richiesta bla-bla :: Scotto, ho bisogno del tuo illuminato parere

Questa mattina, ho avuto necessità di recarmi al tribunale di Milano per ottenere il certficato del Casellario Giudiziale, completo con urgenza, euri 23,68 di marca e circa 1 ora e 40 di attesa allo sportello.(1)

Ho impiegato il tempo della coda nell'osservare la varia umanità che circola per il tribunale e sostanzialmente vi sono 3 categorie di persone:
1) i delinquenti. I quali (e le quali, savasandir) essendo che a parole sono tutti innocenti, ma nell'animo sanno di essere delinquenti, si vestono da delinquenti, si atteggiano da delinquenti e di fatto si autocondannano alla pena che tanto vorrebbero svangare ma pur si meritano.
2) gli sbirri. I quali alla fine hanno le stesse facce e gli stessi atteggiamenti dei delinquenti, li distingue solo l'indossare la divisa. Ed infatti un pajo di loro che erano in abiti civili li si sarebbe detti fra i peggiori dei delinquenti che circolavano li attorno, non fosse per il fatto che poi si sono ritrovati al bar a bersi il caffe con i colleghi in divisa discutendo su chi di loro avrebbe dovuto fare il prossimo turno e suggerendosi trucchi per svangarlo (come il più infimo degli impiegati di stato).
3) gli avvocati. I quali, seppur con paramenti paludati e portamenti altezzosi, sono alla fine la specie peggiore di delinquente che frequenta i tribunali: essi infatti nulla anelano della GIUSTIZIA, ma solo cercano il più basso dei tornaconti personali, con manovre ed intrallazzi da far impallidire un usuraio ebreo.

Disgustato da questo spettacolo di umanità nient'affato varia, ho dovuto alla fine constatare che gli unici con una dignità ed un atteggiamento non delinquenziale sono gli impiegati del tribunale dietro gli sportelli, che nel loro fancazzismo parastatale riescono comunque a fornire al cittadino quel servizio minimo che gli si richiede, senza infamia e sanza lode.



Come nota di colore, ho visto ben 3 delinquenti (ed era la prima volta che mi capitava) che portavano sul collo, poco sotto l'orecchio, un tatuaggio rosso a forma di labbra, come fossero appena stati baciati da qualcuno con un rossetto troppo pastoso e troppo vistoso.
2 di questi erano dentro il tribunale, in attesa di non si capisce cosa; il terzo l'ho visto poco dopo in metropolitana, accompagnato ad un tossico del genere che credevo estinto nei primi anni '90 (eroina).
Tutti e 3 questi delinquenti erano vestiti in una maniera che sarebbe stata poco adatta anche per una passeggiata sul lungomare di Posillipo, figurarsi fra le austere mura del tribunale, tanto anelanti di somma Giustizia!
Erano certamente italiani, e trasudavano letteralmente terronaggine della peggiore specie. Ogni loro movenza, ogni verso bestiale che usciva dalle loro gole, ogni particolare dei vestiti, dei capelli, dei gioielli era un inno alla terronitudine, alla mafiosità, alla camurriia.
In ultima analisi, ho quasi difficoltà a definire umani degli esseri simili; sono da me tanto lontani che potrei considerare un bonobo più mio simile di loro.

Torno a casa spossato da questa esperienza, ed ancor più intristito del solito circa le umane sorti e progressive.

(1) ovviamente gli orari e l'indirizzo riportati sul sito del MinGiust sono sbagliati e non corrispondono a quelli veri. Quando l'ho fatto notare all'ufficio informazioni mi hanno alzato un sopracciglio, quasi stupiti che un cittadino comune e mortale si permettesse di rilevare una cosa così banale.
An intellectual is a highly educated man who can’t do arithmetic with his shoes on, and is proud of his lack. (Robert A. Heinlein)
La vita è una malattia incurabile, bisogna solo avere pazienza ed aspettare che passi. (f205v)

[fork()]

Lord H.::1762364
Ci sono anche altre differenze
sono purtroppo impegnato ad evitare una farcitura di cazzi in RL e quindi non riesco ad appoggiarla tempestivamente ad effe (a cui dò la mia delega) nel dibattito sul valore assoluto / relativo della merda (l'argomento sarebbe meritevole di fork + violentissimo scambio di opinioni)
L'ultimo dei boia da cani

[fork()]

CR 13::1762381
sono purtroppo impegnato ad evitare una farcitura di cazzi in RL e quindi non riesco ad appoggiarla tempestivamente ad effe (a cui dò la mia delega) nel dibattito sul valore assoluto / relativo della merda (l'argomento sarebbe meritevole di fork + violentissimo scambio di opinioni)
lasciamo pure che effe e gonzo si scannino su quella roba, io se possibile preferirei discutere di quello che ho detto: beni materiali e immateriali si comportano in modo diverso, la maggior parte di noi si aspetta che invece seguano le stesse regole e questo è un errore cognitivo tanto concreto che è stato possibile sfruttarlo ripetutamente.
Se serve un po' di contesto all'origine della riflessione c'è questo ragionamento.
asphtimer

[fork()]

Ciao stronzi come va? Il mio angelo custode mi detto che si parlava bene di indiani così mi sono fiondato qui. Ma che fine ha fatto il glorioso A3?
Fra::1762195
Non è che chiunque abbia la pelle scura sia automaticamente negro. Anche perché sfido chiunque a definire "inferiori" gli indiani.


Io gli indiani li ritengo inferiori non solo ai negri ma persino ai napoletani. Almeno i negri hanno un fisico oggettivamente superiore. Almeno i napoletani non sono juventini. Gli indiani sono brutti più degli scarrafoni, viscidi cafoni e secondo me tifano pure juve. Cacano nelle strade designate e si puliscono il culo con la mano (sinistra). Mano lercia che poi usano per mandarmi spam dimmerda con richieste di lavoro ogni giorno porco il loro dio, e accidenti a chi li ha connessi all'Internette. E nel farlo vestono nomi anglosassoni per mascherare la loro pelle scura e puzza di povertà indecorosa (perché si può essere anche poveri ma molto dignitosi). Invero ciò li accomuna a molti napoletani che chiamano i figli Kevin, Maicol, Sharon ecc. Povertà indecorosa che non va via nemmeno quando si arricchiscono, come gli zinghi ci insegnano. Questo li diffenzia dai napoletani, che in rari casi hanno decoro e capacità di civilizzazione indipendentemente dallo status sociale (ma su questo mi rimetto al parere dei salernitani).
ASCOLTA A PEPPEGRILLE!!

[fork()]

Lord H.::1762390
beni materiali e immateriali si comportano in modo diverso
Che i beni materiali ed immateriali abbiano funzioni e fruizioni diverse è fuori di dubbio, ed io non ho mai sostenuto il contrario.
Io ho detto che chi tratta (produce/commercia/consuma) beni materiali SI COMPORTA ALLO STESSO MODO (nel bene e nel male) di chi tratta beni immateriali.
E questo perché i 2 soggetti hanno in comune la più profonda delle caratteristiche: il 99,999999999999999% del DNA.

Ovverosia la mia apodittica sentenza è riferita alla natura umana (i bottegai) e non ai beni (scarpe/denari).
An intellectual is a highly educated man who can’t do arithmetic with his shoes on, and is proud of his lack. (Robert A. Heinlein)
La vita è una malattia incurabile, bisogna solo avere pazienza ed aspettare che passi. (f205v)

[fork()]

si' ma chi tratta beni immateriali finisce inevitabilmente col fare come i cebi cappuccini del celebre esperimento, e questo per il banale fatto che i beni immateriali sono LO STERCO DEL DEMONIO.
Do not argue with an idiot. He will drag you down to his level and beat you with experience.

[fork()]

IMHO, quell'esperimento (unito alla mia precedente affermazione circa il fatto che chi crede nel valore assoluto di un bene alla fine crede in dio), potrebbe essere se non una prova almeno un indizio che anche i cebi cappuccini credono nel NOSTRO SIGNORE GIESU' GRISTO a riprova della grandezza della fede.
An intellectual is a highly educated man who can’t do arithmetic with his shoes on, and is proud of his lack. (Robert A. Heinlein)
La vita è una malattia incurabile, bisogna solo avere pazienza ed aspettare che passi. (f205v)

[fork()]

gonzokampf::1762366
Non so chi ti voglia convincere del contrario, facevo semplicemente notare che il mafioso medio non è meno presentabile del suo equivalente borghese inteso in senso estetico-flaubertiano, non marxista.


Prendo atto delle tue rettifiche rispetto a quanto prima affermato.
autostrada con le scale
avocado saponetta
tricipite basket
(allegrodemiurgo)

[fork()]

il tubone::1762400
Prendo atto delle tue rettifiche rispetto a quanto prima affermato
Non vedo perché dovrei rettificare, visto che la comparazione iniziale, come già ricordato, era:
gonzokampf::1762038
I capibastone di qualsiasi rispettabile organizzazione malavitosa risultano più signorili della media del titolare di PMI
Poi ci sarebbe un discorso più sfumato che riguarda invece i vertici di ultima generazione, che storicamente non fanno vita di strada, non spaccano teste o tendono agguati, perché nella maggior parte dei casi i genitori tendono ad avviarli verso esistenze almeno in apparenza più rispettabili. Per questi fenomeni non ho contezza diretta, quindi non me la sento di svellere le tue convinzioni, che però mi sembrano quantomeno datate.
Lord H.::1762390
beni materiali e immateriali si comportano in modo diverso, la maggior parte di noi si aspetta che invece seguano le stesse regole e questo è un errore cognitivo tanto concreto che è stato possibile sfruttarlo ripetutamente.
Il denaro è un bene materiale, a differenza degli strumenti finanziari, e comunque la distinzione un minimo significativa è quella che intercorre tra valore (=le scarpe) e strumenti di circolazione di valore (=il denaro e alcuni strumenti finanziari).
Per i secondi c'è un atteggiamento di sospetto, almeno in alcune culture, perché vengono recepiti come un'astrazione rispetto alla sfera dei bisogni dell'uomo. Riconosciamo la necessità di avere un tetto sulla testa, un po' meno quella di accendere un mutuo per dotarci di quel tetto.
L'astrazione tra strumento (capitale erogato nel mutuo) e valore (il tetto sopra la testa) presuppone una distanza tra quello che è e quello che appare; la medesima distanza la si ritrova nella finzione o nell'inganno, che è una finzione perpetrata a danno di altri.

L'errore cognitivo che denunci c'è perché in nuce questi beni e strumenti vengono costruiti e disciplinati seguendo gli stessi paradigmi già utilizzati per i beni materiali. Pensa ad es. agli interessi (le usurae) concepiti come frutti del capitale, come se lo stesso fosse un albero di ulivo o una coltivazione.
Anche per i tanto agognati diritti della persona (autodeterminazione, libertà sessuale, etc.) vengono utilizzate le tecniche di tutela della proprietà fondiaria o della contrattualistica, con esito paradossale: vedasi tutta l'attenzione sul consenso come modo di espressione della volontà, che può indifferentemente autorizzare l'operazione chirurgica o il rapporto penetrativo.

Svegliatemi per l'apokatastasis

[fork()]

gonzokampf::1762415
Anche per i tanto agognati diritti della persona (autodeterminazione, libertà sessuale, etc.) vengono utilizzate le tecniche di tutela della proprietà fondiaria o della contrattualistica, con esito paradossale: vedasi tutta l'attenzione sul consenso come modo di espressione della volontà, che può indifferentemente autorizzare l'operazione chirurgica o il rapporto penetrativo.

aspetto che per altro -mi accingo a spostare un pelo il focus della discussione- è saltato fuori da sotto il tappeto nella polemica sul vaccino, che io avevo seguito male, non avevo capito cioè che lo stato si volesse comunque arrogare il diritto di richiedere al privato la firma di un waiver, nonostante il vaccino sia obbligatorio. non conosco a fondo la questione ma se così fosse questa roba ha del pittoresco.

[fork()]

f205v::1762396Io ho detto che chi tratta (produce/commercia/consuma) beni materiali SI COMPORTA ALLO STESSO MODO (nel bene e nel male) di chi tratta beni immateriali
e secondo me sbagli perché i beni immateriali si comportano in modo diverso da quelli materiali e chi trattasse gli uni allo stesso modo degli altri sarebbe presto costretto a cambiare lavoro.
Detto questo a me affascina l'esistenza di questo errore cognitivo*, no fare il gorilla da tastiera.

gonzokampf::1762415
Per i secondi c'è un atteggiamento di sospetto, almeno in alcune culture, perché vengono recepiti come un'astrazione rispetto alla sfera dei bisogni dell'uomo.
ok, ma è una questione slegata da quella che dico io (puoi essere diffidente e cascarci mani e piedi lo stesso).


* per lo stesso motivo per cui mi è piaciuto quel racconto di asimov dove l'assassino si tradisce perché non riesce ad afferrare un oggetto che gli hanno lanciato, dimostrando così la sua recente permanenza in un posto con gravità diversa da quella terrestre (mentre il suo alibi lo collocava sul pianeta): rendermi conto che c'è questo problema mi fa sentire più intelligente
asphtimer

[fork()]

Lord H.::1762428
e secondo me sbagli perché i beni immateriali si comportano in modo diverso da quelli materiali e chi trattasse gli uni allo stesso modo degli altri sarebbe presto costretto a cambiare lavoro.

uhm, concordo con te sul differente "comportamento" dei beni materiali da quelli immateriali, ma non sul fatto che la natura umana porti a comportarsi in maniera diversa in un caso o nell'altro.
O, per meglio dire: il bias nel confronto di strumenti immateriali (correttamente delineato da gonzo) che si manifesta con un range di emozioni che vanno dall'alzata di spalle alla fatwa eterna, pone spesso gli operatori di fronte a scelte morali che in linea di massima gestiscono male (ma lo stesso si potrebbe dire per tutta una serie di beni materiali che pure porta con sé bias morali, dagli alcolici ai tabacchi, dalle armi ad una serie di cose che sono tabu in determinate culture (prova a commerciare dildo con un talebano dell'isis!)).
E le gestiscono male proprio perché in linea di massima la natura umana si comporta in maniera piuttosto semplice e poco sofisticata di fronte alle scelte economiche. Conseguenza di questo è che non distingue la differenza fra beni materiali ed immateriali, e prende le stesse decisioni indipendentemente dal bene che si trova a trattare.

Quanto sopra non deriva da accurati studi universitari, ma molto banalmente dalla mia osservazione diretta delle persone che incontro e di quelo che fanno (ed a posteriori delle scelte che ho fatto io più volte in passato - con conseguenti errori).
An intellectual is a highly educated man who can’t do arithmetic with his shoes on, and is proud of his lack. (Robert A. Heinlein)
La vita è una malattia incurabile, bisogna solo avere pazienza ed aspettare che passi. (f205v)

scotto
[fork()]

comunque oggi ho avuto la prova di un fatto che sospettavo da diverso tempo, e cioè l'esistenza di un'occulta camorra formata da sbirri e negri.
avevo già notato che i vigili parlottano spesso coi negri stazionanti davanti ai negozi e ai supermercati. non li redarguiscono, anzi sono palesemente in combutta con loro, come in genere con tutti i delinquenti.
da quel che ho capito, gli sbirri usano i negri come sentinelle e come spie, e gli chiedono anche notizie degli automobilisti, in modo da poterli multare in sicurezza.

scotto
[fork()]

mi auguro che il vile affossatore lasci la macchina due minuti in seconda fila così che il negro possa allertare le autorità.
Scotto, ho bisogno del tuo illuminato parere
[ignorato - rating -1]: clicca qui per leggerlo

[fork()]

il pwnezzatore::1762377
alcuni hanno ravvisato


A chi ti riferisci nello specifico?
Eh, non me lo ricordo. Potrebbe trattarsi, in ordine decrescente di probabilità:
1. Di John Searle quando spiega l'attribuzione funzionale della moneta;
1.2. Di Searle che cita qualcun altro, discostandosene, quando spiega l'attribuzione funzionale della moneta;
3. Di Weber quando parla della società in accomandita;
4. Di Sombart (citato da Weber).
f205v::1762380
Gonzo, confondi il valore assoluto con il valore di scambio.
Ad un livello più semplice, parlavo di valore e di strumenti di circolazione dello stesso.

f205v::1762380
Adesso aggiungi pure il valore intrinseco (ed anche quello non esiste, se non nella percezione del valore di scambio che sei disposto a tributare a quel determinato bene in quel determinato momento ed in quel determinato contesto. Cambi solo uno dei fattori ed il valore "intrinseco" (1) cambia). Guarda che il prossimo passaggio nel tuo ragionamento è quello di dire che il valore "intrinseco" della banconato da 100 Euri è circa 0,30 euri di carta ed inchiostro, il resto è SIGNORAGGIO!!!!1!
Il resto è attribuzione funzionale. Nel senso che ci siamo messi d'accordo che quel pezzo di carta da 0,30 centesimi (x) in determinati contesti può valere 100 (y); il valore di 100, a sua volta, è esposto a fluttuazioni. Mentre la scarpa tendenzialmente nasce e muore come un fatto bruto.
vincibile::1762094
gli ho dovuto citare i codici
Tu sei pazzo e devi stare molto attento a fare certe cose.

Svegliatemi per l'apokatastasis

[fork()]

gonzokampf::1762472
Di John Searle quando spiega l'attribuzione funzionale della moneta

googlandolo ho scoperto che é al centro di un discreto crossfire.

asphalto FAQ
categorie Espandi/contrai