recensioni :: [1] I FILM (di sparare e cose assimilate) DEL 2015

debbo dire che considero the village un film decente in grazia di alcune interpretazioni tutt'altro che malvagie o quantomeno del fisico di ruolo di taluni; gioacchino è bravo, la rossa ha dei grandi occhioni e brody - prima che rimanesse scimunito per ragioni che non ho mai approfondito - ci stava abbastanza dentro. ma tutto quello che segue (e pure altro prima) si è rivelato quasi sempre una delusione. the visit (che sembra poco originale anche nella mera enucleazione del titolo) ha sicuramente momenti tesi ma nient'altro ed anzi: il male che prende forma è un male stereotipato (spoiler: le solite puttanate, la megera, i matti, gli assassini) mentre l'opera nel complesso è ulteriormente danneggiata dal un fetente iter pedagogico a cui siamo obtorto collo esposti e un lieto fine che completa il misfatto.
per intendersi, signs è quasi un film spesso.
DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)

asphalto FAQ
categorie Espandi/contrai