blog deliri :: Lettere d'amore a indirizzi presi a caso

Scrivo lettere d'amore a indirizzi presi a caso.

Tutte le notti, alla luce di una piccola lampada, accartoccio fogli su fogli nel cestino e per terra, finché all'alba, soddisfatto e stremato, mi trovo finalmente tra le dita una spirale struggente di passione e lacerante mancanza, a me stesso quasi irriconoscibile. Spesso mi commuovo e piango, lasciando le pagine umide di ragnatele d'inchiostro. Poi, dal cassetto sulla destra, prendo una busta da un'alta pila. Apro un quaderno e ne estraggo un francobollo, che lecco con cura, prima in centro e poi lungo tutti i bordi, per incollarlo con attenzione.

Rileggo ancora una volta la lettera, diversa ogni notte ma sempre uguale nel ricordo del giorno dopo. La piego in tre e la infilo nella busta. Chiudo la busta senza incollarla, che non si sa mai.
Sulla scrivania c'è la guida telefonica. Sono due mesi che uso la stessa, fra poco come sempre la sostituirò. Apro ad una pagina a caso e lascio scorrere il dito. Mi piace la sensazione ruvida e grigia della pagina che scivola. Mi fermo su un indirizzo, scelto senza motivo, evitando di lasciarmi ingannare dal cognome e dal nome e dai titoli che sono scritti accanto. Ormai sono allenato, non li vedo nemmeno più. Sulla busta scrivo:

"Per ..."

poi l'indirizzo. Nessun nome.
Scendo di corsa le scale, ansioso come di una risposta che non verrà. La buca delle lettere, rossa e indifferente, mi aspetta all'angolo della strada. Come ogni mattina, accoglie silenziosa la lettera che le affido. Rimango lì, un po' dubbioso e un po' inebetito, come se proprio lì dovesse consumarsi l'appuntamento in cui spero.

Infine, torno a casa, ad aspettare una risposta che non è mai arrivata, eccetto per una gentile suora di Arezzo, una casalinga di Tortona 'innamoratissima dello scrivente' ed un camionista di Foggia che si è presentato sotto casa mia con un mazzo di margherite. Semplici scivoloni che non hanno cambiato di una virgola il mio metodo e il mio obiettivo.

Scrivo lettere d'amore a indirizzi presi a caso, sperando che prima o poi una lettera arrivi a Lei.


Giuro, niente sesso, solo un po'

[fork()]

Non hai proprio un cazzo da fare direi!

[fork()]

Chissà cosa ci scrivi in quelle lettere: perchè non ne posti una?
un vecchio e ossidato rubinetto che perde....

[fork()]

[Q.::post]Scrivo lettere d'amore a indirizzi presi a caso, sperando che prima o poi una lettera arrivi a Lei.

oddio aiuto aiuto!
datemi un pensiero alternativo!

mi hai fatto tornare in mente l'unico romanzo di baricco che ho letto.

aiuto.
"quando tu adori il tuo Dio non sono mica i tuoi piedi che innalzi verso di lui, ma le mani, eppure potresti alzare qualunque parte del corpo, persino ciò che hai tra le gambe, se non sei un eunuco."
Il vangelo secondo Gesù Cristo

[fork()]

[Q.::post]una casalinga di Tortona 'innamoratissima dello scrivente'


hei cosa non ti va bene in una casalingua di Tortona?
Non sono ancora abbastanza giovane per sapere tutto

[fork()]

ecco chi è lo stronzo
rattatatà

[fork()]

PDCIA


Giuro, niente sesso, solo un po'

[fork()]

[fragola::post]datemi un pensiero alternativo!
eccomi!

[fork()]

q, o ti dedichi alla statistica o ti innamori. fare entrambe le cose è pernicioso, guarda quell'altro, cosò là, quello che s'é ingegnato a scrivere una formula per descrivere le interazioni tra esseri umani di sesso opposto (che poi manco l'hanno usata per quello peraltro) che fine che ha fatto. desisti. recedi.
morgan 4: AUZ ADABADAI
Lord H.: eh?
morgan 4: SE SE SE / NON FAR FINT DE NON CONOSCERM ME / AUZ / SO CHI SEI AHAH / HAAAA

devo smetterla di giocare a Ogame.

[fork()]

[stocazzo::post]eccomi!

oh grazie, mi puoi dire come sei vestito così riesco ad immaginarti meglio?
"quando tu adori il tuo Dio non sono mica i tuoi piedi che innalzi verso di lui, ma le mani, eppure potresti alzare qualunque parte del corpo, persino ciò che hai tra le gambe, se non sei un eunuco."
Il vangelo secondo Gesù Cristo

[fork()]

[fragola::post]mi puoi dire come sei vestito così riesco ad immaginarti meglio?
ho le ciabatte infradito, per il resto classico

[fork()]

vestaglia calzini bianchi e pigiama a righe?
rattatatà

[fork()]

Scrivo lettere d'amore a indirizzi presi a caso, sperando che prima o poi una lettera arrivi a Lei.


Gentile signore, non crede che sarebbe meglio procurarsi quell'indirizzo?

[fork()]

Ciao ommadawn.
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)

[fork()]

[rodolfo::post]Ciao ommadawn.
ciao rodolfo. dimmi
io sarei un genio. E' che non ho voglia di fare un cazzo (Paz)

[fork()]

Lo fai come per darmi a bere che non sei SusannaAgnelli. Ma io l'ho capito.
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)

[fork()]

rodolfo parla con me io non ti mento

[fork()]

[stocazzo::post]io non ti mento
e io non ti cazzio. Rodolfo, amore mio...

[fork()]

Eri tu? Io ho ricevuto questa:

Sei più dorata celeste elevata della madonna di Tortona. Sto costruendo un’ascensore ottagonale per salire da te poi non voglio più scendere che soffro di lentiggini. Rispondimi sennò mi faccio quacchero smettila di lavare i piatti e dammi un bacio letterale fatti amare: spalmerò la tua marmellata su una patata ti telefono stasera non mi son fatto mai una pera faremo le nozze a Voghera. Quindi, in conclusione, tirando le somme, volevo dirti anche se so dirlo così è difficile però adesso che non mi vedi te lo dico che ti amo.
Con serietà e stima
Tuo, tuissimo, di tua proprietà con mutuo agevolato
Q

[fork()]

Tuo, tuissimo, di tua proprietà con mutuo agevolato
Q


Gentile signor Q, i duole ammettere di essermi sbagliata.
Forse è meglio che continui ad inviare le sue lettere a chiunque, fuorchè a Lei.

[fork()]

[Giovanna profess.: Casalinga::post]Giovanna profess.: Casalinga
posso fare di meglio, spero


Giuro, niente sesso, solo un po'

[fork()]

[Q.::post]Casalinga

[Q.::post]posso fare di meglio, spero

non vorrei smorzare i tuoi ardori giovanili ma coi tempi che corrono mi sa che non ci rimane che fare quello

Where do bad folks go when they die? They don’t go to heaven where the angels fly, they go down to the lake of fire and fry. Won’t see them again till the fourth of july

[fork()]

in effetti


Giuro, niente sesso, solo un po'

[fork()]

io mi ci ritrovo in 'sto tipo.

Non è così che passa in fretta questa dolce malattia
Mi butterei da quella stella spenta di malinconia
in questa urgenza di vivere e furia di sentire so di esistere
Notti senza cuore da non aver pietà a parlare agli angeli qualcuno sentirà
Notti senza nome da far tremare il cielo dove c'è una via d'uscita
che trascina via da quì in un volo bellissimo in un mare bellissimo
E' stata una battaglia persa Niente che mi tira su
nemmeno un'ora di violenza che consoli alla tv
Gli occhi sopra le nuvole aspettando la luce di un'alba atomica
Notti senza cuore da non aver pietà a parlare agli angeli qualcuno sentirà
Notti senza nome da far tremare il cielo dove c'è una via d'uscita
che trascina via da quì in un volo bellissimo in un mare bellissimo
e mi sembra bellissimo sopra un mare bellissimo
Notti senza cuore da far tremare il cielo dove c'è una via d'uscita
che trascina via da quì
Notti abbandonate all'ultimo piano notti perse per le scale e notti andate a male
Notti senza me sopra un mare bellissimo
e mi sembra bellissimo in un mare bellissimo
Notti senza cuore dentro nei portoni notti da coprire il cielo coi cartoni
Notti senza cuore notti senza me


ovviamente ggianna.
papa si rem tangimus nomen habet a re quicquid habent alii solut vult pa[p]pare.

[fork()]

[golem::post]ggianna.

anvedi che ggianna

Where do bad folks go when they die? They don’t go to heaven where the angels fly, they go down to the lake of fire and fry. Won’t see them again till the fourth of july

[fork()]

Io ho ricevuto questa. Per caso è sua?

Amica mia sconosciuta,
Tu sei come una televisione al plasma mentre ci scorre dentro la maremma senza Paolo Brosio. Corri al vento per i miei occhi come toscana caciocavalla. Nel paesaggio della mia esistenza, sei fonte di vini aulenti, giardino senza paese e senza campane, dove squillano vibranti cinguettii di scoiattoli che sgaiattolano su di te insieme a tutti i miei pensieri superpatapuffolosi che poi mi escono dalle orecchie come cotton fioc: vedi quante cose che non si capisce niente? Vedi come mi confondi?
Ricettiva come la terra, amica mia, tra le accoglienti tue insenature, vorrei navigare. Ma non riesco a gonfiare il canotto perché mi lasci senza fiato. Così resto qui su morbide colline di dolce farina finissima, e provo a impastarle con mano sapiente. Mi ritrovo tra le mani una specie di disco pastoso. Vado a casa a cuocerlo: forse so quale futuro professionale mi attende. Spero che mi attenderai anche tu. Un pizzaiolo non se la cava male.

Tuo
Scrittore di lettere sconosciuto e misteriosissimo

[fork()]

Gentile Signor Q, lei scrive come un mentecatto. Perseverando in tal giusa non otterrà alcunchè, pertanto la invito a prendere atto dei suoi limiti e correre ai ripari. Eventualmente contattattando dei professionisti.

[fork()]

Quando andavo al liceo mi arrivava a casa la rivista della smemoranda per disadattati, con la gente che metteva gli annunci del tipo: "Vi supplico scrivetemi, rispondo a tutti". e poi la volta dopo c'era sempre il messaggio tipo "oh scusate che non vi ho risposto a tutti siete troppissimi"
La maggior parte metteva anche la frasina a effetto di Jim Morrison o simili.
Una volta non mi passava un cavolo ho risposto a uno che aveva messo una citazione di Ende dallo specchio nello specchio, ma mi sono dimenticata di mettere l'indirizzo del mittente sulla busta.
Nel numero dopo della rivistina sfiga c'era un suo annuncio (in cui si scusava che non aveva risposto a tutti ma eravamo troppissimi) che finiva con "oh bruko, non mi hai mandato l'indirizzo, riscrivimi".
Credo di avergli mandato una decina di lettere, una al mese, tutte senza mittente, prima di rompermi le palle di questo bellissimo giuoco.
Se qualcuno di voi e' Antonello L. di un posto vicino a Torino ed e' stato molestato da me in passato mi scuso.
*SIGLA* pelame sclero

[fork()]

No ma dai è acqua passata, tranquilla.
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)

asphalto FAQ
categorie Espandi/contrai