scienza bla-bla :: il latino apre la mente - ma non quanto apre il culo!

riapro una mia personalissima ciclicita', pur sapendo che questo thread fara' piangere lo Squallido master (che ci lurka dall'alto dei cieli) per almeno un paio di ragioni.

l'opinione che "il latino formi la mente" e' molto diffusa nella societa' (forse di piu' nella generazione dei miei genitori, che infatti ce l'hanno ancora come dogma e quando discutiamo dell'argomento sono molto piu' sgomenti della mia opinione su questo tema che non quando fingo di essere un omosessuale satanista).
secondo me invece se davvero a chi si cura dell'educazione dei giovani interessasse che si aprisse la mente, si investirebbe tutto quel tempo nell'insegnamento della matematica, o della programmazione, o si istituirebbero ore di Giuoco degli Scacchi (o del Go, o quant'altro; o meglio ancora di Ludica Logica in generale) del tutto analoghe a quelle di educazione fisica.
la verita' e' che il latino lo si insegna per un altro motivo, nobilissimo peraltro, che e' quello delle radici culturali. ma si vede che questo argomento non era abbastanza convincente per giustificare l'abnorme prestigio che si da' ancora alla materia a scuola.

Leonardo la pensa come me:
http://leonardo.blogspot.com/2007/01/tabula-rasa.html

(...) sfata la leggenda che il latino ci aiuti a raffinare le nostre capacità logiche. È una sciocchezza. Quale sarebbe esattamente il contenuto ‘logico’ del latino? Le regole di morfologia e sintassi sono costruzioni a posteriori, piene di eccezioni e casi particolari. Al massimo si può dire che il latino sia molto complesso. Ma non più complesso della fisica quantistica o del cinese. Chi sostiene che l’apprendimento del latino renda più ‘elastici’ di una qualsiasi lingua straniera, di solito non ha studiato bene nessuna lingua straniera oltre al latino: insomma, è tutt’altro che un’intelligenza ‘elastica’.

(...)

Eppure chi si diploma al classico con buoni voti se la cava bene in qualsiasi facoltà.

Magari è anche vero. Ma non perché abbia studiato latino; semplicemente perché è una persona intelligente. In una buona percentuale è anche un ragazzo benestante, che gode nella sua famiglia di un’offerta culturale molto superiore a quella che gli offre la scuola. Nelle sua casa ci sono mensole piene di libri, canali satellitari di approfondimento, Internet, quotidiani già sfogliati, parenti laureati con i quali può scambiarsi opinioni. Gente così di solito va a scuola più per intrecciare relazioni che per approfondire conoscenze: se si trattasse solo di questo, potrebbe studiare in casa con molto più profitto.

Da soli? In casa?

Hai colto il problema: non si può. Per questi studenti cosiddetti ‘brillanti’, il liceo è soprattutto un parcheggio. E per un parcheggio quinquennale il latino è la materia ideale: non serve a nulla, ma occupa un sacco di tempo, e impararlo (approssimativamente) dà una certa soddisfazione. Ma non è che il latino ci renda più intelligenti: semplicemente, abbiamo deciso che gli alunni più intelligenti debbano sorbirsi cinque anni di latino. Se un giorno decidessimo di farli giocare per cinque anni a Yu-Gi-Oh, probabilmente il loro rendimento all'università sarebbe simile. Invece storicamente abbiamo scelto il latino, e continuiamo a insegnarglielo. Se almeno lo imparassero davvero.

Non lo imparano?

Una volta lo imparavano, forse. Ma prova a dare in mano l’Eneide a un qualunque diplomato della mia età. Chiedi di leggerlo e tradurtelo all’impronta. Non ce la farà. Ha studiato latino per cinque anni, ma senza vocabolario è un analfabeta. L’ottanta per cento, all’indomani dalla maturità, non riuscirà a decifrarti una banalissima lapide di chiesa.

Perché è una lingua molto difficile.

Forse. Oppure perché gli insegnanti del liceo non sono bravi. Oppure sono bravissimi, ma il metodo è tutto sbagliato. In ogni caso c’è qualcosa che non va. Dedichiamo al latino come minimo cinque anni della nostra vita, eppure nessuno lo sa, nessuno lo parla. Com'è possibile? Se l'insegnamento del latino fosse così efficace, dovremmo sfornare torme di latinisti. Non solo. Com’è che noi italiani abbiamo delle scuole elementari fantastiche e una percentuale di laureati da terzo mondo? Tra l’istruzione elementare e quella accademica c’è un dislivello pauroso: qualcosa in mezzo evidentemente non funziona, e nessuno ci ha ancora spiegato cos’è.

Magari è la Scuola media inferiore.

Magari sì. Però potrebbe anche essere il modello del Liceo, dove si continua a dare tanta importanza a una materia come il latino che – ammesso serva a qualcosa – comunque nessuno riesce a imparare come si deve.

(...)

[fork()]

[gg::post]
[Le deuxième sexe::post](cmq bella la tabellina del 9, a me stava simpa perché il risultato dà sempre 9)
la tua tabellina finiva a 9x1?

no, mio piccolo amico, mi riferivo alla somma delle cifre del risultato di ogni moltiplicazione per 9.
Non saprei, con la nostra ammirazione per l'antichità, che cosa possa proteggere dal suicidio un aspirante filosofo, se non il fatto che Platone e Aristotele non portavano i calzoni [...] (R. M.)

[fork()]

[rodolfo::post]Non è una raffica di stronzate, è semplicemente il punto di vista di un prete educatore. Alcuni argomenti sono senza dubbio stronzate, il problema no.


ho capito, ma mi pare di poter ridere liberamente di uno che guarda con disprezzo gli ultimi ritrovati americani che fanno la vita "comoda e non virile", o sbaglio?

poi magari era una gran brava persona e tutto quanto, ma parlava come i Fascisti su Marte.

[fork()]

Sì.
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al <br />
corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)





DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS

[fork()]

[Le deuxième sexe::post]no, mio piccolo amico, mi riferivo alla somma delle cifre del risultato di ogni moltiplicazione per 9
"miracoli" del sistema decimale

AFFOSSARE QUI
[fork()]

Maranza ma non mi avevi killato?
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al <br />
corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)





DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS

[fork()]

[escape_from_la_palma::post]
"miracoli" del sistema decimale

minchia, sì! (e non solo di quello!)
Non saprei, con la nostra ammirazione per l'antichità, che cosa possa proteggere dal suicidio un aspirante filosofo, se non il fatto che Platone e Aristotele non portavano i calzoni [...] (R. M.)

[fork()]

[Le deuxième sexe::post]
no, mio piccolo amico, mi riferivo alla somma delle cifre del risultato di ogni moltiplicazione per 9.
che bello essere chiamato "mio piccolo amico"!.

[fork()]

[escape_from_la_palma::post]"miracoli" del sistema decimale


domanda: ma la somma delle cifre di un numero in base B che sia multiplo di B-1, danno B-1 ?

sto provando anche in ottale e pare così, suppongo esista un teorema banale che me lo dimostra, ma ho la febbre e lo spruzzone.

" "ciao, io vado a vivere in un appartamento un po' grande e volevo un animale da compagnia: cosa mi consigli?""ti consiglio....l'unicorno!""ma l'unicorno non esiste""non avevi specificato che doveva essere un animale esistente" " (maranza)

ho deciso che vincono le piramidi LOL

[fork()]

[brullo nulla::post]sto provando anche in ottale e pare così, suppongo esista un teorema banale che me lo dimostra, ma ho la febbre e lo spruzzone.
ahhahahah incredibile, dopo aver provato il duodecimale ero passato anch'io all'ottale.
Comunque ora provo a generalizzare, vediamo che ne esce fuori.

[fork()]

attendiamo con ansia il teorema di brullo/escape.
... I feel I must be wrong.

[fork()]

[brullo nulla::post]
[escape_from_la_palma::post]"miracoli" del sistema decimale


domanda: ma la somma delle cifre di un numero in base B che sia multiplo di B-1, danno B-1 ?

(si. non è fantastico?)

vai con l'esadecimale, escape!
Non saprei, con la nostra ammirazione per l'antichità, che cosa possa proteggere dal suicidio un aspirante filosofo, se non il fatto che Platone e Aristotele non portavano i calzoni [...] (R. M.)

[fork()]

[escape_from_la_palma::post]ahhahahah incredibile, dopo aver provato il duodecimale ero passato anch'io all'ottale.
Comunque ora provo a generalizzare, vediamo che ne esce fuori.
vedi come siete contorti? io ho fatto subito il binario.

[fork()]

If you are not familiar with congruences and modular arithmetic, consider this...

Let the number N = w + 10x + 100y + 1000z + ... (example : 574 = 4 + 7*10 + 5*100 )
Its digits are w, x, y, z, ... So the sum of the digits is w + x + y + z + ... = S, say.

So, N - S = D = (w-w) + (10x-x) + (100y-y) + (1000z -z) + ... = 9x + 99y + 999z + ... = 9 (x + 11y + 111z + ...)

So, N - S is a multiple of 9.


Now for the second part...

Consider again, N = w + 10x + 100y + 1000z + ...
We want to prove that, if the sum of its digits, S is divisible by 9, then so is the number, N, and conversely.

If S is divisible by 9, then S = 9p. Now to this, add the number D, calculated above. S + D = 9p + D. But we saw previously that D itself is a multiple of 9, so D = 9q. Hence, S + D = 9p + 9q = 9(p+q) = 9r, say. But then, S + D is nothing but N. So N = 9r, which is what we wnted to prove.

The converse is proved by starting with N = 9r and subtracting D to yield S = 9(r-q) = 9p, say.
QED


mi pare banale che il teorema sia generalizzabile per ogni base. evviva.

" "ciao, io vado a vivere in un appartamento un po' grande e volevo un animale da compagnia: cosa mi consigli?""ti consiglio....l'unicorno!""ma l'unicorno non esiste""non avevi specificato che doveva essere un animale esistente" " (maranza)

ho deciso che vincono le piramidi LOL

[fork()]

[gg::post]io ho fatto subito il binario.

caaaro! sarò la tua locomotiva!
... I feel I must be wrong.

[fork()]

[brullo nulla::post] [psycho::post]la persona colta non e' chi si ricorda a menadito qualcosa, ma chi sa dove ritrovarla quando ne ha bisogno.



ma allora oggi con google siamo tutti dei sapientoni!


ti ringrazio per avermi portato un altro esempio di cio' che dice Eco e su cui concordo:
la persona colta sa dove ritrovare l'informazione di cui ha bisogno, aka sa quali parole chiave inserire in google.
e l'utilita' di internet e dei motori di ricerca e' che adesso e' estremamente piu' facile reperire le informazioni anche a partire da una base mnemonica molto scarsa. quello che google ha fatto per la cultura e' -non scherzo- molto piu' di quanto le migliori riforme ministeriali del mondo possano mai sognarsi.

[maranza::post]si, però 8 x 10 te lo ricordavi comunque a memoria.
e probabilmente anche per 80 - 8 utilizzavi un trucco mnemonico (fosse anche ricordarti che 10 - 8 = 2 e che 8 - 1 = 7...non credo che stessi lì a fare in conto alle rovescia sulla punta delle dita).


be', ragionare serve proprio a ridurre il numero di cose da memorizzare: una volta memorizzate le tabelline del 2 e del 10, tutto il resto veniva molto facile.

[maranza::post]sapere dove andare a trovare le informazioni è ottima cosa, ma se non ti ricordi neanche della loro esistenza allora sapere dove trovarle serve anche a poco.


esatto, e ti ringrazio per avere implicitamente suggerito come mai ho straragionissima: perche' se il tempo destinato a fare imparare N poesie a memoria viene usato per limitarsi a leggere, senza memorizzare, N*10 (o anche molte di piu') poesie, di molte di esse rimarra' memoria almeno del titolo, o almeno di cosa parlano, e sara' quindi facile, per tutta la vita, ritrovarle quando le si vuole rileggere o citare.
se invece te ne fanno imparare a memoria N e non resta tempo per nessun'altra, sarai consapevole dell'esistenza solo di quelle N.

[fork()]

[psycho::post]la persona colta sa dove ritrovare l'informazione di cui ha bisogno, aka sa quali parole chiave inserire in google.


tra l'altro un esempio e' il maranza che anni fa era campione mondiale di googlata sportiva.
ogni volta che voleva trovare un'immagine relativa a una perversione, sapeva subito con quali parole chiave rendere piu' efficiente la ricerca e arrivava sempre prima di tutti!

[fork()]

psycho io te l'appoggio in tutto e per tutto ma ti anticipo che tutta questa denigrazione colta della apologia mnemonica non ti servira' a nulla il giorno in cui dimenticherai il suo primo anniversario. come sai la logica aristotelica, per quanto perfetta possa essere, non funziona con le donne.

[fork()]

[gg::post]non ti servira' a nulla il giorno in cui dimenticherai il suo primo anniversario.


so gia' :(

[fork()]

[psycho::post]ogni volta che voleva trovare un'immagine relativa a una perversione, sapeva subito con quali parole chiave rendere piu' efficiente la ricerca e arrivava sempre prima di tutti!


mi spiace pwnarti, ma in realtà ho un capientissimo archivio di immagini raccapriccianti di ogni tipo, e me le ricordo tutte a memoria.

quando in un thread c'era una frase che si abbinava bene ad una delle immagini, la proponevo come elegante illustrazione.

[psycho::post]se il tempo destinato a fare imparare N poesie a memoria viene usato per limitarsi a leggere, senza memorizzare, N*10 (o anche molte di piu') poesie, di molte di esse rimarra' memoria almeno del titolo, o almeno di cosa parlano, e sara' quindi facile, per tutta la vita, ritrovarle quando le si vuole rileggere o citare.


si, ma non ti capiterà mai di leggere una poesia nuova ed esclamare "ma questa è copiata parola per parola da quella là!"

il mondo è crudele, e non sempre ti dà la possibilità di metterti tranquillo a tavolino a cercare quello che ti serve.

metti ad esempio quelli che si ricordano benissimo tutte le facce e i nomi delle persone che hanno visto nella loro vita (io non sono tra questi).
sembra inutile, ma invece può salvarti la vita nel momento in cui vedrai entrare nel salone dei ricevimenti il noto nazi-terrorista uzbeko Islamabbad Inshallah Ataturk Alalà travestito da ragazzo della pizza.
Invece di passare la serata a pensare "quello ha una faccia nota, chissà chi è" e poi esplodere insieme agli altri invitati, potrati esclamare, "Alalà, fermo là!" e diventare un eroe.

[fork()]

[brullo nulla::post]mi pare banale che il teorema sia generalizzabile per ogni base. evviva.
non solo, credevo inizialmente che quella dimostrazione valesse solo in N mentre invece è estendibile anche per gli interi. doppio evviva.

[fork()]

[maranza::post]dimostrazione

[maranza::post]cioé, tipo in base "-4"?
contrariamente a quanto accade nel tuo, nel mio mondo il termine dimostrazione non coincide con quello di teorema.

[fork()]

[maranza::post]
metti ad esempio quelli che si ricordano benissimo tutte le facce e i nomi delle persone che hanno visto nella loro vita (io non sono tra questi).

bell'esempio del cavolo. Quelli che ricordano benissimo tutte le facce e i nomi delle persone lo fanno senza sforzo e senza che la cosa richieda tempo né esercizio, diversamente dall'imparare a memoria le poesie.


(però ci restano sempre di cacca quando invece le altre persone non li riconoscono)
Non saprei, con la nostra ammirazione per l'antichità, che cosa possa proteggere dal suicidio un aspirante filosofo, se non il fatto che Platone e Aristotele non portavano i calzoni [...] (R. M.)

[fork()]

[Le deuxième sexe::post]Quelli che ricordano benissimo tutte le facce e i nomi delle persone lo fanno senza sforzo e senza che la cosa richieda tempo né esercizio, diversamente dall'imparare a memoria le poesie.


però se esistesse un esercizio che aiuta a memorizzare le facce, sarebbe saggio insegnarlo a scuola.
soprattutto se fai la scuola da agente segreto.

[fork()]

[escape_from_la_palma::post]nel mio mondo il termine dimostrazione non coincide con quello di teorema.




[maranza::post]però se esistesse un esercizio che aiuta a memorizzare le facce,


prova questo. (che ho potuto trovare facilmente con google perche', essendo una persona colta nel campo delle reti neurali, sapevo gia' che avrei trovato e come trovarlo).

[fork()]

[psycho::post]e l'utilita' di internet e dei motori di ricerca e' che adesso e' estremamente piu' facile reperire le informazioni anche a partire da una base mnemonica molto scarsa.

D'altra parte però mi rendo conto che, proprio da persona dotata di memoria straordinariamente carente, la facilità con cui so che posso reperire le informazioni, e che per una smemorata come me è una cosa fondamentale, mi conduce anche a esercitare meno la capacità di memorizzazione perché tanto so che posso averle in qualsiasi momento. E invece ovviamente più cose trattieni in mente più le usi al momento giusto per agganciare subito qualcosa di attinente e stabilire un collegamento significativo.
cesare_codio: "no davvero tranquillizzi"
cesare_codio: "cioè nel senso tranquillizzi però non tipo Ave Ninchi per dire"

[fork()]

[maranza::post] "Alalà, fermo là!"
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al <br />
corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)





DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS

[fork()]

[gg::post]il suo primo anniversario

o intendevi il primo compleanno, o è un lapsus freudiano.
... I feel I must be wrong.

[fork()]

[gg::post]ip psycho do del lei.

O Roma O Madre...
"Er Liegt Irgendwo Hier" ~ sulla tomba di Werner Heisenberg

asphalto FAQ
categorie Espandi/contrai