bla-bla :: scotto

e sempre a barcellona mi trovai in una comunità di sedicenti anarchici, che sembrava il classico centro sociale meridionale, infestato da trentenni malvissuti, femmine studiatamente brutte e piccoli delinquenti. un tizio coi baffi si arrabbiò moltissimo perché a suo dire mostravo scarso entusiasmo e io feci la sciocchezza di parlarci, e non capii che più cercavo di mostrarmi amichevole e accomodante e più quello si incazzava. a dispetto delle parole mi leggeva in faccia quel che all'epoca nemmeno io sapevo chiaramente, e cioè che disprezzavo quella gente con tutto il cuore, per puro istinto, anche se cercavo di convincermi che erano simpatici. bisogna anche dire che all'epoca ero giovane. in seguito avrei imparato a usare un'espressione di circostanza, che però ancora oggi è tutt'altro che perfezionata: quello che sento trapela lo stesso e davvero io non so mentire, non l'ho mai saputo fare. comunque ci divisero prima che il tipo, nel suo entusiasmo anarchico, riuscisse a farsi male cercando di punirmi.

asphalto FAQ
categorie Espandi/contrai