scienza links :: per quelli che si lamentano che linkiamo sempre roba in inglese...

...e non sanno molto bene l'inglese: mi sono accorto per caso che su wikipedia una delle lingue e' il simple english. credo sia relativamente recente, ma ha gia' parecchie voci.
brullonulla inorridira' per il drenaggio di risorse dalla wikipedia principale in inglese, e un po' anch'io me ne dispiaccio, pero' riconosco che puo' avere un senso:

Most readers of Simple English are people whose mother language is not English. Other readers may be young (they may be children) or have learning difficulties. The language is simple, but the ideas don't have to be.

(dalle istruzioni su come scrivere in simple english)

in sostanza di tratta di scrivere cercando di limitarsi il piu' possibile a vocaboli contenuti nella lista delle 850 parole inglesi piu' comuni (a meno che la frase suoni strana, nel qual caso si possono scegliere da una lista un po' piu' larga) e ovviamente con una grammatica e una sintassi estremamente basilari.

la cosa puo' essere molto utile per chi l'inglese lo vuole imparare e vuole cominciare a fare pratica di lettura, e non vuole un approccio troppo duro.

comunque mi ricorda una citazione che ho letto di recente, di uno scienziato o un filosofo inglese (oxfordiano, mi pare) che a una conferenza esordi' scusandosi perche' molti dei presenti probabilmente non sarebbero riusciti a capire per intero il suo discorso, ma purtroppo non era molto fluente nel linguaggio internazionale della scienza: il broken english.
this = teh lame

[fork()]

[rodolfo::post]lingue polisintetiche come l'inuit sembrano avere una parola anche per "tua nonna [non visibile in questo momento di fronte a noi] ieri ha avuto la dissenteria".
già

JESUS SAVES
MOHAMMED INVESTS

[fork()]

[Q.::post]già

lollingoverthefloorinahylariousposition

[fork()]

[Q.::post] già
Ma detto tra noi pure i giapponesi non è che avessero sto concetto di dividere i sintagmi. Nella scrittura a tutt'oggi non esiste nessun intervallo graficamente rappresentato (eccetto interpunzione, comunque inesistente nel passato). In effetti certe proposizioni relative giapponesi sono qualcosa di concettualmente simile ad un grosso aggettivone composito che si prepone direttamente ad un sostantivo e funge da determinante.
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz) Control of Mind





DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS

[fork()]

per me il caso è chiuso, uozzon

JESUS SAVES
MOHAMMED INVESTS

[fork()]

[Q.::post]già
LOL:

Krungthep Mahanakhon Bovorn Ratanakosin Mahintharayutthaya Mahadilokpop Noparatratchathani Burirom Udomratchanivet Mahasathan Amornpiman Avatarnsathit Sakkathattiyavisnukarmprasit, meaning the 'City of Angels' (a whopping 163 characters), is known to the locals as Krungthep Mahanakhon. The rest of the world knows it as Bangkok, Thailand. However, it is not recognised by the Guinness Book of Records according to BBC h2g2 .

[fork()]

[rodolfo::post]un grosso aggettivone composito che si prepone direttamente ad un sostantivo e funge da determinante.

Si prepone? Insopportabile! Detesto quello che viene prima del sodo.

[fork()]

Eh ma quelli sono tutti invertiti. Sai cosa si dice dei giapponesi no?
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz) Control of Mind





DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS

[fork()]

che hanno il cazzo piccolo?

[fork()]

scusami lord h.

[fork()]

[psycho::post] [Entropyst::post]Direi più "motocicletta" e "ciclomotore", per dire due termini esattamente sovrapponibili.


e sia.
tanto per cacare il cazzo, no.
ciclomotore = fino a 50 cc; motocicletta superiore a 50 cc.
adesso dovete riscrivere il 3d a partire da lì, perché tutto ciò che ne consegue è sbagliato.
[brullo nulla::post] [ilduca::post]quando leggo rotating field so che sono campi rotanti, e non prati rotanti (letto su di una traduzione, davvero).



ROTFL
prima di scoprire l'asphalto il mio passatempo preferito sul lavoro era leggere i manuali tradotti, non avete idea di quanti strafalcioni si trovino.
[psycho::post]ma interessante anche la cosa che hai detto prima, che sono le capacita' cognitive e non le esperienze a spingere l'evoluzione del linguaggio.
ma non è il discorso dell'uovo e della gallina?
[muTTley::post]mai visto un porno indu', per esempio.
solo gang bang?

[fork()]

[falena::post]Detesto quello che viene prima del sodo.


METTI LA MANO QUA E SENTI CHE SODO!
this = teh lame

[fork()]

questo video spiega chiaramente l'importanza del simple english.
this = teh lame

[fork()]

[psycho::post]questo video


psaico, smettila!
non e' il caso di tirare in ballo i mori.
ogni occasione e' buona per loro ormai ed io abito a roma, accanto a S. Lorenzo.
se mi tirano un catiusha, m'incazzo con te che l'hai provocati e derisi. papa dell'asphalto dei miei stivali.

a proposito del tuo disquisire sulla lingua inglese, devo pero' ammettere che nel vedere i porno spesso made in usa, mi rattrista sentire (captare e riconoscere) troppo spesso: oh my god!.
ritengo blasfemo 2 volte , nominare iddio invano e pergiunta facendo sporcaccionate.

capito in che senso?
amoruso e' mej'e pele'!

[fork()]

hai mai sentito una orientale, nell'atto del coito, gridare: oh mio allah / budda /e cazzi vari?
amoruso e' mej'e pele'!

[fork()]

pero' i maschi non dicono pigod.
amoruso e' mej'e pele'!

[fork()]

Wow fui affossato in tempo record . Bel thread comunque anche se svacca sul finale come una qualsiasi serie netflix.

Ma solo a me l'inglese è sembrato una lingua estremamente complessa? Voglio dire, in tre anni ho imparato un francese adeguato a destreggiarmi praticamente in qualsiasi situazione. Il mio dialetto copriva quasi tutti i suoni extra, sostantivi generi e tempi verbali sovrapponibili all'italiano , lessico simile.

Inglese... vabbé termini di uso comune da imparare da zero, non ho mai padroneggiato il do/did fino a tempi recenti, plurali germanici tipo foot feet e goose geese incomprensibili finché non ho studicchiato il tedesco e termini che spuntavano dalle fottute pareti, per non parlare della scrittura.

L'idea che qualcuno la consideri una lingua nativamente semplice mi raccapriccia.

Parimenti da quello che ho letto il protoindoeuropeo doveva essere una lingua dalla grammatica complessissima, nonostante o forse proprio in ragione della sua arcaicità, e le lingue moderne si sono molto semplificate (perdita del duale, etc) quindi l'idea che una lingua nasca semplice e poi si complichi non è affatto realistica
giuro che il mio unico scopo nel resto dei miei anni diventera' scoprire dove abiti e piantarti un cacciavite in un occhio ('u Prufissuri)

Chi urla di piu' la vacca e' la sua

Colpa mia che mi ostino ancora a dire cose intelligenti su Internet

[fork()]

maxdanno::1770518
plurali germanici tipo foot feet e goose geese

foot non ci entra una sega.

[fork()]

Colpa mia se hai i piedoni?
giuro che il mio unico scopo nel resto dei miei anni diventera' scoprire dove abiti e piantarti un cacciavite in un occhio ('u Prufissuri)

Chi urla di piu' la vacca e' la sua

Colpa mia che mi ostino ancora a dire cose intelligenti su Internet

[fork()]

maxdanno::1770518
Parimenti da quello che ho letto il protoindoeuropeo doveva essere una lingua dalla grammatica complessissima, nonostante o forse proprio in ragione della sua arcaicità, e le lingue moderne si sono molto semplificate (perdita del duale, etc) quindi l'idea che una lingua nasca semplice e poi si complichi non è affatto realistica
gesù, ma ci sei cascato di nuovo pure tu. dopo otto pagine di thread.
non esistono lingue complicate e lingue non complicate. non ha quindi alcun senso mettere in relazione questa presunta caratteristica con una collocazione temporale. le nostre lingue non si sono affatto semplificate. rispetto all'indeuropeo (quale? boh. non si sa. è una metalingua inventata) le lingue si sono semplicemente avvicinate a quella che parli tu adesso. questa percezione soggettiva viene confusa con una affermazione di validità generale, che ovviamente è infondata.
DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)

[fork()]

Guarda che ti stavo dando ragione, banano. Ho semplicemente fatto notare che l'inglese è tutt'altro che semplice e che ligue parlate da pastori e contadini hanno anc'esse le loro complessità.

Se mi passi la semplificazione ci sta anche che una lingua si evolva in espressività fino a occupare tutto "l'hardware" biologico a disposizione.

Tra l'altro avendo visto dei bambini che imparano a parlare mi è chiarissimo che il circuito grammaticale e il lessico seguono due percorsi separati, infatti i bambini inciampano nelle irregolarità ("io salo" per salgo, "io vieno" per vengo etc)

Piuttosto non ho capito come fai a dire che dai crani si capisce quando gli uomini hanno iniziato a parlare. Va contro il fatto che l'uomo anatomicamente moderno esista da 200 000 anni ma parli da molto meno e alla diatriba sulla capacità di parola dei neandertal (che a questo punto si ootrebbe desumere dal cranio).

rispetto all'indeuropeo (quale? boh. non si sa. è una metalingua inventata)


Quello parlato nel 1800 a.c., martedì pomeriggio, sotto casa di Paola.

@Psycho, una nota: che io sappia dopo la partenza degli Juti, di loro allo Jutland rimase solo il nome e venne ripopolato da altri ceppi germanici. La conoscenza dell'inglese in danimarca credo dipenda dal fatto che sono pochi e hanno un alto livello di istruzione. Attualmente la lingua più vicina all'inglese (antico) pare sia il frisone.. senza parlare della rilatinizzazione dopo quella piccola questione di guglielmo il conquistatore
giuro che il mio unico scopo nel resto dei miei anni diventera' scoprire dove abiti e piantarti un cacciavite in un occhio ('u Prufissuri)

Chi urla di piu' la vacca e' la sua

Colpa mia che mi ostino ancora a dire cose intelligenti su Internet

[fork()]

maxdanno::1770552
La conoscenza dell'inglese in danimarca credo dipenda dal fatto che sono pochi e hanno un alto livello di istruzione.


è plausibile. nel frattempo ho scoperto che anche i portoghesi tendono a sapere bene l'inglese, e quello certamente non è dovuto a vicinanza linguistica.
Do not argue with an idiot. He will drag you down to his level and beat you with experience.

[fork()]

Io ho sempre avuto un certo 'feeling' per le lingue, in prima superiore non studiavo e pur senza studiare i voti migliori li avevo in inglese e latino. A volte le mie compagne di classe secchione dovevano rosicare perché pur studiando avevano voti peggiori dei miei.
Credo dipenda anche dall'interesse. A me piace tanto ascoltare musica ea volte passavo pomeriggi interi a leggere e tradurre i testi delle canzoni (ai tempi in cui si usavano ancora i dizionari di carta). Questo mi ha aiutato e mi aiuta ancora moltissimo

[fork()]

grazie rebis per la tua testimonianza
giuro che il mio unico scopo nel resto dei miei anni diventera' scoprire dove abiti e piantarti un cacciavite in un occhio ('u Prufissuri)

Chi urla di piu' la vacca e' la sua

Colpa mia che mi ostino ancora a dire cose intelligenti su Internet

[fork()]

ma adesso sei "fluente" in tedesco?
(quanto è brutta la parola "fluente" ormai entrata nel lessico comune)
giuro che il mio unico scopo nel resto dei miei anni diventera' scoprire dove abiti e piantarti un cacciavite in un occhio ('u Prufissuri)

Chi urla di piu' la vacca e' la sua

Colpa mia che mi ostino ancora a dire cose intelligenti su Internet

[fork()]

Si, errori ne faccio ancora , però scrivo emails e parlo al telefono in tedesco tutto i giorni e non c'è mai stata un'incomprensione per via della lingua .
per quelli che si lamentano che linkiamo sempre roba in inglese...
[ignorato - rating -1]: clicca qui per leggerlo

asphalto FAQ
categorie Espandi/contrai