bla-bla :: [1] [BDSM] Feminist submission

il pwnezzatore::1765351
è una premessa di carattere principalmente storico, che vede in determinati modelli rappresentativi un legame troppo stretto con determinate dinamiche socio-culturali ritenute decisamente poco virtuose.
Cioè la réclame con la mamma che tira fuori dal forno la cofana di pastasciutta per la figliolanza avrebbe un legame troppo stretto con il tempo buio in cui la forza lavoro delle donne veniva sfruttata dai porci fallocrati?
il pwnezzatore::1765351
la premessa femminista non è fondamentalmente nulla di più di un rifiuto della premessa maschilista.
Mi sembra una contrapposizione lievemente tautologica, resterebbe allora da capire quale sia la premessa maschilista. Forse quella che non ingloba in sé elementi spiccatamente femministi?
il pwnezzatore::1765351
sarà, o sarà che tu di queste discussioni non sai un cazzo -il dove, il come e il perchè- e strumentalizzi il dibattito esattamente come rodolfo dandomi del pirla senza spiegare cosa ci sia di fondamentalmente sbagliato nel ritenere che la storia umana recente (diciamo dai tempi dell'accumulazione primordiale) sia permeata di un maschilismo dirompente, violenza nei confronti della donna, uno sfruttamento della sua forza lavoro non retribuita, e nel ritenere giusto e doveroso supportarne una -foss'anche formale- riscossa sociale (e non parlo tanto del territorio occidentale dove i processi hanno -fatte le dovute eccezioni- con il tempo cambiato profondamente forma, quanto soprattutto in paesi economicamente svantaggiati).
Ti prego di perdonare la mia ignoranza, ma sarà evidente che non faccio dentro e fuori dall'accademia (che poi: ma che riferimento è? lavori come usciere all'università o ti piacciono le robe tipo gloryhole?).
Ciò premesso, non sono intervenuto per strumentalizzare il dibattito né tantomeno per darti del pirla, e ti consiglierei anzi di controllare la tua aura di rosicamento/codone di paglia che mi sembra particolarmente intensa ultimamente. Resta il fatto che chiunque abbia aperto un qualsiasi sussidiario per le scuole medie è al corrente di come la storia umana possa essere sussunta in una serie di rapporti di forza, forza di volta in volta esercitata da determinati gruppi - individuabili sulla base di costanti politiche, etniche, sociali, e perché no anche di genere sessuale - a discapito di altri.
Considerato quindi che questa prospettiva di analisi non mi sembra granché innovativa, per non dire monca e settaria, non capisco come possa concretamente portare alla "riscossa sociale" di cui parli, soprattutto nei paesi del terzo mondo, laddove la miseria mi pare equamente distribuita tra donne e uomini.
il pwnezzatore::1765374
resta che il dibattito era già chiuso a suo tempo
Ahaha e chi minchia sei, Santi Licheri con il martelletto?

Svegliatemi per l'apokatastasis



asphalto FAQ
categorie Espandi/contrai