blog bla-bla :: [condominium] Buon vicinato, the method

Carissimo Maxdanno,
per risolvere la conflittualità che immancabile scaturisce dalla condivisione di spazi e servizi comuni c'è un metodo da me sperimentato di persona (in 2 diversi condomini, uno in Italia ed uno in Svizzera) ed ha funzionato in entrambi i casi. Si tratta pertanto di un metodo che funziona (quasi) indipendentemente dalla cultura media e dalla sensibilità sociale di chi ti trovi vicino. Mi sento solo di sconsigliarlo nel caso i tuoi vicini di casa abbiano cognome CACACE ed oltre 25 anni di galera alle spalle.

Funziona così:
per prima cosa devi prendere il regolamento condominiale studiarlo a memoria fin nei più piccoli particolari. Diventerà per te la nuova Bibbia, ad esso farai riferimento per conformare gli atti della tua vita, esso ti darà luce quando il cammino ti sembrerà oscuro. In subordine ti procurerai e studierai con altrettanta cura tutti i verbali di assemblea di almeno gli ultimi 10 anni, tutti i regolamenti, i cartelli, gli avvisi, le discipline postate in bacheca che coinvolgono il tuo condominio.
Questa conoscenza sarà alla base della tua strategia operativa che dovrà sempre e solo conformarsi ad un unico COMANDAMENTO: la lettera delle scrittura è fede, tutto il resto è apostasia.

Così fortificato nella scienza delle scritture prenderai nota di tutto quello che viene regolarmente fatto nel condominio e che in maniera anche solo lievissima possa essere considerato non TOTALMENTE ADERENTE alla lettera delle scritture.
(qui mi permetto un digressione: anche lo "spirito" delle scritture e non solo la lettera potrà essere tuo alleato, ma sarà una carta da giocarsi a ragion veduta e solo quando una certa pratica della cosa ti renderà sicuro nell'interpretazione. Fino ad allora lascia perdere e stick to the letter)
(seconda digressione: una certa confidenza con leggi e regolamenti COMUNALI riguardanti il decoro dei palazzi, le normative circa i rumori molesti, eventuali grida sui puzzi molesti, e perchennò anche qualche strillo sui giuochi da cortile, sulle regole edilizie e sui lavori in economia sarà utilissima al caso tuo.)

Scatta a questo punto la parte ATTIVA dell'opera tua, che in breve (bastano poche settimane ed una riunione di condominio) ti porterà a guadagnare la cintura nera settimo DAN di rompicoglioni da primato, quello di cui tutti hanno di fatto paura, ma non osano dire o fare alcunché per TERRORE che gli si ritorca contro.

Per prima cosa partirai dal tuo foglietto con l’elenco dei PECCATI, li metterai in ordine dal più triviale al più grave nella colonna di sinistra, mentre nella colonna di destra metterai gli stessi peccati in ordine di forza morale del peccatore, da quello che si caga addosso appena lo guardi a quello più spavaldo e difficile da trattare.
Sarà questo il quadro sinottico a cui informerai la tua azione. Dovrai dallo schema così tracciato scegliere 2 o 3 peccati che siano di media gravità e compiuti da condomini più facilmente malleabili. Avrai inoltre cura di evitare nella maniera più ASSOLUTA di compiere tu stesso quei 2 o 3 peccati.
Parti all’attacco, lamentati di quei peccati con tutti quelli che incontri (tranne i peccatori stessi), metti un avviso in bacheca che con italiano irreprensibile (ma abbondante di termini da leguleio) stigmatizzi i peccati e minacci “ripercussioni” se gli stessi non dovessero cessare immediatamente. Entro pochi giorni manda lettera raccomandata all’amministratore di condominio (con copia anastatica esposta al pubblico leggere attaccata con lo scotch sul vetro dell’ascensore) che faccia nomi e cognomi dei peccatori e che INTIMI all’amministratore di far cessare simili comportamenti altrimenti TERRIBILI PENE E LE FIAMME DELL’INFERNO si abbatteranno anche su di lui perché complice dei peccatori.

A questo punto almeno 2 o 3 peccatori avranno già cessato i loro comportamenti negletti, ed anzi saranno (come tutti i convertiti) i più zelanti ad alzare la voce ed unirsi nelle tue lamentele; forse qualcuno di loro sarai anche riuscito ad averlo come cofirmatario nella lettera all’amministratore.

Se avrai calibrato giusti i tempi, ci sarà l’annuale riunione di condominio poche settimane dopo.
Qui dovrai andare preparato, dovrai lamentarti di nuovo di tutti quelli che non si sono ancora redenti, minacciare querele. Se qualcuno alza la voce, tu abbassala, tira fuori il telefonino, mettilo in registrazione e dichiara che ti senti minacciato da degli INCIVILI e che per tua difesa registrerai TUTTO. A questo punto, approfitta del momento di gelo e ripeti scandendo a chiara voce la litania dei peccati e dei peccatori, e concludi richiamando nuovamente in causa l’amministratore di condominio, che faccia il suo dovere, perbacco!

Nei giorni successivi ad una tale riunione di condominio, vedrai il palazzo spezzato in due: i fedeli ed i marrani! Se giudichi che i fedeli siano preponderanti sui marrani, è il momento di sferrare l’attacco al pesce grosso: il peccatore inveterato che si trovava in fondo alla tua lista.
Raduna le forze, coalizza i fedeli, e lancia l’attacco VERAMENTE GIUSTO, VERAMENTE BELLO. Fagli avere una diffida scritta da un amico avvocato (scotto).

A questo punto, nel 99,9% dei casi avrai definitivamente dominato la situazione. I condomini tutti ti considereranno un attaccabrighe molesto, ma tu sarai SEMPRE restato nascosto dietro la lettera delle scritture, che ti darà riparo dagli strali. Circa due terzi di essi si dichiareranno a parole (odiandoti nel cuore) tuoi fedeli. L’altro terzo semplicemente non ti rivolgerà più la parola.
Avrai quindi ottenuto in poche settimane il risultato di aver riportato l’ordine, di esserti tolto dai coglioni il terzo dei condomini più molesti e di essere lasciato in pace dagli altri due terzi.

---

Nel mio caso la causa scatenante è stata la richiesta di alcuni condomini (non fatta direttamente a me, ma fattami recapitare dall’amministratore, vigliacchi!) affinché io cambiassi la maniglia del portoncino di casa lato pianerottolo. Infatti sono l’unico ad avere un pomello tondo anziché la normale maniglia. Questo pomello è in realtà eredità dell’inquilina che abitava qui prima di me, ed io ho seccamente risposto che non avendolo installato io non ne potevo essere ritenuto responsabile, che ero io in realtà il danneggiato e che si rivolgessero pure al precedente proprietario.
Ma questo fatto mi ha messo la mosca al naso, ed ho deciso di chiarire subito a tutti quali erano i ruoli.
Ho quindi attaccato 2 pratiche scorrette (che in realtà non danno fastidio a nessuno, ma erano i 2 peccati sui quali intuivo di poter cominciare la mia battaglia):
La prima quella di lasciare la macchina in mezzo al corsello dei box quando si scarica la spesa e la si porta su in casa. L’auto non reca noja, è vicina al muro e di fianco ci si passa, ma il regolamento stabilisce che è assolutamente vietato sostare nel corsello, e tanto basta.
La seconda è quella di avere sui balconi il classico armadietto portascope, ma il regolamento, in una piega, stabilisce che per il decoro esterno sui balconi ci possono stare solo tende parasole (tutte del medesimo colore) e vasi di fiori.

Armato di telefonino ho fatto foto a tutti i balconi con armadietto (indicando poi sulla foto stessa grazie alle mie skilz con paint il piano ed il numero di appartamento), ed in ogni occasione propizia le targhe delle auto ferme nel corsello. Foto che ovviamente ogni volta spedivo all’amministratore con vibranti proteste. Ho cominciato a lamentarmi dell’inciviltà con tutti quelli che incontravo; ad un certo punto ho appeso un cartello in ascensore pregando i padroni delle auto targate così e cosà (elenco di ben 10 targhe) di desistere dalla loro molesta pratica contraria al regolamento.
Entro pochi giorni sono spariti 4 armadietti su 7 (ovviamente i 4 segretamente mi odiano perché adesso devono tenersi scope ed aspirapolvere in casa anziché fuori sul balcone) e nel giro di qualche settimana anche la presenza di auto nel corsello è sensibilmente diminuita. Nello stesso tempo ogni richiesta che io adeguassi la maniglia della mia porta di casa al design approvato è cessata.

Alla successiva riunione di condominio ho cominciato la trafila delle lamentele, e con mia somma gioja mi è bastato dare il via alla cosa perché altri 3-4 condòmini (fra i quali almeno 1 che aveva tolto l’armadietto!!) saltassero sul carro del vincitore (il mio, savasandir) e con parole al vetriolo assaltassero l’amministratore. “che facesse finire questi comportamenti da Africa subsariana, siamo un popolo civile qui in Svizzera, perdio!”

Ma la soddisfazione maggiore me la sono presa con quello stronzo del 6° piano, che essendo il condomino più “anziano” (non solo anagrafico, ma anche di tempo di abitazione del palazzo, dato che ci viveva fin dalla sua costruzione) ci teneva a fare il bullo ed essere sempre lui quello che rompeva i coglioni agli altri anche per le più minute inezie.
Dovendo fare un lavoretto in casa che richiedeva la presenza di 2 operai, e l’uso del trapano per almeno mezz’ora, ho avvisato preventivamente l’amministratore e tutti i condomini che il giorno X, causa lavori, ci sarebbero potuti essere dei rumori molesti e delle vibrazioni, che mi scusavo anticipatamente per il disagio, e che avrei rispettato rigorosamente l’orario comunale dei lavori con particolare riguardo all’orario di silenzio per il pranzo/riposo pomeridiano fra le 12.00 e le 14.00

Senza dirlo a nessuno ho in realtà concordato i lavori con la ditta per il giorno X+2.

Arrivato il giorno X, alle ore 12.40 il condomino del 6° piano ha telefonato all’amministratore infuriato per “i rumori insopportabili e le vibrazioni tremende, sembra quasi che debba crollare tutto!”
Ovviamente l’amministratore mi è saltato addosso subito, attaccandomi ferocemente, convinto di avermi preso finalmente in castagna per qualcosa di grave, con il malcelato compiacimento di chi può compiere una facile vendetta. Per tutta risposta ho mandato una mail a lui ed a quello del 6° piano, la cui copia stampata ho poi immediatamente appeso in ascensore affinché la vedessero tutti , spiegando come qualmente “a causa di un imprevisto i lavori in casa mia erano stati rimandati al posdomani, che invitavo tutti ad essere testimoni ai lavori stessi quando si fossero svolti affinché verificassero di persona che rispettavo orari e regolamenti, e che contestualmente diffidavo quello del 6° piano dal propalare falsità e calunnie, che avrei difeso il mio decoro ed il mio onore in ogni sede legale e diffidavo l’amministratore dal prestarsi quale complice e lacchè”
Dopo una simile gigantesca figura di merda quello del 6° piano non si è visto in giro per giorni, e da lì in poi non ha mai più proferito parola con alcun altro condomino. L'amministratore è venuto a scusarsi con me, e ben 3 altri condomini nei giorni successivi mi hanno stretto la mano ringraziandomi per aver rimesso al suo posto quel “villano”. Pochi mesi dopo il villano è anche morto di un cancro fulminante, e sono segretamente compiaciuto del fatto che sia morto cornuto e mazziato, spero che la rosicata che si portava dentro sia stata concausa del male. Per quanto riguarda l'amministratore sto organizzando la fronda, ed alla prossima riunione di condominio si troverà il benservito.
An intellectual is a highly educated man who can’t do arithmetic with his shoes on, and is proud of his lack. (Robert A. Heinlein)
La vita è una malattia incurabile, bisogna solo avere pazienza ed aspettare che passi. (f205v)

[fork()]

maxdanno::1769394

Inospitale tu come te la cavi nei rapporti (sessuali) di buon vicinato?


niente di che. solo da studente, ho vissuto per qualche mese in uno squallido appartamento che dava vista sul bagno di una tipa, al piano di sotto, e per qualche combinazione misteriosa la si poteva vedere seduta sul cesso o entrare nella doccia. poi ho traslocato e le uniche cose che si sentivano era la coppia di mentecatti dell'appartamento accanto che passavano da litigate furibonde a chiavare come dannati e viceversa.

“Ma non è meglio se pensi solo alla fica, ritardato di merda?”
(Il tubone)

[fork()]

il pwnezzatore::1769821
ipponatte::1769814



state restituendo un'immagine del nord ovest di una tristezza infinita e peraltro non pienamente corrispondente alla realtà, fortunatamente


é infatti un felice angolo di paradiso

beh ti ricordo che la svizzera è la svizzera perché gli svizzeri si sorvegliano implacabilmente a vicenda. Ciò detto, in questo condominio sono effettivamente un po' originali

Inospitale::1769822
da studente, ho vissuto per qualche mese in uno squallido appartamento che dava vista sul bagno di una tipa, al piano di sotto, e per qualche combinazione misteriosa la si poteva vedere seduta sul cesso o entrare nella doccia.

in quegli anni stavano girando un film con la Fenech e Alvaro Vitali.

Inospitale::1769822
la coppia di mentecatti dell'appartamento accanto che passavano da litigate furibonde a chiavare come dannati e viceversa.

il che dimostra che l'amore non è bello se non è litigarello
giuro che il mio unico scopo nel resto dei miei anni diventera' scoprire dove abiti e piantarti un cacciavite in un occhio ('u Prufissuri)

Chi urla di piu' la vacca e' la sua

Colpa mia che mi ostino ancora a dire cose intelligenti su Internet

[fork()]

maxdanno::1769809
oggi mi sono preso una prima soddisfazione
OTTIMO MAX! è bello vedere che il the method funziona anche in contesti altrui. Te l'avevo detto che avresti presto trovato degli adepti pronti a fare il lavoro sporco al posto tuo. Devi trovare qualcuno che abbia risentimenti anche verso il terrone e vedrai che in men che non si dica ti toglierai anche quell'altra soddisfazione.
An intellectual is a highly educated man who can’t do arithmetic with his shoes on, and is proud of his lack. (Robert A. Heinlein)
La vita è una malattia incurabile, bisogna solo avere pazienza ed aspettare che passi. (f205v)

[fork()]

stavo rileggendo il thread e la trovata di f di indire i lavori al giorno g+2 è diabolicamente sadica. Intanto mi sono salvato questo thread per future occorrenze.
giuro che il mio unico scopo nel resto dei miei anni diventera' scoprire dove abiti e piantarti un cacciavite in un occhio ('u Prufissuri)

Chi urla di piu' la vacca e' la sua

Colpa mia che mi ostino ancora a dire cose intelligenti su Internet

[fork()]

Beh, lo scopo era proprio quello di tendergli una trappola. Ed infatti c'è cascato con tutte e 2 i piedi in avanti!
An intellectual is a highly educated man who can’t do arithmetic with his shoes on, and is proud of his lack. (Robert A. Heinlein)
La vita è una malattia incurabile, bisogna solo avere pazienza ed aspettare che passi. (f205v)

asphalto FAQ
categorie Espandi/contrai