scienza bla-bla :: Asphalto Phai Da The – Astrophilia

Su suggerimento del Brullo Nulla ho deciso di scrivere una piccolissima guida per wannabe-astrofili.

Il suggerimento primo (oserei quasi dire il “comandamento” primo) per chi si voglia avvicinare all'astronomia e' quello di rivolgersi ad una delle associazioni di astrofili che facilmente si trovano in giro per il mondo. In Italia il riferimento e' ovviamente la Unione Astrofili Italiani dove trovate i link a tutte le associazioni sparpagliate in giro per l'Italia. Stesso discorso per quanto riguarda l' UK, dove si fa sempre riferimento alla Bristish Astronomical Association, fondata a Londra nel 1890 e punto di contatto per tutti gli astrofili albionici.

Rivolgersi ad un gruppo di astrofili già formato ha alcuni evidenti vantaggi:
1)Praticamente tutti i gruppi considerano la diffusione dell'astronomia uno dei punti chiave della propria attività ed organizzano quindi con regolarità serate introduttive al tema, con ovviamente anche i primi approcci agli strumenti di osservazione.
2)L'eventuale iscrizione ad un gruppo di solito ha un costo bassissimo, ed in ogni caso quello che si ricava in termini di conoscenze è sicuramente superiore a quello che si spende.
3)
4)Spesso le associazioni hanno degli strumenti vecchi a disposizione dei soci in forma di prestito temporaneo gratuito, e questo consente di poter disporre di uno strumento per principianti a costo assolutamente nullo. Ci si può così impratichire, e soprattutto capire se l'astrofilia è davvero di vostro interesse PRIMA di spendere per uno strumento proprio.
5)Nelle associazioni si trova di solito un eterogeneo gruppo di varia umanità che spazia dall'imbianchino alla parrucchiera, dallo stimatissimo professore universitario agli studenti appassionati. Tutti accomunati dalla stessa passione, tutti disposti a condividere con il proprio vicino di telescopio per il puro piacere di farlo. Potrebbe essere un'occasione per farsi una vita vera.

Detto questo vediamo di sfatare qualche mito e cerchiamo anche di capire che cosa può spingere un wannabe a diventare un regular.
Gli astrofili NON guardano le stelle! Perlomeno gli astrofili da giardino alle prime armi.
Gli astrofili guardano la Luna, i pianeti principali (Marte, Venere, Giove, Saturno) e qualche oggetto di Messier
Il perché è presto detto: sono grossi, si vedono bene, sono facili da inquadrare, danno soddisfazione, se li fotografi puoi bullartene con gli amici.

Se invece volete buttarvi subito sullo strumento di osservazione tenete conto che la regola d'oro incisa nell'adamantio unica eterna ed immutabile dice: COMPRA UN CAVALLETTO GROSSO ED UNO STRUMENTO PICCOLO, PORCODIO! E se vi devo spiegare il perché vuol dire che NON dovete fare gli astrofili*

Per cominciare e per simpatiche osservazioni può bastare un buon binocolo, purché dotato di attacco per cavalletto. Un 7x35 va già bene per Luna e pianeti e si trovano attorno ai 100Eur, se volete c'è anche un Celestron 15x70 che costa sui 120Eur e che come strumento base va benissimo.

Se volete andare invece su di un tubo (telescopio) dovete fare una scelta di base sul tipo di puntamento / motorizzazione che preferite; bisogna infatti tenere conto dello stretto campo visivo dei telescopi e del moto apparente della volta celeste sopra di noi: inquadri un oggetto, lo metti a fuoco, lo osservi per qualche secondo, e quello è già finito fuori campo a causa della rotazione terrestre!
Gli astrofili preferiscono di solito montature equatoriali, perché coniugano una certa leggerezza e facilità di trasporto/assemblaggio, con una notevole precisione ed un'accettabile isolamento dalle vibrazioni. La geometria preferita per i telescopi amatoriali e' solitamente la Schmidt Cassegrain per via dell'estrema compattezza, della robustezza generale di assemblaggio e della facilità di trasporto.
Oggi TUTTI i telescopi anche per usi amatoriali sono motorizzati (una volta puntato l'oggetto da osservare lo inseguono da soli, compensando la rotazione terrestre) e molto spesso sono anche informatizzati (i motori sono asserviti ad un PC che con adeguato software catalogatore vi dice cosa state osservando, e si incarica anche di puntare in automatico un oggetto che voi scegliete dal catalogo). Inoltre quasi tutti i telescopi moderni hanno fra gli accessori gli agganci per la macchina fotografica digitale.

Detto questo io consiglio in particolare una ditta: la Celestron, ma ce ne sono ovviamente moltissime altre; di nuovo potrete trovare ottime informazione presso i vari gruppi di astrofili.

E per finire qualche immagine per sollazzare il palato:
LunaVenere
MarteGiove
SaturnoM1 – Nebulosa del Granchio
M16 – Nebulosa AquilaM20 – Nebulosa Trifida
M31 – Galassia di AndromedaM45 – Pleiadi
M51 – Galassia VorticeM82 – Galassia Sigaro
M104 – Galassia Sombrero
f205vL'alba del domani è il tramonto dell'oggi. (J. Morrison)

[fork()]

Basta il sito, l'occhio, la bussola ed il binocolo (ed il buco di culo di avere il cielo sgombro da nubi).
La tabella per Torino dei prossimi giorni dice:
SATELLITE LOCAL DURATION MAX ELEV APPROACH DEPARTURE
DATE/TIME (MIN) (DEG) (DEG-DIR) (DEG-DIR)

ISS Sun Jun 21/04:44 AM 4 16 10 above S 10 above E
ISS Mon Jun 22/05:08 AM 2 36 10 above SW 36 above S
ISS Tue Jun 23/04:00 AM 3 17 15 above SSE 10 above E
ISS Wed Jun 24/04:23 AM 3 48 19 above SSW 21 above ENE
ISS Thu Jun 25/03:15 AM 2 17 17 above SE 10 above E
ISS Thu Jun 25/04:47 AM 4 59 10 above WSW 37 above NE
ISS Fri Jun 26/03:39 AM 3 51 46 above S 11 above ENE
ISS Sat Jun 27/02:31 AM < 1 12 12 above E 10 above E
ISS Sat Jun 27/04:03 AM 2 56 24 above W 37 above NE

Prendiamo ad esempio la prima riga da six a dx:
ISS -> stazione spaziale internazionale
Time -> domenica 21 giugno alle 4.44 del mattino (va benissimo se il sabato sera ti droghi in discoteca come fate voi ggiovani d'oggi)
Duration -> in condizioni ideali la stazione sara' visibile per 4 minuti
Max elevation -> rispetto all'orizonte la stazione si alzera' fino ad un massimo di 16° (medra). Il top e' 90°, ovverosia verticale sopra la tua testa
Approch -> direzione in cui guardare per vederla comparire e gradi di altezza sull'orizzonte a cui diventera' visibile (uscira' dal cono d'ombra della terra)
Departure -> direzione ed altezza sull'orizzonte in cui la stazione rientrera' nel cono d'ombra sparendo dalla vista.

I satelliti li riconosci perche' brillano intensamente di luce fissa e si muovono molto rapidi nel cielo, la stazione spaziale e' inoltre particolarmente grossa e bassa e quindi si vede bene. Con il 7x35 la vedi senza problemi (prima individuala ad occhio nudo, poi punti il binocolo). Allenati a puntare senza muovere la testa, ma solo le mani, cosi' sei sicuro di centrarla al primo colpo ed eviti di fare su e giu' col binocolo 20 volte prima di inquadrarla.

Se poi ti ammali della cosa finisci come questo tizio qua in Germania, oppure quest'altro in Francia.
Jolly Roger« Il suo teschio è una bandiera che vuol dire libertà. »

[fork()]

[f205v::post]un astrolabio di cartoncino costa 5 Eur


che sono 5 euro in più che spenderei visto che il portatile ce l'ho già.

[f205v::post]lo metti in macchina/bauletto_della_moto/zainetto e lo hai sempre con te a peso zero.


non ho la macchina nè la moto.
il portatile nello zainetto ci sta benissimo.

[f205v::post]Un astrolabio non ha bisogno della corrente/batterie.


la batteria del mio laptop dura dalle 3 alle 4 ore, che per ora mi bastano.

[f205v::post]Un astrolabio ha un tempo di boot di circa un nanosecondo.


anche il mio portatile se è in standby.

[f205v::post]Un astrolabio non emette luce e quando lo guardi al buio eviti di cecarti la pupilla e passare 20 minuti prima che si dilati di nuovo.


questo è giusto, ma almeno alcuni di quei programmi ti danno l'opzione di visualizzare la mappa a tutto schermo con bassa luminosità e contrasto (tipo con le stelle in rosso cupo) proprio per minimizzare il problema.

[f205v::post]Un astrolabio lo vedi al buio perché è colarato con vernice fluorescente, che vedi a luce stellare.


LOL.

[f205v::post]Un astrolabio non fa "click" per essere usato.


e chissene.

[f205v::post]Un astrolabio è uno strumento analogico, e quello che distingue un astrofilo da un astronomo è l'uso di strumenti analogici al posto di quelli digitali.


beh allora voglio fare l'astronomo, visto che la prossima domanda che volevo farti era "come si fa ad attaccare una ccd e quali software di analisi di immagine appositi esistono per seguire la luminosità degli astri?"

[f205v::post]Un astrolabio presenta un centinaio di stelle cospicue (sono già troppe per l'astrofilo medio), un compiuter presenta dai 40.000 ai 100.000 oggetti - non te ne fai un cazzo e ti danno fastidio.


puoi regolare la magnitudine massima da visualizzare.
inoltre i software ti danno anche l'aspetto del cielo e la posizione dei pianeti in tempo reale, che dubito possa fare altrettanto bene l'astrolabio di cartoncino.
senza contare che mostrandomi 100.000 oggetti, magari mi dice cosa sono tutte le stelline che vedi dentro il campo del telescopio attorno all'oggetto che stai centrando, che secondo me è una cosa ok..

[f205v::post]Un astrolabio ha un nome bello da pronunciare, che porta in sè 5.000 anni di storia dell'uomo attorno al mediterraneo ed è una metafora totale del mito di Prometeo.


questo è vero ma allora me ne compro uno figo antico (dopo aver venduto la madre) e me lo tengo in salotto.

[f205v::post]
Detto questo, se ti fai la tua postazione FISSA di osservazione nel giardinetto di casa, puoi anche metterti un tavolinetto per il portatile, gli carichi una skin all-black, copri con il nastro isolante tutti i LED, attacchi un mouse con la pallina (NON quelli con il LED), regoli il contrasto e la luminosita' al minimo, elimini i suoni e puoi anche usare Stellarium et similia.


non ho capito questa fissa per i suoni, c'è un motivo per cui i suoni danno noia all'osservazione astronomica?

[cotard::post]le manate vanno bene solo quando hai ragione, per sottolineare la possenza delle proprie argomentazioni.

[muffa::post]quando guardo i porni spero sempre che alla fine si sposino

ho deciso che vincono le piramidi LOL ---- compra brullonulla!

[fork()]

[brullo nulla::post]come si fa ad attaccare una ccd e quali software di analisi di immagine appositi esistono per seguire la luminosità degli astri?

Mai stai gia' a pensare al CCD? e perche' non una bella antenna centimetrica per fare direttamente radioastronomia sul "buco" dell'idrogeno? Dai Brullo, vai per gradi che e' meglio.
In ogni caso esistono in commercio comodissimi supporti per CCD da mettere al posto dell'oculare. Attenzione che i CCD astronomici hanno un costo "astronomico". A parita' di superficie e risoluzione costano dalle 20 alle 1.000 volte quelli delle macchine fotografiche digitali. Ed inoltre entri in un campo di tecnicismi tali (ma magari a te piacciono) che in confronto le geometrie delle ottiche e' una roba per bimbetti delle elementari.
Software per astronomia ce ne sono un bilione che fanno praticamente di tutto. Di nuovo, parlane con un qualche gruppo vicino a te, e' il modo piu' rapido per orientarsi (e per essere sicuro di avere vicino qualcuno che quelle configurazioni HW/SW le usa ed e' in grado di aiutarti in caso di bisogno)

[brullo nulla::post]c'è un motivo per cui i suoni danno noia all'osservazione astronomica?
Nello spazio non c'e' suono. Il silenzio durante l'osservazione e' IMHO condizione prima ed irrinunciabile, altrimenti come posso far finta di essere un tachione e penetrare gli spazi siderali con la sola forza del mio pensiero?


Il tuo ultimo post mi fa venire in mente che ci sono di fatto 2 categorie di astrofili: quelli che guardano il cielo e quelli che guardano i loro strumenti. Non voglio assolutamente dare giudizi di merito, visto che stiamo di parlando di un hobby il cui unico scopo e' quello di dare piacere a chi lo pratica, ma io personalemente trovo che le piu' belle serate osservative lo ho fatte sostanzialmente ad occhio nudo, magari al massimo con un binocolo. Conosco gente che se non scarica dalla macchina almeno 250 Kg. di attrezzatura varia 6 ore prima del tramonto torna a casa incazzata perche' "serata di merda, il seeing era basso, c'era turbolenza in quota, la batteria si e' scaricata dopo solo 2 ore, avevo del pulviscolo sul primario, l'equatoriale era fuori di almeno 1 secondo d'arco, la piastra di Peltier non mi dava il -20 sul CCD, non avevo l'aggiornamento 7.14 di StarFinder con gli ultimi 7 milioni di oggetti del catalogo del porcodio dell'osservatorio di sta merda, et. etc."
Ecco, i miei personalissimi 2 cent.
Jolly Roger« Il suo teschio è una bandiera che vuol dire libertà. »

[fork()]

mandate a 7 questo thread froci
:|
[Pisodeuorrior::post]Esc pero' non mi fare il saccentone ho dato diversi esami di storia dell'arte piuttosto complicati, dai

[fork()]

[f205v::post]e perche' non una bella antenna centimetrica per fare direttamente radioastronomia sul "buco" dell'idrogeno?


beh mio padre è radioamatore, credo ci abbia pensato.

[f205v::post]Dai Brullo, vai per gradi che e' meglio.


ma sì, ma certo.
era per sapere tipo se era una cosa ovvia o meno.

[f205v::post]i CCD astronomici hanno un costo "astronomico". A parita' di superficie e risoluzione costano dalle 20 alle 1.000 volte quelli delle macchine fotografiche digitali. Ed inoltre entri in un campo di tecnicismi tali (ma magari a te piacciono) che in confronto le geometrie delle ottiche e' una roba per bimbetti delle elementari.


ecco, vedi? ci dimentichiamo il ccd.

[f205v::post]Nello spazio non c'e' suono. Il silenzio durante l'osservazione e' IMHO condizione prima ed irrinunciabile, altrimenti come posso far finta di essere un tachione e penetrare gli spazi siderali con la sola forza del mio pensiero?


ma infatti mica volevo mettere la techno mentre guardo le stelle, solo che il clic del mouse non mi pare sia questa distrazione fondamentale (poi magari mi sbaglio).

[f205v::post]ci sono di fatto 2 categorie di astrofili: quelli che guardano il cielo e quelli che guardano i loro strumenti.


ma a me interessa il cielo, però diciamo che ho il complesso del piccolo scienziato.

[cotard::post]le manate vanno bene solo quando hai ragione, per sottolineare la possenza delle proprie argomentazioni.

[muffa::post]quando guardo i porni spero sempre che alla fine si sposino

ho deciso che vincono le piramidi LOL ---- compra brullonulla!

[fork()]

[brullo nulla::post]solo che il clic del mouse non mi pare sia questa distrazione fondamentale (poi magari mi sbaglio).


e sia dibattito!

no, solo per dire: più che il clic del mouse è la presenza dello schermo e del device in sè, secondo me, a togliere alla pratica un bel po' di poesia. A quel punto davvero vai a cercarti le foto su internet della stazione spaziale, tanto trovi sicuramente qualcuno che le ha fatte meglio di quanto potresti fare tu.

(poi io mi ricorderò sempre la scena magnifica di quel professore all'università che spiegava come i programmi di analisi agli elementi finiti restituissero un'immagine del modello colorata a seconda dei punti più sollecitati, e di come bastassero otto colori per avere dei modelli più che attendibili. La faccia che ha fatto quando il nerd di turno ha alzato la mano per dirgli che ormai i colori a disposizione in un pc erano sedici milioni, a metà tra il disgusto e la compassione, me la ricordo ancora adesso)
ho troppa paura della solitudine per mettermi con una donna

[fork()]

[dulcamara::post]è la presenza dello schermo e del device in sè, secondo me, a togliere alla pratica un bel po' di poesia.

Gia', ma Brullo e' uno di quelli per cui il device in se' e' fonte di poesia (anche per me spesso e' cosi', eh).

Guns and Drums and March and Fun
E ora, vendetta e sangue.

[fork()]

[cotard::post]Brullo e' uno di quelli per cui il device in se' e' fonte di poesia


ne sono consapevole, ma mi stupisce ogni volta :)
ho troppa paura della solitudine per mettermi con una donna

[fork()]

Credo sia una questione generazionale (noi ci siamo beccati il periodo in cui l'home computing era eroico proprio nell' eta' in cui eravamo troppo piccoli per pensare a musica e scopate).

Guns and Drums and March and Fun
E ora, vendetta e sangue.

[fork()]

[brullo nulla::post]beh mio padre è radioamatore, credo ci abbia pensato.

Allora sappi che la parabolica e' il sogno da sega di ogni radioamatore.
Noi abbiamo una 5 metri autocostruita, motorizzata ed asservita al PC.
La prima cosa che ci fai è ovviamente l'eco lunare: punti la luna (non che serva una grande precisione viste le dimensioni), attivi il trasmettitore e dici "CIAO", passi subito in ricezione e 2,2 secondi capti il tuo "ciao" che ti rimbalza indietro pieno di statica. Toccare le tette delle donne provoca meno polluzioni, fidati.
Secondo step è quello di fare CB con gente oltre l'orizzonte usando l'eco lunare, io ho parlato con gente in Sud Africa e negli USA con il rimbalzo.
Poi però cominciano i cazzi veri, e finisci in un ginepraio di complicazioni tecniche che neppure te lo immagini. Noi (grazie al SETI) abbiamo attivato una collaborazione informale con Medicina (BO) e con il direttore St3l10 M0nt3bugn0l1, per triangolazioni di misura e robe del genere, ma siamo DAVVERO nel difficile. In pratica un nostro socio ci si dedica in ogni minuto del suo tempo libero e noi ogni tanto gli lanciamo dei tozzi di pane raffermo nella sua stanzetta degli strumenti.

[dulcamara::post]è la presenza dello schermo e del device in sè, secondo me, a togliere alla pratica un bel po' di poesia
QCQ enciclopedico! Dulca, organizziamo la serata osservativa per "stupefatti della volta celeste"? Strumenti necessari: un plaid per sdraiarsi per terra, una brocca di grappa the caldo, l'innocenza del fanciullino.

[cotard::post]noi ci siamo beccati il periodo in cui l'home computing era eroico proprio nell' eta' in cui eravamo troppo piccoli per pensare a musica e scopate
Noi invece ci siamo beccati la scoperta dell'AIDS proprio nell'eta' in cui avremmo voluto cominciare a scopare come dei ricci. E' stato alquanto castrante.
Jolly Roger« Il suo teschio è una bandiera che vuol dire libertà. »

[fork()]

[f205v::post]QCQ enciclopedico! Dulca, organizziamo la serata osservativa per "stupefatti della volta celeste"? Strumenti necessari: un plaid per sdraiarsi per terra, una brocca di grappa the caldo, l'innocenza del fanciullino.


cazzo sì! caso tipico di serendipity a cui mai mi sarebbe venuto da pensare e invece con questo thread son lì a dire "boh, ma magari è pure interessante..."

[f205v::post]ci siamo beccati la scoperta dell'AIDS proprio nell'eta' in cui avremmo voluto cominciare a scopare come dei ricci. E' stato alquanto castrante.


ah, dici che era per quello e non perchè ero un cesso? Mi consòli.
ho troppa paura della solitudine per mettermi con una donna

[fork()]

[dulcamara::post]
(poi io mi ricorderò sempre la scena magnifica di quel professore all'università che spiegava come i programmi di analisi agli elementi finiti restituissero un'immagine del modello colorata a seconda dei punti più sollecitati, e di come bastassero otto colori per avere dei modelli più che attendibili. La faccia che ha fatto quando il nerd di turno ha alzato la mano per dirgli che ormai i colori a disposizione in un pc erano sedici milioni, a metà tra il disgusto e la compassione, me la ricordo ancora adesso)


LOLLONE.
secondo me era lo stesso de "l'importante e` che processore ha" di cotard.

[f205v::post]
La prima cosa che ci fai è ovviamente l'eco lunare: punti la luna (non che serva una grande precisione viste le dimensioni), attivi il trasmettitore e dici "CIAO", passi subito in ricezione e 2,2 secondi capti il tuo "ciao" che ti rimbalza indietro pieno di statica. Toccare le tette delle donne provoca meno polluzioni, fidati.
Secondo step è quello di fare CB con gente oltre l'orizzonte usando l'eco lunare, io ho parlato con gente in Sud Africa e negli USA con il rimbalzo.


ah, l'EME.
figo. mio padre l'ha fatto varie volte credo, ci si diverte un sacco con quella roba (a me il radiantismo invece boh, mah, mi ha sempre lasciato un po' cosi`, anche se mio babbo ha fatto di tutto per convincermi a prendere la licenza).

ma a me piacerebbe piu` fare curve di luce, uno zinzi di spettroscopia e magari partecipare a surveys per scoprire asteroidi o comete. mi rendo conto pero` che ci vogliano apparati seri.

[cotard::post]le manate vanno bene solo quando hai ragione, per sottolineare la possenza delle proprie argomentazioni.

[muffa::post]quando guardo i porni spero sempre che alla fine si sposino

ho deciso che vincono le piramidi LOL ---- compra brullonulla!

[fork()]

[f205v::post]Noi abbiamo una 5 metri autocostruita, motorizzata ed asservita al PC.
La prima cosa che ci fai è ovviamente l'eco lunare: punti la luna (non che serva una grande precisione viste le dimensioni), attivi il trasmettitore e dici "CIAO", passi subito in ricezione e 2,2 secondi capti il tuo "ciao" che ti rimbalza indietro pieno di statica. Toccare le tette delle donne provoca meno polluzioni, fidati.
Secondo step è quello di fare CB con gente oltre l'orizzonte usando l'eco lunare, io ho parlato con gente in Sud Africa e negli USA con il rimbalzo.

porco dio che bello
"So, what do you feel when you have to shoot somebody?" I asked Major Willis.
He shrugged and said "Recoil."

[fork()]

[f205v::post]Toccare le tette delle donne provoca meno polluzioni, fidati.
perdonate l'incursione ma questa passione pura e fanciullesca per l'astronomia, la tecnologia, le macchine e la fisica mi fa amare gli uomini nonostante tutto.
da piccina sognavo un telescopio (che manco a dirlo mai mi fu regalato), in compenso passavo nottate a guardare i crateri lunari col binocolo, e il mio sogno segreto era di vedere gli ufo.
4, 6niubbo non rompere esci la fresca e compra ASPHSUITE EXCELSIOR!
[Ruby Tuesday::post]in questi giorni l'asphalto mi sta facendo lollare un sacco. dev'essere merito dell'uberkill.

[fork()]

[niten::post]
[f205v::post]Noi abbiamo una 5 metri autocostruita, motorizzata ed asservita al PC.

La prima cosa che ci fai è ovviamente l'eco lunare: punti la luna (non che serva una grande precisione viste le dimensioni), attivi il trasmettitore e dici "CIAO", passi subito in ricezione e 2,2 secondi capti il tuo "ciao" che ti rimbalza indietro pieno di statica. Toccare le tette delle donne provoca meno polluzioni, fidati.


porco dio che froci
®

[fork()]

[brullo nulla::post]ah, l'EME.
Esatto, la differenza e' che lo fai sui 1420 MHz e non in VHF

[dulcamara::post]cazzo sì! caso tipico di serendipity a cui mai mi sarebbe venuto da pensare e invece con questo thread son lì a dire "boh, ma magari è pure interessante..."


Sabato 22 Agosto, Colle Vaccera, Angrogna (TO). Ospito io dove tu sai.
Jolly Roger« Il suo teschio è una bandiera che vuol dire libertà. »

[fork()]

[f205v::post]
Sabato 22 Agosto, Colle Vaccera, Angrogna (TO). Ospito io dove tu sai.


ho segnato. Ci aggiorniamo.
ho troppa paura della solitudine per mettermi con una donna

[fork()]

[f205v::post]
Se poi ti ammali della cosa finisci come questo tizio qua in Germania, oppure quest'altro in Francia.

Ma quelle foto con cosa sono fatti?
[Mr.Wolf::post]
non pensavo di poter mai scrivere queste parole ma: ha ragione Irish.

[fork()]

Riformulo: con il binocolo la vedrò così bene?
[Mr.Wolf::post]
non pensavo di poter mai scrivere queste parole ma: ha ragione Irish.

[fork()]

[irishzebo::post]Riformulo: con il binocolo la vedrò così bene?


solo la Luna.

[cotard::post]le manate vanno bene solo quando hai ragione, per sottolineare la possenza delle proprie argomentazioni.

[muffa::post]quando guardo i porni spero sempre che alla fine si sposino

ho deciso che vincono le piramidi LOL ---- compra brullonulla!

[fork()]

[irishzebo::post]con il binocolo la vedrò così bene?
No, pero' sarai in grado di distinguerne la forma generale.

Scegli una notte in cui passi alta nel cielo, almeno sopra i 35°.
Quando resta bassa infatti il tuo sguardo deve attarversare uno spessore maggiore di atmosfera, ed anche la stazione si trova piu' lontana.
Se non ricordo male i calcoli, in un ipotetico sorvolo perfetto (sorge in un punto, passa allo zenith e tramonta esattamente dalla parte opposta) si trova a circa 800 - 1.000 quando sorge, 350 - 400 allo zenith e poi di nuovo ad 800 - 1.000 al tramonto.
Jolly Roger« Il suo teschio è una bandiera che vuol dire libertà. »

[fork()]

Ok, grazie.
Ora guarderò il sito della NASA per capire quando è meglio cercare di vederla!
[Mr.Wolf::post]
non pensavo di poter mai scrivere queste parole ma: ha ragione Irish.

[fork()]

[f205v::post]
Quando resta bassa infatti il tuo sguardo deve attarversare uno spessore maggiore di atmosfera, ed anche la stazione si trova piu' lontana.
Se non ricordo male i calcoli, in un ipotetico sorvolo perfetto (sorge in un punto, passa allo zenith e tramonta esattamente dalla parte opposta) si trova a circa 800 - 1.000 quando sorge, 350 - 400 allo zenith e poi di nuovo ad 800 - 1.000 al tramonto.


?

[cotard::post]le manate vanno bene solo quando hai ragione, per sottolineare la possenza delle proprie argomentazioni.

[muffa::post]quando guardo i porni spero sempre che alla fine si sposino

ho deciso che vincono le piramidi LOL ---- compra brullonulla!

[fork()]

Allora, la stazione spaziale orbita a circa 350-400 Km. dalla superficie terrestre.
Vabbeh, faccio un disegno con il paint che si capisce meglio.

Jolly Roger« Il suo teschio è una bandiera che vuol dire libertà. »

[fork()]

brullo nulla nei mari dei negri

[fork()]

[f205v::post]faccio un disegno con il paint che si capisce meglio.


modup per la polinesia (ma l'australia è purtroppo affondata di colpo e siamo in attesa di notizie dai nostri cari a Sidney)
ho troppa paura della solitudine per mettermi con una donna

[fork()]

[dulcamara::post]l'australia è purtroppo affondata di colpo
No, e' solo dietro l'orizzonte degli eventi, come il molise.
Jolly Roger« Il suo teschio è una bandiera che vuol dire libertà. »

asphalto FAQ
categorie Espandi/contrai