media recensioni :: I film (di astronavi) del 2014

La lista dei film che potrete vedere da quest'anno in poi
sarà probabilmente un altro bell'anno demmerda, visto che ai primi posti per popolarità su imdb figurano: transformer, il pianeta delle scimmie, spider man, x men, i guardiani della galassia, dragon trainer, godzilla, i mercenari, robocop, 300, hercules, capitan america, frankenstein, hunger games, i lego, vampire academy, need for speed, tartarughe ninja, scemo e più scemo, ma dio cane?

un po' di fiducia per: il gran budapest hotel, noè, figlio di dio, pompei

gli altri forse.



salutiamo lo scorso anno vecchio di cinema con:

The Butler (2013 ma uscito in italia nel 2014):
ho guardato questo filim perché mi piace:
- i maggiordomi
- robin williams
ho scoperto solo in seguito che:
- il maggiordomo è negro
- è un film di e per negri
- robin williams c'è pochissimo.
ho comunque apprezzato questo film, anzi potrei dire che è un bel film che ripercorre la storia dei diritti civili dei colorati in america attraverso la storia vera di un maggiordomo che dai campi di cotone arriva a fare il maggiordomo a vari presidenti con vari punti di vista sui negri. a fare da contrappunto al punto di vista c'è il figlio rivoluzionario, che uno potrebbe dire che originale trovata e invece è la storia vera.
me lo sono goduto anche perché alla lista delle cose che mi piacciono posso aggiungere tranquillamente i negri che hanno orgoglio e lottano e non si vestono da eminem. come quella setta ne la rivincita dei nerds.
poi non so, se le luci e le inquadrature erano tutte a posto.
dite amici ed entrate
Basta è ora di dire due paroline ai gestori di internet perché forse è meglio chiuderla



[krako::post]
Non potremmo stampare i nostri 3d preferiti e commentarli insieme in pizzeria?

[fork()]

The Wolf of Wall Street: figata rabelasiana.
Scorsese ritocca gli apici dei '90.
origine, intento, struttura, visione e perfino le svolte narrative sono le stesse identiche di "Goodfellas" (quei bravi ragazzi), quindi la chiave sta nelle differenze fra i due film.
è la differenza è che Scorsese in effetti non conosce umanamente e a menadito quell'ambiente, quindi nel dubbio, per portare avanti la stessa operazione antropologica (e non potendo offrire una striscia di coca a tutti gli spettatori prima della visione) ha deciso di caricare furiosamente il tutto sopra le righe e dilatando i tempi arrivando a tre ore contro le due e quaranta di Goodfellas.
riesce così nell'intento di estenuare (oltre ovviamente a divertire), trovando in questa stanchezza da indigestione la prospettiva morale che invece in Goodfellas era raggiunta all'opposto con il sottotono della quotidianità della bassa manovalanza mafiosa.
il tutto gridando ad Harmony Korine "suca e guarda come si filma la carne sbranata senza moralismi".

per il resto Dicaprio vuole il suo maledetto oscar più che Gollum l'anello, con contorno di caratteristi pronti a gettarsi nel fuoco e McConaughey che davvero io non so quale patto abbia stretto col diavolo 3 anni fa ma lo voglio fare anch'io.

diverse sale lo danno in lingua originale, approfittatene.

[gonzokampf::post]
Rimanendo sul tema della versione twisted del sogno americano Pain & Gain di Michael Bay, anch'esso una specie di commedia tratta da una storia vera, è superiore per svariati ordini di grandezza.

non c'entra niente, diverso sport e sopratutto diverso scopo e atteggiamento del regista verso i personaggi.

sempre aspirante.

[fork()]

Io non l'ho visto, ma da come ne parla Rashid sono STRAMEGASICURO che sia una cagata pazzesca




Che dolore tutto questo per Gesù

[fork()]

[rashid::post]riesce così nell'intento di estenuare (oltre ovviamente a divertire), trovando in questa stanchezza da indigestione la prospettiva morale
Ma che prospettiva scusa? Sono ore di gente che parla sotto psicofarmaci assunti a scopo ludico + scopate in ufficio, e di caprio che fa le faccette.
Non è una roba nuova (cfr. le chiacchere futili di American Psycho) e non raggiunge nessuno scopo narrativo se non quello, appunto, di rompere i coglioni.
[rashid::post]non c'entra niente, diverso sport e sopratutto diverso scopo e atteggiamento del regista verso i personaggi
Based on true story (stupenda la didascalia in P&G: "è ancora una storia vera"), sogno americano interpretato a proprio uso o consumo (con il dubbio che il furto o la truffa ne siano invece la più sincera incarnazione), stile narrativo iperrealista.
[rashid::post]McConaughey che davvero io non so quale patto abbia stretto col diavolo 3 anni fa ma lo voglio fare anch'io
Ma fa praticamente un cameo.

Svegliatemi per l'apokatastasis

[fork()]

hahah cazzo se lo è, io vi avevo avvertito sulle sue rece
DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS
Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)

[fork()]

[gonzokampf::post]
Ma che prospettiva scusa? Sono ore di gente che parla sotto psicofarmaci assunti a scopo ludico + scopate in ufficio,
non raggiunge nessuno scopo narrativo se non quello, appunto, di rompere i coglioni.

e Goodfellas son ore di sfigati vestiti male che parlano in bar squallidi e si ammazzan a vicenda per due lire

[gonzokampf::post]

Non è una roba nuova (cfr. le chiacchere futili di American Psycho)

lalitanie delle marche di american psychi serviva a delineare un'epoca storica come una colonna sonora, e programmaticamente riempivano il vuoto col vuoto.
questa è un'altra cosa, chiacchiere futili in quel senso non non ce ne sono.
poi che obiezione è "non è nuova", dicevo appunto che ricalca pari pari un film precedente

[gonzokampf::post]
Based on true story (stupenda la didascalia in P&G: "è ancora una storia vera"),

stupenda, tamarissima e falsa. Scorsese è rimasto molto più fedele al racconto di belfort rispetto a bay, che oltre agli inevitabili aggiustamenti ha aggiunto molta roba tanto per (i dildi su tutti)

[gonzokampf::post]
sogno americano interpretato a proprio uso o consumo (con il dubbio che il furto o la truffa ne siano invece la più sincera incarnazione), stile narrativo iperrealista.

bay tira in ballo prepotentemente il sogno americano da patriota oltraggiato, e non vede l'ora di sottolineare quanto siano abissalmente stupidi i suoi protagonisti.
a scorsese non frega più di tanto e il giudizio arriva liberamente per saturazione.
poi tutto si può dire di Bay tranne che sia iperrealista.



[gonzokampf::post]
Ma fa praticamente un cameo.

appunto, uno memorabile

sempre aspirante.

[fork()]

[rashid::post]Scorsese è rimasto molto più fedele al racconto di belfort
qui un confronto punto per punto tra libro e film.
asphtimer

[fork()]

ma quindi regge il confronto con Wall Street di Oliver Stone (altra epica del turbo-capitalismo ateo e degenerato)?

[fork()]

[rashid::post]e Goodfellas son ore di sfigati vestiti male che parlano in bar squallidi e si ammazzan a vicenda per due lire
Non svicolare, io voglio capire come la coazione di decine di scene uguali dovrebbe arrivare a comporre una "prospettiva morale".
La differenza fra questo qui e Godfellas è innanzitutto, come dici tu, che Scorsese conosce il mondo degli esponenti mafiosi, mentre un po' meno quello dei broker di basso cabotaggio, quindi forse a questi dialoghi straripanti corrispondeva un certo horror vacui, che alla fine dei conti traspare comunque.
Di caprio e i suoi si comportano da perfetti stereotipi, e se questo può funzionare nella prima metà del film (=un cinepanettone) nella seconda, dove la prevedibile parabola inizia a discendere, lo spettatore non è minimamente preoccupato della sorte di questi spot viventi di Publitalia '80.
[rashid::post]bay tira in ballo prepotentemente il sogno americano da patriota oltraggiato, e non vede l'ora di sottolineare quanto siano abissalmente stupidi i suoi protagonisti.
Al tempo stesso, evidenzia come il sistema possa premiare, in un certo modo, la loro stupida brutalità - vedi Wahlberg che diventa un membro importante nella comunità di villette di lusso.
[rashid::post]poi tutto si può dire di Bay tranne che sia iperrealista
Non saprei come altro definire la scena di The Rock che griglia una mano mozzata fuori dall'uscio di casa.
[rashid::post]chiacchiere futili in quel senso non non ce ne sono.
A parte la storia delle marche, c'è tutto un capitolo composto unicamente dai personaggi che decidono dove andare a cena, e con chi.
La differenza è che in Ellis la chiacchiera futile serve a qualcosa, ossia l'impossibilità di comunicare alcunchè, in Scorsese boh, rimane una mera nota di stile.

Svegliatemi per l'apokatastasis

[fork()]

[gonzokampf::post]
[rashid::post]e Goodfellas son ore di sfigati vestiti male che parlano in bar squallidi e si ammazzan a vicenda per due lire
Non svicolare, io voglio capire come la coazione di decine di scene uguali dovrebbe arrivare a comporre una "prospettiva morale".


il fatto che in questa indigestione riesci a criticare le orgie senza fine (apparentemente incriticabili senza moralismi e/o diti puntati) senza usare trucchi sfighi e GIUESUCRISTO come in "springbreakers" di korine

[gonzokampf::post]
[rashid::
sempre aspirante.

[fork()]

[rashid::post]riesci a criticare le orgie senza fine
Io non critico le orge, anzi uno dei pochi punti divertenti è quando ti spiega la tassonomia delle puttane, dalle blue chips alle penny stock.
[rashid::post]"springbreakers" di korine
Non è che se ora Korine fa un film di merda questo diventa pietra di paragone per la cinematografia occidentale - a parte che tutte le menate di springbreakers non sono concepite per puntare il dito in senso morale ma fanno parte di un delirante disegno estetizzante.

Aggiusta la seconda parte del post.

Svegliatemi per l'apokatastasis

[fork()]

[gonzokampf::post]

Non saprei come altro definire la scena di The Rock che griglia una mano mozzata fuori dall'uscio di casa.

ok controllato la definizione applicata al cinema e non all'arte e ci sta

[gonzokampf::post]

La differenza è che in Ellis la chiacchiera futile serve a qualcosa, ossia l'impossibilità di comunicare alcunchè, in Scorsese boh, rimane una mera nota di stile.

mah, ribadisco: se questo non funziona allora perch+ goodfellas invece è buono?
perchè mi sembra la stessa cosa solo con il voltaggio opposto (e molti più $ nell'ambiente)

[gonzokampf::post]
Io non critico le orge,

non tu scorsese intendo

[gonzokampf::post]
Non è che se ora Korine fa un film di merda questo diventa pietra di paragone per la cinematografia occidentale

è l'esempio più plateale, possiamo fare decine di altri esempi (tipo il cinema italiano degli ultimi 20 anni)

sempre aspirante.

[fork()]

[rashid::post]perch+ goodfellas invece è buono?
Godfellas, lungi dal costituire un capolavoro imprescindibile, è un ottimo film di genere che si contraddistingue per la narrazione di un gruppo umano credibile che affronta il rubare e il trafficare droga come un'attività quotidiana e in un certo senso "normale", idea che poi sarà sviluppata a iosa anche in serie tv come Soprano etc.
Henry Hill, Conway e Devito sono personaggi credibili e non semplici vettori per arrivare a scene paradossali, come è invece Di Caprio che pranza con Matthew McConaughey - la narrazione rimane sobria e la recitazione di tutti, pur evocativa, non scade mai nell'overacting.

La differenza fondamentale l'hai notata tu stesso, ossia il fatto che Scorsese conosca la realtà umana dei medio-borghesi italo americani un po' meglio del mondo di questi outsider della finanza internazionale.
Prova ne sono gli spiegoni di cui è infarcito il film, tanto per far capire al regista, e poi al sempre più annoiato spettatore, quello di cui si sta parlando; se ben ricordi, ad un certo punto è lo stesso di caprio a sfanculare l'ennesima supercazzola.
E' ovvio che da un punto di vista cinematografico le truffe finanziarie siano più difficili da raccontare che i furti in aereoporto, però non c'è dubbio che in The Wolf of Wall Street non ci si provi nemmeno.

Svegliatemi per l'apokatastasis

[fork()]

A me wolf è piaciuto molto, condivido la valutazione di rashid sulla chiave narrativa per saturazione volutamente eccessiva, ripetuta e d'intensità crescente, quindi destinata al botto finale.
Non avrebbe avuto senso imho limitarsi ad un racconto più verosimile, mediando con la realtà dei fatti. Si racconta un mondo privo di regole, drogato, corrotto e malato, il freno a mano non serve tanto ci si schianterà e tanto vale farlo nel modo più spettacolare possibile.
Per quanto riguarda le spiegazioni su cosa succedeva, si capisce all'inizio, vendono merda a gonzi che vengono imbrogliati ma in fondo: who cares? La frase di Di Caprio è emblematica, "ma che cazzo ve lo spiego a fare? il punto era: tutto questo era legale? Cazzo no." Ecco in questa frase c'è tutto il film imho.
Jonah Hill bravissimo (ma non era dimagrito?)

La scena di lui strafatto che non riesce a entrare in macchina e poi va dall'amico al telefono e tenta di fermarlo con quella lotta confusa e infantile è bellissima. Sono bambini, bambini che giocano e che lottano e che finiranno per farsi male.

edit: mi sono dimenticato di sottolineare quanto cazzo sia figa lei.

[fork()]

[gonzokampf::post]Sono ore di gente che parla sotto psicofarmaci assunti a scopo ludico + scopate in ufficio, e di caprio che fa le faccette.
Devo, con duolo, dare ragionissima a gonzo.

Carino, ma niente di più. Meglio American Hustle, per dire.

Sono tre ore di scenette ne fatte, spiegoni imho chiari, belle tette, ma nel complesso boh? dove sta la storia, l'epica di un film di tre ore di Scorsese? E giuro che non mi sono distratto. DiCaprio che fa le faccine è diventato insopportabile, te credo che non gli danno l'oscar (ma a sto giro lo vince)

[gonzokampf::post]Non è una roba nuova (cfr. le chiacchere futili di American Psycho)
aspè, AP non c'entra proprio un cazzo ora.
[Akkots::post]Se eri democristiano votavi DC, se eri comunista votavi PCI, se eri ex fascista / monarchico votavi MSI, se ti interessavi un po' di più di politica potevi anche lanciarti sulle varianti PSI, PSDI, PLI, PRI.

Nessun argomento
[fork()]

Gonzo tira sempre fuori questi collegamenti tra cose che c'entrano, quando va bene, solo marginalissimamente tra loro e quindi sembra che non sappia mai di cosa sta parlando; è il famoso paragone alla gonzo di cane.
asphtimer

[fork()]

si chiama così perché è un epigono del gonzo journalism di Hunter S. Thompson e Lester Bangs.
meanwhile ho letto le prime rece su Robocop e sembrano positive ma non so se fidarmi, del resto stiamo parlando della pacciani generation che molto probabilmente non ha visto l'originale.

[fork()]

[Louis::post]aspè, AP non c'entra proprio un cazzo ora
E' lo stesso espediente usato per scopi diversi, cioè: in AP serve a qualcosa, in TWoWS lo usano solo per allungare il brodo con del chiacchericcio insensato.
[Lord H.::post]è il famoso paragone alla gonzo di cane
Lord H. non posso accettare critiche (ancorchè bonarie e costruttive) sull'ermeneutica da uno che si rifiuta di visualizzare i personaggi maschili dei romanzi che legge.

Svegliatemi per l'apokatastasis

[fork()]

Non credo si tratti di ermeneutica: tratto fondamentale del gonzo di cane è riconoscere i meccanismi, gli ingranaggi di una storia, ma perdersi tutti i collegamenti che li legano insieme. Solo così puoi sostenere onestamente, ad esempio, che la tua daihatsu non è che la stanca ripetizione dell'orologio a cucù di tuo nonno e lamentarti perché non segna nemmeno l'ora basandoti sul fatto che in tutti e due gli oggetti hai trovato dei dadi del dieci.
asphtimer

[fork()]

[Lord H.::post]tratto fondamentale del gonzo di cane è riconoscere i meccanismi, gli ingranaggi di una storia, ma perdersi tutti i collegamenti che li legano insieme.
Mi sono limitato a rilevare che nel film di Scorsese e nel libro di Ellis c'è lo stesso meccanismo (gente che parla a vuoto) usato in maniera diversa: in Ellis evidenzia l'incomunicabilità (i personaggi non sembrano ascoltarsi l'un l'altro), Scorsese invece lo usa in un'operazione di ringiovanimento del suo cinema, fallimentare ed inutile.
Poi per il resto mi sembra poco signorile contobattere a critiche alla mia persona.

Svegliatemi per l'apokatastasis

[fork()]

Aspè, dov'è che in the wolf c'è il chiacchiericcio?
[Akkots::post]Se eri democristiano votavi DC, se eri comunista votavi PCI, se eri ex fascista / monarchico votavi MSI, se ti interessavi un po' di più di politica potevi anche lanciarti sulle varianti PSI, PSDI, PLI, PRI.

[fork()]

[Louis::post]il chiacchiericcio
Boh, tipo quando parlano dei nani, del fatto che sono sindacalizzati.

Svegliatemi per l'apokatastasis

[fork()]

[gonzokampf::post]
[Louis::post]il chiacchiericcio
Boh, tipo quando parlano dei nani, del fatto che sono sindacalizzati.

e basta? di tre ore di film ti ricordi solo una scena di 3 minuti?

Ok, gonzo siediti un attimo. Magari mangiati una cosa prima.


In AP, la gente chiacchiera ma non si risponde mai. E' come leggere (non ricordo il film) una serie di monologhi di argomenti diversi. In particolare i monologhi del protagonista non sono ascoltati da nessuno, specie se sono cruenti. Ce lo ricordiamo, è quasi banale dirlo. La gente chiacchiera perchè vive separata (droghe, noia, blahblah) dalla realtà e tutti odiano tutti.

(Pausa: se stai per dire che AP e TWOWS hanno in comune droghe e distacco dalla realtà, ti prevengo: NON C'ENTRA UN CAZZO DI NIENTE. Magari non lo stavi per dire, ma paragonare AP a qualsiasi altra opera riguardante gli anni 80 e i previlegiati americani è un'operazione che accetto dal me stesso sedicenne contento di avere scoperto Ellis (non ho un suo autografo: NE HO DUE. Tra l'altro è un tizio simpaticissimo). Sono accostabili per tematiche, forse, per ambientazione (ma neanche troppo) ma non è che tutto ciò che parla di figa deve essere messo nello stesso calderone e confrontato. Manco al DAMS diocan.)

In TWOWS ci sono tante scenette staccate, la commedia è il mezzo con cui Scorsese ha deciso di rappresentare il distacco dalla realtà del protagonista, anche quello causato da droghe e successo (e, facci caso, mentre in AP la gente ciondola da un posto a un altro, il lupo è in costante movimento e pensiero, è proattivo al massimo!): il film è quindi una serie di scenette disomogenee e per entrare in queste sono necessari gli spiegoni, infatti non c'è un momento di silenzio in tutto il film (sia benedetto Scorsese). Ma mai, mai, mai, la gente non si ascolta (forse nella scena del qualoode durante la festa, ma neanche). Non c'è una parola che cade nel vuoto (se tiri fuori la moglie che non lo ascolta ti sculaccio con la ciabatta).

Quindi che paragone vuoi tirare fuori tra AP e TW?
[Akkots::post]Se eri democristiano votavi DC, se eri comunista votavi PCI, se eri ex fascista / monarchico votavi MSI, se ti interessavi un po' di più di politica potevi anche lanciarti sulle varianti PSI, PSDI, PLI, PRI.

[fork()]

vero, tanto vero che nella scena di quando parlano dei nani per fare lo spettacolo ad un certo punto Jonah Hill dice a Di Caprio di stare attenti perchè i nani tra di loro parlano e se viene fuori che qualcuno di loro è stato trattato a pesci in faccia questi fanno scudo e sono cazzi coi sindacati.
Di Caprio non solo lo ascolta attentamente ma lo ringrazia a profusione per quello che ha detto (dice qualcosa del tipo: è per questo che ti amo, perchè fai queste osservazioni).

edit: nella scena della festa viene fuori l'idea di contattare il tipo delle scarpe, quindi ci si ascolta eccome. Anzi c'è proprio la spiegazione del fatto che talvolta il qualoode tirava fuori osservazioni geniali da parte di chi lo assumeva e a sto giro ero il turno di Hill.

[fork()]

MA INFATTI IL PUNTO È CHE QUI IL CHIACCHIERICCIO NON SEGNA L'ORA ESATTA! non serve il nobile scopo di denunciare la mancanza di comunicazione tra yuppies ma solo a far sembrare il film di scorsese appetibile anche dai ggiovini! Dai ragazzi, è impossibile che non capiamo!
asphtimer

[fork()]

[Lord H.::post]
MA INFATTI IL PUNTO È CHE QUI IL CHIACCHIERICCIO NON SEGNA L'ORA ESATTA! non serve il nobile scopo di denunciare la mancanza di comunicazione tra yuppies ma solo a far sembrare il film di scorsese appetibile anche dai ggiovini! Dai ragazzi, è impossibile che non capiamo!
nel caso gonzo scrivesse davvero una roba del genere, gli direi che allora non ha capito che nel film di Scorsese *non è chiacchiericcio*.
[Akkots::post]Se eri democristiano votavi DC, se eri comunista votavi PCI, se eri ex fascista / monarchico votavi MSI, se ti interessavi un po' di più di politica potevi anche lanciarti sulle varianti PSI, PSDI, PLI, PRI.

[fork()]

[Louis::post]nel caso gonzo scrivesse davvero una roba del genere, gli direi che allora non ha capito che nel film di Scorsese *non è chiacchiericcio*.
Spiegami, perchè invece l'ho scritto:
[gonzokampf::post]Scorsese invece lo usa in un'operazione di ringiovanimento del suo cinema, fallimentare ed inutile

Poi: è vero che in AP i personaggi tendono a non ascoltarsi, ma ci sono anche interi capitoli costruiti su botta e risposta: tipo quando si organizzano la serata al telefono, mettendo in attesa milioni di persone; o quando confrontano i biglietti da visita.
Il dialogo sui nani invece non aggiunge nulla alla narrazione (a meno che non sia importante sapere quanto sono cinici i protagonisti), come anche le mille scene in cui parlano strafatti di quaalude.
Se per te invece queste scene sono sembrate importanti o fondamentali, sarei curioso di sapere il perchè.
[Louis::post]Magari non lo stavi per dire,
Eh, ma tu continua pure.

Svegliatemi per l'apokatastasis

asphalto FAQ
categorie Espandi/contrai