media recensioni :: I FILM DI MENARE* CHE L'ASPHALTO NON VEDR└ MAI NEL 2016

ecco una lista non esaustiva, per lo più inutile e volutamente irritante dei film che potrebbero ricevere una recensione in questo thread della fine dei tempi:

SONY:

Money Monster – 8 aprile 2016
The Shallows – 24 giugno 2016
Ghostbusters – 15 luglio 16
Patient Zero – 2 settembre 2016
The Magnificent Seven – 23 settembre 2016
Underworld 5 – 21 ottobre 2016
Passengers – 21 dicembre 2016
Jumanji – 25 dicembre 2016

ALTRI:

quo vado
goya
ppz
zoolander 2
deadpool
gods of egypt
ave caesar
batman vs superman
risen
999
cpt. america civil war
xman: stocazzo
king arthur and the knights of ecc.
indipendence day 2
tarzano

QUI UNA LISTA DI TRAILER ASSORTITI (72)
da skippare fino al titolo gradito
DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)

[fork()]

Trallaltro alla faccia mia e di alcuni di voi si è portato a casa l'oscar per la regia pure quest'anno.
Se da una parte capisco il premio a Di Carpo per fare in modo che non s'ammazzi provandoci ancora più duramente la prossima volta, dall'altra Inarrito sarà spinto a mettere sempre più a repentaglio la sicurezza dellaggente.

[fork()]

gonzokampf::1744646

Adesso attendiamo l'ingegnere di turno (il tubone) che ci ricorderà che 4/5=8/10.


SALVE
No safety or surprise, the end (Jim Morrison)

[fork()]

Teh revenant: film in cui due personaggi si dicono "Dividiamoci" per scovare l'antagonista ----> fail automatico su tutta la linea

[fork()]

glugluglu::1744653
Trallaltro alla faccia mia e di alcuni di voi si è portato a casa l'oscar per la regia pure quest'anno.
dai però era telefonatissimo
krako::1744657
film in cui due personaggi si dicono "Dividiamoci" per scovare l'antagonista ----> fail automatico su tutta la linea
verissimo
ma è anche il trick per cui NON DICO NIENTE
DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)

scotto
[fork()]

ieri ho visto ave cesare, a me i film di quei due ebrei non sono mai piaciuti molto e mi aspettavo una cosa soporifera invece tutto sommato non è male, gli attori sono tutti bravi tranne scarletta gioana, che ha un ruolo minimo e comunque nei primi cinque secondi di apparizione mi ha fatto arrapare durissimo, i costumi, le luci, la coreografia, é tutto bello, la scena del tip tap é ottima, bello il balletto acquatico, insomma un film esteticamente notevole e c'è anche qualche parte divertente, ma niente di che.

[fork()]

i gemelli coen alternano gran lavori a palle colossali, tu dici che questo è ok?
DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)

[fork()]

no, è comunque una mezza palla ma meno di altri. nella seconda metà del film il fattore palla aumenta e ci sono alcune cose abbastanza inutili (come il fatto delle gemelle). probabilmente un americano anziano potrà apprezzare di più alcuni riferimenti al cinema dell'epoca (i western canterini, i film di marinai e di nuotatrici etc).

[fork()]

scotto::1744893
nella seconda metà del film il fattore palla aumenta e ci sono alcune cose abbastanza inutili (come il fatto delle gemelle). probabilmente un americano anziano potrà apprezzare
ho la sensazione di capire benissimo. comunque l'idea di fondo mi ispira quindi anche io appena possibile visionerò.
DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)

Zootropolis - 2016
[fork()]

Da vedere

An intellectual is a highly educated man who can’t do arithmetic with his shoes on, and is proud of his lack. (Robert A. Heinlein)

[fork()]

rodolfo::1744889
a palle colossali
Wait, anche i film meno riusciti (Ladykillers, True Grit, Burn After Reading) sono contraddistinti da un certo ritmo che evita comunque la noia, diciamo che i difetti cronici dei coen sono altri, tipo la tentazione di aderire con troppa prevedibilità allo stilema farsesco.
Non ho visto Inside Llewyn Davis (2013) che invece potrebbe rientrare nella casistica delle grandi palle.

Svegliatemi per l'apokatastasis
La filmografia midcult: proposte di inserimento
[ignorato - rating -1]: clicca qui per leggerlo

[fork()]

ave cesare m'è parso un po' meh, io dico che stavolta i coen si son persi qualche stronzo per strada.
bei siparietti ben confezionati, ma niente di che
 seduto sul bordo della vasca da bagno osservo piccoli animaletti, muovono le loro antenne tra capelli morti e peli di cazzo, sembrano provarci gusto. poi il loro vagare alla ricerca di non so che mi ricorda qualcosa di già visto qualcosa di ridicolo e deprimente. è a questo punto che tronco la loro esistenza con un getto d'acqua bollente. trascinati dalla corrente tornano in quello stesso buco da dove erano usciti temerari. sfidando l'ira di dio.

[fork()]

non spoilezzate troppo che mi manca
DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)

scotto
[fork()]

(gli anni sono rifertii alle date di uscita in italia nno al film in generale ocme avete fatto con tarantino)

Piccoli brividi (R. Letterman 2016): non mi ha spaventato molto però l'ho guardato per il valore affettivo dllea saga

little sister (Hirozaku Kore-eda 2016): da guardare per vedere come sono gentili i giapponesi

revenant: (a.g. inarritu 2016): la magia del cinema è anche fra rantolare e razzloare gli attori nella fngehera. non mi sono annoiato al cinema ma non lo rivedòr mai più

the penatus (s. martino 2015): mi ha molto deluso perch+ tradisce lo spirito dei peantus in favore di scenette slapstick. errori groslsoani come charlie brown, lucy e linus tutti in clase insieme

the hateful eight (q. tarantino (2016): mi è piacituto. tarantino dà il meglio di sè con la gente che parla piuttosot che con la gente che si muove e qua sono tutti fermi a parlare. la scena del pompino mi ha un pochetto scandalizzato, io pensavo si limitasse a pisciargli in faccia.

spotlight: t. mccarthy 2016): interessante ma ha vinto l'oscar solo perchè parla di preti pdeofili

room: l. abramson 2016: se lo avessi diretto io avrei messo un sacco di scene sporche. forse è stato meglio così, è uscito un film pià serio.

macbeth j, kurzel 2016. macbeth di orson welles non l'ho mai visto. ho visto invece quello di polanski, che pure mi è piaciuto, ma questo è più filologicamente corretto: i personaggi infatti non vivono in castelli tipo re artu bensì in casupole e hanno la faccia pitturata. oltre a sesere bello da guardae mi è parso anche ben recitato nonostante non sia io esperto di teatro shakesperaino.

krampus natale non è sempre natale (m. dougherty): commedia horror che fa cagare su entremmbi i versanti

in the heart of the sae (r. howard). sembra tutto buttato lì, i personaggi, la storia, e secondo me cunningham ha anche infilato il messaggio animalista

brooklyn (j.crowley) : meglio di tanti altri canditati all'oscar es. il ponte delle spie che è di spielberg ma anche una palla. il conflitto interiore tra andare a vivere da soli nell'ignoto vs. stare negli agi del paesello di merda ha raggiunto molto bene le corde del mio cuore facendole vibrare.

(io pure mi segno tutti i film da un paio di anni ma i voti ho scelto di non darli)

ot: comunque il film più bello dell'anno scorso è the lobster
asphalto ti pu˛ dare ogni cosa che chiedi
Basta è ora di dire due paroline ai gestori di internet perché forse è meglio chiuderla



[krako::post]

Non potremmo stampare i nostri 3d preferiti e commentarli insieme in pizzeria?

[fork()]

gonzokampf::1744973
Non ho visto Inside Llewyn Davis (2013) che invece potrebbe rientrare nella casistica delle grandi palle.

non è tra i loro films piu' importanti ma se aspetti il momento che ti arriva un certo umore elegiaco lo dovresti trovare del tutto godibile.
btw a sirius man lo colloco con una impetuosa certezza tra i loro migliori.

[fork()]

psycho::1745122
Pacciani::1745121

the penatus


mi sembra un titolo bellissimo ma temo sia un typo
Il fumetto di Schulz ricorda in certo senso le divinità di un Olimpo minore, esseri spirituali che non invecchiano mai, né apprendono alcunché.

Svegliatemi per l'apokatastasis

[fork()]

tratto che per molti versi connota il panteon di età brahmanica almeno nella prospettiva del misticismo che colà va affermandosi
DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)

[fork()]

Pacciani::1745121
the lobster


Muori.
No safety or surprise, the end (Jim Morrison)

[fork()]

il tubone::1745160

Pacciani::1745121
the lobster


Muori.
Anche a me non è dispiaciuto, sebbene soffra di cadute di ritmo nella seconda parte.

Svegliatemi per l'apokatastasis

[fork()]

Quale ritmo, diobestia.
Accomodati pure nel sacello di pacchiani.
No safety or surprise, the end (Jim Morrison)

[fork()]

Tubone non permetterò ai tuoi malmostosi mugugnii di adombrare l'ennesimo dissacrante apologo di Lanthimos.

Svegliatemi per l'apokatastasis

[fork()]

gonzokampf::1745164
l'ennesimo


hai detto bene.
Stavolta ha indotto alla demenza recitativa anche due star di hollywood.
No safety or surprise, the end (Jim Morrison)

[fork()]

caro gonzo sono a corto di recensioni pertanto mi vedo costretto a mobilitare i miei alacri collaboratori cingalesi per nuove e impeccabili proiezioni
DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)

[fork()]

The Revenant a me è piaciuto davvero molto, le ambientazioni sono fantastiche.

Deadpool fighissimo.

Zoolander 2 noia, non capirò mai tutto l'hype che ci gira attorno.

Quo vado, come sopra.

The lobster chiuso (il trailer) dopo 18 secondi.

Attendo con trepidazione questo.
[muffa::post]mi fa molto ridere che i procioni non abbiano nessun rispetto per lo spazio personale e la proprietà altrui.
dasimplex lo trovi in un 8pussy's garden ma non certo in the shade.

[fork()]

simplex::1745231
Attendo con trepidazione questo.


Nemmeno guardo il trailer.
C'entra in qualche modo Michael Bay, anche alla lontana, tipo che è il cugino del fratello della madre di un amico del cognato del trovarobe del film?
No safety or surprise, the end (Jim Morrison)

Hail, Caesar! (Ave, Cesare!) - Ethan Coen, Joel Coen (2016)
[fork()]

Ultimamente per connotare un film con una trama strutturata in orizzontale si usa dire che sembra un po' il pilot di una serie tv. Ecco, Hail, Caesar! pare un trailer di quasi due ore.
Come tutti i trailer, è coinvolgente e suggestivo, e si sprecano i riferimenti ad altri omaggi neo-noir come ...e tutti risero. A questa forma elegante, quasi algida, corrispondono temi ben strutturati come quello della discrasia tra uerità vs finzione (quasi tutti i personaggi fingono di essere qualcun altro, come avveniva in questo piccolo capolavoro), della cinematografia come accozzaglia di stronzate canterine che funge da balsamo per le sofferenze dell'umanità, dell'accostamento a Dio, rappresentato di volta in volta dall'ultimo pezzo mancante di un puzzle, da un sottomarino sovietico che fa capolino su una spiaggia di Malibu, da gristoincroce nel kolossal biblico che da nome al film.
La narrazione manca però di un evento centrale, che nell'intenzione degli scrittori avrebbe dovuto essere rappresentato dal rapimento di Clooney da parte della setta di sceneggiatori comunisti, cosicché si arriva ai titoli di coda come se il film non fosse mai davvero partito.
Se non si stesse parlando dei Coen, si potrebbe quasi avere la strana impressione che non ci sia stato un pieno controllo produttivo dei registi sul risultato finale.
Una serie di scene ben inanellate (su tutte, l'incontro con i rappresentanti delle varie confessioni per capire se Hail, Caesar! possa risultare offensivo per i credenti) e le prestazioni di Josh Brolin e Georgio Clooney, quest'ultimo nella parte che gli riesce meglio (ossia il cazzone), salvano il film da un'insufficienza grave, ma non anche dal dimenticatoio cui sembra inevitabilmente destinato.

Lascio quindi la parola alle rutilanti recensioni di Rodolfo & The Singalese Posse.

Svegliatemi per l'apokatastasis

[fork()]

il tubone::1745236
C'entra in qualche modo Michael Bay
A Michael Bay bisogna volere un sacco bene perché fa incazzare i recensori di Repubblica (curzio maltese in primis) e poi perché ha girato Pain & Gain, j'accuse contro i valori del sogno americano così intelligente che l'hanno capito in 15.
Ciò detto, spero che l'auspicio di simplex sia verde.

Svegliatemi per l'apokatastasis

[fork()]

Curzio Maltese non lo leggo più da prima di cominciare a lavorare, Bay o non Bay.
Pain & Gain non era una totale schifezza, ma nel mio mondo ideale non è sufficiente a salvargli la vita.
No safety or surprise, the end (Jim Morrison)

asphalto FAQ
categorie Espandi/contrai