add-me news :: Guardavo di nascosto i saggi ginnici nel tuo collegio.

Klaproth, come un malvagio Grinch, ha sottratto il classico natale asphaltita sostituendolo con dei Sentimenti Umani.

Temo pero' che la nostra utenza non sia pronta a concetti di questo genere, di cui non ha esperienza diretta quando spegne il computer, per cui provero' a spiegare a che cosa ci si riferisce, generalmente, quando si parla di Sentimenti Umani, aiutandomi con una illustrazione:



e chi non e' d'accordo e' in malafede.

news :: Il cielo su Torino.

Prendi per esempio una di quelle storie d'amore quasi unilaterali, scommetto che nella tua vita ne avrai viste a bizzeffe, solo che al momento magari non te ne ricordi nemmeno una. Anzi, scommetto che almeno una volta per entrambe le parti in una di quelle storie ci sei finito dentro anche tu, ma quella puttana che chiamiamo memoria e che si degna di farci ricordare solo le cose belle non ha nessuno intenzione di farti sentire di nuovo come in quei giorni.

Che poi se hai la fortuna di vederle dall'esterno sono bellissime, in fondo, perchè noti la devozione totale di uno dei due estremi per l'altro, vedi persone che se la ragazza che amano fa la cameriera entrano sperduti nel bar dove lei lavora, e magari passano mesi ordinando ogni sera coca-cola e patatine o una bottiglia di acqua gasata ed un bicchiere con ghiaccio e due fettine di limone. E non parlano, se potessero non l'ordinerebbero nemmeno a lei, perchè quell'attimo di contatto è persino troppo, è un piacere che rischia di rovinare tutti i sogni. E controllano con la coda dell'occhio, eh. Controllano ogni cliente che entra, che si avvicina al loro viso e controllano dove va a finire il bacio che si scambiano, quando lontano o vicino dall'angolo esterno della bocca, quanto lungo o breve, quanto appassionato o distaccato, quanto brillano gli occhi del cliente e della loro innamorata inconsapevole in quel lasso di tempo. E invidiano quei clienti che riescono a parlarle, a dirle qualcosa di meglio, qualcosa di più di una asettica ordinazione da listino, senza nemmeno il coraggio di una piccola variazione nella composizione del panino vegetariano, e sì che magari le melanzane non le hanno veramente mai potute soffrire, le faceva la loro mamma tutte le volte che tornavano da scuola il mercoledì dopo ginnastica, e allora gli facevano veramente schifo, ma adesso le servono le manine d'oro e allora le mangiano, che ad avere nausea e a stare male ci penseranno dopo e sapranno a cosa dare la colpa.

Ho sentito spesso i loro sguardi d'odio per una mia battuta, per un mio abbraccio, un bacio come ringraziamento perchè riportavo indietro il bicchiere da solo anzichè aspettare che venissero loro a pulire il tavolo, e sì che lo faccio solo perchè quando ero piccolo una volta ho visto mio padre farlo, e so che lo fa ancora adesso e penso che se lo fa lui posso permettermi di farlo anche io. Ed in effetti potrebbero farlo anche loro, ma si perdono nell'elaborazione di uno schema di ringraziamento-risposta-saluto che farebbe impallidire anche un Gran Maestro di scacchi per il calcolo delle varianti, e nella disperata ricerca di uno schema vincente dimenticano che nelle questioni di cuore la teoria non esiste e l'unico schema che risulta sicuramente perdente è il non giocare. Quella è gente che apre con il pedone di torre e che non abbandona la partita finchè non gli dai matto, rimanessero anche solo con il re e due pedoni.

Poi la sera dell'antivigilia di Natale ho visto uno di quei miracoli che sembrano usciti da un film anni '50, quando uno di loro ha attaccato discorso con l'oggetto dei suoi sogni sentendola dire che l'indomani sarebbe ritornata dai suoi genitori a Torino e anche lui faceva quella stessa tratta con il treno e avrebbero potuto tornare insieme e farsi compagnia. Per quella sera almeno l'ho visto mentre tornava a casa, e sorrideva e accennava a cantare, e fuori nevischiava, qualcosa a metà tra una pioggerellina e una brinata, e lui zompicchiava come un ubriaco da una parte all'altra della strada, fortunato dimentico dell'esistenza delle automobili che a quell'ora non passavano, e appena raggiunta casa si spogliò e si mise a letto sognando tranquillo per la prima volta dopo tante notti insonni.



Stava ancora dormendo beato quando il treno delle 8.19 con a bordo Cecilia usciva dalla stazione di Padova e dalla sua vita.

news :: Ho costruito i miei sogni intorno a te.

(C) Ennis-Dillon e DC comicsYou were handsome

You were pretty

Queen of New York City

When the band finished playing

They howled out for more

Sinatra was swinging

All the drunks they were singing

We kissed on the corner

Then danced through the night



The boys of the NYPD choir

Were singing 'Galway Bay'

And the bells were ringing

Out for Christmas day.



I could have been someone

So could anyone

You took my dreams

From me when I first found you

I kept them with me babe

I put them with my own

Can't make it all alone

I've built my dreams around you





Buon Natale a tutti, e grazie ancora ad una persona speciale per avermi ricordato che ogni tanto è il caso di restituire al mondo un po' di tutto quello che prendi.

news :: L'uomo che vedeva Dio negli angoli.

E' una cosa che mi è tornata in mente ieri sera dopo tanto tempo, quella dell'uomo che diceva di vedere Dio.

Non era una novità, in effetti, perchè nel paese avevamo già casi di persone diventate celebri per apparizioni più o meno razionali sulle quali poi la comunità intera dibatteva per mesi; esemplare fu il caso di Sangemini, che vide la Madonna alla guida di un trattore passargli accanto in un campo mentre lui cercava funghi una mattina nebbiosa di metà ottobre e non perse tempo e corse a raccontarlo al Dopolavoro Ferroviario scatenando una memorabile caccia alla Santa. Non vennero trovati segni di ruote nel posto che aveva indicato nè nella campagna circostante, ma ciò venne considerato come una ulteriore prova di una manifestazione divina e non impedì di proclamare un giorno a caso festa del paese ed accorparlo con una fiera di fine Agosto che nemmeno i vecchi si ricordavano più che cosa si festeggiasse se non la fine del lavoro, e quella miscela di sacro e profano nel calderone della possibilità di fare casino incontrò subito l'approvazione di tutti.

Il vecchio Gaita invece sosteneva di vedere Dio negli angoli, e di avere imparato come fare quando una volta per noia si era girato di scatto nel cortile di casa sua e aveva fatto appena in tempo a vedere un qualcosa nascondersi dietro il mucchio di fieno, un qualcosa che ovviamente al controllo successivo non risultava essere già più lì. Aveva già più di sessant'anni, e da quel momento ogni tanto cambiava velocemente la direzione dello sguardo inseguendo di continuo una seconda apparizione che per quanto ne potemmo percepire noi gli fu sempre negata. Allora ogni tanto lo raccontava a noi bambini, e ci diceva che se avessimo voluto era facilissimo vedere Dio, e che era sufficiente ogni tanto girare di colpo lo sguardo verso un punto che prima non guardavamo, e Lui non avrebbe fatto in tempo a nascondersi ed avremmo visto chiaramente un'ombra rifugiarsi dietro qualcuno o qualcosa, e anche noi avremmo beneficiato della rassicurante certezza che un Dio c'era e che era in mezzo a noi più di quanto il più benevolo dei sacerdoti fosse disposto ad ammettere.

Morì una sera che non c'era nè troppo freddo nè troppo caldo, nella maniera in cui spero di morire anche io ovvero addormentandosi nel suo letto tranquillo per non svegliarsi più, dopo non avere chiesto alla cameriera di preparargli la colazione per l'indomani per la prima volta in tanti anni, rafforzando la mia convinzione che quando saremo vecchi sapremo quale giorno sarà il penultimo della nostra vita e potremo dedicarci ai preparativi per la partenza del nostro ultimo viaggio senza fretta nè lassismo. Per il paese girò l'ennesima malachiacchera alla quale nessuno volle prestare ascolto, che sosteneva che dall'autopsia risultasse che il vecchio Gaita era cieco almeno da una decina d'anni; io non posso confermarla nè smentirla, ma in effetti non mi ricordo di averlo mai visto leggere un giornale o giocare a carte, e non voglio nemmeno pensare che memoria di ferro sarebbe necessaria per vivere in un piccolo mondo fatto di una casa, alcune strade ed un dopolavoro ferroviario solo basandosi sui ricordi.

Sono passati tanti anni, io ho continuato ogni tanto a guardare in giro i volti delle persone, le vetrine dei negozi, l'interno degli uffici dalle finestre illuminate già dal primo pomeriggio negli inverni freddi e precoci di Padova, ma Dio non sono mai riuscito a vederlo, e nemmeno le ombre che il buon Gaita insisteva ad incitarci a cercare e che forse non vediamo perchè sono dentro di noi.

news :: Natale non e' triste, Natale c'ha i cazzi suoi.

Corewar ha alcune caratteristiche che lo rendono speciale.

Ok, speciale e' una parola grossa. Diciamo che lo rendono una specie. Si', proprio in senso biologico: non credo infatti che il suo accoppiamento con una femmina umana possa dare prole fertile. (E questo potrebbe spiegare l'atteggiamento di molte femmine umane nei suoi riguardi, soprattutto in tema di accoppiamenti.)

Comunque, e' un dato di fatto che puo' vantarsi di essere una di quelle pochissime persone su questo roccioso pianeta che quando fanno gli auguri non mi suscitano attacchi di sindrome di Tourette.



Forse perche' i suoi auguri sono sempre speciali.

Molto speciali.







[Update]: qui c'era un'immagine "hotlinkata". L'ho rimossa perche' il proprietario del sito www.ufomagnet.com e' piuttosto geloso della sua preziosa banda.

news :: Il mio secolo splenderÓ un giorno come i tuoi occhi.

Amore,

ti scrivo in un pomeriggio di fine Dicembre ed anno 2003, reduce dalla visione in rigoroso formato DivX dell'ultima fatica cinematografica di Paolo Virzì, regista che i più ricorderanno sicuramente per quella splendida metafora della vita che è stata "Ovosodo", ovvero "Caterina va in città".

Non voglio però parlare del fatto che io questo film l'ho visto da solo perchè tu eri persa da qualche parte perchè è Natale e bisogna a tutti i costi dimostrarci felici e amici di tutti, non voglio parlare nemmeno del film in sè, che nei due link se avrai la pazienza di seguirli troverai analisi sicuramente più accurate di quelle che potrei fare io, non voglio nemmeno criticare la qualità del rippaggio che mi ha lasciato il dubbio se la quasi totalità delle scene fuori fuoco fosse una scelta del regista per metaforicizzare l'essere interiore di Caterina o un semplice errore di un proiezionista miope.

Vedi? Divento subito ironico come tu quasi non vuoi che sia, le persone lo sai, per me non cambiano, e le cazzate che facevamo da bambini continuiamo a farle, con più stile e più possibilità di trovare false motivazioni, anche adesso che siamo adulti. Volevo solo dirti comunque una cosa strana che ho provato vedendo una scena di quel film, dove il papà di Caterina le impedisce di continuare a frequentare una sua compagna di classe che l'ha fatta ubriacare e le ha tatuato un polso; mi sono chiesto se le persone possono davvero arrivare a dimenticare quello che hanno fatto quando erano giovani, per quale ragione le cose che dicevo, pensavo e facevo quando ero al Liceo e che sono le stesse che ora in quel film dicono, pensano e fanno le compagne di Caterina mi sembrano banali.

Mi sono chiesto come potremmo prendercela noi con nostra figlia, quando rincaserà ubriaca alle tre (quattro, cinque, sei) del mattino, se è un po' la nostra vita di tutti i weekend, come potremo chiudere gli occhi su tutto quello che lei ci dirà per coprire quello che fa sul serio e che sarà drammaticamente simile a quello che noi abbiamo fatto prima. Mi sono chiesto quale drammatica spirale ci porta a dimenticare quello che eravamo a vantaggio di quello che saremo, e probabilmente adesso aspetterò sempre il giorno in cui rileggerò tutte le cose che ho postato nell'Asphalto e mi renderò conto di quanto ero ingenuo e semplice, e forse già questa lettera nel momento in cui la concluderò sarà vista con occhi diversi da quelli della persona che ha iniziato a scriverla.

Aspetteremo insieme un momento in cui altre persone rivaluteranno quello che stiamo facendo, e il modo in cui la partecipazione alle cose che ci piacciono ci sta cambiando a poco a poco anche se a volte troviamo il coraggio di ammetterlo solo in commenti anonimi con gli amici, aspetteremo di poter raccontare il nostro tempo di guerre, attentati, privazioni, truffe e sciacallaggi come se fosse stato il momento più bello che abbiamo vissuto.

Aspetterò il momento in cui tu tornerai a casa e mentre controlli la posta darai un'occhiata alla home dell'Asphalto e troverai questa lettera partita per te e arrivata un po' a tutti, scritta mentre aspettavo come ogni mattina il momento in cui incontro i tuoi occhi e li vedo brillare.

news :: Echoes of sufi dance.

David Letterman:

Ci si aspetta che Michael Jackson venga formalmente incriminato prima della fine della settimana. In questo momento Michael è a Trikrit, alla ricerca di un buco.



Bella battuta.



uhuhuh

news :: Un solo uomo puo' popolare la Terra.

Come ben sanno tutti i primatologi, l'essere umano si distingue nettamente dalle altre scimmie per un numero limitato di caratteristiche. Principalmente, avere il pisello molto piu' grosso, e scopare molto di piu' e piu' a lungo.

La maggior parte dei primati maschi effettua tra le 6 e le 20 spinte pelviche prima di eiaculare. Secondo la filosofia taoista dell'amore, le spinte pelviche per la soddisfazione dell'uomo e della donna, durante l'atto d'amore, sono circa 1000.

Io, dopo aver visto La lupa, mi son fatto l'idea che Gabriele Lavia non solo non ama secondo il Tao, ma potrebbe essere irriso e sbeffeggiato da parecchie scimmie pongidi.

Tutte le copule del film (e sono tante) durano pochi secondi. Immagino gli attori perplessi che leggendo la sceneggiatura si grattano la testa e mentre sono li' incerti se muovere o no un'obiezione, notano la Guerritore che gli fa cenno di tacere per carita', che ci ha messo tanto per convincerlo che in fondo non importa e che lei e' felice anche cosi'.



Ah, e se non siete d'accordo con questo post non vi conviene dirlo pubblicamente, cari i miei Speedy Gonzales.

news :: Fan Toccio.

Oggi ho i cazzi miei e provo quindi il forte desiderio di mandarvi singolarmente tutti affanculo, uno per uno*. Ma non lo farò, segnatamente perché credo di aver appena scoperto un modo per rendervi utili, aumentare le libertà in questo paese e non da ultimo metterla in culo all'Autorità Costituita - attività che un Vero Italiano non può non sentire come intimamente piacevole e a sé connaturata.



La magica bottiglietta qui a sinistra si chiama PreDrops, viene prodotta in america dalla BevRage e promette di raddoppiare la velocità di assorbimento dell'alcool qualora sia aggiunta in poche gocce al bicchiere che vi apprestate a bere (la sostanza è naturalmente inodore, incolore e insapore). Tra i suoi componenti spiccano il chromium picolinate e quello cosiddetto polynicotinate, entrambi in grado di agevolare la decomposizione delle molecole di glucosio e quindi del composto alcoolico, facendovi durare di meno la sbornia. Invito quei maiali tra voi che non mi credessero a leggersi con cura il dotto trattato "Il cromo organico nell’alimentazione dei verri. Effetti sull'efficienza riproduttiva" che dice testualmente:
Il cromo, favorendo l’attacco dell’insulina ai suoi recettori specifici, probabilmente attraverso l’iniziazione di legami disolfuro tra l’ormone e le membrane cellulari (Kamen,1994), ne potenzia l’azione trofica, andando ad influenzare positivamente non solo il metabolismo glucidico ma anche quello proteico e lipidico (Anderson,1987).
"Vabbene", starete dicendo grattandovi il colon con un gatto idrofobo, "ma non ho capito che c'entro io". Ebbene sappiate che il cromo, picolinato o polinicotinato che sia, a tutt'oggi non è incluso nell'elenco elenco positivo allegato alla proposta di direttiva europea in materia di integratori, e che quindi il magnifico PreDrops non sarà importabile in europa. Se questo scenario non dovesse cambiare saremo condannati per sempre a litigarci il volante ogni volta che si torna a casa dopo una festa, ad ammorbarci la vita con multe periodiche di 250 € (tutte le volte che alla prova del palloncino il vostro tasso alcoolico risulta di 0,51 o poco più, e se risulta inferiore allora potevate anche starvene a casa) o ad accettare la compagnia di gente tronfia, buzzurra e ignorante, ma astemia. Gente capace di riaccompagnarvi a casa e subito dopo ciulare la vostra morosa direttamente nel talamo, tanto voi siete ubriachi e dormite sul divano.



Per cui fate un favore a voi stessi e all'Europa tutta e firmate la petizione di protesta dell'associazione "La leva di Archimede". E se non lo fate che tutti i vostri soldi se ne vadano in multe, che vi nascano figli ingegneri e/o fisici teorici e che vi marcisca l'uccello.





* Un'idea nemmeno troppo nuova, avendola già segnalata quel gran buccaiolo di Douglas Adams in "La vita, l'universo e tutto quanto", peraltro l'ultimo libro leggibile della nota saga. I due successivi, se han venduto, lo hanno fatto solo grazie al supporto di una massa cerebrolesa e adorante che non riuscirebbe a distinguere un libro dal liquame che riempie i pozzi neri.

news :: Scum fuck non vuol dire sozmel.

Quanto vorrei che chi parla di leucemie a causa dell'elettrosmog di radiovaticana e dell'uranio impoverito, chi parla di inquinamento e di emissioni di gas serra si leggesse un po' di fottutissime riviste scientifiche. Anzi, ne basta solo una. Solo una. Solo una. Anzi, forse due.



Invece, chi è intelligente può mettersi immediatamente in contatto con me per venire al concerto del 12 dicembre. La sua anima ne trarrà grande giovamento (su apparato uditivo e senso estetico stiamo ancora effettuando le necessarie ricerche).

news :: Noi non seguiamo la moda, la siamo.

Io sto pensando di farmene una maglietta




Grazie di cuore al sommo Harlequin per l'immagine, e a Raul Lebeau per essersi prestato ad avere più del quarto d'ora di celebrità che Andy Warhol ha promesso a tutti.



Se avete tempo, voglia ed una connessione non a criceti, potete anche scaricare qui un pregevole riassuntino in flash (opera prima e speriamo non ultima di JuRito) di tutte le rielaborazioni del Raul Lebeau natalizio.



Se invece siete tra quei fanatici segaioli che non seguono il forum immagini a meno che non ci siano tette e culi, potete anche risparmiarvi la fatica di cliccare sui link, ma vi perdete dei capolavori.



Update: come sempre X-Al giganteggia nel forum immagini stile Roberto Baggio in Brescia-Modena.




asphalto FAQ
categorie Espandi/contrai