[fork()]

di sconcertante in quell'articolo c'è solo l'intervento del giornalista

[fork()]

il giornalista? sono d'accordo; il senatore in fondo ha detto solo parole di normale buon senso

[fork()]

Non so, le tesi del Sen. paiono fondarsi su un argomento fisiologico-ippocratico (gli umori, i bodily fluids, il corpo eterico) secondo il quale il germe del peccato allignerebbe in re ipsa nella femmina, contagiando siccome portatrice sana anche il più mansueto degli agnelli.

Svegliatemi per l'apokatastasis

[fork()]

Aspetto (con il cazzo in mano) l'intervento di Rebis a proposito dei suoi umori figacei

“Ma non è meglio se pensi solo alla fica, ritardato di merda?”
(Il tubone)

[fork()]

C'è poi anche da dire che molte femmine che conosco vivono nel costante terrore di essere ghermite da esseri oscuri dotati di poteri sovrannaturali. In particolare, qualche tempo fa ho sentito un'amica ammonire un'altra di stare attenta a chiudere la finestra, perché qualcuno dall'esterno avrebbe potuto guardarla. "O peggio", aveva aggiunto in un'allusione carica di sottintesi sinistri.
Mi sono quindi immaginato la finestra in questione come un'ampia vetrata ogivale, che dal pianterreno avrebbe condotto direttamente alla camera da letto dell'interessata, in grado di concedere al più innocuo dei passanti una visuale completa della vittima semisvestita, e metterlo nelle condizioni di passare ai fatti senza impedimento niuno.
Il contesto - pensavo - sarebbe stato quello di un ambiente rurale, isolato dal consesso umano, ove le leggi di natura più facilmente potrebbero prendere il sopravvento.

Qual è stata la mia sorpresa quando, qualche settimana dopo, ho scoperto che il pertugio peccaminoso da serrare con ogni precauzione era poco più di una presa d'aria posta non in qualche intimo boudoir, ma vicino alla cucina, in un appartamento situato all'ottavo piano del classico casermone r0m4no anni '70.
Se anche qualcuno, dotato di poteri sovrumani, fosse riuscito a organizzare la scalata dell'interno del palazzone senza essere scorto da anima viva, avrebbe dovuto quindi prodigarsi in contorsioni serpentesche per poter penetrare nella strettoia, al fine di poter sorprendere l'amica intenta a prepararsi la cena. E a quel punto, dopo cotanti sforzi, io direi che sarebbe stato poco gentile rifiutarsi.

Svegliatemi per l'apokatastasis

[fork()]

dimentichi il fatto che notoriamente i vampiri (specialmente quelli della bassa piemontese) si trasformano in pipistrelli per passare più agevolmente dai pertugi.
An intellectual is a highly educated man who can’t do arithmetic with his shoes on, and is proud of his lack. (Robert A. Heinlein)
La vita è una malattia incurabile, bisogna solo avere pazienza ed aspettare che passi. (f205v)

caccole e distintivo
[fork()]

scusate se sono troppo laconico, mi riprometto di postare interventi più corposi. volevo fare brevi notazioni:
1) devo effettivamente scrivere una recesione dell'audiovisivo sull'homunculus cuneensis che poi ho visionato (con l'aiuto di ba1ma b0ll0ne)
2) ricordo a pwnezzatore la possibilità di cambiare il titolo di questo thread, apposto da lord h. in tutta fretta (non è obbligatorio)
3) posterò qualcosa sul tema scottante del perché le parole del sen. non sono discriminatorie o lo sono nella misura in cui servono un più nobile fine
4) si, sto in realtà cercando di summonare picard dal mondo dell'oltretomba
DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)

scotto
[fork()]

il tizio ha ragione ma non coglie un punto essenziale. la foemina che gira in minigonna tra i reietti alle tre di notte in posti isolati non lo fa per ingenuità o imprudenza, tranne rare volte.
il fatto è che la foemina rifiuta il linguaggio condiviso. lei, che in tanti altri campi é conservatrice, quando si tratta di comunicare pretende di usare un codice suo, anche se non è condiviso. la fatica orrenda di parlare con le donne nasce proprio dal fatto che si rifiutano di usare il codice comune, e lo fanno anche tra loro. é raro che due donne riescano a comunicare a lungo. prima o poi una delle due sente la necessità di rendersi incomprensibile. questa instabilità é la stessa che si nota nei loro gusti per l'arredamento di casa, che modificano periodicamente senza alcun motivo, o per i colori alla moda: dopo un po' non vanno più bene.
questo vizio, che deriva essenzialmente dalla noia e dall'eccesso (di oggetti, colori, parole) rende le donne agenti del caos e del cambiamento, che raramente é positivo ma è già qualcosa. tuttavia, le rende anche vittime dell'incomprensione, che può essere violenta. dunque esse iniziano a girare vestite da puttane per andare contro il codice e non per ingenuità, e altre seguono, creando così un nuovo temporaneo codice, che tra un po' cambierà ancora.
i maschi, più conservatori su questo punto, si basano sul vecchio linguaggio e in casi estremi scambiano assi per figure, anche perché gli vengono mostrati assi per figure.
se l'uomo si lamenta di non capire la donna è solo perché davvero non la capisce, visto che usa un linguaggio troppo variabile (nel senso; perché invece le parole sono quasi sempre uguali).
da cui il detto, vieto ma vero, che la femmina dice no per dire sì: probabilmente per in periodo l'ha fatto, e poi di botto ha deciso di non farlo più, e gli uomini non colgono il cambiamento.
e nulla vieta che domani incerta di nuovo il significato che attribuisce al no, da cui l'angoscia, per la persona sensibile, e la furia per una bestiale.

[fork()]

psycho::1764932
uh, nella mia limitata esperienza (e nelle mie considerazioni teoriche) se non c'e' di mezzo un rialzamento vale il contrario.
ehm, nello stupro lei non dovrebbe collaborare, però non insisto.

scotto::1764950
se l'uomo si lamenta di non capire la donna è solo perché davvero non la capisce, visto che usa un linguaggio troppo variabile (nel senso; perché invece le parole sono quasi sempre uguali).
rodolfo ti ha già avvertito che non può che essere così
rodolfto::1764855è totalmente fiscalista la nozione secondo cui gli esseri umani determinerebbero il proprio destino solo con proposizioni conscie e ben enucleate e non con mezzi obliqui, semiconsapevoli e comportamentali in senso generale.
peraltro l'unico fiscalista che conosco ha un daspo quindi mi pare che il ragionamento fili.
asphtimer

scotto
[fork()]

io veramente ho detto una cosa diversa, e cioè che le donne si mettono volutamente contro gli altri usando un linguaggio personale. é come se un alieno venuto sulla terra, pur conoscendo la nostra mimica, usasse volutamente la sua, e quindi ad esempio annuisse facendo scorregge.
col tempo forse riuscirà a spiegare che annuire o scorreggiare sono due gesti altrettanto arbitrari e possono tranquillamente significare tutti e due sì o no o qualsiasi altra cosa.
forse riuscirà persino a spingere i terresti ad assentire scorreggiando (e a quel punto cambierà di nuovo codice, per il puro gusto di distinguersi).
é possibile che dopo anni l'alieno ottenga questo, se nel frattempo non è stato ucciso.
ma che si lamenti anche, sembra un po' troppo.

[fork()]

Lord H.::1764953
ehm
hahah the sinful dwarf, paraticamente la realizzazione filmica di luana del vernacoliere
Lord H.::1764953
rodolfo ti ha già avvertito che non può che essere così
che cazzo stai dicendo
Lord H.::1764953
mi pare che il ragionamento fili.
in realtà è un principio banalissimo e dai tempi di freud (gli atti mancati, ecc. ecc. ecc.) oggetto di indagine per fini nobilissimi. diventa evidentemente problematico quando si entra nella sfera del diritto e in parte è anche giusto (o inevitabile) così. pensa a quanti problemi pone una condotta per es. autolesionistica. oppure il consumo di sostanze come l'alcol: nessuno può vantare di essere ignaro degli effetti che può produrre, ma l'eccesso verrà sanzionato se vai in automobile, non (per fortuna) in altre circostanze; eppure è ufficiale che la sostanza rende vulnerabili e può ottundere la volizione. certo difficilmente nuocerò ad altri, ma anche se casco per terra e mi spacco la faccia è perfettamente etico affermare che una parte della responsabilità si deve ricondurre a me. naturalmente uno stupratore non è un palo della luce e proprio per questo merita non solo la sua pena, ma pure le aggravanti. ciò detto, fino alla realizzazione della società senza classi, del femminismo o altri millenarismi, le amministrazioni fanno parcheggi esplicitamente per donne e non ho ancora sentito nessuno lamentarsi; è quindi evidente che con responsabilità la società prende atto di un rischio statistico, eppure non è affatto chiaro perché si gridi all'attentato all'autodeterminazione femminile (fateci caso) laddove qualcuno raccomandi alle donne una condotta anche solo vagamente furba. salto l'aneddotica, ossia la mia esperienza personale in merito. mi limito a dire che queste posizioni idealistiche vengono strombazzate in perfetta ipocrisia, perché non ho mai conosciuto una donna, pure cazzutissima, che nella realtà non applicasse alcune regole di cui si depreca così l'enunciazione.
DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)

scotto
[fork()]

tra parentesi, queste cose inconsciamente le dicono anche le femministe (e oggi tutti).
ad es., spesso dicono che se una donna si mette con le zizze da fuori non lo fa per eccitare i maschi o mostrarsi disponibile, bensì perché così "si sente bene nel suo corpo", e altre cose simili.
é questo è appunto usare una lingua personale, perché tu non puoi ignorare che il tuo modo di vestire comunica qualcosa, e non puoi pretendere che il seno nudo non comunichi qualcosa di attinente al sesso.
tu puoi dare tutti i significati balordi che vuoi al tuo gesto. puoi anche pensare che vestirti da troione significhi che ha una forte spiritualità, ma il resto del mondo continua a usare la vecchia lingua e quindi magari intosta e quando si accorge che tu neghi quel significato si incazza pure. perché chiunque si agita e si irrita quando l'altro usa parole comuni in un senso del tutto diverso. una lingua straniera irrita meno di una apparentemente familiare che invece si scopre incomprensibile.
chiaro che le cose cambieranno, le lingue cambiano, ma ci vuole tempo, molto tempo.

scotto
[fork()]

che poi c'è un altro problema: si contano gli stupri, ma non i mancati approcci.
l'uso arbitrario del linguaggio in realtà è così diffuso che dovremmo sorprenderci di quanto sia piccolo il numero delle aggressioni.
un uomo su centomila diventa uno stupratore, ma quante migliaia restano invece paralizzati da un linguaggio che non ha senso?
la maggior parte dei maschi in realtà rinuncia ad approcciare perché teme di fraintendere il messaggio. ormai siamo così abituati all'incomprensibilità dei segnali che preferiamo lasciare invece che rischiare un cazziatone, se non una denuncia.
e questo spiega perché le femmine si lamentano sia degli stupri che della crescente freddezza maschile.
il secondo fenomeno in realtà é assai più preoccupante.

[fork()]

scotto::1764958
chiaro che le cose cambieranno
ma perché poi? cioè, che le cose cambiano: d'accordo. ma non ho capito la direzione.
scotto::1764958
on puoi ignorare che il tuo modo di vestire comunica qualcosa
beh, no, certo. che poi è quello che ho detto alla decussa e mi pare sia stato detto altre volte su queste pagine. per onestà va detto che il corpo femminile è una responsabilità e financo un peso e questo, a mio vedere, è uno dei motori più negletti (e in parte occultati) all'origine delle rivendicazioni di genere dal secolo scorso. il corpo femminile, con la sua seduttività o la sua debolezza vera o presunta, deve essre superato, ignorato, tolto dal gioco, ecc. proprio perché, secondo me, parla continuamente di differenza. oppure deve essere liberato, ma proprio per dissacrarne il valore. sebbene spesso venga chiamato in causa il "patriarcato" è vero che il corpo è al centro di conflitti e - aggiungo io - patologie psichiatriche importanti. però anche da una posizione più neutrale, per esempio quella che riconosce che il discorso sul corpo (e il body shaming) sono problemi molto più femminili che maschili, bisogna ammettere che quel corpo è un grandissimo troiaio (detto, da parte mia, con amore).
DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)

scotto
[fork()]

e bisogna essere razzisti senza perdere la negrezza

stai sbracando
[fork()]

scotto::1764961

e bisogna essere razzisti senza perdere la negrezza
cosa che secondo me ai napoletani riesce benissimo almeno dal XVIII secolo
DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)

[fork()]

rodolfo::1764946

scusate se sono troppo laconico, mi riprometto di postare interventi più corposi. volevo fare brevi notazioni:

1) devo effettivamente scrivere una recesione dell'audiovisivo sull'homunculus cuneensis che poi ho visionato (con l'aiuto di ba1ma b0ll0ne)

2) ricordo a pwnezzatore la possibilità di cambiare il titolo di questo thread, apposto da lord h. in tutta fretta (non è obbligatorio)

3) posterò qualcosa sul tema scottante del perché le parole del sen. non sono discriminatorie o lo sono nella misura in cui servono un più nobile fine

4) si, sto in realtà cercando di summonare picard dal mondo dell'oltretomba

Ma in che senso hai visionato, ti ci sei recato?

[fork()]

no, l'ho poi visionato (l'audiovisivo) nel senso che l'ho visto con ritardo. ti dirò che col senno di poi ne avevo ottimi motivi.
DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)

[fork()]

vabbe raga i casi di falsi stupri verso immigrati trasformatisi in pogrom ne abbiamo già avuti tanti, perchè per i carabinieri dovrebbe essere diverso (soprattuto considerando la proverbiale troiaggine delle americagne) ? d'altro canto è vero che una tale confidenza verso un civile durante il servizio dovrebbe essere evitata da un elemento dell'arma per buonsenso oltre che per regolamento e già questo dovrebbe qualificare i nostri come dei coglioni aldilà del fatto che lo stupro sia avvenuto o meno.

[fork()]

ci sono già in giro commenti che insinuano che la vicenda dei carabinieri di Firenze è stata montata ad arte da Renzi per screditare l'Arma in vista dello scandalo delle intercettazioni?

se non ci sono ancora, mettiamoli noi.
Do not argue with an idiot. He will drag you down to his level and beat you with experience.

[fork()]

scotto::1764955
cioè che le donne si mettono volutamente contro gli altri usando un linguaggio personale
potrebbe anche darsi che usino volutamente un linguaggio personale e questo le metta contro gli altri. Per rimanere alla metafora calcistica non è che i tifosi dell'altra squadra vestono i colori dei nemici (solo) per dar fastidio ai fiscalisti.

rodolfo::1764957
che cazzo stai dicendo
dico che sei un coglione, ecco cosa dico! (ringrazio la ex di vision-x per la gag).
asphtimer

[fork()]

Lord H.::1764976
Per rimanere alla metafora calcistica non è che i tifosi dell'altra squadra vestono i colori dei nemici (solo) per dar fastidio ai fiscalisti.
vero, infatti è chiaro che l'opposizione è funzionale, che poi è anche il mio pensiero. la cultura, prima di essere sessista che è un'istanza partticolare, è sessuata. questo da solo genera un problema per una serie di soggetti (problemi che io comprendo). ma hai voglia a parlare di stereotipi: la cultura è convenzionale per definizione.
DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)

[fork()]

E chi scherza, crocchiante crrrrrrrr. L'entusiasmo cretino e superficiale per il GENDER non può che incorrere negli analoghi & pentiti sbagliezzamenti adolescenziali per cose come il tatuaggio nazigay sul pettorale scolpito, il pear sing in acciaio alla nasca, il liceo artistico, l'iscrizione all'UAAR (o a Rifondazione, sigh).

[fork()]

Hahah aspetta, il liceo artistico è stata senza ombra di dubbio la migliore esperienza avuta in vita in un'istituzione dello stato italiano.

asphalto FAQ
categorie Espandi/contrai