bla-bla :: [1] Del corpo stuprato dell'arma

bellezza/look-casalingo-come-evitare-di-sembrare-super-trasandate
Abbasso il pigiamone: d'accordo, ci piace stare comode, ma a tutto c'è un limite! Invece del pigiamone tipo "Babycresci" e della tuta che manco quando andiamo fare jogging abbiamo il coraggio di infilare, optiamo per i leggins, comodi e senz'altro cool, a cui abbinare maxi t-shirt e maglioncioni over. Casual e chic, mix perfetto!

Occhio alla testa: i capelli, altro capitolo meritevole di grandissima attenzione. Sappiamo tutte quanto la testa in ordine sia fondamentale, tuttavia in casa i capelli sono un gran fastidio: tra la polvere e la cucina, tenerli legati è d'obbligo. Lasciamo stare i mollettoni coi fiori che abbiamo usato sulla spiaggia e ricordiamo che ogni momento è buono perché il vicino di casa suoni al campanello o il postino ci porti una raccomandata: essere in ordine sarà una benedizione...

Sexy in cucina: preparare la cena è un lavoro e come tale va affrontato: la tenuta ideale prevede il grembiule, comodo e facile da indossare, ma anche in questo caso attenzione al look. Non stiamo girando un film horror, quindi qualche macchia va bene, ma ricordarci di mettere il grembiule in lavatrice almeno una volta a settimana è un must. Ricordiamoci poi che nell'immaginario maschile tornare a casa e trovarci nude vicino ai fornelli con indosso solo un grembiulino è una fantasia ricorrente. Niente di meglio quindi che prepararci a una serata bollente col giusto mix tra informalità e malizia. Acqua e sapone, con brio: siamo d'accordo, truccarsi in casa non serve e anzi ci può persin dare fastidio. Lavarci la faccia e toglierci polvere e stanchezza dal viso è forse il gesto che per primo facciamo quando torniamo dopo una giornata trascorsa al lavoro; ma se il make up è inutile, possiamo comunque prenderci cura di noi facendo la nostra beauty routine, completa di latte detergente, tonico e crema idratante. Per non sembrare poi appena uscite dalla casa degli orrori e avere un aspetto comunque vitale e fresco, suggerisco di stendere un po' di gloss sulle labbra, mettere un antiocchiaie coprente e magari giusto un poco di mascara. L'effetto nude look è garantito e la sensazione di freschezza e genuinità anche. Viva la libertà!

Concordo con il redattore, purtroppo anonimo, dell'autorevole tgcom24. Tutti i lavori andrebbero svolti mantenendo un certo stile, non certo per compiacere gli altri, ma perché bisogna sempre scongiurare fratture tra etica ed estetica.

Purtroppo i consigli riflettono un atteggiamento comunque compromissorio, e una visione erotica un po' asfittica, ancorata alle commedie sexy anni '70. Sarebbe invece auspicabile che la custode del focolare si dotasse di una divisa così composta:
- cuffia bianca (bonnet) in raso o cotone per proteggere i capelli dalla polvere e dall'untume;
- vestito lungo almeno sino al ginocchio, con colletto e polsini removibili e a contrasto. Colori concessi: marrone, blu di prussia, nero;
- grembiule bianco, coordinato con cuffia, colletto e polsini;
- scarpe basse, preferibilmente dalla suola in legno e dal rivestimento in pelle cruda;
- eccezion fatta per le calze, dalla trama quanto più velata e resistente, niuna biancheria. Oltre a costituire un pericoloso vezzo borghese, osterebbe oltretutto all'espletamento delle necessità maritali tramite il semplice sollevamento della gonna da tergo. In tale posizione, invece, la vestale potrebbe continuare a curare le faccende domestiche senza dover per questo procrastinare gli adempimenti coitali.

Svegliatemi per l'apokatastasis



asphalto FAQ
categorie Espandi/contrai