recensioni :: Dawson's Creek


Ieri sera mi stavo prendendo a martellate i coglioni.
Siccome la cosa non mi dava sufficiente dolore, ho deciso di vedere
il serial-fenomeno della stagione, Dawson's
Creek
. Premetto che è passato ormai un po' di tempo da
quando mi eccitavo vedendo la spallina di Brenda di Beverly Hills 90210
(però se si vede la figa
una pugnettina me la concedo ancora), quindi potrei non essere completamente
imparziale...

Cercando di riassumere in una frase: vedendo Dawson's Creek ho capito
perché i giovani d'oggi sono degli imbecilli.
Fondamentalmente, si tratta di una lobotomia
non invasiva, l'equivalente televisivo della castrazione chimica dei
pedofili (peraltro persone squisite).

Dico: c'è pure una scena in cui quattro tipe si guardano un porno.
In qualunque telefilm timorato di dio, avrebbero dovuto mettersi a lesbicare
furiosamente. Per lo meno, se proprio non si voleva mostrare il cunnilinctus,
almeno una bella sditalinata corale si poteva mettere. Invece no. Froci.

In compenso, si assisteva a un gioioso esempio di amicizia maschile
(gita peschereccia), con evidenti sottotoni pedofili.
Froci.

Il fatto è che le protagoniste femminili (la bionda grassa e
la bruna grassa) incarnano appieno la vera adolescenza: gran rompicoglioni
con le tette piccole e un complesso d'inferiorità di qualche
decimetro più grosso del mio cazzo. I produttori sono dei froci.

Ritornando a quei culattoni dei personaggi maschili, ho notato che il
protagonista (Dawson eccetera) è assolutamente troppo bravo,
perfettino, carino
e via dicendo per guadagnare un minimo di comprensione da parte del
pubblico maschile. In compenso, è troppo sfigato e generalmente
imbecille per attirarne l'ammirazione.
Frocio, per l'appunto.

In effetti, l'unica ragione per cui vale la pena di guardare questa
porcata è che, forse, prima o poi le due grassone si decidono
a limonarsi
reciprocamente il buco del culo e magari si fanno pure un bel fisting.
Anzi, come si vede dalle immagini, la bionda grassa non ha grossi problemi
a farlo...


E' una lesbicona!
Evviva le tettine!
Pero' sembrano un po' giu' di tono...


In realtà, non è male neanche il fatto che il padre del
co-protagonista (che non ricordo come si chiama) si addormenta ubriaco
mentre il figlio fa una scenata da checca. Il che riqualifica leggermente
questa porcata da liceali (peraltro
persone squisite). E anche le pubblicità dei detergenti intimi
per signora non erano male.

Concludo sottolineando il fatto che, se qualcuno ha proprio bisogno
di sofferenza e ipocrisia, può telefonarmi a casa e gli racconto
la mia storia, senza bisogno di dare soldi a Berlusconi (neanche a D'Alema,
visto che se non lo nomino violo la par condicio).



asphalto FAQ
categorie Espandi/contrai