politica bla-bla :: Airify my perineum // il thread della crisi immobiliare 4.0

mentre le fini menti politiche italiane pianificano sofisticate regolamentazioni del mercato volte ad evitare la notte delle imposte, seguendo il solco del giá affannoso percorso intrapreso da alcune metropoli europee, ecco che nelle cittá italiane miscelando il tipico quadro familiare senzalavoroecolcontoinrossomaconl´appartamentochenessunomaicompreráereditatodalnonnoconlespesechelevati con airbnb si é ottenuto un vero e proprio elisir del cagare, capace di volatilizzare nel giro di pochi mesi interi mercati immobiliari.
A Bologna nel 2006, quando vi soggiornai giovane e rampante (ubriaco), le case erano fottutamente care ma l'offerta era infinita, era solo questione di capire come e chi te l'avrebbe messa nel culo meglio.
oggi -mi racconta un amico in cerca di casa- non si trova un cazzo nemmeno a voler tirar fuori 600 euro per un monolocale + mazzetta all'agenzia. semplicemente non c'è offerta per affittuari, solo agenti immobiliari che fanno spallucce e ti consigliano di comprare, mentre airbnb ha avuto un boost in un anno del 135%.

qual'è il destino dei centri storici italiani? chi di voi ci campa svergognatamente?

nel frattempo mi sono registrato a guest2guest, interessante modello di scambio casa senza soldi, basato sui GP (guestpoints), da guadagnare ospitando gente a casa propria e sponsorizzando la piattaforma. solo grazie a iscrizione e invitando un paio di amici si guadagnano abbastanza GP da permettere un paio di notti da qualche parte, e l'offerta è in rapida crescita.

/thread

scotto
[fork()]

normalmente avrei pensato la stessa cosa ma stamattina ero fresco di doccia e ancora olezzante di raffinati sciampoes (johnson baby).

[fork()]

Sono stato a Firenze iersera e questa mattina.
La città si è a me presentata bellissima questa mattina fra le 07.30 e le 09.30 - sole, pochissima gente in giro (solo fiorentini), scorci improvvisi fra i palazzi che ti guidano l'occhio diretto sulla cupola del brunellesci, Orsanmichele in gran fasto, con 2 pale lignee a tempera a dir poco sfolgoranti.
Poi mi son fermato mezz'ora al bar Gilli a prendere la colazione, sono uscito alle 10.00 e sembrava che ci fosse passato l'uragano katrina: turisti da tutte le parti, per andare a lungarno c'era da sgomitare fra la gente; entrare in duomo richiedeva circa 2 ore di coda in piedi; torme di extranegri e zingari a molestare tutti; orridi pezzi di pizza alla plastica, gelato alla plastica e cappuccini alla plastica venivano mesciuti ad emfisemici cinesi banfoni che trangollavano il tutto quasi fossero morenti per la fame.
Me ne sono andato pervaso da un vago senso di schifo.
An intellectual is a highly educated man who can’t do arithmetic with his shoes on, and is proud of his lack. (Robert A. Heinlein)
La vita è una malattia incurabile, bisogna solo avere pazienza ed aspettare che passi. (f205v)

[fork()]

Bravo il turista che odia gli altri turisti! Un criminale piange per la società che si fa più delinquenziale.

Possibili soluzioni al problema:
1. Ogni città può essere prenotata da max 200 turisti al giorno, che verranno divisi per gruppi e famiglie, ciascuno dei quali dovrà seguire un percorso definito per orario e luogo, in maniera da evitare l'incontro con gli altri gruppi di turisti.
2. Bombardare Firenze con virus mortali fulminanti. Il virus espleta la sua funzione solo sull'individuo con cui viene a contatto e non può essere trasmesso ad altri. La virulenza del materiale infettivo irrorato su Firenze ha una durata di giorni 5, dopodiché si deteriora e sarà necessaria nuova irrorazione (ogni lunedì, sì da consentire una tregua tra sabato e domenica). I fiorentini, ma non è strettamente necessario, verranno vaccinati con un'unica dose permanente. Ai turisti viene somministrato (a pagamento) un vaccino temporaneo della durata di quattro giorni rinnovabili per un max di tre rinnovi per mese lunare. Vaccini di durata più lunga possono venire inoculati a coloro che sono in grado di dimostrare di dover permanere in Fiorenza per ragioni diverse da turismo, accattonaggio ecc. Iniziative culturali, d'intrattenimento e ricettive ispirate al Decamerone richiederanno l'approvazione dell'Assessorato Competente, al fine di garantire una lettura filologica del capolavoro boccacciano (no cose americane).

[fork()]

Ero a Firenze per lavoro non per turismo.
An intellectual is a highly educated man who can’t do arithmetic with his shoes on, and is proud of his lack. (Robert A. Heinlein)
La vita è una malattia incurabile, bisogna solo avere pazienza ed aspettare che passi. (f205v)

[fork()]

paliativi?
DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)

[fork()]

f205v::1767160

Sono stato a Firenze iersera e questa mattina.

La città si è a me presentata bellissima questa mattina fra le 00.30 e le 03.30 - passeggiatrici sole, pochissima gente in giro (solo fiorentini puttanieri come me), scorche improvvise fra i palazzi che guidano l'occhio diretto sulla cappella del brunellesci, la Trans Micheala in gran fasto, con 2 palle lignee e verga a dir poco sfolgoranti.

Poi mi son fermato mezz'ora al bar Gilli a prendere la colazione nel culo (uno sfilatino di 20cm), sono uscito barcollando per il male al culo alle 10.00 perché sembrava che nel mio culo ci fosse passato l'uragano katrina

Me ne sono andato pervaso da un vago senso di schifo.

[fork()]


Il virus espleta la sua funzione solo sull'individuo con cui viene a contatto e non può essere trasmesso ad altri. La virulenza del materiale infettivo irrorato su Firenze ha una durata di giorni 5, dopodiché si deteriora e sarà necessaria nuova irrorazione

Premetto che non sono razzista ma i napoletani però. E anche che in parte guadagno grazie a questo settore. La rovina qui è il turismo di massa mordi e fuggi. Appesta la città. Le istituzioni ne sono coscienti e cercano di arginare con iniziative direi omeopatiche, piuttosto nulli i risultati. Oltre ai turisti da mattina a sera (non ai livelli di Venezia, RIP) la maggior parte soggiorna 2-3 giorni. Tanto dicono di vedere tutto. Tutto = Accademia, Uffizi + gelato, pizza a taglio, McDonalds, negozi di cianfrusaglie. La maggior parte viene per dire che c'è stata, non capiscono una beata fava di quello che stanno vedendo, soprattutto yankee. Solitamente quelli più acculturati sono i francesi (e per questo più critici sulle cose che non funzionano), osano camminare anche verso mete sconosciute. Gli yanks spesso ti guardano con sospetto se suggerisci un luogo/museo non è certificato dal Messia R1ck St3v3s, fino a dirti "no, io visito solo quelli raccomandati da lui". Ha inondato di ciccioni le Cinque Terre 'sto tizio, per farvi capire. Per poi lamentarsi, anni dopo, "ci sono troppi turisti".

Quindi il problema è come allungare la permanenza media e tagliar fuori il turismo cafone, che spende soldi in cafonate, per cui aumentano i negozi cafoni a danno di altri. La mia soluzione sarebbe rimpatriare i napoletani e vietare i loro cibi etnici. Chiuderebbero le pizzerie. Senza pizza i turisti più cafoni non saprebbero cosa mangiare ed eviterebbero la città, inondando Pisa e finalmente distruggendola. Sì forse andrebbero nei fast food e quindi non risolveremmo il problema turisti. Però almeno non avremmo più fra noi persone di etnia napoletana. Non è poco.

ASCOLTA A PEPPEGRILLE!!

[fork()]

Ho il fondato sospetto che il problema non stia affatto nel mordi e fuggi e che possiamo ragionevolmente circoscriverlo ricorrendo al solo concetto di turismo di massa. Dovremmo probabilmente anche farci un esamino di coscienza perché non è del bifolco cinese la scelta di adeguare l'offerta alla domanda seguendo il solo criterio del profitto.
Edit: rimane fittissimo, irrisolto ed irrisolvibile, al pari del mistero dei negri, quello della liquefazione del sangre di S. Gennaro. Mi astengo dunque dall'entrare nel merito.
L'ultimo dei boia da cani

[fork()]

CR 13::1767245
Dovremmo probabilmente anche farci un esamino di coscienza perché non è del bifolco cinese la scelta di adeguare l'offerta alla domanda seguendo il solo criterio del profitto.
Farinetti a me fa schifo, lombrosianamente è il ritratto del mercataro disonesto, con occhietti privi di luce, naso contadino, mani piccole e ritorte, pronte a stringersi attorno al collo del prossimo. Oltretutto in una recente intervista lo sentivo declamare le bellezze del patrimonio culturale italiano, un po' come se lui fosse il padroncino di tutto e ci mostrasse le cassette di frutta o i bustoni di ravanelli ancora sporchi di terra - tutta roba buona!.
Dietro la patina dell'oste-mecenate traspariva un amore inconfessabile, da bulimico, per l'abbondanza, l'accumulo, il flusso di cassa che indifferente fagocita i pomodori biodinamici come anche i capitelli del palladio. E il problema è che questo tipo di approccio ha vinto, genera ricchezza e consenso, e chi si permette di obiettare viene presto relegato al ruolo di Severgnini del pensiero tradizionalista.

Svegliatemi per l'apokatastasis

[fork()]

gonzokampf::1767258
questo tipo di approccio ha vinto
probabilmente (anche) perché l'essere umano oggi non ha il tempo ed evidentemente la voglia di viaggiare come si conviene. Esso si limita per lo piú a considerare il viaggio come un'esperienza sensoriale e di consumo fine a se stessa, ove il luogo scelto identifica solo il tipo di vizio nel quale indulgere.
L'ultimo dei boia da cani

[fork()]

vincibile::1767260

CR 13::1767259viaggiare come si conviene


E come si conviene?

Ma infatti non si conviene in nessun modo. La strategia tipica del turista critico è quella di evitare i grandi snodi del turismo (specie quello internazionale) preferendovi luoghi ancora parzialmente catalogabili come esotici, ovvero non disegnati a misura di turista. Il che in Italia oramai significa i paesini abbandonati nel cuore della calabria e della sicilia.
Questa comunque finisce comunque per essere un compromesso, il turista critico vive criticamente la sua dimensione di turista sentendosi in colpa ovunque va, cercando espedienti per adattarsi nella folla, nei limiti in cui è possibile (non se sei alto 1.90 e bianco in malesia).
Come ultima spiaggia c'è quella deviaggiare con un progetto da realizzare, o quella del turismo militante, andare a incontrare gruppi di attivisti e dedicarsi per un paio di settimane alla loro causa, sentendosi così si turista, ma turista antagonista.

[fork()]

il pwnezzatore::1767261
o quella del turismo militare, andare a sparare a gruppi di attivisti e dedicarsi per un paio di settimane alla loro eliminazione, sentendosi così si turista, ma turista antagonista.
An intellectual is a highly educated man who can’t do arithmetic with his shoes on, and is proud of his lack. (Robert A. Heinlein)
La vita è una malattia incurabile, bisogna solo avere pazienza ed aspettare che passi. (f205v)

[fork()]

ma infatti esiste pure quello, praticatissimo tra le giovani fronde di camerati votati alla missione della "white europe of brotherly nations".

[fork()]

che poi a pensarci: per anni ci hanno ammorbato il cazz spiegato che in italia avremmo potuto e dovuto fare a meno di industria pesante, metallurgia, cantieristica e software perche' siamo o paese chiu' bello du munno e avremmo potuto campare splendidamente attirando turisti dal tutto il mondo che avrebbero pagato oro per visitare le nostre grazie a deliziarsi con la nostra cucina.
Il ragionamento vincente che ha portato paesi come egitto, costarica e thailandia ai vertici economici mondiali
Adesso che il pericolo di essere una nazione con una politica industriale ed energetica degna del nostro secolo e' finalmente scampato possiamo dedicarci a smontare con calma il business del cibo e del turismo



quando il saggio indica la luna lo stolto si infila delle scolopendre nel cazzo

[fork()]

io predico contro il turismo da anni ma come al solito i miei meriti saranno riconosciuti solo dopo morto

[fork()]

gonzokampf::1767258
chi si permette di obiettare viene presto relegato al ruolo di Severgnini del pensiero tradizionalista.
ho intravisto una nuance autobiografica, ammettilo che ti stai facendo crescere anche un ipertricotico frangettone
DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)

[fork()]

il pwnezzatore::1767261
turista critico
il pwnezzatore::1767261
ancora parzialmente catalogabili come esotici
ma va cagare va.

detto ciò il turista critico non è un turista e quindi non va in vacanza, mai. fa dei viaggi, di rado e ben finalizati.
DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)

[fork()]

rodolfo::1767283
ma va cagare va.


vedi come fai fatica ad argomentare? e secondo te questa

rodolfo::1767283
detto ciò il turista critico non è un turista e quindi non va in vacanza, mai. fa dei viaggi, di rado e ben finalizati.


é una possibilitá? il turista critico non vuole essere turista, ma finisce per esserlo comunque. puoi anche fare un "viaggio ben finalizzato" in Laos, ma finisci per essere un visitatore bianco sproporzionatamente ricco e dati i limiti linguistico culturali spesso impossibilitato ad uscire dai percorsi per turisti previsti per lui/lei (ricordo una discussione avuta con il gestore di una guest-house nel sudest asiatico che non voleva dirmi dove si puó comprare del pesce fresco, perché sosteneva non valesse la pena di fare una grigliata per i cazzi nostri quando suo cugino ha un ristorante cosí buono.
dopo aver lasciato perdere chiesi ad un altro locale, e mi si ripresentó lo stesso problema).
Il turista critico viaggia casomai con la consapevolezza di essere un turista, accettando di esserlo e preoccupandosi di esserlo con dignitá (per gli standard moderni giá lasciare il selfie stick a casa é un buon inizio).
i viaggi li faceva goethe, nella société du spectacle devi essere soddisfatto se ti é riuscito di schivare tizi che ti mettono il cappello di paglia in testa.

[fork()]

Io sono a favore solo del turismo rovesciato, quello dove vai in paesi economicamente e/o culturalmente più avanzati del tuo. Chi va a visitare i posti meravigliosi e incontaminati della terra e torna indietro con la dengue, il kuru e la famigliola di zanzare tigri si meriterebbe di fare la fine del tonno (ha!)
asphtimer

[fork()]

Lord H.::1767291
Io sono a favore solo del turismo rovesciato, quello dove vai in paesi economicamente e/o culturalmente più avanzati del tuo.
ma i norvegesi, poveretti, così non potranno mai andare in vacanza!
An intellectual is a highly educated man who can’t do arithmetic with his shoes on, and is proud of his lack. (Robert A. Heinlein)
La vita è una malattia incurabile, bisogna solo avere pazienza ed aspettare che passi. (f205v)

Vaduz e' proprio bella ma non so se ci vivrei....
[fork()]

f205v::1767292

Lord H.::1767291
Io sono a favore solo del turismo rovesciato, quello dove vai in paesi economicamente e/o culturalmente più avanzati del tuo.
ma i norvegesi, poveretti, così non potranno mai andare in vacanza!

te li trovi tutti in svizzera (Ah! Ah!)
o a monaco, dubai, liechtenstein...



quando il saggio indica la luna lo stolto si infila delle scolopendre nel cazzo

[fork()]

il pwnezzatore::1767290
Il turista critico viaggia casomai con la consapevolezza di essere un turista, accettando di esserlo e preoccupandosi di esserlo con dignitá

Ti confondi, questo è il turista paraculo, si vergogna di fare il parvenu e non è apertamente cerchiobotto ma non sa rinunciare al dolce peccato. Esteso ad altre questioni problematiche e critiche (nel senso dell'acrisi), è l'atteggiamento umano più filisteo, incapace di risolvere la propria cattiva coscienza.

[fork()]

quindi dici che la stupiditá del turista di massa è piú - secondo l'ossimoro proposto da carmelo bene a macao - divina di quanto non lo sia la pur apprezzabile distanza critica del turista paraculo nei confronti di chi si fotografa reggendo il campanile in piazza dei miracoli?
e cosa ne dovremmo fare quindi del proverbiale monito offertoci dall'Ulisse dantesco?

[fork()]

scotto::1767275
i miei meriti saranno riconosciuti solo dopo morto


SPERIAMO PRESTO !
autostrada con le scale
avocado saponetta
tricipite basket
(allegrodemiurgo)

[fork()]

vincibile::1767260
E come si conviene?

Non cercando il tutto e subito, ad esempio. non pretendendo condiscendenza verso richieste/aspettative palesemente fuori contesto. Un viaggio richiede tempo e dedizione e anche per questo sarebbe il soggetto ideale per un teh method.
E soprattutto, se il rifugista ti offre pasta o minestra e tu rilanci con un "tortellini?" ecco, quello è segno che il tuo posto è molto piú a valle, dove non batte il sole.
L'ultimo dei boia da cani

[fork()]

Proprio il fatto che il turismo è di massa, e lo è in quanto supremo generatore di indotto economico, rende improbabili le iniziative di farne un'attività nobile. Di certo non ha niente di aristocratico il turista che ci tiene a dirsi viaggiatore (come facevano i personaggi di quel film di Bertoluccio) e rinunziando a Pisa & Fiorenza, si fa una settimana da flâneur a ViboValentia, nei sobborghi infetti di Hanoi o le cose che al pingedfsaore sembrano cool.
Le mete che si possono davvero visitare senza idiosincrasie sono quelle città che da secoli e secoli sono un bordello di traffici umani & commerciali (Roma, Venezia, Genova ecc.) e il turista si confonde tra i criminali comuni.

asphalto FAQ
categorie Espandi/contrai