[fork()]

psycho::1745492

repubblica dice che questo brutto palazzo angolare era il covo dei terroristi.

manco a dirlo, mi sembra familiare. ma sono cosciente che la mente umana fa brutti scherzi e cerca conferme anche quando non ce ne sono.

cerco quindi l'indirizzo di questo posto, ma google non trova nessun riscontro alla notizia.

mi viene persino il dubbio che la redazione di repubblica se lo sia inventato in base a qualche fraintendimento.


ah ora sono piu' specifici:
Al numero 4 di Rue Max Roos a Shaerbeek.
ho controllato su googlemaps, non era una zona che bazzicavo.

riguardo il tassista eroe: stamattina pensavo "scommetto che sara' stato arabo pure lui" (perche' il tassista e' uno di quei lavori che i bianchi non vogliono piu' fare) e infatti pare che sia marocchino.

Loro ci hanno provato a convincere il tassista a far entrare tutto il carico nella sua auto, ma lui è stato irremovibile.

ho sentimenti contrastanti perche' questo tipo di scena e' capitata anche a me e quindi mi ritrovo a simpatizzare coi terroristi.

E AGGIUNGO PORCODIO:
[fork()]

Ma deve esserci una formula per distinguere i milioni di musulmani che vivono in Europa dai pochissimi che contemplano la jihad nel proprio orizzonte di valori.
“E’ una formula semplicistica. Dobbiamo tenere a mente, poi, un’altra cosa: quando parliamo di ‘fondamentalisti islamici’ pensiamo che questi personaggi abbiano un’approfondita conoscenza e osservanza della religione. Troppo spesso invece dimentichiamo che questi ‘falsi’ religiosi hanno una conoscenza grossolana, se non una totale assenza di esperienza di quella che è la dottrina islamica o di qualsiasi insegnamento religioso. Nella maggior parte dei casi costoro ignorano completamente il Diritto Islamico e anche quello della Repubblica. Sono solo dei pericolosi manipolatori abili nel creare slogan copiando, storpiando e incollando alcuni versetti dal Corano. Il loro marketing del Corano è solo propaganda di odio e giustizialismo”.


chi non lo capisce è ritardato.
DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)

[fork()]

rodolfo::1745534
chi non lo capisce è ritardato.
IL discorso invece è un pelino più complesso, perché le difficoltà di raggiungere un'intesa con lo Stato derivano proprio dalla mancanza di una struttura, in Italia, che rappresenti almeno la componente sunnita; in questo senso è emblematico il fallimento dell'UCOII, che al momento rimane una scatola vuota priva di forza aggregante. Del resto le intese ex art. 8 Cost. sono state raggiunte praticamente con tutti, a parte gli islamici mancano solo i furries e i seguaci del reiki di stocazzo.
L'amico ribalta invece i termini del problema, non so se consapevolmente o per ingenuità, quando afferma:
Le istituzioni dovrebbero individuare rappresentanti seri, affidabili e competenti che siano in grado di orientare l’organizzazione dell’Islam in Italia
Quando invece è esattamente il contrario: i rappresentanti di un credo (la Tavola Valdese, l'arcidiocesi ortodossa etc.) chiedono un'intesa con la quale regolare i rapporti tra i fedeli e lo stato. Nel caso degli islamici manca invece una forza rappresentativa.

Ciò detto, se è vero che in generale il riconoscimento equivale a più controllo, fuori di Italia si ingigantisce l'effettiva rilevanza politica e culturale dell'Islam moderato, entità mitologica sul quale riflettiamo le nostre pretese occidentali di laicità.

Svegliatemi per l'apokatastasis

[fork()]

il punto è semplice e trovo che combaci bene anche con l'articolo su internazionale, discutibile quanto vuoi ma che centra in sostanza il punto. è una questione che ripeto da anni, quando qui c'era ancora gente che fa equivalenze ignoranti tra lettera, teologia e contingenze storiche (almeno quelle di questo genere e del nostro tempo). nessuno muove un dito, né uccide, né si suicida per teorie medievali che, come è stato dimostrato, probabilmente nemmeno conosce (vista l'altissima percentuale di neoconvetiti dell'era di internet). se le conoscesse, comunque, non è per quello che sparerebbe, esattamente come non lo faresti tu (e come, giustappunto, secondo me non fa nessuno). questo è un conflitto che esiste e perdura in maniera sostanzialmente autonoma (ma certo non dico avulsa) da contenuti religiosi nel senso antropologico e scientifico del termine. gli esseri in conflitto hanno vite infinitamente più omologate, parlano la stessa lingua ecc.
DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)

[fork()]

gonzokampf::1745535
L'amico ribalta invece i termini del problema
no è interesse collettivo quello di risolvere il problema, quindi stanti tutti i problemi endemici dell'islam che vuoi, meglio darsi una mossa invece che lamentarsi di come stanno le cose
DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)

[fork()]

rodolfo::1745536
questo è un conflitto che esiste e perdura in maniera sostanzialmente autonoma (ma certo non dico avulsa) da contenuti religiosi nel senso antropologico e scientifico del termine. gli esseri in conflitto hanno vite infinitamente più omologate, parlano la stessa lingua ecc.
Posso anche essere d'accordo su questo, però non posso ammettere che il problema si riduca ad un'iniqua distribuzione delle risorse imposta dall'Occidente.
Questa spiegazione gode di buona fortuna perché permette in un sol colpo di soddisfare i sensi di colpa retroattivi per il sempre più relativo benessere, e in generale di avallare la supremazia delle strutture economico-sociali su quelle ideali e confessionali.
Il problema è che noi leggiamo questo conflitto con occhi ancora novecenteschi, come se fosse una contrapposizione di masse, mentre ad agire sono individui, spesso anche marginalizzati.

Si dovrebbe parlare invece, di una questione islamica (nel senso di 'interna all'Islam') sviluppatasi già in alcuni territori del Nord Africa e del MO ed esportata in Europa in un momento delicato di trasformazioni tecnologiche e sociali (cfr. schumpeter). Pur ammettendo che le specificità religiose e culturali non abbiano funzionato da innesco, costituiscono adesso il combustibile mitologico, la camera di risonanza cultuale e identitaria per i vari Coulibaly & co.
rodolfo::1745537
no è interesse collettivo quello di risolvere il problema, quindi stanti tutti i problemi endemici dell'islam che vuoi, meglio darsi una mossa invece che lamentarsi di come stanno le cose
Forse ti sfugge il fatto che attribuire la rappresentanza di un intero credo religioso al primo coglione che passa (magari proprio l'imam dell'intervista), oltre a risolversi in un procedimento assolutamente illiberale e contrario ai principi fondamentali della repubblica, causerebbe più problemi che altro, primo fra tutti quello di far insorgere tutti gli altri ras della stessa e di altre confessioni.

Svegliatemi per l'apokatastasis

[fork()]

Gonzokampf più democratico di rodolfo, non credo ai miei occhi.
asphtimer

[fork()]

prima di rispondere faccio solo una postilla: dovremmo espellere dall'albo dei giornalisti tutti coloro che dicono invariabilmente: giaidìsti. che trovo un po' come gli iraqueni dei gloriosi tempi di gg.
DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)

[fork()]

omg gli hateses speecheses, fermiamo la internet prima che ci faccia diventare delle brutte persone

[fork()]

secondo me questa è la dimostrazione piena del fatto che con questa gente ci parli normalmente e che la merda liquida alberga tutto attorno a noi
il che rende oltre che del tutto inutile anche ridicolo l'enorme sforzo fatto dagli analisti presunti blasonati, zerozerosette, mol1nar1, anti-moschea vari
questo al netto di chi propala queste cazzate per interesse, beninteso. ma c'è chi è stupido perfettamente a gratis e sono la gran parte
DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)

[fork()]

Ne consegue che le analisi sapientine sono inutili nella misura in cui s'impegnano a non mettere in discussione quei capisaldi della bella libertà progressista di cui il Belgio (e la quasi totalità della sinistra ahimé non più stalinista) si pavoneggia e che si rifiuta di problematizzare in modo onesto.

[fork()]

ci sta anche quello e a mio modo credo di lavorare ad una sottile ma costante dissociazione da alcuni capisaldi del progressismo amarcord
questo mi fa sembrare conservatore o "uomo di destra" ad una - fortunatamente piccola - parte di budini molli che mi circondano
nondimeno, questa storia è ancora più irriducibilmente antitetica a qualunque stronzata a base di scontri di civiltà, pericolo muslimàn o ISIS roccaforte del male tagliamo la testa al serpente
il serpente è una tenia e gli dai alloggio da tempo immemore
come dicevano i daoisti
DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)

[fork()]

Tuttavia il discorso fortemente carico di clichéses mitologici sulle culture in guerra è condiviso (anche in mala e interessata fede) dai "nostri nemici" cammellati e rifiutarlo del tutto è una cattiva tattica, poiché qua, amici, si tratta di disincantare proprio quelli che a sentir parlare di scontro di civiltà strepitano e ribadiscono isterici qualche solfa irenica multiculturale.

[fork()]

vincibile::1745600

Il Belgio si conferma un verminaio di merda di stronzi col peneplacido delle gagliardissime istituzioni.


mi sembrava in effetti che non assomigliasse poi tantissimissimo all'Uomo Cappellato:
http://www.repubblica.it/esteri/2016/03/28/news/bruxelles_attentati_aeroporto_metro_35_morti_nuovo_bilancio_vittime_denunciati_arresti_indagini-136426506/

mi viene da sospettare che i convincenti indizi a suo carico fossero: arabo + denunzia la condizione degl'immigrati mussulmani = testa calda, attenzione.

invece se tu mi leggessi con attenzione sapresti gia' da tempo chi dovrebbe il primo indiziato per il ruolo di misterioso Uomo col Cappello.

[fork()]

non c'è nulla da sviluppare: è un si.
DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)

[fork()]

psycho::1745648
mi sembrava in effetti che non assomigliasse poi tantissimissimo

Ciò non toglie che il Belgio.

[fork()]

purpetiello::1745543
E' di oggi la notizia che un'AI chatbot messa da Microsoft su Twitter si è trasformata in una coerente macchina ultrareazionaria in meno di 24 ore.
ovviamente questa storiella (che non significa letteralmente un cazzo fritto) è diventata uno spunto gettonatissimo non solo per ribadire che bisogna mettere a tacere le opinioni diverse da quelle giuste, ma anche per esercitare una garbata e benevola ma totale disumanizzazione dell'avversario (un esempio fra i millanta).
e chi dice "sì ma in fondo in politica si è sempre fatto così" è un coglione. anzi, un inconsapevole chat bot

[fork()]

purpetiello::1745670

you win
non so nulla, chi è quello colla colostomia?
DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)

asphalto FAQ
categorie Espandi/contrai