Grosso disclaimer

L'asphalto è un sito strano. Ci sono parolacce, foto orrende, gente stupida e, alle volte, ci sono anche io. Per tutte queste ragioni e molte altre, solo i maggiorenni possono vederlo. Cliccando qui sotto, dunque, sostieni di essere maggiorenne e di avere diritto di stare qui (cioè, lo sostieni se hai i cookies attivati e ti funzionano, sennò ciccia). Se non sei maggiorenne, e clicchi lo stesso, ti vengono le gambe corte e il naso lungo, e io non mi assumo nessuna responsabilità di nessun tipo.
Già che ci siamo, sottolineo anche che controllare gli accessi al tuo computer è un problema tuo, non mio. In altre parole, se tuo figlio di sei anni viene sull'asphalto, sono cazzi tuoi - avresti dovuto essere un genitore migliore e più attento.
Ah, anche chi si offende facilmente farebbe meglio a starsene alla larga, perché non ho la minima voglia di spulciare tutto quello che scrivono gli sciamannati che affollano l'asphalto per vedere se magari qualcosa potrebbe offendere qualche anima pia. Quindi, cliccando qui sotto, accetti anche il fatto che non devi rompere le palle se leggi o vedi qualcosa che non ti piace.
Infine, un punto assolutamente fondamentale: l'asphalto è mio (pgcd). Non è di nessun altro, non è un luogo pubblico: è solo mio. In linea di massima, questo non dovrebbe cambiare l'esperienza dell'utente - né in meglio, né in peggio. Tuttavia, ci sono alcune regole che derivano dal semplice concetto suesposto.

Regola numero uno: l'unico utente dell'asphalto che ha qualche diritto è pgcd

Io credo assolutamente nella libertà di espressione eccetera, e faccio di tutto perché chi usa l'asphalto possa dire il cazzo che vuole senza avere problemi. Questo, tuttavia, non è un diritto acquisito, ma una concessione che io faccio e che posso revocare in qualunque momento, senza dover spiegazioni a nessuno. Mettere in discussione questo punto significa dare fastidio, e le conseguenze sono variabili a seconda dell'umore del momento e della simpatia che mi ispira chi lo fa. In altre parole, gli insulti sono assicurati, il ban è quasi certo, e l'omicidio non è da escludere.

Regola numero due: tu sei responsabile di quello che fai, non l'asphalto

Per quanto io voglia mantenere la libertà di fare un po' il cazzo che volete, ci sono alcune considerazioni che mi impediscono di farvi fare davvero tutto. Quindi, niente cose illegali - niente foto di minorenni, niente trading di warez, niente del genere. Se lo fate e me ne accorgo, mi fate incazzare e cancello. Se lo fate e non me ne accorgo, e arriva l'omino della polizia che mi chiede delucidazioni, sarò ben felice di fornire il vostro indirizzo IP, e pure l'indirizzo di casa se lo conosco.

Regola numero tre: se non vuoi seguire le regole, non entrare

Nonostante tutto, Internet è ancora un posto libero. Niente e nessuno ti sta costringendo a entrare - anzi, sinceramente preferirei se tu non lo facessi. Quindi, se non credi al fatto che io sono (e ho diritto di essere) l'unico a decidere come vanno le cose qui, non entrare. Vai da un'altra parte, trovati una vita, fai qualcos'altro ma non entrare. Tu rimarresti deluso, io mi incazzerei.

Regola numero quattro: pgcd è il capo

Nel caso tu fossi un mentecatto e ti fosse sfuggito, io sono il capo. Punto e basta. Questo non vuole dire che non puoi darmi del coglione se pensi che lo sia, o che non puoi contraddirmi - però vuole dire che non puoi dire che io non sono il capo, né sostenere di avere chissà quale diritto perché io ti ho lasciato scrivere quello che volevi, né tantomeno pensare che l'asphalto sia democratico. Non lo è. L'asphalto è una fottuta tirannide, e se non ti va bene vedi la regola numero tre.

Regola numero cinque: pgcd è davvero il capo

Visto che, statisticamente, sei un idiota, te lo ripeto: io sono il capo, dittatore e dominatore assoluto. Se entri lo accetti, se non lo accetti non entri. Si è capito che sto cercando di invitarti a non entrare?

Con tanti baci e immutata stima,
pgcd (at) asphalto (punto) org.

For non italian speakers: if you are of legal age in your country and agree to the fact that pgcd, the owner of asphalto, is the sole and unchallengeable ruler, click the second link. Better yet, use babelfish to try and make some sense of what's written above.
No, sono minorenne o di animo sensibile (o entrambi).

Sì, sono maggiorenne e prometto di non rompere le palle per nessuna ragione.