bla-bla :: [1] il latino apre la mente - ma non quanto apre il culo!

[Rabbi Acher::post]Ricordo con ilarità e orrore insieme, l'incapacità di una donna ai primissimi mesi di studio del tedesco, in Germania, che non era in grado di distinguere tra er e ihn, ovvero, secondo un italiano desueto, tra egli e lui, ovvero tra nominativo e accusativo. Se avesse fatto un minimo di latino, non dico che mi sarebbe uscita con un "ah, si, come is ed eum in latino", ma almeno alla parola accusativo non avrebbe sgranato gli occhi come se stesse contemplando il monilite nero su Giove.

io infatti trovo sia utile (non necessario ma ma comunque utile) studiare il latino prima di dedicarsi a una lingua+letteratura europee. Però farlo al liceo non mi sembra necessario, mi sembra più sensato confinarlo all'università.
cesare_codio: "no davvero tranquillizzi"
cesare_codio: "cioè nel senso tranquillizzi però non tipo Ave Ninchi per dire"

asphalto FAQ
categorie Espandi/contrai