recensioni :: nocturnal animals, tom ford (2016)

http://www.imdb.com/title/tt4550098/

nocturnal animals sembra essersi attirato molte critiche che, anche quando provengono da gente un po' sfornita, puzzano di snobismo (e stereotipi cinefili) lontano un miglio. in particolare chi ha salutato a single man con favore - non di rado intortato dalla sensibilità "sociale" della storia - secondo me non ha capito bene come lavora ford, men che meno quest'opera che ha uno sviluppo fortemente lineare e apologetico. è un peccato perché si tratta di un buon film, giustamente premiato per le sue qualità estetiche e la regia oggettivamente accurata. la sequenza iniziale, con il rientro di susan (a. adams) nella sua ricca dimora, l'apertura dei cancelli automatici e il gesto con il quale si scherma dalla luce, dovrebbero suggerire anche allo spettatore meno avvertito la lettura simbolica di una storia che si muove tra kafka ed eschilo - in questo piacevolmente non sofisticata o à la page - e che tocca le emozioni umane in maniera diretta e senza troppi giri di parole ("revenge" ecc.). critiche di stampo moralistico o sull'efficacia del presunto "affresco" sociale sono secondo me male indirizzate, anche perché i difetti di questo film sono altri e parzialmente correlati ai pregi: la regia perfezionista, le dinamiche emotive troppo calibrate, privano quest'opera di scene veramente travolgenti e interpretazioni più spontanee. un difetto che forse si poteva evitare.
DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)

asphalto FAQ
categorie Espandi/contrai