recensioni :: Valerian e la cittÓ dei mille pianeti (Luc Besson - 2017)

Non riesco a voler male a Luc Besson.
Insomma, "Subway", "Nikita", "Leon", grandissimo, e poi "Il Quinto Elemento". Il Quinto elemento è solo una storia di fantascienza divertente con soventi cadute, ma chi ha visto per la prima volta da piccolo le tavole di Moebius, magari su "comic Art" o "L'Eternauta" dopo essersi ingozzato di fumetti americani...insomma non può non voler bene anche a quel film, pur con tutti i suoi difetti. Faceva bene alla vista.
Però Besson è un tamarro.
Sceneggiature come se piovesse e più pallottole e macchine sfasciate degli americani. Troppa trama, eh.
Sto "Valerian etc" a quanto pare era il suo sogno proibito, il SUO cinecomic, francese al 100% e con un budget mostruoso (200 milioni di neuri).
Flop, si dice. Cagare, si sente in giro.
Vado a vederlo e per quasi tutto il film odio Besson. Ha usato tutto il CGI che poteva e anche bene, si saltella da una meraviglia visiva all'altra e di nuovo siamo lì con Mezieres e Moebius ed un immaginario visuale che non appartiene per una volta alla Disney, è "nostro", europeo, più complicato.
Vabbeh, ci sono tantissimi pupazzoni, ma sono fatti bene, se non meglio di quelli di Lucas e perfino di quelli di Cameron.
Però diocristo i dialoghi non si reggono. La storia sbraca e si colpiscono immancabilmente tutti i clichè possibili, incluso quello del matrimonio tra Valerian e cosa lì, comesichiama, Laureline.
Diosanto siamo nel 2017, o ci fai un mezzo porno che chiavano nudi oppure lì tieni lì a rintuzzarsi per tutto il film, mica gli fai fare la proposta con l'anello e certe battute da frattura dello scroto.
Però alla fine non sono riuscito a volergli male del tutto nemmeno questa volta, a Besson. Qualcosa da vedere comunque c'è.
Voto 5,5.
autostrada con le scale
avocado saponetta
tricipite basket
(allegrodemiurgo)

asphalto FAQ
categorie Espandi/contrai