bla-bla :: [1] IL CERN CREA BUCHI NERI CHE SUCCHIANO COME L'ASPHALTO

Da almeno dieci anni anche lo smaliziato lettore di Focus può convincersi della vacuità delle specolattioni intorno a stringhe & membrane, in grazia di certi libriccini scritti da fisici che doviziamente particolareggianti elencano i limiti e le assurdità di quella famiglia di ipotesi tanto alla moda, concludendo in fine che sarebbe meglio finanziare la loro personale teoria che ha il vantaggio di non essere maintream ma ancora poco sviluppata, quindi la probabilità che sia sbagliata per ora non eccede la probabilità che sia giusta, i due eventi calcolati in ragione della più equa delle ignoranze, l'agnosticismo.
Una magnifica teoria che tanto piace a chi non si vuole cacare irrimediabilmente il cazzo sostiene che tutte le possibilità sono possibili ma si realizzano solo quegli universi che hanno i caratteri più adatti all'esistenza, ovvero solo quelli che riescono a esistere, esistono, mentre quelli che non riescono a esistere, non esistono. E gli universi che esistono possono esistere perché le caratteristiche necessarie all'esistenza sono proprio quelle degli universi che esistono e che non possono avere le caratteristiche degli universi inesistenti in quanto tali caratteristiche non esistono. È un notevole risultato,. Parliamo infatti di gente che è arrivata a queste conclusioni senza sapere che i filosofi medievali erano già passati per le stesse strade e senza aver dato complicati esami di supersimmetria comparata.

asphalto FAQ
categorie Espandi/contrai