news :: Un po' lemico.

Questa mattina, camminando per strada con il mio amico immaginario Harvey (non ho amici reali da quando, a sette anni, ho venduto l'ultimo che avevo a una banda di pedofili), abbiamo iniziato a parlare di razzismo. Questo perché Harvey, oltre a essere immaginario, è anche negro e omosessuale (così posso dire "razzista e omofobo io? ma se il mio migliore amico è una checca negra?").

Stavamo discutendo animatamente in metropolitana - Harvey mi mostrava con fare accusatorio la gente che mi additava, credo perché sembro un albanese - quando, ad un tratto, ho sentito una mano che mi toccava su una spalla. Ho pensato che fosse uno dei tanti rednecks che affollano la metropolitana milanese, e che magari volesse fare una battuta sul fatto che stavo parlando con un ricchione di colore invisibile, al che gli avrei tirato una gomitata nel setto nasale, scagliandomi poi sul suo corpo riverso e sfogando così la frustrazione di mesi di astinenza sessuale.



Invece era solo uno che si appoggiava perché la metropolitana aveva fatto una fermata brusca.



Questo mi ha insegnato una cosa importante: anche se pensi che uno sia un razzista bastardo, forse è solo la metropolitana che frena. Ora mi sento più maturo. Anche Harvey è d'accordo.

news :: Pi divisi che mai

Lo sforzo prodotto dallo staff per portare a termine la campagna elettorale è pari a quello dipinto sui visi incipriati delle attrici porno mentre le inquadrano di tre quarti di mezzena: totalmente finto. In effetti con tutto questo baillame (mi hanno suggerito di svecchiare il linguaggio, renderlo più cool, easy insomma) – non abbiamo molto tempo per lavorare. Gli incontri politici si risolvono in pochi minuti di mercato dei voti sottobanco e svariate ore di cazzeggio intervallato da pensieri profondi e rumorosi. I trasferimenti in macchina da quando il partito ce ne ha fornita una guidata da un carabiniere si traducono spesso in una rappresentazione poderosa del privilegio, dell’arroganza e dell’assoluta mancanza di rispetto per il codice della strada. Gli incontri pubblici sono noiosi e la gente a primavera puzza (benchè per ragioni elettorali non sempre sia opportuno farlo notare). Le invidie e le rivalità di potere hanno più volte minato la coesione dell’asphalto. Le lotte intestine sono all’ordine del giorno, le ripicche e le meschinità la norma. Ieri per esempio ho disegnato un’ernia funzionante col sangue di un volontario sulla parete dell’ufficio di pgcd. Non vi dico poi quali preoccupazioni susciti la spartizione del bottino in vista della prossima inevitabile vittoria elettorale: Speedy è appena arrivato e pretende Viale Umbria (con annessi diritti di riscossione sulla puttanzanza locale). Ramone è desaparecido ma sappiamo già che Lambrate è cosa sua. Io e quell’altro barattiamo in continuazione zona su zona, fino all’ultima via della più putrida periferia. A questo proposito vi confesserò che il Parco Sempione non mi interessava così tanto da aver tirato un fermacarte di peltro verso pgcd centrando sul malleolo la segretaria Loredana (come suo costume il capo durante le riunioni di spartizione nella sala HotelRaphael si stende per terra a pancia in su in attesa di qualche pregevole upskirt di qualcuna delle nostre adepte). Dicevo che non me ne frega un cazzo né del Parco Sempione né di Qt8 (la zona più brutta del nord-ovest dopo Busto Arsizio). E’ che non mi va che quello da per terra appena si chiama in causa qualcosa cominci a cantare in falsetto: “voglio ciò che mi spetta lo voglio perché è mio mi aspetta.” Che se lo tenga il parco, cazzi suoi e dei maghrebini che lo abitano. Io mi butto su Santa Maria Delle Grazie e alla prima occasione mi metto a imbiancare la parete.



In altre è più poetiche niùs: ogni volta che mi viene una idea per segnare il destino del mondo, il tempo di tirare lo sciacquone e scopro che qualcuno ci ha già pensato. Ad esempio: www.geniuslady.com



Godeteforte e spogliatevi delle vostre ricchezze. Per ora può bastarci.

news :: Sciopero!

E' ora di dire basta!

Il sottoscritto, in nome dell'asphalto, annuncia l'inizio del proprio sciopero della fame e della sete. Certo della solidarietà (benché un po' cinica) dei membri dello staff e delle asphaltodonne, voglio così manifestare tutto il nostro sdegno per il vergognoso silenzio sotto cui sta passando la campagna elettorale dell'asphalto sugli organi d'informazione nazionali e internazionali (colpa dell'Internazionale del silenzio o del solito D'Alema?).

Sono disposto a sospendere la protesta solo in un caso (di un appello del presidente Ciampi, anche se mi è tanto simpatico, onestamente m'importa una bella sega): uno Speciale TG4 di 35 minuti (37) con sottotitolo "L'Italia che asphaltiamo", proprio come quello che è andato in onda lunedì sera, quaranta minuti di Berlusconi allo stato brado, senza commenti nè contradditorio (eh? contradditorio? Via, non scherziamo!).

E' ora di dire basta a questi soprusi: sciopero!



In altre, non meno interessanti, niùs:

Ho da offrire un altro fervido esempio di brillante campagna elettorale: un imbecille di sinistra ritratto con una mela in mano tronfio del suo slogan "qualcuno pensa solo a mangiare. Io m'impegno perché tutti mangino sano". Dev'essere parente di Pecoraro Scanio.

news :: Pi uniti che mai

Pgcd: cosa facciamo? Chiamo l’ANSA? Due milioni di nuovi occupati bastano?

AD: troppi. Ci servono di più disoccupati e incazzati. Io non rilancerei.

Pgcd: allora digiuno anch’io. E smetto di lavavmi.

AD: ehm

Pgcd: intenzionalmente, dico.

AD: Ah beh, senz’altro un messaggio forte. Comunque io mangio che è tornata ieri mia madre dopo un mese.

Pgcd: sacvificio ci vuole. Segnatamente Vamone ha pavlato con Mavcos?

AD: si, vuole il duepercento se stampiamo la maglia Chiapas asphaltato. La Exxon coprirebbe comunque parte delle spese. Se asphaltiamo dicono che ci piantano le stazioni di servizio. Robagrossa.

Pgcd: pev me si può fave. Quanti voti ci povtevebbe l’accovdo?

AD: nessuno ma a luglio andiamo tutti a Formentera a spese dei Messicani.

Pgcd: soddisfazione, Vamone sta facendo un buon lavovo.

AD: già. Rubare ai ricchi son buoni tutti.

Pgcd: come stanno andando quelle di asphaltodonna?

AD: non saprei, sono fuori dal mio controllo. Però è adesso che bisogna stringere i tempi. Io sono per il buon vecchio ricatto sessuale. Siamo un paese di maiali, guarda noi due, bisogna attingere dal repertorio del pecoreccio e adoprare loro per ingentilire il messaggio. Caricare i toni. Stettarsi.

Pgcd: segnatamente

AD: segnatamente.



Si allontanano ciondolando le gambe storte e magre per il corridoio appena illuminato da un pallido neon.

Che circonda le loro teste.

news :: Di buon catino.

Mi stavo chiedendo: ma Manu Chao potrebbe riuscire a fare un'altra canzone? No, cioè, dico - carina anche la prima, però alla sesta canzone assolutamente identica mi sembra il caso di sottolinearlo. Anche perché poi voialtri cannaioli comunisti, probabilmente ve lo godete di brutto - ma dite che il disco di Gigi D'Agostino fa cagare perché è tutto uguale. Avete ragione, eh, però dovete ammettere che anche quello dello zingaro/spagnolo/francese/prob­abilmentepurenegro è una palla infinita.



In altre niùs:

Ho visto di nuovo il manifesto del deficiente con il basco - è vero, e il tizio si chiama Macchi. Vorrei sapere se verrà fucilato per le migliaia di voti che sta facendo perdere a AN. Spero di si.

news :: Logorrea o bulimia verbale.

PierangeloDa: Pierangelo

Oggetto: Un consiglio non richiesto
Il tuo sito mi piace molto. Un solo consiglio (poi fai come ti pare):

riesci a trovare cinque sei sinonimi all'avverbio "segnatamente" di cui sono cosparsi tutti gli articoli?



Ciao,



Pierangelo
Pierangelo, stai per caso suggerendo che quello che scriviamo non è ricco di inventiva e mai ripetitivo? Sai cosa vuole dire questo? Vuole dire CHE ADESSO PESTO I PIEDI E TRATTENGO IL FIATO FINCHE' NON DIVENTO ROSSO, HAI CAPITO?

Comunque no, "segnatamente" è una parola troppo importante per sostituirla con un'altra.



In altre niùs:

Chiunque abbia mai provato a cercare lavoro consultando gli annunci sul Corriere (as opposed to "ricordando al vicesindaco che sua figlia è tanto carina e che torna a casa ogni sera alle 18.27 precise") si sarà certamente imbattuto nella Società Leader. Il 90% degli annunci sono "Società leader nel campo dell'addestramento semafori cerca esperti di psicologia meccanica" e "Società leader nel campo della movimentazione organici cerca trattorista per carico di letame".

Io ho passato anni a chiedermi cosa cazzo fosse questa fantomatica società leader - voleva dire che qualunque pizzicagnolo era il migliore nel suo campo, oppure c'era un significato più profondo?

Signore e signori, vi comunico che ho finalmente trovato la soluzione - o meglio, ho trovato la società leader. Un mistero svelato, finalmente.



In altre, più polemiche, niùs:

Questa sera ho scoperto che i benzinai alzano il prezzo al litro quando la pompa funziona in modalità self-service. Mi è stato detto che è una consuetudine, e che alcuni alzano il prezzo ulteriormente di notte. Ora, io rispetto le lagnanze dei benzinai, che si fanno tutti i loro cazzo di scioperi eccetera da bravi italiani, ma trovo che, straporcaputtanaccia, questa sia una roba davvero infame e, soprattutto, in perfetta malafede. Mentre di giorno devono pagare gli omini per servire eccetera (cosa che potrebbe giustificare un prezzo più alto), di notte non mi pare che ci sia qualcuno, a parte l'eventuale mendico pakistano, che deve essere pagato. E allora perché alzano il prezzo?

La risposta è facile - perché di self-service continuano a essercene pochi, e allora tanto vale marciarci su - però, cazzo, alla prossima serrata dei benzinai, giuro che do fuoco a tutti quelli chiusi che trovo.

asphalto FAQ
categorie Espandi/contrai