user :: [1] Squallido master

ti segnalo, a rieti, il ristorante "da checco al calice d'oro". un tempo aveva una stella, oggi non più.

te lo segnalo per la sala con tavoli distanziati tra loro invece dell'affollamento da colonia di pinguini a cui cercano di abituarci, per il buon fritto di olive e crema che ho mangiato per antipasto, per i cannelloni alla checco, in generosa porzione e veramente buoni ed infine per il vero unico motivo di 'sto post:

l'unico carrello di bolliti degno di questo nome a sud di bologna.

pancetta di vitella, manzo, zampetto, musetto, cotechino, arista di maiale. manca è vero la gallina. il tutto servito con una ottima salsa verde che il locale ritiene di sua ricetta esclusiva e perchè non credergli.

insomma non ti capita, ma se ti capitasse facci un salto.

ah, il caffè è servito con un gelatino di crema ricoperto da una glassa alla nocciola: meritevole.

la cantina purtroppo ne denuncia una certa decadenza che ti assicuro credo sia più legata alla moda [una cucina sabina, robusta, indubbiamente non da educande] che alla cucina: tutti i vini bianchi, gli unici che bevo e sui quali sento di poterti dire qualcosa, con qualche anno di troppo. presenti comunque le migliori cantine. il locale me lo giurano buono ma io a fatica bevo vini dei castelli e di quelli del lazio diffido.

'a squà, se non avessi mangiato benissimo non perdevo sti cinque minuti a postarti sto coso.
papa si rem tangimus nomen habet a re quicquid habent alii solut vult pa[p]pare.

asphalto FAQ
categorie Espandi/contrai