bla-bla :: [1] [global basic anxiety] Il piccolo thread del neoluddismo oder il socialismo realizzato dalle macchine

vincibile::1750643
Nei corsi di dottorato esistono programmi di studio dediti allo sviluppo di queste capacità meta-metodologiche?


nei corsi di dottorato ci si aspetta che si seguano pochissime lezioni, e solo all'inizio (e con un carico leggero, di solito) perche' ci si aspetta che nella maggior parte del tempo si faccia ricerca, su problemi in linea di principio nuovi (anche se nella maggior parte "incrementali" rispetto alla ricerca precedente.) la formazione a quel punto avviene sul campo.
si presume, di solito a torto, che qualunque skill utile (tra cui quelle che dici) siano trasmesse dal supervisore e dai suoi altri collaboratori "sul campo".
nel mondo anglosassone e' probabilmente diverso e potrebbero in effetti costringere la gente a seguire dei corsi per diventare creativi.

vincibile::1750643
L'esperimento ti premia come il caso fa con il vincitore della lotteria: col senno di poi e solo dopo puoi dire quanto fosse chiaro che la tua ipotesi doveva essere quella giusta e se è giusta è perché sei competente e creativo, ma il senno di poi rende ovvio pure l'impossibile.


non so com'e' in altre scienze ma nella mia diamo molto valore ai "risultati nulli".
forse anche perche' c'e' una inusuale separazione dei ruoli tra teorici (che fanno le ipotesi) e gli sperimentali (che devono inventare modi di testarle).
e' abbastanza frequente che qualche teorico venga fuori con un'idea originale e plausibile; a quel punto parte la corsa tra gli sperimentali a verificarla con i dati gia' presi dall'esperimento (o, se un primo tentativo mostra che ci vorrebbe un esperimento diverso, fare un articolo per dire come dovrebbe essere fatto e quanti dati dovrebbe prendere).
ci sono tre risultati possibili:
- conferma (ma ovviamente e' raro, perche' la realta' e' una e le ipotesi potenzialmente infinite)
- negazione conclusiva ("risultato nullo")
- risultato inconclusivo: ci vorrebbero piu' dati, o dati di tipo diverso, per poter dire qualcosa.

solo il terzo caso e' percepito come un fallimento (comunque utile per altri); il secondo ha avanzato la scienza (anche se meno del primo, che sarebbe stato piu' fertile) perche' ha chiuso una strada, i teorici sanno che non dovranno piu' perdere tempo a ponderare quella possibilita'.
forse stai seguendo il dibattito in corso (visto che persino brullonulla s'e' appassionato all'argomento, per qualche motivo) sul futuro della SuperSimmetria, la teoria cosi' bella che non puo' non essere vera, ma che stiamo ammazzando con entusiasmo. i teorici che hanno investito una vita a esplorarne le conseguenze solitamente insistono che non e' ancora morta, e logicamente non lo sara' mai, ma i teorici delle molte altre parrocchie rimarcano che e' in uno stato tale che forse e' meglio se non e' la teoria vera, perche' se lo e' puo' essere solo molto involuta e innaturale. e l'intero punto della sua esistenza come teoria sarebbe la sua naturalezza.
i due esperimenti maggiori intanto continuano a mangiare via pezzi di "spazio dei parametri" alla teoria. e' vero che i limiti osservati dipendono dalle bizze casuali dei dati, ma noi stimiamo anche la "sensitivita' attesa", e poi ci confrontiamo l'un l'altro per vedere chi ha quella piu' grande per il particolare caso in esame.
se invento un nuovo metodo di analisi dati che ha la sensitivita' piu' grande, il mio risultato nullo fara' scalpore. (gia' solo il fatto di inventare metodi nuovi - che funzionano - fa scalpore, indipendentemente da quanto benigna siano poi i dati.)

nel mio piccolo, ho contribuito ad ammazzare un'ipotesi cosi' ragionevole che sembra assolutamente ovvio che sia vera, e molti non si capacitano nemmeno adesso che non sia vera. noi sappiamo che esistono tre famiglie di particelle di materia, assolutamente uguali tra loro a parte la massa; allora perche' non una quarta, del tutto uguale alle altre tre a parte la massa? e perche' non allora cinque, mille, o infinite?
e invece no, ora sappiamo con assoluta certezza che se c'e' una quarta famiglia puo' essere solo molto diversa dalle altre tre, e quindi in fondo non ci crede nessuno, perche' non e' piu' una ipotesi particolarmente bella. tre quindi sembra essere un numero speciale per la Natura, come d'altronde gia' ci diceva Zichichi.

asphalto FAQ
categorie Espandi/contrai