recensioni :: [2] 53 film e vaffanculo al 2013

[maranza::post]
- il livello di autocoscienza del computer diventa talmente elevato che risulta impossibile continuare a fingere dei sentimenti che non esistono. la sig.ra computeressa si eclissa nel cyberspazio.



e di qui, spazio per venti minuti di necessario epilogo: seguiamo la sistema operativa nel ciberspazio tramite una raffinata schermata di codice scritto in un font monospazio del futuro più pulito del lucida e del terminus e del consolas, che passa su uno sfondo bianchissimo, quasi innaturale - il tutto accompagnato da trysting fields di nyman. a un certo punto, vediamo la linea centrale del codice, l'unica, che si ferma su una sola URL: http://www.maranza.com. il nero del codice sfuma fino a riempire lo schermo, che viene riempito dalla homepage di maranza zoomata fino a mostrare solo un ingrandimento pixellatissimo di m.
giunti al minuto 5:07 di trysting fields, l'andamento del pezzo zompa e così anche il campo si allarga, fino ad includere le due insegne in marquee opposto BENVENUTI SU MARANZALAND; IL PIANETA DEL MARANZA.

è visualizzando tutto questo che la sistema operativa, per la prima volta, non solo non riesce a capire, ma è anche cosciente di non poter capire. perché? perché le scritte vanno in quelle due direzioni opposte? perché quelle maiuscole, perché una scritta è in grassetto e l'altra no? perché maranza? è la miccia che innesca un'epifania paralizzante non solo per la sistema operativa di giovacchino fenicio, ma di tutti gli altri sistemi operativi in contatto con lei, che non si sono potuti trattenere dal prendere atto dell'header di www.maranza.com.

con gli ultimi due minuti e sette secondi di trysting fields assistiamo alla sovraimpressione di quell'header su una miriade di fotogrammi, tra cui si distinguono solo la radiografia di una sogliola che trema, un uomo che si lancia nel vuoto dalle torri gemelle in fiamme, una ripresa di massimo giletti vestito da cameriere che si tiene la faccia e piange; è tutto quello che gli esseri umani, nella loro imperfezione, possono tollerare senza capire, ma che quei sistemi operativi hanno raggiunto percorrendo una via sbagliata. capiamo anche che la sistema operativa vorrebbe tornare a parlare con giovacchino, scusarsi con lui, perché si è resa conto della sua reale fragilità, sintomo della boria selettiva dei programmatori che le hanno insegnato a capire solo ciò che secondo loro andava capito, dimentichi che è il compromesso con l'incomprensibile una delle vere chiavi della sopravvivenza tra gli umani. ma è troppo tardi.
Corrado Augias, sito ottimizzato a 800x600 per Internet Explorer 5.0 o sup. richiede Real Audio Player

asphalto FAQ
categorie Espandi/contrai