scienza bla-bla :: il latino apre la mente - ma non quanto apre il culo!

riapro una mia personalissima ciclicita', pur sapendo che questo thread fara' piangere lo Squallido master (che ci lurka dall'alto dei cieli) per almeno un paio di ragioni.

l'opinione che "il latino formi la mente" e' molto diffusa nella societa' (forse di piu' nella generazione dei miei genitori, che infatti ce l'hanno ancora come dogma e quando discutiamo dell'argomento sono molto piu' sgomenti della mia opinione su questo tema che non quando fingo di essere un omosessuale satanista).
secondo me invece se davvero a chi si cura dell'educazione dei giovani interessasse che si aprisse la mente, si investirebbe tutto quel tempo nell'insegnamento della matematica, o della programmazione, o si istituirebbero ore di Giuoco degli Scacchi (o del Go, o quant'altro; o meglio ancora di Ludica Logica in generale) del tutto analoghe a quelle di educazione fisica.
la verita' e' che il latino lo si insegna per un altro motivo, nobilissimo peraltro, che e' quello delle radici culturali. ma si vede che questo argomento non era abbastanza convincente per giustificare l'abnorme prestigio che si da' ancora alla materia a scuola.

Leonardo la pensa come me:
http://leonardo.blogspot.com/2007/01/tabula-rasa.html

(...) sfata la leggenda che il latino ci aiuti a raffinare le nostre capacità logiche. È una sciocchezza. Quale sarebbe esattamente il contenuto ‘logico’ del latino? Le regole di morfologia e sintassi sono costruzioni a posteriori, piene di eccezioni e casi particolari. Al massimo si può dire che il latino sia molto complesso. Ma non più complesso della fisica quantistica o del cinese. Chi sostiene che l’apprendimento del latino renda più ‘elastici’ di una qualsiasi lingua straniera, di solito non ha studiato bene nessuna lingua straniera oltre al latino: insomma, è tutt’altro che un’intelligenza ‘elastica’.

(...)

Eppure chi si diploma al classico con buoni voti se la cava bene in qualsiasi facoltà.

Magari è anche vero. Ma non perché abbia studiato latino; semplicemente perché è una persona intelligente. In una buona percentuale è anche un ragazzo benestante, che gode nella sua famiglia di un’offerta culturale molto superiore a quella che gli offre la scuola. Nelle sua casa ci sono mensole piene di libri, canali satellitari di approfondimento, Internet, quotidiani già sfogliati, parenti laureati con i quali può scambiarsi opinioni. Gente così di solito va a scuola più per intrecciare relazioni che per approfondire conoscenze: se si trattasse solo di questo, potrebbe studiare in casa con molto più profitto.

Da soli? In casa?

Hai colto il problema: non si può. Per questi studenti cosiddetti ‘brillanti’, il liceo è soprattutto un parcheggio. E per un parcheggio quinquennale il latino è la materia ideale: non serve a nulla, ma occupa un sacco di tempo, e impararlo (approssimativamente) dà una certa soddisfazione. Ma non è che il latino ci renda più intelligenti: semplicemente, abbiamo deciso che gli alunni più intelligenti debbano sorbirsi cinque anni di latino. Se un giorno decidessimo di farli giocare per cinque anni a Yu-Gi-Oh, probabilmente il loro rendimento all'università sarebbe simile. Invece storicamente abbiamo scelto il latino, e continuiamo a insegnarglielo. Se almeno lo imparassero davvero.

Non lo imparano?

Una volta lo imparavano, forse. Ma prova a dare in mano l’Eneide a un qualunque diplomato della mia età. Chiedi di leggerlo e tradurtelo all’impronta. Non ce la farà. Ha studiato latino per cinque anni, ma senza vocabolario è un analfabeta. L’ottanta per cento, all’indomani dalla maturità, non riuscirà a decifrarti una banalissima lapide di chiesa.

Perché è una lingua molto difficile.

Forse. Oppure perché gli insegnanti del liceo non sono bravi. Oppure sono bravissimi, ma il metodo è tutto sbagliato. In ogni caso c’è qualcosa che non va. Dedichiamo al latino come minimo cinque anni della nostra vita, eppure nessuno lo sa, nessuno lo parla. Com'è possibile? Se l'insegnamento del latino fosse così efficace, dovremmo sfornare torme di latinisti. Non solo. Com’è che noi italiani abbiamo delle scuole elementari fantastiche e una percentuale di laureati da terzo mondo? Tra l’istruzione elementare e quella accademica c’è un dislivello pauroso: qualcosa in mezzo evidentemente non funziona, e nessuno ci ha ancora spiegato cos’è.

Magari è la Scuola media inferiore.

Magari sì. Però potrebbe anche essere il modello del Liceo, dove si continua a dare tanta importanza a una materia come il latino che – ammesso serva a qualcosa – comunque nessuno riesce a imparare come si deve.

(...)

[fork()]

[idiot savant::post]
[Rabbi Acher::post]

Poi, potete pure dirmi che è "più utile" (cosa ambiguissima e poco chiara) studiare biologia e non filosofia


se è poco chiara ti faccio un esempio

accade in italia che ci sia un referendum su cellule staminali, fecondazione assistita ecc e la stragrande maggioranza della popolazione esclami "OMG! cos'è sta roba? staminali, dna... non sono in grado di decidere sull'argomento!!" e tutti noi ce la prendiamo nel culo


Breve, che poi devo uscire.
1. che si faccia un referndum sulle staminali è già un problema. Mica posso pigliarmi una laurea in biologia per rispondere a un referendum. Che ci pensino i cari nostri parlamentari, oltre che a pippare, rubare e corrompere. Hai presente il concetto di delega? Su determinate cose è necessario
2. come rispondi alle puttanate leghiste dell'esistenza della padania – visto che hanno l'effetto di produrre una politica reazionaria (vedi Bossi-Fini?). Su quali basi difendi il diritto di un finocchio a insegnare alla scuola, anche se il ducino Fini e suo marito Donatella non sono d'accordo? Come vedi, per ogni competenza c'è una questione e per ogni questione è necessaria una determinata competenza.

Poi:

[idiot savant::post] capirai, avrà impiegato qualche ora in più per capire cos'è l'accusativo, non mi sembra grave


Tu la sai la differenza? Sai perché determinate preposizioni in tedesco possono reggere sia l'accusativo sia il dativo? Se non poi contare sulla cosiddetta competenza intuitiva del parlante madrelingua, è opportuno perlomeno sapere e capire quello che dovresti dire in una lingua straniera. Sennò son cazzi, ripeti a pappagallo e forse impari

[squeakthemouse::post]infatti, sempre di piu' nei supermercati, si trovano le casse superveloci e prioritarie per coloro che recitano la qabbalah in latino, purtoppo io ho dovuto fare mezz'ora di coda in piu' alla cassa normale, ed e' in momenti come questi che la mia ignoranza mi svantaggia pesantemente nella societa' moderna


A parte il fatto, che la qabbalah è in ebraico (e aramaico), non è che se sei il più grande esperto di superstringe al mondo, non fai la cassa al supermercato. Magari ti malmenano pure perché sei tardo a pagare. Scusa, ma che cazzo di osservazioni fai…
"Non c'è giudice e non c'è giustizia" (Talmud, Avodà Zarà, 25a)

[fork()]

[LePendu::post]Mi sa che dovresti prendertela prima di tutto con chi fa referendum su argomenti sui quali dovrebbe esprimersi un team di esperti,

non concordo.

[LePendu::post]Il vantaggio del latino rispetto alla biologia come materia di studio e` che per capire il primo ci vuole elasticita` mentale*, per capire la seconda solo memoria e nozionismo.

concordo.
sono gay friendly. nel senso che se sei frocio non ti do fuoco. contento?

[fork()]

[maxdanno::post]
non se parli di rivali o concorrenti.

anche tu maestrina dalla penna rossa, eh?
competizione --> competitore
anche il mio dizionario di italiano lo accetta come sinonimo di concorrente.
Il fatto che si tratti di un neologismo (se lo è) non significa che non lo possa usare. La lingua è in evoluzione, no?
Se ti dà fastidio, fatti una camomilla.

[fork()]

[golem::post][LePendu::post]Il vantaggio del latino rispetto alla biologia come materia di studio e` che per capire il primo ci vuole elasticita` mentale*, per capire la seconda solo memoria e nozionismo.
[golem::post]concordo.


assolutamente no, se si parla di "capire"


"non sono sarcastico. sono disperato"

[fork()]

[falena::post]
io infatti trovo sia utile (non necessario ma ma comunque utile) studiare il latino prima di dedicarsi a una lingua+letteratura europee.

ho imparato senza francese alle medie, prima di conoscere il latino.
semplicemente nominativo e accusativo li chiamavo soggetto e complemento oggetto.

raga, qui il problema non è se studiare il latino serve o meno. tutto ciò che si impara serve.

il problema è se ha senso dedicarci n ore la settimana per 5 anni, trascurando storia moderna, in alcuni casi matematica, informatica, qualche principio di diritto e organizzazione aziendale, una lingua straniera. Il problema è che il latino (che ormai è pura erudizione) toglie spazio a cose ben più utili per la sopravvivenza italiana. E siccome su 60 milioni di italiani, gli eruditi non possono essere che una piccola percentuale (più gg), sarebbe più utile insegnare qualcosa più al passo coi tempi.

Il metro di giudizio non è l'utile? allora sarebbe più nobile insegnare araldica o bon ton, o danza, che fanno fare più bella figura in società. Come dire, il superfluo è il benvenuto, ma prima il necessario

comunque, vi ricordo che il giorno del giudizio universale non vi servirà l'inglese.
nessuna buona azione è mai rimasta impunita

[fork()]

[idiosincrasia::post]assolutamente no, se si parla di "capire"


Io l'unica cosa che ho capito della biologia e` che le professoresse di scienze sono quelle che la danno via piu` facile (cfr. Woody Allen - Tutto quello che avreste etc etc)
Ma che disperazione
Nasce da una distrazione

[fork()]

[LePendu::post]
Mi sa che dovresti prendertela prima di tutto con chi fa referendum su argomenti sui quali dovrebbe esprimersi un team di esperti, e non "l'uomo della strada". In secondo luogo la risposta e` la stessa che tu dai riguardo l'uso dell'accusativo: se uno vuole informarsi sulle cellule staminali, basta un quarto d'ora di spiegazioni. Il problema e` che delle cellule staminali alla maggior parte della popolazione non gliene frega un cazzo.

un quarto d'ora di spiegazione? non direi proprio, eh.
Che non gliene freghi un cazzo è chiaro. Per questo è importante che arrivino già preparati.
(sull'opportunità del referendum non rispondo perchè presumo sia una ciclicità)

Il vantaggio del latino rispetto alla biologia come materia di studio e` che per capire il primo ci vuole elasticita` mentale*, per capire la seconda solo memoria e nozionismo.

falserrimo.
hai una strana idea della biologia, tu. Per capire come lavora il DNA serve mooolta elasticità mentale. E non solo per quello.

[fork()]

[idiot savant::post] La lingua è in evoluzione, no?
Se ti dà fastidio, fatti una camomilla.


ma torna a personalizzarti la Smemoranda.
nessuna buona azione è mai rimasta impunita

[fork()]

[Zio Brady::post]L'inglese è una lingua che si impara in una settimana, il francese è un po' più cazzuto, mi pare.


guarda che l'inglese e' qualcosa di piu' fisting | anal | facial.

Il francese non e' semplice ma, sintatticamente e' molto piu' simile all'italiano
di quanto non lo sia l'inglese.

Rassegnati sei troppo etero per imparare velocemente il francese

[fork()]

[Rabbi Acher::post]
1. che si faccia un referndum sulle staminali è già un problema. Mica posso pigliarmi una laurea in biologia per rispondere a un referendum. Che ci pensino i cari nostri parlamentari, oltre che a pippare, rubare e corrompere. Hai presente il concetto di delega? Su determinate cose è necessario

I parlamentari ne sanno meno di te, caro mio. Sarà perchè hanno fatto il classico.

2. come rispondi alle puttanate leghiste dell'esistenza della padania – visto che hanno l'effetto di produrre una politica reazionaria (vedi Bossi-Fini?). Su quali basi difendi il diritto di un finocchio a insegnare alla scuola,

perchè devo giustificarle? Se Fini avesse studiato l'evoluzione, capirebbe che l'omosessualità è del tutto naturale negli animali, e quindi anche nell'uomo. Ma mi sa che ha studiato dai preti.

Tu la sai la differenza? Sai perché determinate preposizioni in tedesco possono reggere sia l'accusativo sia il dativo? Se non poi contare sulla cosiddetta competenza intuitiva del parlante madrelingua, è opportuno perlomeno sapere e capire quello che dovresti dire in una lingua straniera. Sennò son cazzi, ripeti a pappagallo e forse impari

Oh merda ma allora nessuno in europa imparerà mai il tedesco!! Tranne noi italiani, s'intende, che abbiamo studiato il latino.

[fork()]

[Rabbi Acher::post]A parte il fatto, che la qabbalah è in ebraico (e aramaico), non è che se sei il più grande esperto di superstringe al mondo, non fai la cassa al supermercato. Magari ti malmenano pure perché sei tardo a pagare. Scusa, ma che cazzo di osservazioni fai…
era una (verdissima) provocazione, in risposta alla tua di poter pwnare chi non conosce
[Rabbi Acher::post]l'onomatologia della qabbalah di Gerona
ad ogni modo, il supermercato in questione voleva la qabbalah IN LATINO, che ti posso dire, sono molto esigenti.
strok
Immagino un mondo senza guerra, un mondo senza odio.
E immagino noi che lo attacchiamo, perche' non se l'aspetterranno. (J. Handey)

[fork()]

[maxdanno::post]
ma torna a personalizzarti la Smemoranda.

non mi hai ancora dimostrato che competitore deriva dall'inglese e non dal latino. Il dizionario etimologico mi dà ragione, tra l'altro.
E stai attento come parli, non vorrei mai che "personalizzare" sia un adattamento di "personalize"! Sarebbe un vero dramma.

[fork()]

[idiot savant::post]E stai attento come parli, non vorrei mai che "personalizzare" sia un adattamento di "personalize"! Sarebbe un vero dramma.


idiot savant ti prego, taci per il tuo bene. ci sono cose dell'inglese che potresti NON VOLER SAPERE


"non sono sarcastico. sono disperato"

[fork()]

L'inglese è una lingua primitiva (cioé più semplice).
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al <br />
corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)





DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS

[fork()]

[idiot savant::post]non mi hai ancora dimostrato che competitore deriva dall'inglese e non dal latino. Il dizionario etimologico mi dà ragione, tra l'altro.
E stai attento come parli, non vorrei mai che "personalizzare" sia un adattamento di "personalize"! Sarebbe un vero dramma.






ahha hscusate ho targettato la persona sbagliata


"non sono sarcastico. sono disperato"

[fork()]

[idiosincrasia::post]
idiot savant ti prego, taci per il tuo bene. ci sono cose dell'inglese che potresti NON VOLER SAPERE

tipo che personalize deriva dal latino? Lo so, ciò non toglie che personalizzare sia un neologismo che viene dall'inglese prima che dal latino.

[fork()]

[idiot savant::post]hai una strana idea della biologia, tu. Per capire come lavora il DNA serve mooolta elasticità mentale. E non solo per quello.


Ho l'idea che mi hanno lasciato 5 anni di medie superiori. Per studiare latino dovevo ragionare, per studiare biologia imparare a memoria.

Ah, ma forse tu intendi dire che a scuola bisognerebbe insegnare biologia "come la intendi tu" e non latino "come lo intendi tu". Ah, vabbe`. Poi pero` non venirmi a dirre che sono i latinisti quelli che si fanno seghe mentali su cose inutili nella vita pratica, eh.

Scrivere su asphalto e` inutile alla tua vita, smetti immediatamente!
Ma che disperazione
Nasce da una distrazione

[fork()]

[idiot savant::post]
tipo che personalize deriva dal latino? Lo so, ciò non toglie che personalizzare sia un neologismo che viene dall'inglese prima che dal latino.


di questo non me ne frega assolutamente nulla.pensavo stessi sostenendo che non avevano alcun legame con l'italiano ed il latino, il resto è questione di forma.

(benchè io preferisca customize edit: lo preferisco perchè come significato è meno ampio di personalize )


"non sono sarcastico. sono disperato"

[fork()]

[LePendu::post]
Ho l'idea che mi hanno lasciato 5 anni di medie superiori. Per studiare latino dovevo ragionare, per studiare biologia imparare a memoria.


ma no, io ricordo benissimo come ho studiato biologia.
Non so che cazzo hai studiato tu. Hai studiato il processo di formazione delle proteine? DNA, RNA... ti sembra una cosa talmente chiara, semplice che basta mandarla a memoria? A me non sembra, eh. Io ci ho messo un po' per capire bene il meccanismo. Idem per l'ereditarietà, la riproduzione, ecc ecc

[fork()]

[idiot savant::post]ma no, io ricordo benissimo come ho studiato biologia.
Non so che cazzo hai studiato tu. Hai studiato il processo di formazione delle proteine? DNA, RNA... ti sembra una cosa talmente chiara, semplice che basta mandarla a memoria? A me non sembra, eh. Io ci ho messo un po' per capire bene il meccanismo. Idem per l'ereditarietà, la riproduzione, ecc ecc


io in biologia ho sempre avuto ottimi voti (tipo che non sono mai sceso sotto l'8 con una professoressa con cui la maggior parte della classe aveva "grossi problemi" e non riusciva ad arrivare al 7 1/2, anche chi solitamente andava meglio del sottoscritto ) senza mai studiare granché. tra l'altro non ho mai studiato granché proprio in generale e negli ultimi due anni di superiori la mia media è calata precipitosamente avendo perso anche l'interesse nel rendimento scolastico, cosa che mi faceva almeno leggiucchiare velocemente le cose (solitamente andavo ad intuito nei compiti in molte materie.).

Ad ogni modo li ho sempre avuti ottimi poichè sono perlopiù meccanismi da afferrare (o perlomeno a quanto mi ricordo dei due anni di biologia spicciola delle superiori -tenendo conto che ho fatto lo scientifico ed avevo la stessa prof dello sperimentale) e poi c'è la terminologia. la terminologia però è una cosa che viene spontaneo imparare quando devi spiegare qualcosa e chiamarlo col suo nome


"non sono sarcastico. sono disperato"

[fork()]

[idiot savant::post]ti sembra una cosa talmente chiara, semplice che basta mandarla a memoria?


Forse ad apprenderla bene no, non bastava la memoria. Per rimediare un 8 bastava saper dire "acido deossiribonucleico" e adenina-citosina-guanina-timina*. E poi ribadisco, mi devi ancora spiegare a cosa mi serve oggi e nel mio lavoro sapere cos'e` il DNA o cosa e` avvenuto in Vietnam nel '60.
Ricordo un racconto di Sherlock Holmes in cui lui diceva di non sapere che la terra gira intorno al sole, e che avrebbe rimosso al piu` presto quella nozione dalla sua mente, visto che occupava spazio che sarebbe stato piu` utile impiegare in modo differente.

E in effetti, a cosa ti serve sapere che la terra gira intorno al sole piuttosto che il contrario?

*naturalmente ho googlato. A dimostrazione che con una wikipedia davanti al naso saprei prendere 8 a tutte le interrogazioni di biologia del liceo. Ah, naturalmente il discorso e` diverso per la chimica: di chimica non ho mai capito un cazzo. Per fortuna la chimica non serve a nulla nella mia vita e mi spiace che me l'abbiano fatta studiare al liceo invece che occupare quelle poche ore con cose molto piu` utili tipo come riconoscere una vergine annusandole le ascelle.
Ma che disperazione
Nasce da una distrazione

[fork()]

[idiot savant::post]la riproduzione, ecc ecc
il tuo discorso viene completamente inficiato dal fatto che chiunque riesce a farsene una ragione di massima gia' in giovane eta' comprandosi un paio di giornaletti su cui fantasticare al cesso
hei asphaltita, dai un'occhiata anche tu al mio sito!

[fork()]

[LePendu::post]
E in effetti, a cosa ti serve sapere che la terra gira intorno al sole piuttosto che il contrario?

ti ho già risposto ampliamente a questa obiezione, potrei ripetermi ma adesso che hai tirato fuori questo esempio mi viene il sospetto che sto parlando con un perfetto deficiente.

[fork()]

[LePendu::post]E poi ribadisco, mi devi ancora spiegare a cosa mi serve oggi e nel mio lavoro sapere cos'e` il DNA o cosa e` avvenuto in Vietnam nel '60.
serve a renderti una persona che vive nel proprio secolo
[LePendu::post]Ricordo un racconto di Sherlock Holmes in cui lui diceva di non sapere che la terra gira intorno al sole, e che avrebbe rimosso al piu` presto quella nozione dalla sua mente, visto che occupava spazio che sarebbe stato piu` utile impiegare in modo differente.
finche non salta fuori una situazione in cui serve sapere che la terra gira intorno al sole e lui si ritrova pwnato dalla trappola mortale del dr. Moriarty.
strok
Immagino un mondo senza guerra, un mondo senza odio.
E immagino noi che lo attacchiamo, perche' non se l'aspetterranno. (J. Handey)

[fork()]

[idiot savant::post]ti ho già risposto ampliamente a questa obiezione


Ho ricontrollato, l unico esempio che tiri fuori e` quello del referendum sulle staminali. E vabbe`, ma io al liceo mica potevo sapere su quale argomento avrebbero richiesto un referendum 10 anni dopo, sai. Magari fra 10 anni faranno un referendum per abolire il congiuntivo e tu ora saresti qui a dire "ah, se avrebbi studiato piu` latino!".
Ribadisco: al liceo non sai cosa ti sara` utile e cosa no nella vita*, e cosi` a priori non trovo che la biologia o la storia moderna sia piu` utile del latino. Forse tu hai idee piu` chiare di me su come formare "l uomo del domani", ma non so quanto le tue idee siano piu` giuste delle mie.


[idiot savant::post]mi viene il sospetto che sto parlando con un perfetto deficiente.


A me invece viene il sospetto che se tu avessi studiato latino ai tempi ora avresti maggiori capacita` dialettiche e riusciresti a spiegarti meglio. *inserire qui faccina stupida*

*per fare un esempio, io a 14 anni quando mi iscrissi al classico avrei voluto fare il professore di lettere. La vita mi ha portato a essere un programmatore. Ora il latino non mi serve a nulla, ma durante il liceo ho studiato pensando a cosa mi sarebbe stato utile nella professione futura.
Ma che disperazione
Nasce da una distrazione

[fork()]

[LePendu::post]*naturalmente ho googlato. A dimostrazione che con una wikipedia davanti al naso saprei prendere 8 a tutte le interrogazioni di biologia del liceo. Ah, naturalmente il discorso e` diverso per la chimica: di chimica non ho mai capito un cazzo. Per fortuna la chimica non serve a nulla nella mia vita e mi spiace che me l'abbiano fatta studiare al liceo invece che occupare quelle poche ore con cose molto piu` utili tipo come riconoscere una vergine annusandole le ascelle.
[LePendu::post]
Forse ad apprenderla bene no, non bastava la memoria. Per rimediare un 8 bastava saper dire "acido deossiribonucleico" e adenina-citosina-guanina-timina*.



minchia, mi spiace tu abbia avuto una professoressa così. Per me è stato proprio il contrario (la chimica che fanno fare alle superiori è perlopiù una cosa acquisibile tramite esercizio -ed infatti presi 9 l'unica volta che feci esercizi. poi finii l'anno col debito).
Se andavi li e proferivi termini a caso senza avere la minima idea di dove fossero collocati ti prendeva a calci in culo e un 2 (se non meno, per certe cose era veramente infida)


"non sono sarcastico. sono disperato"

[fork()]

[LePendu::post]
[squeakthemouse::post]serve a renderti una persona che vive nel proprio secolo


Ma, intendiamoci, il fatto che i programmi del liceo si fermino alla seconda guerra mondiale io lo trovo atroce, eh. E naturalmente qualcosina sul Vietnam da autodidatta la so anche io.

Solo penso che, almeno in Europa, se parli di Vietnam un buon 80% di persone pensa a "Vietnam=Rambo=Musi gialli. FIICO!" e costoro non appartenfono al XXI secolo meno di me.
Ma che disperazione
Nasce da una distrazione

[fork()]

[LePendu::post]
Ho ricontrollato, l unico esempio che tiri fuori e` quello del referendum sulle staminali. E vabbe`, ma io al liceo mica potevo sapere su quale argomento avrebbero richiesto un referendum 10 anni dopo, sai. Magari fra 10 anni faranno un referendum per abolire il congiuntivo e tu ora saresti qui a dire "ah, se avrebbi studiato piu` latino!".

lasciamo da parte il ridicolo esempio dell'abolizione del congiuntivo: io non ho parlato solo di referendum. Quello era un esempio pratico. Ho parlato prima di tutto di vita politica. La vita politica è importante, ha ricadute pratiche sulla vita di tutti noi. Tu, oggi, se sei sterile, non puoi ricorrere alla fecondazione assistita perchè qualche prete, in parlamento, ha approfittato dell'ignoranza della popolazione italiana in biologia per fare una legge che va a nostro sfavore. Potrei fare mille altri esempi, anche in tema d'ambiente. Se poi allargassimo il discorso all'economia, al diritto e alla storia...

Vuoi esempi ancora più pratici? Bene, mi sembra difficile negare che chi ha una preparazione scientifica è meno incline alla superstizione (più del 90% dei biologi è ateo, per dire). Questo non incide sulla vita di tutti i giorni? Che fine farebbero i cartomanti o gli oroscopi in un paese ad alta alfabetizzazione scientifica? Ce ne sarebbero sicuramente di meno, non credi?
E potrei andare avanti...

[fork()]

[LePendu::post]Ma, intendiamoci, il fatto che i programmi del liceo si fermino alla seconda guerra mondiale io lo trovo atroce, eh. E naturalmente qualcosina sul Vietnam da autodidatta la so anche io.
non era tanto per criticare i programmi scolastici, quanto per puntualizzare sul quanto 'serva' una determinata conoscenza, e credo che si possa misurare nel numero di volte che e' necessario accedervi, il latino e' ok per fare le citazioni fiche alle feste o per leggere (se proprio se ne sente la necessita') le iscrizioni sulle chiese, ma che conoscere il dna, la guerra del vietnam o che il sole gira intorno alla terra sicuramente 'servano' di piu' del latino, credo che non sia in discussione.
strok
Immagino un mondo senza guerra, un mondo senza odio.
E immagino noi che lo attacchiamo, perche' non se l'aspetterranno. (J. Handey)

[fork()]

[LePendu::post]
Ho ricontrollato, l unico esempio che tiri fuori e` quello del referendum sulle staminali. E vabbe`, ma io al liceo mica potevo sapere su quale argomento avrebbero richiesto un referendum 10 anni dopo, sai.


non fare lo sciocchino, caro il mio lependuto.

mi pare che per una persona che voglia conoscere "chi sonod a dove vengo", una spolverata di biologia sia almeno altrettanto utile di un giretto di Latino.
con la differenza che biologia è una cosa messa lì per ridere, dura un anno e ne fai 2 ore alla settimana, mentre il latino è il mostro cattivo che spezza le ossa degli studenti.

vogliamo lasciare il latino perché fa chic?
ok, 1-2 ore alla settimana, materia burla come ginnastica e religione, e siamo tutti felici e contenti.

sul fatto che il latino bisogna capirlo e la biologia invece no mi sento di smentirti in maniera decisa e perentoria.
la mia esperienza è del tutto diversa.

asphalto FAQ
categorie Espandi/contrai