news :: Fuffolalia.

Il gravume del chiacchiericcio mediatico iniziato quest'estate con i lanci d'agenzia sugli sproloqui berlusconei non accenna a diminuire, con mio sommo rammarico. Certo il problema potrebbe essere solo mio: magari sto solo attraversando un particolare momento della mia vita in cui lo stupafencentismo dei mìdia nell'affrontare un qualsiasi tema - dalle scoreggine di Adel Smith ai morti di nassyria passando (sotto silenzio) per i mazzolati di Padova - mi fa dare di stomaco. Non posso quindi escludere che un domani, magari proprio su queste pagine, possa tornare a dirmi soddisfatto di come viene fatta informazione, posto che l'intervento di chirurgia invasiva tocchi in modo soltanto superficiale la mia area di Exner. Se ai tempi di Aronne ero preso da crisi di ilarità confrontando il numero di pagine dedicato dal giornale locale a questa vicenda (almeno una cinquantina distribuite nell'arco di tre mesi) con quelle in cui si parlava di sarcomi dei tessuti molli, la cui frequenza a Mantova è curiosamente venticinque volte superiore alla media nazionale (una. Peraltro smentita poco tempo dopo) era perché credevo che questa fosse una vigliaccata irriproducibile a livello nazionale. Troppi interessi in gioco, troppe giornalisti da comprare, troppe associazioni di consumatori o che altro tra i piedi.



Invece, col cazzo.

asphalto FAQ
categorie Espandi/contrai