asphalto FAQ
media bla-bla :: L'accecante caleidoscopio di cazzate della stampa italiana: il caso Rignano Flaminio
Ora che il vento e' cambiato, o pare esserlo, vorrei sbilanciarmi.
Poniamo che sia davvero questo lo scenario (e credo lo sia): un piccolissimo nucleo di denunce iniziali che io credo infondate a causa del modus operandi che si allarga a 60 per pura, amara, incontrollata e terribile psicosi.
Qualcuno avrebbe dovuto avere la responsabilita' (avendone i mezzi: una letteratura medica e giuridica) di fermare la cosa prima che qualcuno si facesse male. Non e' stato cosi'.
Ribadisco che la mia posizione non si allinea nemmeno con chi dice "lasciamo fare alla magistratura", perche', cosi' facendo Lucia Musti, a botte di preziose dichiarazioni di bambini di 4 anni, ha lasciato in carcere due anni Marco Dimitri a prendersi la sua dose di botte e inculate a sangue.

Detto questo, passiamo all'autentica colonna infame:

Massimiliano Frassi
Massimiliano Frassi
MASSIMILIANO FRASSI
, ai miei occhi, e' un mostro e di quelli veri. Un mostro della ragione partorito dai peggiori desideri di forca, che non si e' mai posto un dubbio. In probabile cattivissima fede, questa persona e' una delle tre che gestisce il business dell'antipedofilia con la sua associazione Prometeo. Gli esperti di cui parla Psycho li ha forniti anche lui.

Il PM e il GIP,
Marco Mansi e Elvira Tamburelli
Marco Mansi e Elvira Tamburelli
MARCO MANSI E ELVIRA TAMBURELLI
hanno gestito questa vicenda sulla stampa nascondendosi dietro gli aggettivi:
atroce, inenarrabile, inimmaginabile.
Alla prova dei fatti stanno dimostrando anzitutto di non saper fare il loro lavoro e di essere un pericolo per la liberta' personale, potenzialmente anche la mia o la vostra.

Il procuratore capo di Tivoli
Claudio D'Angelo
Claudio D'Angelo
CLAUDIO D'ANGELO
ha fatto la stessa cosa, decidendo per me che io non dovessi giudicare delle prove ma fidarmi di lui quando mi diceva:
«Questa indagine non è frutto d’improvvisazione. E non ci sono fantasticherie di bambini. Non avrei mai messo il mio visto su un provvedimento di arresto se non fossi stato convinto che gli indizi a carico ci sono. Siamo in presenza di fatti di una gravità che sconcerta. Che ha sconcertato pure me».

Il ministro
Giuseppe Fioroni
Giuseppe Fioroni
GIUSEPPE FIORONI
benche' scomparso dalla rete, si era affrettato a implicitare la colpevolezza delle maestre e a chiedere scusa alle famiglie. Signor Ministro, con l'aggravante della sua posizione istituzionale ha fatto una triste figura da pirla.

Maurizio Gasparri
Maurizio Gasparri
MAURIZIO GASPARRI DI AN (quel ridicolo cialtrone di), poi, ha fatto, se possibile, una figura anche peggiore, chiedendo le dimissioni del Ministro. Per il bene dei bambini, certo.

Stefano Pedica
Stefano Pedica
STEFANO PEDICA
dell'italia dei valori, poi, e' il personaggio piu' grottesco. Convinto che fosse da specularci qualche voto e' partito lancia in resta. Sempre dal suo quartier generale: questo articolo di cui riporto il finale: bambini sono piccoli, ingenui e per questo motivo indifesi: fargli del male è un reato e soprattutto un peccato. Mortale. Vergogna.

Piero Marrazzo e Enrico Gasbarra
Piero Marrazzo e Enrico Gasbarra
PIERO MARRAZZO E ENRICO GASBARRA, ds e margherita,avevano ritenuto che accodarsi allo sdegno non avrebbe potuto nuocere. Errore.

Antonella Rebuzzi
Antonella Rebuzzi
ANTONELLA REBUZZI, senatrice di FI, aveva gia' letto la sentenza quando si prodigava in questi commenti.

Poi, la stampa:

Ho letto circa 500 articoli. Nella mia classifica personale ammetto che il Tempo si e' comportato con molta attenzione (forse perche' seguiva la vicenda in locale da mesi) e Repubblica si e' dimostrato il peggior giornale italiano, leggero, anzi leggerissimo nelle accuse e nel trattare i nomi degli indagati e ricamandoci sopra il peggio [come fa qui quel patetico idiota di PAOLO G.BRERA] eppure pronto, prontissimo a cambiare opinione senza il sospetto di avere delle responsabilita' nei confronti della vita delle persone cosi' urlatamente chiamate in causa.

Con ordine:

Flavia Amabile della Stampa
Flavia Amabile della Stampa
FLAVIA AMABILE DELLA STAMPA
non ha avuto ne' dubbi ne' scrupoli.

Carlo Bonini di Repubblica
Carlo Bonini di Repubblica
CARLO BONINI DI REPUBBLICA
ha avuto molti meno dubbi di quanto ce ne racconti oggi quando si trattava di urlare piu' forte e arrivare per primo sulla notizia.


Alfredo Vaccarella
Alfredo Vaccarella
ALFREDO VACCARELLA
del tempo era estremamente sicuro di se' quando parlava di ipotesi come se fossero fatti dimostrati, indulgendo in scenari medievali, non ultimo il satanismo e le offese a nostro signore. Bravo.

Fabrizio Caccia
Fabrizio Caccia
FABRIZIO CACCIA del Corriere, ritenne che il modo migliore di riportare la notizia fosse fare un copia incolla delle dichiarazioni dei bambini. Giusto per non eccitare la fantasia popolare.

Barbara Palombelli
Barbara Palombelli
BARBARA PALOMBELLI ha dato prove incontrovertibili di idiozia, nel suo intervento a Matrix implicitando che grazie alla potentissima rete dei pedofili i bambini venissero trasferiti a Shangrila' durante le ore scolastiche e, soprattutto, nell'insistere sul particolare dell'evidente devianza di bambini di tre anni ("chi gliel'ha insegnato?") che sputano in chiesa avvalorando la pista satanista. Insomma, il peggio.
Auguro a lei e a quel pistola di suo marito la vita domestica che si meritano ogni giorno.

Infine vorrei ricordare i gia' citati:

Marco Enrico Anselmi
Marco Enrico Anselmi
MARCO ENRICO ANSELMI di iniziativa.it.

Maurizio Di Giacomo
Maurizio Di Giacomo
MAURIZIO DI GIACOMO della Agenzia Radicale.

Benedetta Argentieri
Benedetta Argentieri
BENEDETTA ARGENTIERI del TgCom.

Marzio Fianese
Marzio Fianese
MARZIO FIANESE del Giornale

Eleonora Martino
Eleonora Martino
ELEONORA MARTINO del Manifesto.



In questo forum, tale Zen Lento sta seguendo la vicenda mediatica con una cura migliore della mia.

L'inventore di Solletico torna con nuovi giochi
uuuauuu
t'hanno fatto inkazzare di brutto!!
[Squallido master::post]Q., non quotarmi massimote, sennò che lo killo a fare?

[blackmaria::post]se avessi una cintura di allah informatica mi farei saltare in questo 3d
massimote = idiozia
[Q.::post]massimote = idiozia

Ah, no. E' successa una cosa che non so. Se mando un post a 5, si autoforka in home. Questa non la sapevo.
Il liquame e' il mio Reame.
[Marco::post]si autoforka in home.
poco fa l'aveva fatto e l'avevo -giustamente- moddownato
mi sembra abbia senso.
fico ma un po' difettato, come la roba degli outlet
[Marco::post]Se mando un post a 5, si autoforka in home. Questa non la sapevo.
ecco quindi svelato il padre dell'idiozia di massimote
ma l'alternativa era il silenzio stampa? o cosa?
sto così male che sto bene.
[Q.::post]ecco quindi svelato il padre dell'idiozia di massimote

Si, ma tanto non l'ho riconosciuto (grazie psycho per i consigli) quindi me ne sbatto.
Il liquame e' il mio Reame.
[golem::post]ma l'alternativa era il silenzio stampa? o cosa?

Ancora?
L'alternativa e' parlare quando si ha qualcosa da dire, non per dare aria alla bocca.
Il liquame e' il mio Reame.
io non ho forkato
comunque come hai fatto a scoprire

[Q.::post]massimote = idiozia


?????
[Squallido master::post]Q., non quotarmi massimote, sennò che lo killo a fare?

[blackmaria::post]se avessi una cintura di allah informatica mi farei saltare in questo 3d
[Marco::post]quindi me ne sbatto


eh no, c'ho la prova del dna
[Squallido master::post]Q., non quotarmi massimote, sennò che lo killo a fare?

[blackmaria::post]se avessi una cintura di allah informatica mi farei saltare in questo 3d
Be', nel caso dei politici, l'obbligo, e non l'alternativa, e' parlare almeno dopo il primo grado (anche se in questo caso credo potrebbe bastare il riesame).
bruno edita il titolo
Ah, per evitare qualunque fraintendimento dovuto al grado di civiltà che sto mostrando in questo post, ci tengo a sottolineare che vi odio tutti e vi voglio *comunque* vedere morti. (pgcd)
[Marco::post]L'alternativa e' parlare quando si ha qualcosa da dire,



[DrBrunvand::post]Be', nel caso dei politici, l'obbligo, e non l'alternativa, e' parlare almeno dopo il primo grado (anche se in questo caso credo potrebbe bastare il riesame).

scusami se te lo chiedo ridendo: ma ndo cazzo vivi te? no, perchè io in italia.

o meglio forse te hai la capacità, che io on ho, di decontestualizzare questa questione quando mi parli dell'obbligo etc.

vds. vicenda berlusconi.
sto così male che sto bene.
[Marco::post]
L'alternativa e' parlare quando si ha qualcosa da dire, non per dare aria alla bocca.


QCQ
'zzo vuoi?Al culmine del processo di razionalizzazione, la ragione è diventata irrazionale e stupida
allora facciamo così: attraversiamo questo ponte sottile quanto un capello, tagliente come la lama di un rasoio, teso al di sopra di un abisso di tenebre. Poi andiamo a scriverlo sull'asphalto
rcp hai dato aria alla bocca, eh.
sto così male che sto bene.
[r.c.p.::post]
[Marco::post]
L'alternativa e' parlare quando si ha qualcosa da dire, non per dare aria alla bocca.


QCQ

[r.c.p.::post]
[Marco::post]
L'alternativa e' parlare quando si ha qualcosa da dire, non per dare aria alla bocca.


QCQ

[continuare all'infinito]
"Sticking feathers up your butt does not make you a chicken"
Tutta questa storia mi ricorda il caso di qualche anno fa, di una bambina abusata dai nonni, a cui era affidata mentre i genitori andavano a lavorare.

Quando la notizia arrivò alla stampa tutti a commentare, divisi tra forcaioli e innocentisti.
Chi dagli al giornalista che sputtanava due poveri nonni, chi dagli al nonno.

I nonni dopo qualche tempo si suicidarono.

Con la solita ipocrisia, in questo caso tutti dagli ai giornalisti, perchè un suicida diventa, chissà perchè automaticamente innocente.

Risultato: la bambina era stata veramente abusata.
Non avrà mai la possibilità di avere un confronto con i colpevoli.
Tutti l'hanno considerata (e chi lo ricorderà, la considererà) colpevole della morte dei poveri nonni. ovviamente ritenuti innocenti.
Gli psicologi che l'avevano in terapia si sono ritrovati a dover lavorare su un trauma irreparabile, che la accompagnerà nelle sue sfaccettature per tutta la vita.

I giornalisti hanno sbagliato.

Questo non rende chi è vittima dell'errore automaticamente innocente.
Esattamente allo stesso modo in cui non lo rende automaticamente colpevole.
ljs quaqquaraquà "Perché dovrei uscire là fuori per mostrarmi agli altri? Si sta tanto bene qui."
[mafalda::post]
Gli psicologi che l'avevano in terapia si sono ritrovati a dover lavorare su un trauma irreparabile, che la accompagnerà nelle sue sfaccettature per tutta la vita.


beh, almeno non si sentirà mai sola.

" "ciao, io vado a vivere in un appartamento un po' grande e volevo un animale da compagnia: cosa mi consigli?""ti consiglio....l'unicorno!""ma l'unicorno non esiste""non avevi specificato che doveva essere un animale esistente" " (maranza)

ho deciso che vincono le piramidi LOL
brullo, tu cosa ne dici del modo di usare la liberta' di parola in questo caso?
strokImmagino un mondo senza guerra, un mondo senza odio.
E immagino noi che lo attacchiamo, perche' non se l'aspetterranno.
(J. Handey)
[golem::post]vds. vicenda berlusconi.


Io ho dato aria alla bocca? Come se il problema del garantismo (chiamiamolo così, va') riguardasse i pezzi grossi, invece che il ragazzetto finito in prima pagina della cronaca di Roma perchè stava con uno che c'aveva un chilo di trocha, e lui manco fumava, però è diventato uno spacciatore, un delinquente solo perchè passava di là.
Scusate l'esempio un po' così, ma era uno a caso preso dal mazzo.

C'ho le mie cose e non mi va di sprecare byte, il mio quotare il post di Marco era tutto fuorchè ironico, mentre i due tizi che l'hanno commentato, chissà perchè, pensano di avere espresso la profondità dell'infinito.

Bravi, bravi.

Ottimo Topic, speriamo che non lo si rovini con le manie di protagonismo. io, per me, faccio la mia: me ne vado affanculo senza passare dal via.
'zzo vuoi?Al culmine del processo di razionalizzazione, la ragione è diventata irrazionale e stupida
allora facciamo così: attraversiamo questo ponte sottile quanto un capello, tagliente come la lama di un rasoio, teso al di sopra di un abisso di tenebre. Poi andiamo a scriverlo sull'asphalto
[mafalda::post]Tutta questa storia mi ricorda il caso di qualche anno fa, di una bambina abusata dai nonni, a cui era affidata mentre i genitori andavano a lavorare.

Quando la notizia arrivò alla stampa tutti a commentare, divisi tra forcaioli e innocentisti.
Chi dagli al giornalista che sputtanava due poveri nonni, chi dagli al nonno.

I nonni dopo qualche tempo si suicidarono.

Con la solita ipocrisia, in questo caso tutti dagli ai giornalisti, perchè un suicida diventa, chissà perchè automaticamente innocente.

Risultato: la bambina era stata veramente abusata.
Non avrà mai la possibilità di avere un confronto con i colpevoli.
Tutti l'hanno considerata (e chi lo ricorderà, la considererà) colpevole della morte dei poveri nonni. ovviamente ritenuti innocenti.
Gli psicologi che l'avevano in terapia si sono ritrovati a dover lavorare su un trauma irreparabile, che la accompagnerà nelle sue sfaccettature per tutta la vita, financo quando si iscriverà su asphalto.org
[r.c.p.::post]Io ho dato aria alla bocca?

e che per dire che non vuoi dare aria alla bocca hai dato aria alla bocca, non credo almeno che ci fossero contenuti ermetici in quel qcq, ma se sbaglio chiedo vena, come diceva quel tossico cinquantenne.
sto così male che sto bene.




Allora se non son chiaro mi spiego:

[Marco::post]parlare quando si ha qualcosa da dire


Ovvero, non dire ne più ne meno di quello che si ha da dire, SE si ha QUALCOSA da comunicare, nello specifico del discorso, di certo, sicuro (dato l'argomento delicato, ma anche dato un altro argomento, perchè no?), UNA NOTIZIA che non sia UNA ILLAZIONE, una parvenza, un sentito dire che abbia conseguenze nefaste.
Ora, io mi sono, nello spirito nella forma e nel contenuto, limitato ad una espressione sintetica per manifestare il mio assenso all'affermazione di Marco (dai, adesso risparmiate al phoro i giochetti dialettici del cazzo, ovviamente decontestualizzata è un'affermazione banale, ma in questo contesto non credo proprio, non a questo punto della discussione), quindi, se vogliamo, ho fatto un'affermazione (QCQ) che conteneva in se il senso dell'assenso e anche l'accordo a quel senso.

Ora, di ermetico non c'è nulla (se non quello che mi verrà a trovare oggi, della mutua, ovviamente), invece io non capisco cosa c'entrano berlusconi o fassino e la minestra con lo spino.

Rispondo al posto di Brullo, che tanto m'ha killato e non se ne accorgerà,
che la libertà non si baratta, semplicemente la si veste di responsabilità.

Allora parla pure, amico giornalista, ma anche politico o avvocato penalista, se ci sono conseguenze alle parole tue, conseguenze e non pruriti
allora te ne assumi onori ed oneri. Mi sembra fin troppo semplice.

Ah, ma forse è perchè sono idiota!
'zzo vuoi?Al culmine del processo di razionalizzazione, la ragione è diventata irrazionale e stupida
allora facciamo così: attraversiamo questo ponte sottile quanto un capello, tagliente come la lama di un rasoio, teso al di sopra di un abisso di tenebre. Poi andiamo a scriverlo sull'asphalto
[r.c.p.::post]Rispondo al posto di Brullo, che tanto m'ha killato e non se ne accorgerà,
che la libertà non si baratta, semplicemente la si veste di responsabilità.
l'hai letta da uno strisciona a una menifestazione dei centri sociali, di' la verita'

ad ogni modo, prendo per buono quello che dici, che si debba vestire di "responsabilita'" la liberta', e mi chiedo come funzionerebbe questo vestito, che un giornalista verifichi le proprie fonti e notizie prima di scrivere a cazzo? o che uno scriva a cazzo ma poi appena lo scopre si butta da solo su un tappeto di vetri e merda?

[r.c.p.::post]Allora parla pure, amico giornalista, ma anche politico o avvocato penalista, se ci sono conseguenze alle parole tue, conseguenze e non pruriti
allora te ne assumi onori ed oneri. Mi sembra fin troppo semplice.
gia', e' talmente semplice che una soluzione comunemente accettata per problemi simili ancora non si e' trovata

Quello che mi pare un po' strano e' che si metta sullo stesso piano qualunque tipo di argomento e qualunque tipo di medium in cui si trattano argomenti, la liberta' di parola si applicherebbe indistintamente a una conversazione a due, ad una discussione su un forum agli articoli di giornale, alla tv ai libri, indipendentemente dalla cosa che si dice o nel contesto in cui lo si dice o alla quantita' di persone a cui si ha accesso. Questo si che e' fin troppo semplice.
strokImmagino un mondo senza guerra, un mondo senza odio.
E immagino noi che lo attacchiamo, perche' non se l'aspetterranno.
(J. Handey)
leggo domani rcp.

ciao, pittbul liberi!
sto così male che sto bene.
[squeakthemouse::post]brullo, tu cosa ne dici del modo di usare la liberta' di parola in questo caso?


ho sempre, sempre, sempre detto e dichiarato che la diffamazione/diffusione di notizie false e tendenziose resta comunque fuori dal mio gioco.

nel caso comunque in cui tecnicamente non stiano diffamando, beh, io posso prendermela con loro finchè mi pare, ma hanno il diritto di dire come la pensano. il diritto di dire "non ci sono prove che brullonulla sia un assassino, ma secondo il mio personale parere lo è" credo che sia difficile da negare. diverso è dire "brullonulla E' un assassino".

il caso "secondo me brullonulla è un assassino [sequenza di notizie false/tendenziose]" rientra comunque nella diffamazione, imho.

[squeakthemouse::post]Quello che mi pare un po' strano e' che si metta sullo stesso piano qualunque tipo di argomento e qualunque tipo di medium in cui si trattano argomenti, la liberta' di parola si applicherebbe indistintamente a una conversazione a due, ad una discussione su un forum agli articoli di giornale, alla tv ai libri, indipendentemente dalla cosa che si dice o nel contesto in cui lo si dice o alla quantita' di persone a cui si ha accesso. Questo si che e' fin troppo semplice.


sarà anche troppo semplice ma trovo difficilmente tollerabile che possa essere diversamente.

" "ciao, io vado a vivere in un appartamento un po' grande e volevo un animale da compagnia: cosa mi consigli?""ti consiglio....l'unicorno!""ma l'unicorno non esiste""non avevi specificato che doveva essere un animale esistente" " (maranza)

ho deciso che vincono le piramidi LOL
[mafalda::post]Tutta questa storia mi ricorda il caso di qualche anno fa

in cosa, te lo ricorda?
C'è tutto un mondo la fuori che farebbe sembrare un genio anche ilduca
[squeakthemouse::post]mi chiedo come funzionerebbe questo vestito


sei in ottima compagnia

[squeakthemouse::post]un giornalista verifichi le proprie fonti e notizie prima di scrivere a cazzo?


Se parliamo del caso specifico bisognerà certamente fare dei distinguo. personalmente non ho seguito la vicenda del topic in profondità, perchè già alla superfice l'odor di melma mi faceva volgere altrove l'attenzione.

Chi ha parlato e di cosa, su che basi.

Quindi non considero solamente giornalisti, ovviamente nel momento in cui c'è un'indagine in corso, verso persone che non possono in alcun modo difendersi (quivi pongasi il distinguo di cui sopra mi facevo latore, sottintendendolo), stampa, magistratura e inquirenti in generale dovrebbero essere tenuti al riserbo, non solo per rispetto verso la presunzione d'innocenza, ma anche per non sputtanare l'indagine stessa, specie qualora avesse (come succede) l'esigenza di volgere altrove lo sguardo.

Iinsomma, non son certo io a poter dare risposte in merito, quantunque le risposte ci siano già, è mia convinzione.

[squeakthemouse::post]scriva a cazzo ma poi appena lo scopre si butta da solo su un tappeto di vetri e merda?


E si eh! Eureka! Bingo! Cippewa! Alleluia! Goatse!

Sennò che senso ha quella frase che, per inciso, decontestualizzata, la puoi immaginare scritta in chiesa, nel centro sociale, a colle oppio con quelli del centro sociale di destra che non ricordo come si chiama (ma neache ormai mi ricordo come si chiamano quelli di sinistra, io vado alla bocciofila degli anziani, mica come gli asphaltiti che fanno i compleanni nei centri sociali per studiarne un'arguta sociologia da conversazione :-P)

Comunque il discorso che vuoi aprire con la tua chiosa, per me, secondo me, è troppo impegnativo, ora, qui, adesso.
Io la vedo semplice, come se le parole scritte qua sopra dal Brullo fossero le mie.
Oltre questo, tuttavia, le mie limitate facoltà mentali (ancor più provate da raffreddore e squaraus, cocktail influenzale primaverile) non mi avrebbero consentito altro che quotar d'impulso Marco, ma voi, dimentichi del "non ti curar di lui" di Pschyiana memoria, m'avete sfruguliato ed ecco qua. GOLEM lassa' sta', domani fai qualcosa di meglio che legger me, che tanto già lo so, la verità, che a sfumar è maestra, m'ha sussurrato di straforo che no, non ci s'era compresi bene e, a dirla tutta, stavamo a parlar con altri che noi.

Melensamente vostro!
'zzo vuoi?Al culmine del processo di razionalizzazione, la ragione è diventata irrazionale e stupida
allora facciamo così: attraversiamo questo ponte sottile quanto un capello, tagliente come la lama di un rasoio, teso al di sopra di un abisso di tenebre. Poi andiamo a scriverlo sull'asphalto