news :: Conigli utili.

Indossare il casco da motociclista è, evidentemente, nocivo per la salute mentale dell'individuo. In particolare, sembrerebbe produrre delle allucinazioni altrimenti inspiegabili. Eccone un breve elenco:

  • L'individuo si convince che il suo mezzo è in grado di accelerazione infinita, i.e. crede di poter sfrecciare a cento all'ora partendo da fermo, in tempo zero;

  • L'individuo si convince che il suo mezzo ha larghezza zero, ed è quindi in grado di attraversare qualunque spazio possa esserci tra due autoveicoli qualunque;

  • L'individuo si convince che non esista una cosa chiamata "inerzia" e che, quindi, è possibile fare curve di 90 gradi stile Automan e non slittare neanche di un millimetro;

  • L'invididuo si convince che qualunque veicolo anche temporaneamente fermo sia parcheggiato e che, quindi, la corsia alla sinistra di questo sia la normale corsia - anche se è in contromano - e che chiunque gli vada addosso sia in pieno torto;

  • Infine, l'individuo ritiene di avere il diritto di muoversi in qualunque punto della sede stradale (e probabilmente di buona parte degli edifici) assumendo le caratteristiche e i diritti delle entità che vi si muovono normalmente, i.e. come le automobili in strada, come i pedoni sul marciapiede e, soprattutto, come gli stronzi sui giardinetti.

    In seguito a queste osservazioni, ci sentiamo di sconsigliare assolutamente l'uso di motoveicoli a chiunque sia intenzionato a mantenere intatta la propria visione del mondo, e possibilmente anche la propria struttura organica.

  • asphalto FAQ
    categorie Espandi/contrai