati commerciali con i giocatori delle altre nazionali. In una conferenza stampa Berlusconi ha dichiarato che "è necessario disputare più partite possibili per avere il maggior numero di oppportunità possibili, cribbio! Non è possibile farsi inculare sempre, bisogna mandare in campo dei professionisti!". Sconcerto in sala stampa dopo questa affermazione, ed è Buonaiuti a gettare acqua sul fuoco prendendo provvidenzialmente la parola e affermando che "Il Presidente sa bene che i calciatori sono dei fottuti stramiliardari, ma intendeva sottolineare la necessità di ottimizzare la rendita di questi investimenti per il bene della nazione".

    Quando un giornalista gli ha domandato come intende rilanciare politicamente l'Italia all'interno delle alte sfere calcistiche il Berlusca ha dichiarato che "Stiamo lavorando affinchè a Cologno Monzese si possa firmare il trattato di unificazione fra le due Coree. Il nostro prestigio aumenterà e finalmente la smetteranno di romperci i coglioni ai mondiali."



    àpdeit



    la realtà supera la fantasia

    la foto dei sacchi neri non c'entra un cazzo, scusate

    asphalto FAQ
    categorie Espandi/contrai