bla-bla :: [1]

no ma aspetta il doccione da decontaminazione radiattiva ano-vaginale non mi era ancora capitato sott'occhio, detto ciò una complessa (e in genere sgradita) serie di meccaniche condivisive ha portato anche alla mia attenzione quest'opera concettuale del signor distrugg3r3. la sensibilità sociologica che mi contraddistingue come figlio della metropoli cisalpina mi consente di rispondere con una certa puntualità alla tua domanda: si tratta visibilmente di donne del lumpenproletariat urbano settentrionale, quasi sempre di meridionali ma non oltre la seconda generazione, la cui vita si svolge in genere tra casa, casa dei suoceri e rivendite della grande distribuzione, con occasionali gite fuori porta e lunghe deambulazioni c/o ikea e similia. torino purtroppo abbonda di questo gorgogliante milieu, concentrato in alcune aree della città e della cintura che non nominerò. tra l'altro mi dai modo di precisare che i tratti salienti di queste genti non dipendono dalla meridionalità in quanto tale, ma non voglio divagare.
DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)

asphalto FAQ
categorie Espandi/contrai