recensioni :: [1] Architettura: Botta fa cagare forte.

[Maranza::post]e quindi per l'appunto il lavoro del Bernini secondo te non è rispettoso del Genius Loci, ecc ecc.
non escludo che la gente si sia stracciata le vesti anche quando hanno fatto quell'enorme colonnato in mezzo ad una zona di vicoli e casette.
restando nella modernità, oltre alla Tour Eiffel ti cito anche quell'aborto del Centre Pompidou, che è veramente orrendo e fuori luogo, ma che ormai fa parte della città ed è imprescindibile.


non credo di aver capito cosa vuoi dire: che si possono fare cose che si discostano dalla "grammatica" nel luogo nonostante il chiaro contrasto e se sono molto belle va bene lo stesso? Bè, sì: mica si deve fare sempre tutto uguale. Ti dirò di più: alcune di quelle cose, come il colonnato di san pietro e la tour eiffel diventano essi stessi il pezzo che caratterizza il luogo. Ma se di fianco alla villetta del maranza costruissero una copia della tour eiffel, tu saresti senz'altro contentissimo, ma forse i tuoi vicini un po' meno: a quel punto è la città intera che si rapporta col monumento, e non so quanto ci starebbe bene una Tour nell'ameno borgo in cui risiedi. Lo stesso vale per il colonnato del bernini: non so se michelangelo sarebbe stato d'accordo.

[Maranza::post]poi vabbé, a me piace anche l'Ago e Filo di Piazza Cadorna, ma perché sono uno stupidino.


che tu sia uno stupidino è fuori discussione, ma quando vedi l'ago e filo ammetti che la prima reazione è "toh, ma che roba curiosa. Chissà a chi è venuto in mente di mettere in questa piazza una roba che non c'entra nulla". Reagisci non alla bellezza o bruttezza dell'opera (opinione soggettiva), ma al contrasto.

[Maranza::post]vuoi dire che è ovvio che Calatrava sia indiscutibile?


mica tanto indiscutibile: il ponte della stazione a venezia è sulla carta una bellissima idea, in pratica con quel bell'umidiccio che si deposita sui gradini in plexiglass passarci sopra è un modo rapido di spaccarsi una gamba, tanto che ci stanno costruendo un'ovovia a fianco per quelli in carrozzella, senza contare la manutenzione che richiederà a lungo termine la struttura in acciaio.
E polemiche sul fatto che c'entrasse come i cavoli a merenda ce ne sono state, ma tanto piazzale roma era già abbastanza rovinato dalla stazione e si è andati lisci.

Però Calatrava alla fine è un architetto organico, i suoi disegni arrivano da studi di scheletri, animali preistorici, pipistrelli... A suo modo riporta pezzi di natura nella città, e comunque si rapporta sempre con l'intorno: la stazione di zurigo non esce dalla sagoma delle case circostanti, la copertura esterna è realizzata in modo che le case vi si rispecchino. E' semplicemente uno che ha le idee abbastanza chiare su cosa si può o non si può fare.
Il mio commento sul fatto che aspettavamo te deriva dal fatto che io calatrava lo conosco da quindici anni, se tu lo scopri adesso arrivi buon ultimo.
ho troppa paura della solitudine per mettermi con una donna


asphalto FAQ
categorie Espandi/contrai