tedio recensioni :: Architettura: Botta fa cagare forte.

"Ticinesi" è il nome di quella adorabile e simpaticissima popolazione residente nel bacino idrografico del Ticino. I ticinesi son ghiotti di polenta, alla domenica mangiano il risotto allo zafferano e parlano un dialetto simile al milanese. Guai a confonderli con i lombardi! Si offenderebbero tantissimo. Loro con la penisola non vogliono c'entrare nulla. Salvo poi assistere con particolare fervore - davanti ai loro teleschermi sintonizzati su mediaset - alle italiche vicende.

Questo mite popolo, svizzero perché conquistato e saccheggiato dai cantoni tedeschi intorno al 15° secolo (…gli è andata bene. fortunelli.), non ha mai prodotto nulla di interessante. Salvo qualche architetto. I più ricorderanno senza dubbio il Borromini, noto per le pesanti architetture barocche di Roma. Gusto estetico alambiccato e volgarotto, esattamente ciò di cui la Roma seicentesca sentiva più bisogno; naturale riflesso dello spirito di una città corrotta fino al midollo. Ma bisogna riconoscergli un buon senso delle proporzioni. E se fino ad oggi è ricordato, è proprio perché non l'ha mai fatta fuori dal vasino. Segue un esempio.



Il tempo passa (…) e finalmente nel 1943, nella punta meridionale del nostro ridente cantone, in una bella cittadina chiamata Mendrisio, nasce lui, Mario Botta, l'architetto ticinese più famoso dai tempi del Borrimini. Secondo i biografi compie tutti i suoi studi sull'italico suolo (evidentemente perché pigro o incapace di parlare il tedesco o il francese). Da Borromini eredita, attualizzandolo, uno stile volgarotto e pronto a compiacere i potenti di turno. Solo che…



Ecco. Avete capito. L'opera in foto, completamente fuori scala e completamente fuori di senno - sproporzianata anche in confronto al lago - è il casinò di Campione d'Italia, enclave italiana in Svizzera. L'ecomostro, alto 70 metri è un pugno nell'occhio al buonsenso. L'ardua questione è decidere se il merda sia lui, o chi questo lavoro l'ha commisionato. L'autore dell'articolo propende per accusare il noto architetto ticinese. Perché è difficile essere migliori nel far cagare. Per qualche mistero, magari proprio grazie alla sua megalomania, diventa famoso, e costruisce i suoi insipidi e voglari palazzi un po' dappertutto nel mondo. Con particolare accanimento sul suolo italiano: Tubi che escono dal nulla che vorrebbero essere una chiesa (a Torino)



decorazioni interne che neanche nei film porno tedeschi degli anni '80



Torri che assomigliano ai vecchi aquedotti, ma più brutte ancora e con il nome profetico di "Torre di Moron" (in Svizzera)



I palazzi del geometra Fumagalli, sotto steroidi (in Corea del Sud)



E infine, è l'architetto che ha compiuto il miracolo: grazie a Botta, Milano è l'unica città che può vantare una stazione che assomiglia ad un'opera house e un'opera house che assomiglia ad una stazione (la Scala), è infatti lui ad averne curato il restauro, aggingendo una massa di cemento di cui nessuno sentiva il bisogno.



Il nostro simpatico amico procede indisturbato: sta infatti progettando la biblioteca centrale di Trento, un palazzo a forma di A (come ignoranza).



Il consiglio comunale si è recentemente opposto, Il palazzo sarebbe un altro casinò di campione, enorme, sproporzionato, alto più del doppio di ciò concesso dal piano regolatore.

insomma miei cari, un gran maestro del far cagare.

[fork()]

[escape_from_La_Palma::post]ma allora che gusto ci trovi a scrivere su un forum?

si discute, si cambiano/consolidano le opinioni, si imparano nuove cose, si lolla.
[escape_from_La_Palma::post]oppure pensi che sia una discussione inutile e sterile perchè giudichi marginali i parametri architettonici e estetici che legano un'opera al contesto urbano o naturale a cui è destinata

più o meno. il mio discorso si riferiva più al concetto di cambiamento.
mi piace pensare che una città, dopo 100 anni, abbia uno skyline totalmente differente, anche se questo comporti il sacrificio di fare costruzioni che molti considereranno porcate.
hai presente la prima puntata di futurama, che inquadra fry dentro il congelatore, mentre fuori dalla vetrata si vede una città che cambia, viene demolita, ricostruita, si aggiungono forme nuove, diventa futuristica? ecco.
mi sembra che a capothread non si consideri il fatto che il naturale passaggio da un tipo architettonico di città a un altro più moderno, comporti queste sperimentazioni/porcata/wtf/pugno in un occhio.
per dire, prima c'era la pizza margherita, e immagino che gli antenati di - abbiano gridato allo scandalo quando qualcuno iniziò a metterci l'uovo.
però la capricciosa è una figata, invece.

[fork()]

[Monorchide::post]
hai presente la prima puntata di futurama, che inquadra fry dentro il congelatore, mentre fuori dalla vetrata si vede una città che cambia, viene demolita, ricostruita, si aggiungono forme nuove, diventa futuristica?
ma vai a cagare, va'.
[Askatasuna::post]l'involto di una drizza accanto al winch di dritta sulla tuga.
[maranza::post]ho errato

[fork()]

[Monorchide::post]
mi piace pensare che una città, dopo 100 anni, abbia uno skyline totalmente differente,

[escape_from_La_Palma::post]iscriviti ad al qaeda


[Monorchide::post]anche se questo comporti il sacrificio di fare costruzioni che molti considereranno porcate.
ma non vedo dov'è la necessità di associare il cambiamento ad un cambiamento di merda.
Sai qual è uno degli aspetti che forse definisce meglio il linguaggio di un (ottimo) architetto? La capacità più o meno consapevole di confrontarsi con il parametro Tempo tendente a infinito. Quanto devono durare San Pietro, il campanile del Duomo di Ferrara, le Piramidi o il Woolwhort Building? Possibilmente per sempre.
Prova anche per puro esercizio mentale a porti l'obiettivo di progettare qualcosa che sia in grado di svolgere la sua funzione per sempre.
Se non riesci ad immaginarti nulla non devi preoccuparti, probabilmente nessuno è in grado di farlo, ma questo dovrebbe quantomeno placare le tue smanie da megalomane.
:|
[Pisodeuorrior::post]Esc pero' non mi fare il saccentone ho dato diversi esami di storia dell'arte piuttosto complicati, dai

[fork()]

il ponte di calatrava, peraltro, a venezia lo odiano tutti perchè ha gli scalini piccoli, ma io lo trovo altresì ottumo proprio in virtù di questo perchè ho le gambette corte, come i grandi calciatori.

Architettura: Asphalto fa cagare forte.
[fork()]

[dulcamara::post]Mi servirebbe sapere (per demolire completamente le tue tesi) quale sia la tua idea di città, cosa ritieni "bello" in architettura e urbanistica (uso bello come termine generico per arrivare a farmi capire anche da te, anche se di per sè già questo è un discorso complesso) e cosa esattamente stai criticando in questa discussione, perchè ti giuro che a parte un po' di mestruo random non ho ancora capito con chi e cosa ce l'hai.
[Monorchide::post]
non è rilevante, e ad esser sincero non saprei neanche risponderti.
ahahah ahahahah
supermaz è l'uomo giusto per qualsiasi persona che abbia dei gusti raffinati ed un cuore grande. (muffa)
una donna può campare ancora oggi facendo ciò che faceva la sua antenata del tremila avanti cristo, cioè la puttana o la sguattera o entrambe, mentre l'uomo purtroppo non può più vivere di guerra e di caccia, nè farsi giustizia con arco e frecce (scotto)
rebis è la ragazza della porta 80 accanto(}-{aiku)

Asphalto ChillEx | Vieni a giocare a L4D2!

[fork()]

[dulcamara::post]ammetti che la prima reazione è "toh, ma che roba curiosa. Chissà a chi è venuto in mente di mettere in questa piazza una roba che non c'entra nulla". Reagisci non alla bellezza o bruttezza dell'opera (opinione soggettiva), ma al contrasto.


a dire il vero no, se vedo una cosa focalizzo su quella e mi disinteresso del fatto che sia in un luogo specifico piuttosto che in un altro.
infatti non sarei mai un buon architetto.

[dulcamara::post]Il mio commento sul fatto che aspettavamo te deriva dal fatto che io calatrava lo conosco da quindici anni, se tu lo scopri adesso arrivi buon ultimo.


beh, ma tu lo conosci perché bazzichi l'ambiente omosessuale, mentre io non ti saprei dire il nome di un architetto contemporaneo, tranne forse Renzo Piano se è ancora vivo.
quello che mi ha sorpreso davvero tanto è che le sue opere sono in assoluto le uniche a suscitarmi qualcosa, e che ogni volta che vedo qualcosa che mi fa restare incantato è sempre invariabilmente opera sua.
la prima volta che ho visto i ponti sulla A1 stavo quasi inchiodando per fermarmi a guardarli.
poi a Lisbona ho visto in lontananza la stazione Oriente e ho pensato "uh, che figata meravigliosa, ma chi l'avrà fatta?"



e lo stesso mi è successo settimana scorsa a Lione, quando sono arrivato all'aeroporto e mi sono bloccato incantato a guardarmi in giro.

insomma, è piuttosto stravagante come cosa.
[pgcd::post]OK, mi sa che c'ha ragione il maranza quindi chiudo il thread.

Perché i veri Mafiosi non sono quelli sciolgono i bambini nell'acido, ma i leghisti che comperano i cannoli nelle pasticcerie siciliane di Bollate. (R. Saviano)

[fork()]

Volevo solo dire che all'1 Gennaio sono andato a far fondo a Campra, e passando nelle vicinanze di Campione d'Italia ho potuto apprezzare la mastodontica struttura del suo casinò inserita il quello splendido paesaggio lacustre, rendendomi effettivamente conto del fatto che faccia davvero davvero ma davvero cagare. Checchè ne dica il buon Monorchide.
[il pomeriggio dell'esistenza] se il barone rosso fosse vivo e si iscrivesse all'asphalto, tutti gli utenti che hanno fatto almeno bergamo - londra con ryanair si sentirebbero autorizzati a dirgli come fare le penne.

[fork()]

questo a lugano non Ŕ male, un palazzone ma interessante, bello l'albero
biblioteca tiraboschi a bergamo, sembra un blocco chiuso, ma dalla vetrata entra una luce inaspettata valorizzata all'interno da un ampia hall centrale
per il resto è vero, tante cagate
chimico insonorizzante

[fork()]

- ti apprezzo, e vorrei completare la carrellata di obbrobri con "il fiore di cane pietra" sempre del nostro buon marione! (inaugurato primavera scorsa):

An intellectual is a highly educated man who can’t do arithmetic with his shoes on, and is proud of his lack. (Robert A. Heinlein)
La vita è una malattia incurabile, bisogna solo avere pazienza ed aspettare che passi. (f205v)

[fork()]

Un grandissimo EFLP in questo antico thread.
Non ho ancor digerito le madicenze sul Borromini in testa.

autostrada con le scale
avocado saponetta
tricipite basket
(allegrodemiurgo)

[fork()]

Peraltro il posto sta riscuotendo enorme successo con i turisti che prendono il trenino e si arrampicano fino lassù per godere di polenta e panorama. Al punto che hanno deciso di prolungare la stagione di apertura, ed invece di chiudere il 1° Novembre lo terranno aperto fino all'Epifania.

Comunque il Botta non è l'unico responsabile delle scempio: qui in Ticino va di gran moda quello che definirei "cubismo elvetico" ovverosia la costruzione di villette per la villeggiatura che sono dei terrificanti cubi di cemento armato (e non uso il termine "cubi" in senso figurato, sono proprio dei blocchi cubiformi) privi di qualunque proporzione fra pieni e vuoti, senza alcuna sporgenza, modifica, linea, nulla che interrompa l'assoluta piattezza di 4 pareti e tetto piatto.
Solitamente li lasciano anche a cemento a vista, senza intonaco e senza colore. Una roba che grida vendetta a Dio.
An intellectual is a highly educated man who can’t do arithmetic with his shoes on, and is proud of his lack. (Robert A. Heinlein)
La vita è una malattia incurabile, bisogna solo avere pazienza ed aspettare che passi. (f205v)

[fork()]

f205v::1766897
qui in Ticino va di gran moda quello che definirei "cubismo elvetico"

la prerogativa è che il praticello che circonda questi oggetti sia perfettamente curato e di un verde accecante*, l'architettura è secondaria, l'importante è che siano evidenti i costi elevati di costruzione, a testimonianza del PIL.

*ancora meglio se sui praticelli vi pascolano dei bovini.

[fork()]

Ma infatti!
E' il tipo di costruzione preferito dagli "Svizzeri Interiori" (francofoni e germanofoni) che si fanno la seconda casa secondo questi dettami del razionalismo estremista mal capito e peggio interpretato. Diffatti le trovi di solito sui meglio punti panoramici delle prealpi, con magnifiche vedute dei laghi sottostanti a sud e delle Alpi innevate a nord.

C'è da dire che anche nei cantoni più interni costruiscono secondo la stessa ricetta, con l'unica differenza che non ci fanno le casette (mantengono infatti per le abitazioni il noto profilo "Heidi"), bensì i negozi e le palazzine di uffici, percui diventano totalmente indistinguibili il supermercato Manor, l'ufficio postale ed il centro medico veterinario.
An intellectual is a highly educated man who can’t do arithmetic with his shoes on, and is proud of his lack. (Robert A. Heinlein)
La vita è una malattia incurabile, bisogna solo avere pazienza ed aspettare che passi. (f205v)

calde lagrime ho pianto
[fork()]

escape_from_La_Palma::1411252
Sai qual è uno degli aspetti che forse definisce meglio il linguaggio di un (ottimo) architetto? La capacità più o meno consapevole di confrontarsi con il parametro Tempo tendente a infinito. Quanto devono durare San Pietro, il campanile del Duomo di Ferrara, le Piramidi o il Woolwhort Building? Possibilmente per sempre.
Il principio è trasponibile a qualsiasi arte o linguaggio, e la sua concreta applicazione si chiama Ur-Fascismo. Marmo contro la palude entropica dell'immanenza.

Svegliatemi per l'apokatastasis

asphalto FAQ
categorie Espandi/contrai