media deliri :: [un tempo qui era tutta campagna] vi faccio vedere come recita un italiano

Io devo la parziale attenuazione della mia ignoranza non alla famiglia o alla scuola, bensì a un’altra venerabile istituzione: la rai tv. Per questo tutto sommato continuo a voler bene alla televisione, malgrado le delusioni.
Ad aiutarmi a diventare il sofisticato intellettuale che oggi tutti riveriscono sono stati in particolare i cicli di film che quando ero piccolo la rai trasmetteva a getto continuo. Praticamente tutto lo scibile cinematografico era stato preso e impacchettato: c’erano cicli dedicati a grandi registi (tutto rohmer, tutto bunuel, tutto bergman, tutto billy wilder) e a registi ignoti (chi cazzo è peter watkins?), cicli dedicati a generi epoche e correnti (la fantascienza degli anni cinquanta e il noir americano degli anni quaranta, la factory di corman e la commedia brillante, il cinema inglese degli anni sessanta e la nova vlna), cicli dedicati ad attori (tutti, da john wayne a totò) e perfino cicli dedicati a sceneggiatori (ne ricordo uno su paddy chayefsky, pensa te).
Bastava che i genitori avessero il buon senso di sospendere in queste occasioni la regola ferrea dell’andare a letto dopo carosello: tu ti piazzavi davanti al televisore, ti sciroppavi una breve e cordiale introduzione di vieri razzini o claudio g. fava, e partiva il filmettone. Certo fa un po’ ridere pensare a dei bambini delle elementari che fanno i capricci per rimanere alzati perché in seconda serata danno qualche caposaldo della nouvelle vague, ma è così che funzionava. È grazie a questo meccanismo che io e molti miei coetanei ci si siamo elevati dallo stato di bestioni inconsapevoli a quello di bestioni inconsapevoli che sanno un po’ di cinema.

Poi è arrivata l’epoca oscura. Sono esplose le tv commerciali, siamo stati inondati da oche pettorute e comicaroli in giacca di lamè, e anche la rai ha cominciato a rivolgersi a un pubblico di catalettici stando bene attenta a non turbare la loro catalessi. Sono stati anni grigi e difficili, ma forse li abbiamo finalmente superati. La rai ha infatti annunciato in pompa magna la sua intenzione di dedicare un ciclo completo (spero con introduzione critica e dibattito finale) all’opera di un grande artista italiano. Il ciclo si intitola:

Beppe Fiorello – Storie di un italiano
stare bene solo al congo

[fork()]

Stai trollando (di' di si' anche se e' tutto vero)

[fork()]

esperimenti scientifici serissimi hanno dimostrato che sino ad una certa soglia culturale la visione dei film non aggiunge niente alla cultura dello spettatore proletario, mentre funziona effettivamente da moltiplicatore per la cultura degli intellettuali progressisti oltre soglia.

Nella letteratura specialistica questo "zero culturale cinematografico" viene indicato come zero veltroniano o soglia V.

melevisione cattiva maestra
[fork()]

[danci::post]

La Rai ti ha foraggiato i filmi, ma se tu bambino capivi e ti interessavi eri già avanti per conto tuo, e lo spettatore proletario bla bla bla ha ragione lordacca.

C'è da dire però che a quei tempi, me lo ricordo come se fosse ieri, i televisori erano in bianco e nero, piccoli, gli schermi bombati e nessun telecomando (e che telecomandavi, con un solo canale), ce n'era uno per casa e si stava tutti insieme da brava famiglia piccoloborghese.
Oggi è diverso. Un danci seienne, trasportato con tutta la famiglia colta e benestante, nella seconda metà dei '90 si appassionerebbe ai film di Aldo Giovanni e Giacomo, come tutti gli stronzi. Quindi, un po' è merito della Rai, un po' è questione di milieu familiare e un po' è lo zeitgeist balordo che ha premiato il talento di Beppe Fiorello e il postumo riconoscimento del compianto Taricone.
vincibile on asphaltovincibile on asphalto
[maskone::post] vincibile, quale amara sconfitta
[Il Tubone::post] è saccentone e antipatico a bestia
[rodolfo::post] ma vai a cagare, tra l'altro ti ho pure votato new entry
[escape_from_La_Palma::post] oh è insopportabile porcodio

[fork()]

lol davvero io la rai non la vedo mai (non per fare lo snobbone, ma se accendo la tv la sera vado diretto su sky e bona lè), solo al sabato-domenica a pranzo, mi siedo a tavola coi miei e per 15 minuti rientro nella realtà di quel che vede (ahiloro) la strargande maggioranza degli italiani 24/7.

e davvero, quando ho visto lo spot di sta roba di fiorello, pensavo fosse un programma comico che lo perculava, o roba del genere. gristo santo, questo ha fatto una carriera a fare il carabiniere/prete/finanziere/magistrato tv. brrrr. e gli fanno UN CICLO.

[fork()]

ah ma è una cosa vera? LOLWUT
That's not an opinion, that's science. And science is one cold-hearted bitch with a 14-inch strap-on (Vince Masuka)

[fork()]

[Lord H.::post]zero veltroniano
c'è stato un periodo lontano lontano in cui veltroni, già dirigente noto, scriveva le schedine dei film per il venerdì di repubblica. la cultura cinematografica di veltroni si limita a tre o quattro scene famose di sordi e di totò, più un paio di film "d'impegno" ma non troppo difficili, sennò poi ti scambiano per uno lontano dai gusti della gente. a ogni numero pigliava almeno una cantonata, ma si arrabbattava in modo commovente per dimostrare la tesi che noi ggiovani di sinistra ci piacciono anche i film di ridere, non siamo mica quei barbogi che pensate. che è un po' come se una leader femminista dicesse: ragazzi, abbiamo idee rivoluzionarie sulla morale sessuale, stiamo perfino pensando di mettere in discussione l'obbligo della verginità fino al matrimonio.
[vincibile::post]La Rai ti ha foraggiato i filmi, ma se tu bambino capivi e ti interessavi eri già avanti per conto tuo, e lo spettatore proletario bla bla bla ha ragione lordacca
sì sì, tutto ok, ma il punto è:
[Elvis Ramone::post]e gli fanno UN CICLO
cioè: beppe fiorello. il nulla. ma allora intitoliamo l'aeroporto di fiumicino a ric e gian, proclamiamo una festa nazionale in onore di claudia pandolfi.
io immagino che le cose siano andate così: arriva l'estate, bisogna buttar dentro la tv un sacco di robaccia stantia, e ovviamente si decide di riempire un po' di prime serate con le quarte repliche di vecchie fiction: tanto sono tutte uguali e uno non si accorge di averle già viste (e comunque il 75% del pubblico tv estivo ha l'alzheimer). a questo punto si alza un alto funzionario e dice: vabbè i fondi di magazzino, ma non mettiamoli lì alla rinfusa, cerchiamo di fare una cosa un po' pensata, facciamo IL CICLO DI BEPPE FIORELLO.
ecco, io spero che quel funzionario venga spedito a organizzare la programmazione radiofonica in ruanda durante una violenta guerra tribale
stare bene solo al congo

Post in homepage Beppe Fiorello, un uomo, un volto, una lama nei maroni [11 risposte]

[Elvis Ramone::post]questo ha fatto una carriera a fare il carabiniere/prete/finanziere/magistrato tv.


ma no. Io che vedo la tv e sono informato so bene che quel volto da siculo anziano - anche se ha 26 anni è già anziano, a sessanta avrà il saggio volto di un Bernardo Provenzano - viene sfruttato nei seguenti ruoli:

Maria Montessori
Maria Montessori (Beppe Fiorello, coi baffi corti) è una dottoressa ideatrice di rivoluzionarie teorie educative che vogliono sottrarre i bambini alla sana scarica di botte che veniva loro elargita nelle scuole normali. Grazie all'intervento di un paterno mentore, Basaglia (Beppe Fiorello, senza baffi) la lotta dell'educatrice arriverà in parlamento dove troverà la ferma opposizione di un deputato socialista, Giolitti (Beppe Fiorello, col cilindro). Dopo una combatuta seduta di voto la legge passerà grazie al voto decisivo del deputato, convertitosi alle idee dell'educatrice che gli ha dimostrato come il figlio tirato su a legnate fosse un semideficiente col gozzo (Beppe Fiorello, col gozzo). Nel cast, un cameo di Rosario Fiorello nei panni di uno scudiscio.

Albert Schweitzer
Un giovane medico idealista in Africa (Beppe Fiorello, col cappello coloniale) tenta inutilmente di sterilizzare intere popolazioni di boscimani con la vasectomia, ma non ci riesce perchè loro corrono più veloci. Colpito da una cornata di bufalo verrà curato dallo stregone locale (Beppe Fiorello, col lucido da scarpe in faccia) che gli insegnerà l'umiltà e lo spingerà a trascorrere gli ultimi anni vaccinando i bambini indigeni dalla malaria. nel cast, un cameo di Rosario Fiorello nei panni della zanzara anofele.

Giuseppe Verdi
Uno straordinario Beppe Fiorello in ghette e finanziera ripercorre la vita esemplare del nostro più grande compositore, dagli esordi come suonatore di violino nelle osterie della bassa al tentativo di rapinare Casa Ricordi fischiettando le note dell'overture del Nabucco mentre urla "questa è una rapina!". Giangiacomo Ricordi (Beppe Fiorello, con un sigaro Romeo y Julieta) colpito da quella musica così travolgente lo scritturerà all'istante incatenandolo quindi alla scrivania e frustandolo fino alla consunzione per fargli sputare spartiti su spartiti. Nel cast, un cameo di Rosario Fiorello nei panni dell'Aida.

Pirandello
Beppe Fiorello in una straordinaria interpretazione del romanziere girgentino dagli esordi come scrittore di aforismi per i baci Perugina a acclamato romanziere e commediografo vincitore del premio Nobel per la chimica. Nel cast, un cameo di Rosario fiorello nei panni di uno, nessuno e centomila
ho troppa paura della solitudine per mettermi con una donna

[dulcamara::post]
PANCREAS AL POPOLO!!!!

[fork()]

[danci::post]cioè: beppe fiorello. il nulla. ma allora intitoliamo l'aeroporto di fiumicino a ric e gian, proclamiamo una festa nazionale in onore di claudia pandolfi.

Ti ricordo che noi siamo quella nazione che, quando il cittadino USA Mario Capecchi vinse il Nobel, si vantò di aver prodotto titoli di questo tenore:

vincibile on asphaltovincibile on asphalto
[maskone::post] vincibile, quale amara sconfitta
[Il Tubone::post] è saccentone e antipatico a bestia
[rodolfo::post] ma vai a cagare, tra l'altro ti ho pure votato new entry
[escape_from_La_Palma::post] oh è insopportabile porcodio

[fork()]

[dulcamara::post]tenta inutilmente di sterilizzare intere popolazioni di boscimani con la vasectomia, ma non ci riesce perchè loro corrono più veloci.
HAHAHAHA mandatelo in home! (la home estiva è come le fiction estive: merda, merda, temi leggeri ed altra merda)
f205vNon riesci ad essere ironico, vecchio mio, ma solo sarcastico... e tra sarcasmo ed ironia c'è la stessa differenza che c'è fra un rutto ed un sospiro!

[fork()]

fatto (la lobby dei v£cch1 sc0rr£gg10n1 colpisce ancora)

[fork()]

[fork()]

Bellissimo! lasciamo in home senza commenti a perenne monito per i critici cinematografici di Repubblica che lurkano queste pagine.
f205vNon riesci ad essere ironico, vecchio mio, ma solo sarcastico... e tra sarcasmo ed ironia c'è la stessa differenza che c'è fra un rutto ed un sospiro!

[fork()]

[danci::post]proclamiamo una festa nazionale in onore di claudia pandolfi.


mi sembra ragionevole
[einsatz::post]Ragazzi, jared è buono e caro ma è completamente matto eh.

[fork()]

[Lord H.::post]esperimenti scientifici serissimi

prego citare convegno o libro da cui trai l'informazione :-P

Bei tempi Danci, bei tempi!

E perchè non ricordare anche di quando i bambini si portavano al cinema e bona lì, quel che c'era guardavano.
Altro che cartoni animati; avevo sette anni e guardavo il mio primo film al cinema piena di stupore: Cristo di è fermato ad Eboli, pagato con le AM lire che avevo guadagnato vendendo fiammiferi agli angoli delle strade.

Quando discuti con un avversario, prova a metterti nei suoi panni. Lo comprenderai meglio e forse finirai con l'accorgerti che ha un po', o molto, di ragione. Ho seguito per qualche tempo questo consiglio dei saggi. Ma i panni dei miei avversari erano così sudici che ho concluso: è meglio essere ingiusto qualche volta che provare di nuovo questo schifo che fa svenire.
[un tempo qui era tutta campagna] vi faccio vedere come recita un italiano
[ignorato - rating 0]: clicca qui per leggerlo

[fork()]

[SpaceApe101::post]mafalda ma sei così antica?

Sgherzi?
Sono stata la musa di Quino!

Quando discuti con un avversario, prova a metterti nei suoi panni. Lo comprenderai meglio e forse finirai con l'accorgerti che ha un po', o molto, di ragione. Ho seguito per qualche tempo questo consiglio dei saggi. Ma i panni dei miei avversari erano così sudici che ho concluso: è meglio essere ingiusto qualche volta che provare di nuovo questo schifo che fa svenire.

[fork()]

[Lord H.::post]avevo accompagnato un'amica al Mkutano mkuu wa Utamaduni di Maranza.
popup
DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS
L'orzata in frigo è imperdonabile. (Squallido Master)
Scegliamo di mangiare una polenta abbrustolita, e la chiediamo senza alcun abbinamento. (Il Maestro)
[Fred::post]l'asphalto tutto = quella merda di rodolfo, che raccoglie i consensi dello 0.03% di asphalto (ovvero la sua utenza e basta

Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)

[fork()]

sembra un'isola del golfo di taranto
popup
DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS
L'orzata in frigo è imperdonabile. (Squallido Master)
Scegliamo di mangiare una polenta abbrustolita, e la chiediamo senza alcun abbinamento. (Il Maestro)
[Fred::post]l'asphalto tutto = quella merda di rodolfo, che raccoglie i consensi dello 0.03% di asphalto (ovvero la sua utenza e basta

Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)

[fork()]

[Elvis Ramone::post]pensavo fosse un programma comico che lo perculava
quando sono emigrato questa parola non esisteva in Italia, e un mese fa quando sono sceso a Roma tutti i miei amici la ripetavano ogni 10 minuti
"L'asphalto diverte perché ospita discussioni simili a quelle che potrebbero avere dei semianalfabeti con degli aborigeni sulla letteratura americana del novecento, e il divertimento è assicurato sia dalla lontananza abissale dalla verità che ne esce fuori, sia dal fatto che i semianalfabeti si sentano hemingway in confronto agli aborigeni"
il pomeriggio dell'esistenza

[fork()]

allora sarà nata in brianza ed è arrivata a Roma questa primavera
"L'asphalto diverte perché ospita discussioni simili a quelle che potrebbero avere dei semianalfabeti con degli aborigeni sulla letteratura americana del novecento, e il divertimento è assicurato sia dalla lontananza abissale dalla verità che ne esce fuori, sia dal fatto che i semianalfabeti si sentano hemingway in confronto agli aborigeni"
il pomeriggio dell'esistenza

[fork()]

Amici! Mi sono finalmente ricordato la password ma non ho nulla da dire.
Ciao!
Sull'asphalto dal 2001
Sul cazzo che rizzato avea Fra' Carlo,
giu' dal balcon casco' suor Margherita.
Le ruppe il cul ma le salvo' la vita,
dovea percio' dolersi o ringraziarlo ?

[fork()]

sei in buona compagnia! ciao!
supermaz è l'uomo giusto per qualsiasi persona che abbia dei gusti raffinati ed un cuore grande. (muffa)
una donna può campare ancora oggi facendo ciò che faceva la sua antenata del tremila avanti cristo, cioè la puttana o la sguattera o entrambe, mentre l'uomo purtroppo non può più vivere di guerra e di caccia, nè farsi giustizia con arco e frecce (scotto)
rebis è la ragazza della porta 80 accanto(}-{aiku)

Asphalto ChillEx | Vieni a giocare a L4D2!

[fork()]

ciao!
popup
DVRITIAM CORDIS VESTRIS SAXA TRAERE MERVISTIS
L'orzata in frigo è imperdonabile. (Squallido Master)
Scegliamo di mangiare una polenta abbrustolita, e la chiediamo senza alcun abbinamento. (Il Maestro)
[Fred::post]l'asphalto tutto = quella merda di rodolfo, che raccoglie i consensi dello 0.03% di asphalto (ovvero la sua utenza e basta

Io sono solito stampare in formato A3 col plotter i post di rodolfo per poi arrotolarmeli attorno al corpo nudo e gettarmi nei letamai del circondario. (supermaz)

asphalto FAQ
categorie Espandi/contrai