scienza bla-bla :: il latino apre la mente - ma non quanto apre il culo!

riapro una mia personalissima ciclicita', pur sapendo che questo thread fara' piangere lo Squallido master (che ci lurka dall'alto dei cieli) per almeno un paio di ragioni.

l'opinione che "il latino formi la mente" e' molto diffusa nella societa' (forse di piu' nella generazione dei miei genitori, che infatti ce l'hanno ancora come dogma e quando discutiamo dell'argomento sono molto piu' sgomenti della mia opinione su questo tema che non quando fingo di essere un omosessuale satanista).
secondo me invece se davvero a chi si cura dell'educazione dei giovani interessasse che si aprisse la mente, si investirebbe tutto quel tempo nell'insegnamento della matematica, o della programmazione, o si istituirebbero ore di Giuoco degli Scacchi (o del Go, o quant'altro; o meglio ancora di Ludica Logica in generale) del tutto analoghe a quelle di educazione fisica.
la verita' e' che il latino lo si insegna per un altro motivo, nobilissimo peraltro, che e' quello delle radici culturali. ma si vede che questo argomento non era abbastanza convincente per giustificare l'abnorme prestigio che si da' ancora alla materia a scuola.

Leonardo la pensa come me:
http://leonardo.blogspot.com/2007/01/tabula-rasa.html

(...) sfata la leggenda che il latino ci aiuti a raffinare le nostre capacità logiche. È una sciocchezza. Quale sarebbe esattamente il contenuto ‘logico’ del latino? Le regole di morfologia e sintassi sono costruzioni a posteriori, piene di eccezioni e casi particolari. Al massimo si può dire che il latino sia molto complesso. Ma non più complesso della fisica quantistica o del cinese. Chi sostiene che l’apprendimento del latino renda più ‘elastici’ di una qualsiasi lingua straniera, di solito non ha studiato bene nessuna lingua straniera oltre al latino: insomma, è tutt’altro che un’intelligenza ‘elastica’.

(...)

Eppure chi si diploma al classico con buoni voti se la cava bene in qualsiasi facoltà.

Magari è anche vero. Ma non perché abbia studiato latino; semplicemente perché è una persona intelligente. In una buona percentuale è anche un ragazzo benestante, che gode nella sua famiglia di un’offerta culturale molto superiore a quella che gli offre la scuola. Nelle sua casa ci sono mensole piene di libri, canali satellitari di approfondimento, Internet, quotidiani già sfogliati, parenti laureati con i quali può scambiarsi opinioni. Gente così di solito va a scuola più per intrecciare relazioni che per approfondire conoscenze: se si trattasse solo di questo, potrebbe studiare in casa con molto più profitto.

Da soli? In casa?

Hai colto il problema: non si può. Per questi studenti cosiddetti ‘brillanti’, il liceo è soprattutto un parcheggio. E per un parcheggio quinquennale il latino è la materia ideale: non serve a nulla, ma occupa un sacco di tempo, e impararlo (approssimativamente) dà una certa soddisfazione. Ma non è che il latino ci renda più intelligenti: semplicemente, abbiamo deciso che gli alunni più intelligenti debbano sorbirsi cinque anni di latino. Se un giorno decidessimo di farli giocare per cinque anni a Yu-Gi-Oh, probabilmente il loro rendimento all'università sarebbe simile. Invece storicamente abbiamo scelto il latino, e continuiamo a insegnarglielo. Se almeno lo imparassero davvero.

Non lo imparano?

Una volta lo imparavano, forse. Ma prova a dare in mano l’Eneide a un qualunque diplomato della mia età. Chiedi di leggerlo e tradurtelo all’impronta. Non ce la farà. Ha studiato latino per cinque anni, ma senza vocabolario è un analfabeta. L’ottanta per cento, all’indomani dalla maturità, non riuscirà a decifrarti una banalissima lapide di chiesa.

Perché è una lingua molto difficile.

Forse. Oppure perché gli insegnanti del liceo non sono bravi. Oppure sono bravissimi, ma il metodo è tutto sbagliato. In ogni caso c’è qualcosa che non va. Dedichiamo al latino come minimo cinque anni della nostra vita, eppure nessuno lo sa, nessuno lo parla. Com'è possibile? Se l'insegnamento del latino fosse così efficace, dovremmo sfornare torme di latinisti. Non solo. Com’è che noi italiani abbiamo delle scuole elementari fantastiche e una percentuale di laureati da terzo mondo? Tra l’istruzione elementare e quella accademica c’è un dislivello pauroso: qualcosa in mezzo evidentemente non funziona, e nessuno ci ha ancora spiegato cos’è.

Magari è la Scuola media inferiore.

Magari sì. Però potrebbe anche essere il modello del Liceo, dove si continua a dare tanta importanza a una materia come il latino che – ammesso serva a qualcosa – comunque nessuno riesce a imparare come si deve.

(...)

[fork()]

[maranza::post]
io per molto tempo ho pensato che fossi un omosessuale, perché mi parevi troppo arguta e lucida per avere anche la vagina.

ho deciso di leggerlo come un complimento, quindi grazie!
E grazie anche a Q!

[Pisodeuorrior::post]
io lo pensavo di falena

"falena miglior asphaltita da un saccone di tempo" è stato già detto da molti, vero?
(però dai, Piso, si capisce da come scrive che è femmina e non uomosessuale..)
Non saprei, con la nostra ammirazione per l'antichità, che cosa possa proteggere dal suicidio un aspirante filosofo, se non il fatto che Platone e Aristotele non portavano i calzoni [...] (R. M.)

[fork()]

è la reincarnazione di quella racchiona di simone del bovuàr
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al <br />
corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)





DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS

[fork()]

[escape_from_la_palma::post]
La deuxième, parlami di te. E' imp.


rodolfo (che è poi il mio biografo non ufficiale) è stato laconico ma esauriente.
Non saprei, con la nostra ammirazione per l'antichità, che cosa possa proteggere dal suicidio un aspirante filosofo, se non il fatto che Platone e Aristotele non portavano i calzoni [...] (R. M.)

[fork()]

O dovrei dire "il castoro"?
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al <br />
corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)





DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS

[fork()]

...Alice sospirò stanca. "Secondo me potreste impiegare meglio il vostro tempo - disse - invece di sprecarlo con indovinelli senza risposta".

(non ho capito chi dovrebbe castorare chi o cosa, né perché. Me lo spieghi e poi chiudiamo questo triste siparietto e torniamo a volerci bene come un tempo, vuoi?)
Non saprei, con la nostra ammirazione per l'antichità, che cosa possa proteggere dal suicidio un aspirante filosofo, se non il fatto che Platone e Aristotele non portavano i calzoni [...] (R. M.)

[fork()]

Cazzo, Simone era il castoro. Il castorino di Sartre, dai.
La conosci, no? Lettere al castoro ecc. ecc.
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)





DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS

[fork()]

[rodolfo::post]Cazzo, Simone era il castoro. Il castorino di Sartre, dai.
La conosci, no? Lettere al castoro ecc. ecc.

per caso si scrivevano in inglese?

[fork()]

No, ma forse lei era una rosicona.
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)





DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS

[fork()]

(si, ma questo doveva essere uno stuzzicantissimo flame, non ricordi? Comunque quel libro non ce l'ho, qualora - come probabilmente sarà - tu ti stessi scervellando sul regalo da farmi per il prossimo compleanno)
Non saprei, con la nostra ammirazione per l'antichità, che cosa possa proteggere dal suicidio un aspirante filosofo, se non il fatto che Platone e Aristotele non portavano i calzoni [...] (R. M.)

[fork()]

Ho in mente il regalo, si. Però devi comunicarmi la data del tuo compleanno via email insieme ad altri dati sensibili che ti richiederò di volta in volta.
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)





DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS

[fork()]

[Le deuxième sexe::post]però dai, Piso, si capisce da come scrive che è femmina e non uomosessuale..
si ma l'arguzia che la contraddistingue e' piu' tipica di colui che, difettando intrinsecamente di quell'abbondanza che ogni donna per natura trasuda, cerca di attirare la vittima alle sue spire con l'ausilio dell'ingegno e del buon parlare
hei asphaltita, dai un'occhiata anche tu al mio sito!

[fork()]

quindi scotto sarà costretto ad ammettere che anche gli insegnanti a volte sono persone oneste.
Do not argue with an idiot. He will drag you down to his level and beat you with experience.

scotto
[fork()]

mah, sono discorsi che si sono sempre fatti. anche gli insegnanti del mio liceo ci tenevano a dire che la loro scuola era frequentata da figli di gente a modo, la borghesia etc. tra l'altro era vero e notorio che nei licei andava la borghesia e negli istituti tecnici il proletariato. all'epoca il problema dei negri non si poneva, ma ricorda un episodio raccontato da un amico che andava al geometra: aveva in classe un tipo di colore, adottato, che tra l'altro stava in italia da piccolo e parlava perfettamente italiano. un giorno il tipo chiese di andare in bagno e il professore rispose ridendo che siccome era un negro abituato a fare dieci chilometri al giorno per andare alla toilette allora poteva tenersela un altro po'. frase che suscitò l'ilarità generale, mentre ora andresti in galera.

[fork()]

in realtà faceva cagare anche allora, ma negli ultimi anni ho rivisto le mie teorie sui pogrom
DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)

scotto
[fork()]

però la frase in dialetto faceva più ridere. vi si menzionava anche la iungla. purtroppo non ricordo la formula esatta.

[fork()]

La cosa ilare è che essendo questo ex studente geometra un amico di Scotto, il tutto era certamente ambientato nella provincia di Napoli o comunque lì intorno. Dove fino a dieci anni fa, e forse ancor'oggi stando a Report, i cessi a scuola manco li avevano. Pisciavano nei secchi da pittura riciclati, che poi svuotavano dalle finestre delle aule giù sul cortile melmoso, addobbato da due pali Enel rubati uniti a 2 metri da una catena rugginosa che fungeva da rete di pallavolo. E avevano il coraggio di sfottere i negri, costoro.
ASCOLTA A PEPPEGRILLE!!

[fork()]

vrastaldo::1770758

La cosa ilare è che essendo questo ex studente geometra un amico di Scotto, il tutto era certamente ambientato nella provincia di Napoli o comunque lì intorno. Dove fino a dieci anni fa, e forse ancor'oggi stando a Report, i cessi a scuola manco li avevano. Pisciavano nei secchi da pittura riciclati, che poi svuotavano dalle finestre delle aule giù sul cortile melmoso, addobbato da due pali Enel rubati uniti a 2 metri da una catena rugginosa che fungeva da rete di pallavolo. E avevano il coraggio di sfottere i negri, costoro.

Hahaha
giuro che il mio unico scopo nel resto dei miei anni diventera' scoprire dove abiti e piantarti un cacciavite in un occhio ('u Prufissuri)

Chi urla di piu' la vacca e' la sua

Colpa mia che mi ostino ancora a dire cose intelligenti su Internet

[fork()]

maxdanno::1770628

http://m.flcgil.it/rassegna-stampa/nazionale/qui-niente-poveri-ne-disabili-le-pubblicita-classiste-dei-licei.flc


nel frattempo tramite Facebook (che quindi incredibilmente per una volta è utile) ho scoperto che non è vero che sono "pubblicità" delle scuole, ma riassunti di formulari finalizzati a elencare i problemi (e quando non ci sono problemi, giustificare perché.)
in effetti mi sembravano un po' troppo onesti. probabilmente i presidi non erano neanche consapevoli che sarebbero stati messi online.
comunque, giornalisti cialtroni.
Do not argue with an idiot. He will drag you down to his level and beat you with experience.

[fork()]

In pratica mi confermate che non esiste nessuno studio peer-reviewed secondo cui il latino apre la mente piu di altre materie? Normalmente tutte le argomentazioni a favore del latino e anche del greco si basano su fesserie aneddotiche del tipo 'il nipote del biscugino del mio dirimpettaio ha fatto il classico e poi è diventato ingegnere, questo prova che il latino fa diventare saggi'. Peraltro da quanto ricordo le versioni di latino e di greco si dividono in quelle medio-facili (la cui traduzione non sviluppa le facoltà logiche piu di quanto non lo possa fare un abbonamento alla settimana enigmistica o il giuoco del tetris) e quelle medio-difficili (tipo Tacito o Tucidide) che sono a tratti così incasinate e con una costruzione sintattica così anomala che diverse parti si trovano già tradotte sul dizionario.

scotto
[fork()]

secondo me il latino può essere utile perché mostra la struttura logica dei periodi più di quanto farebbero ad es. inglese o francese. é abbastanza simile all'italiano ma abbastanza diverso da far capire qualcosa della struttura di una lingua. a parte il fatto che é la lingua della nostra storia fino a pochi secoli fa e che la letteratura latina è enorme e in vari casi eccezionale. sicuramente non è necessario studiare il latino, é una specie di lusso.

[fork()]

L'ho già linkato ma secondo me la risposta definitiva è questa
giuro che il mio unico scopo nel resto dei miei anni diventera' scoprire dove abiti e piantarti un cacciavite in un occhio ('u Prufissuri)

Chi urla di piu' la vacca e' la sua

Colpa mia che mi ostino ancora a dire cose intelligenti su Internet

scotto
[fork()]

forse il latino non apre la mente, ma la latina apre le cosce.

[fork()]

freakout::1770783
In pratica mi confermate che non esiste nessuno studio peer-reviewed secondo cui il latino apre la mente piu di altre materie?
il latino non apre un cazzo, mi pare pacifico. il latino serve per ragioni evidentemente sofrastrutturali e ideologiche e sociali, a parte i casi pragmatici che dice scotto.
scotto::1770784
il latino può essere utile perché mostra la struttura logica dei periodi più di quanto farebbero ad es. inglese o francese.
certo, essendone l'antenato (non di inglese e tedesco, ma almeno di una parte del loro lessico). comunque la questione mi è sempre parsa di lana caprina. è evidente che lo studio del latino è lo studio dell'interpretazione del canone. l'accesso al canone è un'attività formativa indipendentemente dalle forme linguistiche, è semplicemente la struttura su cui inerzialmente la conoscenza è a tutt'oggi organizzata. posto che esostono solo canoni al plurale, visto che il vero canone è sempre urtesto. ma come ci insegna laclau, è l'assenza formale dell'urtesto che consente l'elaborazione dei canoni stessi (ovvero anche il cartello del gabinetto, le ingiunzioni di pagamento, il diritto).
DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)

[fork()]

È una cosa tipo "noi ci abbiamo lu sole, noi ci abbiamo lu mare, noi ci abbiamo l'urtesto"?
giuro che il mio unico scopo nel resto dei miei anni diventera' scoprire dove abiti e piantarti un cacciavite in un occhio ('u Prufissuri)

Chi urla di piu' la vacca e' la sua

Colpa mia che mi ostino ancora a dire cose intelligenti su Internet

[fork()]

chi sa il latino in teoria dovrebbe sapersi esprimere anche meglio in italiano

[fork()]

wasd::1770843

chi sa il latino in teoria dovrebbe sapersi esprimere anche meglio in italiano
mi sembra evidente che ciò non sia vero, almeno in senso automatico. vedi il caso di eminenti avvocati meridionali che sparano brocardi impeccabili in mezzo a sproloqui tipo pasquale ametrano. il punto è sempre che si può imparare male, ma non si può farlo bene senza comunque imparare.
DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)

[fork()]

Ma davvero ne stiamo parlando?
giuro che il mio unico scopo nel resto dei miei anni diventera' scoprire dove abiti e piantarti un cacciavite in un occhio ('u Prufissuri)

Chi urla di piu' la vacca e' la sua

Colpa mia che mi ostino ancora a dire cose intelligenti su Internet

asphalto FAQ
categorie Espandi/contrai