flame bla-bla :: Care sentinelle Ŕ ora di fare outing

Ieri l'Irlanda è diventato un Paese più civile e questo lo abbiamo letto tutti.

Mi capita spesso di dare per scontato che la gente che 'conosco' la pensi come me su delle cose che io reputo ovvietà.
Ad esempio per me, il fatto che sia giusto consentire ai frocioni di vivere liberi il loro ammore, di sposarsi e si, anche di avere dei figli, è così ovvio che tendo a non discuterne o non parlarne. Le persone che conosco sanno come la penso e quindi, se hanno idee diverse, spesso fanno finta di niente per non dover discutere e questo porta me, di nuovo, a credere che loro la pensino come me.

Quindi mi chiedevo: su asphalto siamo tutti d'accordo sulle unioni gay o le sentinelle in piedi sono presenti anche qua?

[fork()]

rodolfo::1730526
(o possibile in potenza, ma impossibile per ragioni documentabilmente patologiche che riguardano la normale dotazione biologica dei soggetti)
se il mio apparato genitale fosse diverso da com'è (=una figa sana) potrei avere dei figli=se il mio apparato genitale fosse diverso da com'è (=un cazzo invece che una figa) potrei avere dei figli.

io non ci vedo tanta differenza. o si può farli, i figli o non si può

[fork()]

Dici minchiate. Esistono coppie che vivono col figlio di uno dei due mentre l'altro genitore chissà che fine ha fatto. È una cosa ben diversa.
W la topogigia di clio

[fork()]

Rebis, i tuoi estremismi sono la cosa che alla fine mi fa dire fanculo pure ai diritti gratis w l'isis w giovanardi
W la topogigia di clio

[fork()]

Fra::1730529
e. Esistono coppie che vivono col figlio di uno dei due mentre l'altro genitore chissà che fine ha fatto. È una cosa ben diversa.
o col figlio di nessuno dei due, magari anche tuo figlio è figlio solo di tua moglie.

[fork()]

Fra::1730530
i tuoi estremismi
estremismi??? guarda che sono cose già normali in alcuni Paesi.

[fork()]

No, perché legalmente lo ho riconosciuto alla nascita (idiota)
W la topogigia di clio

[fork()]

rebis::1730528
io non ci vedo tanta differenza.
a parte che non ho capito una sega dell'equivalenza soprastante, questo è un problema tuo. avere il cazzo (o la fica) e stare con uno che ha il cazzo (o la fica) non è una condizione patologica, non è sterilità. è un modo perfettamente lecito e interessante di vivere. non c'è alcun problema.
cerca di riprenderti. se non ho un piede, lo stato mi paga la protesi. così facendo tutela il mio diritto alla salute, non violando il diritto di alcun soggetto terzo (infatti le protesi non sono persone). per contro i gay non hanno nessuna patologia e i figli sono persone. da questo ragionamento non discende in linea diretta la mia opinione sulle adozioni gay, ma se hai problemi a capirlo è inutile perdere tempo.
DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)

[fork()]

rodolfo::1730534
cazzo (o la fica) non è una condizione patologica, non è sterilità. è un modo perfettamente lecito e interessante di vivere. non c'è alcun problema.

cerca di riprenderti. se non ho un piede, lo stato mi paga la protesi. così facendo tutela il mio diritto alla salute, non violando il diritto di alcun soggetto terzo
ascolta, per un gay il non poter avere figli può essere visuto in modo altrettanto devastante di una donna sterile. ha il cazzo ed è frocio. non è stata una sua scelta, come devono essere protetti i diritti di soggetti terzi (a chi ti riferisci? possibili persone non ancora nate?) devono essere protetti anche i suoi e il diritto ad avere una famiglia dovrebbe essere basilare ed uguale per tutti, indifferentemente da dove preferiscono infilare l'uccello.

[fork()]

rebis::1730535
a chi ti riferisci? possibili persone non ancora nate?
figli non ancora nati? ma di che cazzo stai parlando? scusa, sospendo il dialogo per il bene della tua reputazione, te lo giuro.
DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)

[fork()]

Non ho capito a chi ti riferivi con ' diritti di terzi' tre l'ho chiesto e non hai risposto. Preoccupati della tua reputazione, va che ultimamente mi stai attaccato ai maroni e pur di darmi contro scrivi cazzate micidiali. Il tuo contributo in questo thread finora é stato pressoché inutile, ti limiti a dire solo che hai letto cazzate ma non rispondi perché si troppo un signore rispetto a noi. La verità è che non sai cosa rispondere, non hai argomenti e ti basta fare il figo in giro per l'asphalto. Sei inutile come lo sperma nel culo dei froci.

[fork()]

Personalmente ritengo che sia necessario non solo riconoscere il matrimonio (o un patto con qualsivoglia nome vi aggradi che garantisca a due persone i soliti diritti del matrimonio) più o meno a chiunque lo desideri. Credo inoltre che sia anche necessario garantire anche a single, coppie non sposate di qualsivoglia tipo (anche uomo-cane, nel caso) la possibilità di adottare, questo perchè non ritengo i gusti sessuali rilevanti nel processo.

[fork()]




io non trovo ragioni per essere contrario ai matrimoni gay, però c'è una cosa che mi inquieta alquanto per quanto stupida possa sembrare: ovvero una volta legalizzati i matrimoni per persone dello stesso sesso cosa impedirebbe ad altre comunità (come quella mussulmana) di richiedere anche loro il riconoscimento del loro modello di famiglia, ovvero la poligamia ? uno potrebbe obiettare che appunto non dovrebbe esserci nessun impedimento nemmeno in questo caso ma nel lungo periodo tutte queste forme di unioni familiari potrebbero avere conseguenze sociali che non si possono prevedere con facilità.
i dritti i gay se li stanno prendendo con fatica, dubito che qualcuno si batterebbe così tanto per la poligamia, anche perchè non credo che le donne siano tutte contente della loro situazione. e per quanto riguarda le conseguenze, bè, non si possono mai prevedere, nemmeno lasciando tutto com'è non si possono prevedere. ma meglio un bambino in una famiglia di gay che in un orfanotrofio


i gay sono solo una esigua minoranza e stanno ottenendo il riconoscimento dei loro diritti, i mussulmani sono molti di più e molto più agguerriti, inoltre col passare del tempo non fanno che aumentare. non è così strano pensare che in un futuro nemmeno troppo lontano venga riconosciuta la poligamia.

[fork()]

rebis::1730537
Non ho capito a chi ti riferivi con ' diritti di terzi' tre l'ho chiesto e non hai risposto.
scusa, una discussione non può prescindere dalla capacità almeno supposta di comprendere alcuni concetti basilari. che domanda è figli mai nati? si dispone l'adozione di figli che non esistono? non capisco di che cazzo parli, visto che stiamo parlando di minori adottabili e quindi di persone del cui destino si decide. sai, si direbbe che fai grossa confusione e mescoli temi a cazzo di cane (non so se, e non so come, questo potesse essere l'allusione all'aborto). ma in generale, oltre alla confusione sui concetti, mi sembra che tu abbia una dialettica vagamente tourettiana
DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)

[fork()]

wasd::1730539
non è così strano pensare che in un futuro nemmeno troppo lontano venga riconosciuta la poligamia.


Ma speriamo. Non vedo perchè tre persone che condividono un rapporto non possano vederlo riconosciuto dalla società.

[fork()]

rebis::1730527
solo perchè le loro caratteristiche fisiche non sono quelle ritenute ideali da qualcuno
no spe', il fatto che i dannati tradizionalisti accecati dal pregiudizio ritengano che i figli dovrebbero essere idealmente allevati da 1 uomo + 1 donna non è dovuto al fatto che "qualcuno" ha stabilito arbitrariamente delle "caratteristiche fisiche" (!) ideali, c'è una ragione un po' più cogente

scotto
[fork()]

bisogna notare che i ricchioni ragionano come una femmina ma con l'ingegnosità del maschio e quindi sono doppiamente pericolosi e dannosi per la società. inoltre la loro tendenza a creare circoletti e mafiette sarà certamente incrementata dal diritto di adottare o come lo volete chiamare. non per nulla la chiesa, che in fondo è la più antica e potente mafietta di ricchioni ancora in circolazione, ha sempre vietato ai suoi membri di avere figli, visto che le conseguenze erano facilmente immaginabili.

[fork()]


bisogna notare che i ricchioni ragionano come una femmina ma con l'ingegnosità del maschio e quindi sono doppiamente pericolosi e dannosi per la società. inoltre la loro tendenza a creare circoletti e mafiette sarà certamente incrementata dal diritto di adottare o come lo volete chiamare. non per nulla la chiesa, che in fondo è la più antica e potente mafietta di ricchioni ancora in circolazione, ha sempre vietato ai suoi membri di avere figli, visto che le conseguenze erano facilmente immaginabili.
DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)

[fork()]

Io sono favorevole alla formazione di famiglie omosessuali legalmente riconosciute.
Di tutti i diritti che una famiglia gode (e qui bisognerebbe cominciare a distinguere secondo quale legislazione, perché come indicato da Fra, basta varcare il confine fra Italia e Svizzera ed immediatamente trovi riconosciuti privilegi e vantaggi diversi) io sono favorevole ad equipararli in toto, compreso quello all'adozione, esattamente con gli stessi criteri di valutazione che vengono usati per le coppie eterosessuali.
Personalmente sarei favorevole anche ad un patentino per fare figli in maniera naturale, ma capisco le accuse di nazismo ed eugenetica che una simile proposta mi porterebbe, e pertanto l'accantono subito.

Circa le famiglie poligame, sono invece leggermente contrario, e baso il mio giudizio sul fatto che io sono un fautore acceso dell'uguaglianza totale dei diritti per tutte le persone, ed in una coppia fatta da 3 persone DAVVERO IN PARITA' fra di loro, finisce sempre a schifio.

Approfitto per suggerire a Fra che il fatto di aver riconosciuto il figlio alla nascita, non ti rende genitore biologico se sei un cornuto. E pertanto il tio criterio di "riconoscimento alla nascita" si potrebbe tranquillamente applicare alle coppie omosessuali. Oppuri imponi test genetici a tutte le partorienti, e limiti la genitorialità maschile in circa il 15% dei casi (stima accurata di figli di cornuti che non lo sanno).

[fork()]

f205v::1730550
E pertanto il tio criterio di "riconoscimento alla nascita" si potrebbe tranquillamente applicare alle coppie omosessuali.

Certo, quando i froci cagheranno i figli dal culo. Nel frattempo, due maschi o due femmine non possono riconoscere un figlio, perché è abbastanza oggettivo che non possa essere figlio di entrambi.
W la topogigia di clio

[fork()]

più che altro secondo me la poligamia finirebbe col concentrare la figa nella mani di chi detiene ricchezza o prestigio. per carità in parte è già così in quanto un fabrizio corona o un berlusconi quasiasi non hanno difficoltà a circondarsi di amanti e/o puttane ma così si finirebbe col lasciar degenerare questi fenomeni.

[fork()]

Fra, stiamo discutendo se siamo favorevoli o meno a cambiarla questa legge.
Sostenere come fai tu che non vuoi cambiare la legge, perché è la legge stessa che lo dice, si chiama ragionamento circolare ed è una nota fallacia logica.
E la conseguenza logica di quello che dici tu (la legge deve riconoscere come figli solo quelli dei genitori naturali9 è una stronzata immane, perché appunto circa il 15% dei figli nelle coppie stabili sono in realtà figli di un altro uomo. La vera conseguenza di quello che tu sostieni è che bisognerebbe togliere il diritto genitoriale maschile a circa il 15% dei padri.
Oppure sostieni che (e questo mi fa davvero incazzare) che è giusta la legge attuale, che RUBA il vero diritto di genitorialità maschile naturale a circa il 15% degli uomini, e lo IMPONE COATTAMENTE ad un altro circa 15%.
Ti devi decidere: o i figli sono dei genitori che li RICONOSCONO (in quanto psicologicamente disposti a crescerli ed educarli nella società), oppure sono dei genitori GENETICI (e chi se ne fotte se i genitori genetici sono degli irresponsabili disposti ad abbandonarli nel momento stesso in cui nascono).
La legge attuale prevede un misto ipocrita delle 2 condizioni e questo IMHO è prodromo di sempre maggiori difficoltà inuna società onestamente mutata e mutevole rispetto alle previsioni dei padri legislatori.

[fork()]

più che altro secondo me la poligamia finirebbe col concentrare la figa nella mani di chi detiene ricchezza o prestigio.
è l'unico motivo per cui esiste, peraltro. quindi sancirne la validità come vincolo significa inevitabilmente sdoganarne (almeno in parte) la logica intrinseca. faccio presente che la gran parte dei paesi che hanno una tradizione poligamica hanno tendenzialmente un solo matrimonio ma per altre donne il concubinato. in altri casi c'è sempre e comunque una precisa gerarchia tra prima moglie e le altre.
in parte è già così in quanto un fabrizio corona o un berlusconi quasiasi non hanno difficoltà a circondarsi di amanti e/o puttane
appunto
ma così si finirebbe col lasciar degenerare questi fenomeni.
ma non credo si otterrebbe quel risultato nei fatti. personalmente non lo caldeggio, ma ad essere coerenti con il modo di ragionare puramente analogico e simmetrico di cui sopra non vedo davvero quale sia la differenza sostanziale tra il sancire il diritto di adottare chi cazzo si vuole quando si vuole e sancire il diritto di legarsi a più femmine (o a più maschi) secondo la legge. ovviamente è un'idiozia e l'interesse a ufficializzare questo costume è minima, per il semplice fatto che nei paesi d'origine rappresenta un vincolo di proprietà (cosa del tutto ovvia che per di più ha una ratio assolutamente comprensibile).
DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)

[fork()]

La legge prevede che, salvo querela di falso, il figlio sia di un maschio e di una femmina, a prescindere dal fatto se siano sposati o meno. Questo perché è oggettivo che due persone dello stesso sesso non possano avere un figlio. Se l'uomo pensa che non sia figlio suo (o viceversa), ha tutti gli strumenti per agire in giudizio affinchè venga stabilita la verità.

Io ho spiegato le mie ragioni, voi invece andate avanti dire cazzate senza spiegare perché due froci dovrebbero passare avanti in graduatoria rispetto ad un single. Perché potrebbero adottare un figlio? Questa è la tua risposta? Allora ti rimando ai discorsi di rodolfo, perché non capire la differenza tra adozione e figli naturali è abbastanza imbarazzante. Ad ogni modo a sto punto pure un single potrebbe adottare un figlio, quindi estendiamo il matrimonio anche ai single?

W la topogigia di clio

[fork()]

comunque secondo me il discorso da fare è molto più profondo di quanto lo stiamo mettendo giù noi, in quanto i rapporti interpersonali si evolvono in base all'evolversi delle condizioni socio economiche che caratterizzano una certa società. è evidente che viviamo in un mondo sempre più slegato dalle forme tradizionali; in generale la società è diventata molto più "liquida" e cose come gente che non si sposa, froci che si sposano oppure abberlusconi che si circonda di puttane ci appaiono molto meno scandalose di quanto poteva succedere in passato ed è anche per questo motivo che non riusciamo a trovare un motivo valido per opporci alla famiglia omosessuale a parte pochi reazionari come scotto. semplificando ai massimi termini ciò è dovuto al passaggio dal mondo contadino, dove fare figli era una necessità altrimenti proprio non campavi oltre che non scopavi, ad uno industriale capitalista, dove invece questa necessità viene meno, o almeno io la penso così. anche questa cosa del matrimonio per la quale tanto ci battiamo su internet ha forse poco senso poichè è il matrimonio stesso ad essere in declino sia tra gli etero sia tra i gay in quanto molti pochi di loro pensano veramente di sposarsi (e infatti a battersi per il loro matrimonio sono sopratutto etero che probabilmente non si sposeranno mai e non avranno mai figli). la vera domanda che dobbiamo porci è quale sia la direzione che stiamo prendendo e se questa direzione potrà condurci a una società più giusta ed equa. a questa domanda io non so veramente rispodere, ma visto andazzo attuale non posso che dubitarne.

[fork()]


Fra, stiamo discutendo se siamo favorevoli o meno a cambiarla questa legge.

Sostenere come fai tu che non vuoi cambiare la legge, perché è la legge stessa che lo dice, si chiama ragionamento circolare ed è una nota fallacia logica.

E la conseguenza logica di quello che dici tu (la legge deve riconoscere come figli solo quelli dei genitori naturali9 è una stronzata immane, perché appunto circa il 15% dei figli nelle coppie stabili sono in realtà figli di un altro uomo. La vera conseguenza di quello che tu sostieni è che bisognerebbe togliere il diritto genitoriale maschile a circa il 15% dei padri.

Oppure sostieni che (e questo mi fa davvero incazzare) che è giusta la legge attuale, che RUBA il vero diritto di genitorialità maschile naturale a circa il 15% degli uomini, e lo IMPONE COATTAMENTE ad un altro circa 15%.

Ti devi decidere: o i figli sono dei genitori che li RICONOSCONO (in quanto psicologicamente disposti a crescerli ed educarli nella società), oppure sono dei genitori GENETICI (e chi se ne fotte se i genitori genetici sono degli irresponsabili disposti ad abbandonarli nel momento stesso in cui nascono).

La legge attuale prevede un misto ipocrita delle 2 condizioni e questo IMHO è prodromo di sempre maggiori difficoltà inuna società onestamente mutata e mutevole rispetto alle previsioni dei padri legislatori.

per carità voglio credere alle tue info sul fatto che il 15% dei figli sono figli di cornuti, ma mi pare un argomento un tantino secondario, anche perché di questa storia della parentela genetica non frega un cazzo a nessuno già oggi, che io sappia (forse si può far valere per riconoscimenti ex post, ma cambia poco). trovo anche singolare che qui si parli solo ed esclusivamente del diritto di due soggetti tizio e caio di avere uno o più figli (inter alia per non sentirsi diversi dal vicino e sua moglie - nemmeno nell'unico senso assolutamente positivo in cui vivadio lo sono, puttana omologazione) e si continua a tacere sui diritti dell'adottando, i quali sono largamente prevalenti e oggetto di approfondita valutazione in un preciso iter di cui sembra che qui nessuno sappia un cazzo. ma comunque effe, non capisco veramente come si faccia a dire che dal momento che tizio e caio formano una coppia (cosa che trovo sacrosanta) sarebbe onere della società fornire a costoro, in nome dei loro desideri (legittimi), i pezzi mancanti di una famiglia, in nome di qualche ragionamento simmetrico totalmente divorziato dalla realtà.
DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)

[fork()]


più che altro secondo me la poligamia finirebbe col concentrare la figa nella mani di chi detiene ricchezza o prestigio.
è l'unico motivo per cui esiste, peraltro. quindi sancirne la validità come vincolo significa inevitabilmente sdoganarne (almeno in parte) la logica intrinseca. faccio presente che la gran parte dei paesi che hanno una tradizione poligamica hanno tendenzialmente un solo matrimonio ma per altre donne il concubinato. in altri casi c'è sempre e comunque una precisa gerarchia tra prima moglie e le altre.
in parte è già così in quanto un fabrizio corona o un berlusconi quasiasi non hanno difficoltà a circondarsi di amanti e/o puttane
appunto
ma così si finirebbe col lasciar degenerare questi fenomeni.
ma non credo si otterrebbe quel risultato nei fatti. personalmente non lo caldeggio, ma ad essere coerenti con il modo di ragionare puramente analogico e simmetrico di cui sopra non vedo davvero quale sia la differenza sostanziale tra il sancire il diritto di adottare chi cazzo si vuole quando si vuole e sancire il diritto di legarsi a più femmine (o a più maschi) secondo la legge. ovviamente è un'idiozia e l'interesse a ufficializzare questo costume è minima, per il semplice fatto che nei paesi d'origine rappresenta un vincolo di proprietà (cosa del tutto ovvia che per di più ha una ratio assolutamente comprensibile). DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)


intendo degenerare questi fenomeni perchè penso che se la poligamia diventasse una norma sociale accettata molta gente che tuttora potrebbe ma si trattiene dal prendersi una amante probabilmente lo farebbe.

[fork()]

se è vero dicci subito con chi parteggi
DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)

[fork()]

rodolfo::1730555
e sancire il diritto di legarsi a più femmine (o a più maschi) secondo la legge.

La legge lo sancisce di già, basta che siano uno dopo l'altro e non contemporaneamente.


Fra::1730556
Ad ogni modo a sto punto pure un single potrebbe adottare un figlio, quindi estendiamo il matrimonio anche ai single?

Fra, perché mescoli sempre mezze frasi intelligenti con conclusioni degne di un cretino patentato?
Certo che anche un singolo (IMHO) potrebbe adottare un figlio, purché abbia gli stessi requisiti che vengono richiesti negli altri casi.
Mi sembra ovvio che i requisiti per l'adozione siano basati sui diritti futuri dell'adottando, come giustamente sottolineato da Rodolfo. Pertanto questi requisiti dovranno essere attentamente valutati sulla base della solidità morale, psicologica, sociale ed economica dell'adottatore. Personalmente io fra questi requisiti non vedo la necessità di metterci obbligatoriamente il "sposato in matrimonio eterosessuale, sancito da santa madre romana chiesa".


rodolfo::1730558
ma comunque effe, non capisco veramente come si faccia a dire che dal momento che tizio e caio formano una coppia (cosa che trovo sacrosanta) sarebbe onere della società fornire a costoro, in nome dei loro desideri (legittimi), i pezzi mancanti di una famiglia, in nome di qualche ragionamento simmetrico totalmente divorziato dalla realtà.
Ma perché onere di fornire? non mi pare che lo stato abbia l'onere di fornire orfani affinché le coppie eterosessuali possano adottare. In un mondo perfetto gli orfani semplicemente non esistono, ed il concetto di adozione è nullo. Nel nostro mondo perfetto gli orfani esistono, ma non vengono certo creati dallo stato a bella posta per il piacere delle coppie sterili. Lo stato si incarica di tutelare i diritti di questi piccoli cittadini orfani, scremando e selezionando i loro futuri genitori adottivi. Se dai parametri minimi necessari di questo processo di scrematura togli òa parola "matrimonio", ecco che a pari condizioni possono adottare anche le coppie omosessuali, e possono adottare anche i single.

[fork()]

se è vero dicci subito con chi parteggi
Sostanzialmente favorevole, una volta facevo anche le argomentazioni causidiche ma più che altro per darmi l'illusione di valere qualcosa come essere umano.

asphalto FAQ
categorie Espandi/contrai