news :: Il re degli ignoranti ha perso un braccio

Se non fosse la materia meno adatta verrebbe da ridere: un idiota pelato e balbuziente sproloquia in televisione. Televisione di stato, si capisce. Poi l'eco delle sue parole solleva polemiche, barricate ideologiche, smentite, rettifiche, falsi dibattiti e inutili distinguo, interviste a cattolici, laici, figli del'idiota e figli di trapiantati. Tutto molto triste, se non ci fosse da ridere.

Sto pensando a questi: questi che sette anni fa accendevano i lumini fuori dai davanzali per onorare la memoria di Nicholas Greene e alimentavano collette pubbliche (se non lo si dice a nessuno che gusto c'è?) per sostenere la campagna dell'AIDO. Gli stessi che adesso hanno paura di "risvegliarsi in ospedale con un braccio di meno". Quanti sono i sudditi del re degli ignoranti? Prendetegli le braccia risparmiando sull'anestetico e fatene buon uso.

E se avete, per una volta, tempo per capire di che cosa si sta parlando dedicate dieci minuti a questo sito:



http://www.ib.pi.cnr.it/aido

asphalto FAQ
categorie Espandi/contrai