flame bla-bla :: Morire in "santa" pace.

La scorsa settimana, per qualche giorno, i giornali hanno parlato di eutanasia; Llo hanno fatto in tutti i modi, cercando di trovare dietro ad un messaggio, questo, le piu' varie sfumature di significato. Ho letto di tutto, dai complottismi - quel meschino e' stato manovrato politicamente, o addiritura ha abusato della sua posizione, - ai messaggi di over-solidarieta' - chi chiede di morire lo fa solo quando e' lasciato solo, chi chiede di morire lo fa perche' e' depresso - a chi dice che parlatene pure tanto il problema non esiste davvero. Messaggi religiosi e pseudoreligiosi.

Ho trovato anche sorprese. Poche, purtroppo, ad indicare che il problema non e' frutto di una riflessione oggettiva. Mi farebbe piacere sentire piu' voci di persone normalmente conservative a favore o normalmente progressive contro: sarebbe un segno che ogni tanto si pensa anche fuori dagli schemi in cui ci si e' autoimmersi.

C'e' stato un mezzo dibattito in parlamento che e' andato come doveva andare. Con la sinistra da una parte, la destra dall'altro e i wannabe centro che guardano come gli spettatori a wimbledon.
Qualcuno taglia la testa al toro e dice:
1. L’eutanasia, intesa come qualsiasi azione od omissione che per la sua stessa natura, o nelle intenzioni di chi la compie, procura la morte di un soggetto, allo scopo di eliminare i dolori patiti dallo stesso, è vietata anche se praticata con il consenso del soggetto stesso. Il divieto si estende sia all’eutanasia passiva che all’eutanasia attiva. Qualcun altro si nasconde dietro un turbinio di paroloni, per non far capire che sta dicendo la stessa cosa (quasi se ne vergognasse).

Poi e' arrivata la finanziaria e si sa che davanti alle tasse tutto assume un valore diverso.

[fork()]

[gg::post]tutto assume un valore diverso
A secodna dell'aliquota

[fork()]

Diciamo che nel dubbio, se proprio al limite vogliamo dare all'uomo la facoltà di decidere se far sopravvivere o dare la morte, beh, io preferisco la prima.
Così in linea di massima neh.
Per l'aliquota non saprei.

[fork()]



Spawn ascolta allegramente gli Atari Teenage Riot durante la lettura del tread

[fork()]

Potrei riuscire ad essere favorevole, addirittura, all'eutanasia, ma con delle regolamentazioni tali che dovrebbe elaborarle una mente superiore, tipo il capo
Oh yesss! amarezza a buon mercato

[fork()]

[r.c.p.::post]Potrei riuscire ad essere favorevole, addirittura, all'eutanasia, ma con delle regolamentazioni tali che dovrebbe elaborarle una mente superiore, tipo il capo
credo che saremmo d'accordo tutti sulla tua eutanasia.
da quanto ho capito, incontra più favore il testamento biologico che non l'eutanasia. a me pare assurdo, sono sulla posizione esattamente contraria. premesso che l'accanimento terapeutico non deve esserci e punto, non deve essere una scelta (semmai il casino è stabilire qual è il limite fra terapia e accanimento), il testamento biologico è una scelta fatta nel presente per una eventuale situazione futura che non si conosce, di cui non si ha esperienza. è molto probabile che nel momento che ci si trova in quella situazione si cambi parere.
l'eutanasia in certi casi invece è una scelta d'amore, più che di pietà.

[fork()]

[ilduca::post]il testamento biologico è una scelta fatta nel presente per una eventuale situazione futura che non si conosce, di cui non si ha esperienza

quoto, ma io non voglio che altri decidano per me. Il problema sta anche nel fatto di riuscire a trovare il limite caso per caso tra terapia e accanimento, nel fidarsi sempre dei medici (ogni medico la può pensare in un modo diverso) e delle persone che hai attorno

[ilduca::post]l'eutanasia in certi casi invece è una scelta d'amore

amore? cos è?

io farei di tutto per rimanere in vita anche con terribili sofferenze, voglio anche l'accanimeto terapeutico. poi come andrà buh non so. A livello morale mi sento di dire che è giusto rispettare la volontà del malato, quando riesce ad esprimerla in modo cosciente. Come legge non so cosa farei.

[Squallido master::post]Q., non quotarmi massimote, sennò che lo killo a fare?

[fork()]

[massimote::post]quoto, ma io non voglio che altri decidano per me.
[massimote::post]io farei di tutto per rimanere in vita anche con terribili sofferenze
il punto è che quel che credi ora, non è detto che lo confermerai poi.
mentre la scelta cosciente di chi chiede l'eutanasia, è spesso determinata da una situazione divenuta veramente insopportabile. comodo rifiutarla non essendo nella stessa situazione.

[fork()]

[ilduca::post]l'eutanasia in certi casi invece è una scelta d'amore, più che di pietà.

Quoto moltissimo.
Purtroppo ho assistito al lento spegnersi (e uso questo termiine con cognizione di causa) di un mio familiare. Non credo che se all'epoca me lo avesse chiesto le avrei staccato la spina, ma ho imparato che il diritto di una persona ad una morte dignitosa per quanto possibile, non è influenzabile nè da pretacci rubizzi che parlano di amore di Dio senza sapere di che cazzo stanno parlando, nè tampoco da legislatori che cavalcano l'onda del pensiero illuminato senza avere i coglioni per affrontare un dialogo serio e ragionato sull'argomento.
Starnazzano tutti le proprie ragioni a cazzo di cane, ed intanto quell'uomo è lì fermo, e aspetta.
The Goodfella.

[fork()]

[Piltdown::post]il diritto di una persona ad una morte dignitosa per quanto possibile, non è influenzabile nè da pretacci rubizzi che parlano di amore di Dio senza sapere di che cazzo stanno parlando, nè tampoco da legislatori che cavalcano l'onda del pensiero illuminato senza avere i coglioni per affrontare un dialogo serio e ragionato sull'argomento.
quoto e aggiungo che mai e poi mai dovrebbero avere voce in capitolo i parenti, prossimi o meno e i possibili eredi.

mi pare ci sia già una buona base per una legge che non scontenti nessuno.
cerca in questo sito con google.
Perdo tempo su asphalto da
  + | last | shuffle
(NB: trovi che qualcosa non vada nella mia sign e vuoi rendermene edotto? Grazie! Però scrivimi una merda di email invece di postarlo su asphalto.)

[fork()]

[Lord H.::post]quoto e aggiungo che mai e poi mai dovrebbero avere voce in capitolo i parenti, prossimi o meno e i possibili eredi.


neanche se il paziente è palesemente incapacitato (cfr. terri schiavo) ?

" "ciao, io vado a vivere in un appartamento un po' grande e volevo un animale da compagnia: cosa mi consigli?"

"ti consiglio....l'unicorno!"

"ma l'unicorno non esiste"

"non avevi specificato che doveva essere un animale esistente" "
(maranza)




ho deciso che vincono le piramidi LOL

[fork()]

ai contro-eutanasia cattolici vorrei chiedere che fine ha fatto l'abbandonarsi alla volontà divina?
Come l'uomo decide di strapparti alla morte, l'uomo può decidere di accoglierla.. ovviamente solo in casi estremi, cioè dove la vita dipende da una macchina.

[fork()]

[brullo nulla::post]neanche se il paziente è palesemente incapacitato (cfr. terri schiavo) ?
neanche. per quelli vorrei il testamento biologico, solo che del medesimo preferirei non ritenere valida qualsiasi delega a parenti / amici / guru religiosi eccetera per motivi di tutela che certo intuirai (mi immagino i coniugi maso delegare una scelta del genere al figlio, per dire, o la ricca ereditiera scientologa all'integerrimo santone).

peraltro alla schiavo dubito pesasse la sua situazione, perché dubito ne fosse cosciente - il quel caso il dolore e l'angoscia era tutta sulle spalle dei parenti (come pure le spese mediche presumo, essendo in america).
cerca in questo sito con google.
Perdo tempo su asphalto da
  + | last | shuffle
(NB: trovi che qualcosa non vada nella mia sign e vuoi rendermene edotto? Grazie! Però scrivimi una merda di email invece di postarlo su asphalto.)

[fork()]

[Lord H.::post]neanche. per quelli vorrei il testamento biologico


ok.

[Lord H.::post]solo che del medesimo preferirei non ritenere valida qualsiasi delega


ok.

[Lord H.::post]peraltro alla schiavo dubito pesasse la sua situazione, perché dubito ne fosse cosciente - il quel caso il dolore e l'angoscia era tutta sulle spalle dei parenti (come pure le spese mediche presumo


beh, si, ma non è un problema anche questo?
che senso ha spendere milioni e stare dimmerda per mantenere quello che è a tutti gli effetti un cadavere che respira?

" "ciao, io vado a vivere in un appartamento un po' grande e volevo un animale da compagnia: cosa mi consigli?"

"ti consiglio....l'unicorno!"

"ma l'unicorno non esiste"

"non avevi specificato che doveva essere un animale esistente" "
(maranza)




ho deciso che vincono le piramidi LOL

[fork()]

[brullo nulla::post]non è un problema anche questo?
eh sì. ma è un problema diverso, l'eutanasia riguarda l'individuo mentre l'eugenetica riguarda la società ("eugenetica" può suonare provocatorio, ma facciamo a capirci).
cerca in questo sito con google.
Perdo tempo su asphalto da
  + | last | shuffle
(NB: trovi che qualcosa non vada nella mia sign e vuoi rendermene edotto? Grazie! Però scrivimi una merda di email invece di postarlo su asphalto.)

[fork()]

la questione è molto semplice. dare la possibilità di.(naturalmente nei limiti civili)
facendo questo un principio della nostra società, ci sarebbe meno ciarlare e più cose concrete.

[fork()]

[Lord H.::post]eh sì. ma è un problema diverso, l'eutanasia riguarda l'individuo mentre l'eugenetica riguarda la società ("eugenetica" può suonare provocatorio, ma facciamo a capirci).


obietto. e non per il termine provocatorio ma semplicemente perchè l'eugenetica qui non c'entra un cazzo.
si sta parlando sempre di evitare inutili sofferenze tramite staccamento di spine. che le si evitino al soggetto stesso o ai suoi prossimi, sempre di inutili sofferenze si tratta.

" "ciao, io vado a vivere in un appartamento un po' grande e volevo un animale da compagnia: cosa mi consigli?"

"ti consiglio....l'unicorno!"

"ma l'unicorno non esiste"

"non avevi specificato che doveva essere un animale esistente" "
(maranza)




ho deciso che vincono le piramidi LOL

[fork()]

Quoto lord H. su tutti i punti.

[fork()]

[falena::post]falena
amottiti. non fossi appena diventato lord farmer per allevare uccelli orrendi sarei corso da te, ma purtroppo se smetto per un attimo di spalare merda qui succede un casino.

[brullo nulla::post]le si evitino al soggetto stesso o ai suoi prossimi, sempre di inutili sofferenze si tratta.
ah ma allora mi rendi la vita facile: un principio del genere, pur non errato in se, è troppo facilmente stravolgibile. per dire, a me le code in autostrada causano sofferenza e stress senza dubbio alcuno inutili.

ovvero, senza stronzate, il criterio per stabilire dove finisce il mio diritto alla vita e inizia il tuo alla felicità trovo ragionevole sia piuttosto sbilanciato a favore del primo.
cerca in questo sito con google.
Perdo tempo su asphalto da
  + | last | shuffle
(NB: trovi che qualcosa non vada nella mia sign e vuoi rendermene edotto? Grazie! Però scrivimi una merda di email invece di postarlo su asphalto.)

[fork()]

[ilduca::post]il punto è che quel che credi ora, non è detto che lo confermerai poi.
ma l'importante e' che sia TU ad aver deciso, e sopratutto, se sei in stato vegetativo sei impossibilitato a confermare alcunche', in un certo senso TU non ci sei piu', quindi l'unico TU che conta e' quello del passato.

Io darei la possibilita' a chi ha senno, di poter decidere quando farla finita. La vita di una persona e' sua fino a prova contraria, d'altronde se sono in perfetta forma fisica posso suicidarmi da solo, e' giusto dare la stessa possibilita' ad una persona che non puo' farlo da solo.

Poi ci si puo' mentesegare per i casi in cui questo consenso non puo' essere dato durante il male. Quindi farei valere il testamento biologico (che dovrebbe comprendere anche un modo per dire "quando la situzione e' questa*" fatela finita, oppure "delego X, di cui mi fido, a prendere la decisione al posto mio").

Se poi, nessuna decisione e' stata presa e nessuno e' stato delegato, si puo' procedere nel caso in cui nessun recupero delle facolta' "alte' sia possibile. Altrimenti vale il principio di precauzione per cui "non sappiamo se si svegliera' mai, ma se lo fara' riuscira' a recuperare il proprio intelletto abbastanza da poter decidere poi se farla finita"

Non credo sia possibile (e necessario) legiferare oltre questo punto, altrimenti si rischia di cadere nel ridicolo o sconfinare nell'assurdo. E sopratutto evitare di ragionare per assoluti.

*decisa dalla persona in possesso delle proprie facolta' mentali.
stroksupporter fronte anale
Immagino un mondo senza guerra, un mondo senza odio.
E immagino noi che lo attacchiamo, perche' non se l'aspetterranno. (J. Handey)

[fork()]

quoto squake
[Squallido master::post]Q., non quotarmi massimote, sennò che lo killo a fare?

[fork()]

Se mai ne avessi bisogno vorrei che brullo nulla provedesse alla messa in atto della mia eutanasia.
Sento che questo è un campo in cui mi posso fidare di lui.
ljs quaqquaraqu "Perché dovrei uscire là fuori per mostrarmi agli altri?
Si sta tanto bene qui."

[fork()]

[brullo nulla::post]che senso ha spendere milioni e stare dimmerda per mantenere quello che è a tutti gli effetti un cadavere che respira?
effetti conosciuti, aggiungerei. che ne sai che non abbia una attività nella quarta dimensione?
[squeakthemouse::post]Io darei la possibilita' a chi ha senno, di poter decidere quando farla finita.
scommetterei che non hai mai avuto un grave incidente/malattia. quando ti ritrovi faccia a faccia con la morte, o con gravi handicap, cambia parecchio il punto di vista, non è detto che non cambi idea, anzi è probabile. e non è scontato in quale direzione, dipende da molte variabili. perciò ritengo il testamento biologico un po' una fesseria.

[fork()]

duca, scusa ma che cazzo di risposta mi dai? io ho detto

[ilduca::post]darei la possibilita' a chi ha senno, di poter decidere quando farla finita.
cosa c'entra il fatto di avere avuto un male grave?

mi sa che giochi a quello che non sa leggere.
stroksupporter fronte anale
Immagino un mondo senza guerra, un mondo senza odio.
E immagino noi che lo attacchiamo, perche' non se l'aspetterranno. (J. Handey)

[fork()]

[Silent Bob::post]
ai contro-eutanasia cattolici vorrei chiedere che fine ha fatto l'abbandonarsi alla volontà divina?


dalla testimonianza di un uomo che con la chiesa è culo e camicia, scopro che gli accidenti che ci capitano non sono il volere di dio.
a differenza del passato, nel quale si pensava che ogni sfortuna fosse una punizione divina, è ora assunto che dio in un certo qual modo non vuole proprio tutto quello che accade alle persone (un po' uno jonassismo, insomma, riguardo la sua onnipotenza).
perciò alla mia domanda "è sbagliata l'eutanasia perchè ci si prende il diritto di dio di dare la morte e la vita, però è giusto il curare una propria malattia?" scopro che è un Dovere di ogni malato curare se stesso, e un amico mi ricorda una legge morale del "non dover sprecare la vita donataci da dio".

a questo punto, però, mi sorge una domanda:
in Italia è fuori legge l'eutanasia, ma si può staccare la spina, giusto?
ma scusate... dove cazzo sta la differenza?

[fork()]

[Lord H.::post]il criterio per stabilire dove finisce il mio diritto alla vita e inizia il tuo alla felicità trovo ragionevole sia piuttosto sbilanciato a favore del primo.


certo, ma nel momento in cui la vita l'hai praticamente perduta (perchè nel momento in cui sei in morte cerebrale, non sei vivo come persona: sei vivo come ammasso di cellule che tentano disperatamente di cavarsela) il diritto alla felicità altrui è il prossimo della lista.

[Mafalda::post]Se mai ne avessi bisogno vorrei che brullo nulla provedesse alla messa in atto della mia eutanasia.
Sento che questo è un campo in cui mi posso fidare di lui.


grazie tesorino.

[ilduca::post]che ne sai che non abbia una attività nella quarta dimensione?


è un po' la giustificazione della chiesa, in effetti.

" "ciao, io vado a vivere in un appartamento un po' grande e volevo un animale da compagnia: cosa mi consigli?"

"ti consiglio....l'unicorno!"

"ma l'unicorno non esiste"

"non avevi specificato che doveva essere un animale esistente" "
(maranza)




ho deciso che vincono le piramidi LOL

[fork()]

A me piacerebbe che brullonulla scrivesse un disegno di legge sull'eutanasia, o per lo meno che lo abbozzasse in modo che io possa tradurlo in legalese. Poi il primo qui dentro che diventa parlamentare lo presenta.
I radicali rompono tanto i coglioni sull'eutanasia però raccolgono firme che non servono a un cazzo senza degnarsi di fare l'unico atto concretamente utile a qualcosa.

[fork()]

[Zio Brady::post] Poi il primo qui dentro che diventa parlamentare lo presenta.


ahahaha tu su chi punti?

basta adesso dobbiamo dire due parole ai gestori di internet perché forse è meglio chiuderla

Altro che techno e droga, noi sballiamo con la fede

Manda un asphaltita in Parlamento! [143 risposte]

Leggenda vuole che l'asphalto pulluli di tuttologi, polemici, scorbutici, demagogici, reazionari, progressisti, cooperativisti, animalisti, pornografi, giornalai, panettieri, avvocati, fisici e un centrocampista di Serie B.

E' vero, e io lo so.

Discutere di eutanasia ha portato più di un noto asphaltita a delineare quelle che sarebbero «le buone basi per un disegno di legge» [ilduca].
E' ragionevole pensare che questo disegno di legge non vedrà mai la luce: se non ci hanno pensato i radicali, che frantumano la nerchia da anni sul tema, perché mai dovrebbe pensarci un asphaltita, che non ha rappresentanza diretta in Parlamento?

Bene, è giunta l'ora di cambiare le cose. Comunisti, fascisti, terroni, reazionari del nord, transgender, cattolici, pedofili, zoofili, pensionati e juventini godono di nutrita rappresentanza parlamentare. Il 2011 - se siamo (s)fortunati anche un po' prima - sarà l'anno in cui uno di voi, madame e messeri, avrà l'incarico di promuovere le istanze asphaltite alla Camera dei Deputati.

Scommesse o nomination su chi sarà il fortunato/a o incosciente/a o prezzolato/a. (ecco/a.)

Lo Zio Brady, il bruko e ed. votano convinti il Maranza, con Mr. Wolf pronto a subentrargli in caso di incompatibilità e/o conflitto d'interessi.

Escape_from_La_Palma nomina Squallido Master, ma presenta anche un programma in proprio. Nightwatcher appoggia la candidatura dell'Esculapio in cambio, il corrotto, di una possibile nomina a ministro degli esteri [anche se qui si svolazza con la fantasia, il programma prevede un asphaltita in Parlamento e non a Palazzo Chigi]. ilduca invece conferma la preferenza per il Grande Leader.

Falena autorevolmente propone hyddenplace.

Elenoire2047548!!!11!uno! rilancia incautamente col dr. Psycho.

Il Tuatara va decisamente controcorrente e chiede un seggio per rodolfo. Una scelta che non soddisfa GG, uomo dai gusti difficili ma alquanto raffinati: e sia nomination per Alice.

Silvie invece rimarca la necessità di virilità in un Parlamento sempre più transgender: Q. for president! Il dr. Muttley, senza peraltro prendere posizione in merito, ricorda che Q. ha già iniziato un percorso politico con un comizio di cui si troverà traccia negli archivi asphaltiti e con una seria e ponderata politica per il mezzogiorno. [Anche Silvie, fra l'altro, sostiene la candidatura alternativa di Mr. Wolf, il quale, in quanto extrema ratio per i suoi elettori ed extrema unzione per i suoi detrattori, vede rispettata fino in fondo la propria natura].

A voi.

asphalto FAQ
categorie Espandi/contrai