recensioni :: [1] I FILM DI MENARE* CHE L'ASPHALTO NON VEDR└ MAI NEL 2016

rodolfo::1743838
1) personalmente non ho pregiudizi e anzi apprezzo film del genere "cazzo duro" se e quando sono realizzati con modi e mezzi giusti. per me questo è il caso
Avrebbe potuto essere uno splendido film a cazzo duro sulla strugol for life etc. etc., se Inaridito non avesse deciso di snobbare le regole narrative che caratterizzano il genere survival.
In particolare: nei film dove il protagonista lotta per non soccombere, lo schema è: la presentazione di un primo problema, la soluzione, la presentazione di un secondo problema, fino alla vittoria (gravity, the martian) o alla morte (deep water, frozen).
In the revenant Di Caprio non fa quasi nulla, gli succedono delle cose intorno (il fiume, i bufali, l'indiano buono, l'incontro con i francesi) rispetto alle quali lui rimane un motore pressoché immobile. Uniche eccezioni: la trappola per i pesci, e squartare il cavallo in stile Luke Skywalker sul nevoso pianeta di Hoth; entrambe soluzioni non proprio determinanti ai fini dello svolgimento del racconto.

Svegliatemi per l'apokatastasis

asphalto FAQ
categorie Espandi/contrai