media recensioni :: I FILM (di sparare e cose assimilate) DEL 2015

L'anno si apre in bellezza con Nonno Clint che spacca culi:



Visto iersera: film potente, patriottico, con quegli stereotipi sul Texas e gli USA che tanto piacciono quando si tratta de roba de mena', girato senza indecisioni né censure moralistiche. Forse un po' asettico nell'empatizzare con i personaggi, ma comunque si esce dal cinema con la spina dorsale raddrizzata (tendendo ad urlare "FUCK YEAH!")

Segue "The imitation game" di cui non so ancora molto ma sono fiducioso anche se si tratta di gente un po' froggia:



Altro potenziale masterpiece da attendere con impazienza (29 c.m.) è Fury: carristi e torture e chewingum vs weltanschaaung



Segue '71 (no omm'emmerda salvo siate pro-IRA ma comunque si presenta come film non schierato su posizioni ideologiche, crudo e dsturbante) che Dio solo sa se e quando arriverà in questo paese di cinematografari



Infine, menzione d'onore per "freddo a luglio", trasposizione dell'omonimo romanzo di quel genio di Lansdale, che PORCODDIOQUANDOESCE.



Sul filone di WWII, mi pregio di annunciarvi che il 24 e il 25 c.m. interverrò con gli altri reenactors a ricreare lo sbarco di Anzio cercando casa per casa la nonna del Brullo. Vi posterò foto (facendo il paio con la dirimente questione della mia potenziale meridionalità)

Drop the bomb.Exterminate them all.

"Sei un caso disperato, a te se non ci sono forconi ed ebrei i discorsi non piacciono"

"Tempacci.Mi ricordo di quando scopare era sicuro e volare pericoloso"
"Giovinezza, bellezza, forza: i criteri dell'amore fisico sono esattamente gli stessi del nazismo. "
(M. Houellebecq)

[fork()]

Unbroken: più o meno quello che mi aspettavo, ci sono momenti interessanti e altri più 'meatloaf'.
il tizio che interpreta Zamperini ha i capelli tinti di un nero corvino innaturale per conferirgli quel look etnico-terronico che Hollywood associa agli italiani contemporanei mentre nei film d'epoca o in quelli sull'antica Roma stranamente assomigliano più a degli americani standard.
i giapponesi non sanno pronunciare i nessi consonantici per cui prigioniero diventa 'purigioniero', procrastinare diventa 'purocurasutinare' ecc.
peraltro il trattamento dei prigionieri nel campo ufficiali è assai duro se paragonato con quello di Steve McQueen in La Grande Fuga (1963). forse i nazisti non erano poi così cattivoni in fondo.

[fork()]

ragazzi ma voi avete aspettative per il nuovo 007 SPECTRE?
io - purtroppo - si
DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)

[fork()]

ora che me lo dici e mi sono guardato un paio di cose forse anche io.

[fork()]

lo aspetto, ma non ho aspettative. Se mi consenti il gioco di parole.

[fork()]

sono stato sui set (a borgo dio e a porta pia) in recon. Lo sforzo c'è, ma temo una sesquipedale tamarrata.
Drop the bomb.Exterminate them all.

"Sei un caso disperato, a te se non ci sono forconi ed ebrei i discorsi non piacciono"

"Tempacci.Mi ricordo di quando scopare era sicuro e volare pericoloso"
"Giovinezza, bellezza, forza: i criteri dell'amore fisico sono esattamente gli stessi del nazismo. "
(M. Houellebecq)

[fork()]

non vedo lora!!1
 seduto sul bordo della vasca da bagno osservo piccoli animaletti, muovono le loro antenne tra capelli morti e peli di cazzo, sembrano provarci gusto. poi il loro vagare alla ricerca di non so che mi ricorda qualcosa di già visto qualcosa di ridicolo e deprimente. è a questo punto che tronco la loro esistenza con un getto d'acqua bollente. trascinati dalla corrente tornano in quello stesso buco da dove erano usciti temerari. sfidando l'ira di dio.

[fork()]

il regista di whiplash ha fatto davvero un "buon lavoro"




Che dolore tutto questo per Gesù

EX MACHINA di Alex Garland (2015)
[fork()]

dal regista già noto come autore dell'ottimo 28 giorni dopo andiamo quest'oggi a recensire EX MACHINA, un film realizzato bene a parere dello scrivente, i cui difetti però si fanno notare quasi subito. la trama, semplice se non minimalista, sembrerebbe adeguata alla cornice scenografica: un edificio tipicamente moderno (in accezione anche un po' passé) e solitario sapientemente integrato in una valle maestosa e incontaminata. il problema di questo impianto è che le caratterizzazioni dei pochissimi personaggi, su cui inevitabilmente si concentra tutta l'attenzione dello spettatore, non sono così originali mentre i dialoghi - già un po' legnosi - tendono a degenerare in enunciazioni discutibili quando non alla cazzo di cane. qualcosa di simile accade anche visivamente: ambienti e tecnologie sembrano creati per colpire lo spettatore a prima vista, ma andando avanti c'è qualche piccola caduta di stile, qualche nonsense che salviamo solo perchè ci ha ricordato westworld. nonostante tutto il film funziona e si fa anche apprezzare in particolare in alcune scene e interazioni. i difetti che ho citato, nel loro insieme, lo danneggiano più che altro in termini di prevedibilità (per noi è stato così) e di messaggio complessivo, che manca un po' di spessore. la vikander è molto graziosa ma non particolarmente sensuale, né dà prove esaltanti di recitazione. forse l'attore migliore è il personaggio più marginale di tutti.
il film merita secondo noi un sei e mezzo, quasi sette.
DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)

[fork()]

rodolfo::1730227
il film merita secondo noi un sei e mezzo, quasi sette.
anche 7 e mezzo dai
sempre sullo stesso pseudo-tema AI, mi à piaciato il bistrattato dalla critica chappie, film solido che si fregia della presenza della patapuffolosa Yolandi

[fork()]

allegrodemiurgo::1730255
anche 7 e mezzo dai
al massimo sette per i miei gusti
DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)

Ex Machina, Alex Garland (2015)
[fork()]

Io concordo in generale con il giudizio di dorolfo, ma molto più banalmente l'ho trovato un film troppo parlato su un tema, già vecchio di per sé, rispetto al quale non trova granché di originale da dire.
Ciò al netto di un'interpretazione piacevole dei tre protagonisti, fra i quali spicca Oscar Isaac (il guru). Dispiace perchè il primo tentativo di Alex Garland nella fantascienza pura non fu privo di mordente, ricordando a tratti quel capovaloro dimenticato che va sotto il nome di Event Horizon, e lo stesso Never let me go aveva elementi interessanti per quanto riguarda il genere.

Svegliatemi per l'apokatastasis

[fork()]

gonzokampf::1730276
non fu privo di mordente
pizza tremenda secondo me (sunshine)
io il guru l'ho trovato quello che definirei senza alcuna acrimonia "un coglione"
DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)

[fork()]

no, non è vero, sunshine non fu pizza tremenda ma un po' noioso e un po' inutilmente struggente
DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)

[fork()]

qualcuno s'è visto It Follows? secondo me è meglio del Babadook. l'ho interpretato come una metafora sul fallimento del liberalismo e della promiscuità sessuale a causa delle note asimmetrie sessuali tra maschi e femmine di cui ho già parlato estensivamente. pur essendo un horror supernaturale la scena che desta più perplessità è quando la fighetta bionda si bomba l'amico sfigato. realisticamente avrebbe preferito farsi ammazzare.

comunque la cosa interessante è che è ispirato a una storia vera

[fork()]

Oh ma andate a vedere il Racconto dei racconti perchè non capita tutti i giorni di vedere un promettente regista spendere tutti quei soldi per mandare in vacca la sua carriera e quella di tutti i suoi amici




Che dolore tutto questo per Gesù

[fork()]

Turca Ricolma::1730419
il Racconto dei racconti
Se ne parlava nell'apposito thread (RDM). Ma vale la pena?

Svegliatemi per l'apokatastasis

[fork()]

Ma qual'è l'apposito thread?




Che dolore tutto questo per Gesù

Il Racconto dei Racconti (Tale of Tales) - M. Garrone, 2015
[fork()]

I pregi sono molti, fra tutti la sovrabbondanza di barocchismi in ogni dove, in una contaminazione della dimensione quotidiana con la suggestione sensuale del mostruoso, nella sua accezione etimologica di 'prodigioso', che riecheggia e amplifica le sinistre ossessioni dei protagonisti e comprimari.
Evidentemente il materiale di partenza, le fiabe napoletane, si ben si prestavano ad una rielaborazione adulta, anti-disneyana, fatta invece di carne e tette e sangue e viscere.
Ma il film gode anche di una ricchezza visiva un po' ruffiana che rimanda alle incisioni dell'epoca come alle rappresentazioni di scene contadinesche nello stile di Bruegel il Vecchio, concedendo immagini costruite secondo una grazia violenta, a valorizzare le splendide location senza sconfinare nella reclame della pro-loco.

Purtroppo non mancano i difetti, che si annidano soprattutto nella scrittura e nel montaggio, e diventano evidenti nella presentazione frettolosa e sciatta degli altri due Re, come anche nella volontà di unire le tre fiabe in maniera forzata. Effettivamente Garrone si prende parecchio tempo (minutaggio sopra le due ore) senza raccontare nemmeno troppo, lasciando aperte storyline importanti, come quella dei due fratelli.

Consiglio comunque la visione al cinema, quanto meno per l'ambizione di prendere un genere e rimasticarlo da cima a fondo secondo canoni nostrani, senza scadere nel bozzettismo o nel folklore felliniano, producendo un risultato italianissimo ma che vive al tempo stesso di respiro internazionale, come già accadde negli anni '70 per il western e il poliziesco.

Svegliatemi per l'apokatastasis
I FILM (di sparare e cose assimilate) DEL 2015
[ignorato - rating -1]: clicca qui per leggerlo

[fork()]

gonzo ottima recensione ma secondo me è necessario in conclusione sbilanciarsi con un voto, da 1 a 10.
gonzokampf::1731235
senza sconfinare nella reclame della pro-loco.
siamo sicuri?
DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)

[fork()]

rodolfo::1731270
è necessario in conclusione sbilanciarsi con un voto, da 1 a 10.
Guarda oscillerei tra un 6,5 di fredda obiettività e un 7,5+ di sostegno politico perchè si tratta di qualcosa di diverso rispetto a quello che si produce attualmente in Italia, quindi alla fine 7.
rodolfo::1731270
siamo sicuri?
Sì, al più ho avvertito un fastidioso effetto telenovela nel passaggio repentino tra esterni e interni, che serve ogni volta a localizzare la scena in una delle tre storyline.

Svegliatemi per l'apokatastasis

bla-bla :: I FILM (di sparare e cose assimilate) DEL 2015
[fork()]

Ho finalmente visto Fury ed è una merda parzialmente sciolta. Approvo in toto la recensione del tubone, con l'aggravante che uscendo dal cinema ho intensamente desiderato urlare e graffitare sieg heil in giro.
Drop the bomb.Exterminate them all.

"Sei un caso disperato, a te se non ci sono forconi ed ebrei i discorsi non piacciono"

"Tempacci.Mi ricordo di quando scopare era sicuro e volare pericoloso"
"Giovinezza, bellezza, forza: i criteri dell'amore fisico sono esattamente gli stessi del nazismo. "
(M. Houellebecq)

[fork()]

Jack D. Ripper::1732567
una merda parzialmente sciolta
si non so se l'ho detto qui, ma non è granché.
DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)

[fork()]

glugluglu::1732742

Youth di Sorrentino, se nessuno l'ha nominato io sospetto un film di merda

[fork()]

Il cinema di Sorrentino ha un solo difetto: esiste.
Ha ragione Supermaz.

[fork()]

il tubone::1732758
Il cinema di Sorrentino ha un solo difetto: esiste.
Da un certo momento (This must be the place incluso) in poi ti si potrebbe anche dare ragione.

Svegliatemi per l'apokatastasis

scotto
[fork()]

a me sorrentino é sempre stato sul cazzo, anche se fino all'amico di damiglia i film non sono male. lo schifo perché è di napoli e della napoli borghese, la più infame e ipocrita delle popolazioni, e anche perché si crede furbo.

[fork()]

scotto::1732790
lo schifo perché è di napoli e della napoli borghese, la più infame e ipocrita delle popolazioni
Devo dire che una delle cose che apprezzo di Na è proprio quella alta borghesia che trasuda nella nobiltà, sangue prezioso e malato mischiato a sé stesso.

Svegliatemi per l'apokatastasis

asphalto FAQ
categorie Espandi/contrai