recensioni :: [1] I film (di astronavi) del 2014

rodolfo::1763914
il nucleo della storia è il topos immortale del conflitto tra sessualità e senso di colpa, tra adolescenza e mondo adulto, qui però declinato in maniera molto più espressiva grazie a punte di iperrealismo (che di sfuggita ricordano van sant) al servizio di un'opera che nel complesso è simbolistica.
It Follows si fonda concettualmente una metafora, ma evita la trappola di un meccanicismo riduzionista proprio in virtù della narrazione di cui hai ben colto l'iperrealismo.
rodolfo::1763914
è evidente l'ispirazione - se non, in qualche dettaglio, il tributo - ai grandi cult americani del genere (a cavallo tra 70/80).
È un esempio di derivativo soddisfacente, in grado di arricchire l'opera anziché banalizzarla in una semplice rimasticazione.
rodolfo::1763914
anche nella sua apparente incollocabilità temporale (abilmente costruita: non si capisce mai del tutto se si svolge ieri o nel 1989)
Sembrerebbe un'ucronia, dove non esiste internet ma la gente usa degli e-reader a forma di cozza.
rodolfo::1763914
film pienamente sufficiente, bella scoperta.
Osta ad una valutazione più generosa la costruzione di alcune sequenze (prima tra tutte il rendez-vous in piscina) che sembrano organizzate per raggiungere l'effettone scenico in maniera volutamente artificiosa.

Svegliatemi per l'apokatastasis


asphalto FAQ
categorie Espandi/contrai