recensioni :: Shell V-Power

Un chiaro esempio di come la V-Power faccia ribaltare le macchine anche in parcheggio.Eccomi
diciannovenne e un po' stronzo alla pompa di benzina col solito deca in
mano per il pieno settimanale. Segnatamente per il mio cinquantino verso
il quale non nutro alcun affetto ma solo un rapporto esclusivamente professionale.
L'errare notturno mi ha sospinto fino ai limiti civili della città.
Oltre a quella strada solo dalle 11 alle 16, per non correre il rischio
di non poter tornare indietro prima del buio. Ci tengo all'integrità
rettale. Però di qua c'è la Shell. Mezzo ubriaco ricordo
di qualcuno sull'asphalto che aveva vaneggiato di aumenti prestazionali
considerevoli della V-Power. Perchè non provare? Tanto anche se
inquina chissenefrega. Già solo per il fatto di essere su un 50
due tempi in proporzione rispetto a un'auto inquino come una centrale
a carbone. Faciamo Cernobyl e non se ne parli più. 2400 e rotte.
Cazzo... però dai, vuoi mettere dopo che rombo? Riparto sgommando
felice e l'effetto placebo fa subito il suo effetto: "Bestia che
accelerazione! Che ripresa! Che...ma vaffanculo...va sempre ai soliti
fottuti 60 merdosi km/h. No, 'speta 'n atimo...forse 61. Allora funziona!"

Svanito l'effetto placebo (ma non quello dell'alcool)decido che per valutare
il valore di un carburante sarà opportuno considerarne gli effetti
a lungo termine. Infatti c'è da dire per esempio che ho fatto più
chilometri del solito, e questo mi ha salvato da una sicura beffa. Ho
sempre considerarto degli immaturi quelli che rimanevano a piedi senza
benzina. Non riesco a spiegarmi perchè più passa il tempo
e più aumenta la frequenza di questo avvenimento.

Facendo i conti però non trovo nessuna convenienza con la V-Power.
Infatti l'aumento di autonomia, se pur di dimensioni apprezzabili, non
è stato proporzionale all'aumento di prezzo, di dimensioni invece
più che fastidiose.

Ma veniamo invece agli aspetti più tammarri che interesserano il
pubblico asphaltita. A tal proposito diremo senz'altro che:


  1. la velocità max non aumenta;

  2. non fa più fumo;

  3. non fa più rumore.


Questo fa sì perciò che il tamarro medio non possa trarne
nessun giovamento ma anzi ritenga saggiamente di non rivelare l'utilizzo
della V-Power ai colleghi per paura di figure barbine. Spendere 200
lire in più al litro non è di solito considerato titolo
di merito neanche ai margini della società.

Possiamo quindi sancire la totale inefficacia della V-Power dal punto
di vista delle relazioni sociali per l'individuo con motorino testè
benzinato.

In definitiva non fa per un 50, e probabilmente se la mia alcolemia
fosse stata un filino più vicina alla norma, ci sarei potuto
arrivare con l'anticipo necessario. Ma l'ho fatto per voi, stronzi patentati
sicuramente interessati a scoprirne gli effetti su altri aggeggi motorizzati
di questa roba. Ah, il sano e disinteressato piacere di conoscere.

Forse il mio motorino mi ha salvato la vita. Quando farò il pieno
su una quattroruote non sceglierò V-Power e non farò garette
stronze con in palio il mio osso del collo.



asphalto FAQ
categorie Espandi/contrai